frasi

Aiutaci a Crescere clicca +1 su Google Plus! Fai Girare la Cultura e il piacere della condivisione!

Iscriviti alla nostra Newsletter non perderti le migliori frasi del web nella tua posta!


Unisciti a noi su Facebook! :-)
Frasi Aforismi, un luogo dove scrivere in completa libertà tutto ciò che ti sta nel cuore, lascia una tua Citazione, un Aforisma, una Frase e trasformalo in Dedica per qualcuno che ami!
Colora la tua giornata con le dediche, frasi, aforismi, citazioni che più ami. Stai leggendo un libro e trovi una frase che desideri proprio condividere? Non esitare, scrivila qui nella sezione citazioni! Scrivi le frasi e dagli aforismi qui: leggi qui! ... e lascia le tue impronte sul Diario della Vita di Frasi Aforismi! Inizia Ora!
IN EVIDENZA: Frasi, Frasi D'Amore, Frasi Amicizia

FRASI SUL PESSIMISMO

luglio 24th, 2014

pessimismo

Il pessimismo significa, in breve, giocare una partita sicura. Non puoi mai perderla; puoi vincere. È la sola visione della vita dalla quale non verrai mai deluso. Avendo realizzato cosa fare nelle peggiori circostanze possibili, quando sorgono le migliori, come potrebbe capitare, la vita diventa un gioco da ragazzi
Thomas Hardy
***

Il pessimista deve inventarsi ogni giorno nuove ragioni di esistere: è una vittima del “senso” della vita.
Emil Cioran
***

«Prendete una qualsiasi persona, versatele dentro cinque o sei litri di birra, e ne farete un ubriaco» diceva Schopenhauer agli alunni del suo corso di Pessimismo all’università di Jena. Era una frase che il Maestro ripeteva spesso, e gli alunni si chiedevano ogni volta se il loro insegnante era molto profondo o molto ubriaco.

In realtà, Schopenhauer voleva dire che ognuno di noi è un ubriaco in potenza. Naturalmente, essendo ubriaco, aveva bisogno del paragone della birra per dare un’idea dell’ubriachezza. Se fosse stato sobrio, avrebbe usato altri termini, e non si sarebbe sdraiato sulla cattedra.

In realtà, soleva chiedersi spesso il filosofo, cos’è un ubriaco? E, penso, qualcuno di voi si sarà talvolta rivolto la stessa domanda. Non è, evidentemente, uno che beve. Tutti noi beviamo. Non è nemmeno, uno che beve molto. I cammelli bevono molto, ma non ne ho mai visto uno cacciato fuori da un bar.
Stefano Benni, Bar Sport
***

Il pessimista è uno che si prepara al peggio… vivendo peggio.
Mauro Soldano
***

L’ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità
Winston Churchill
***

Chi vede tutto nero e teme sempre il peggio e prende le sue misure in questo senso, non si sarà sbagliato tanto spesso quanto colui che dà alle cose un colore e una previsione serena.

Arthur Schopenhauer
***

Un pessimista è uno che crea difficoltà dalle sue opportunità e un ottimista è colui che crea opportunità dalle sue difficoltà
H.S.Truman
***

Voglio dire, mettiamola così: voi immaginate che niente abbia un senso, ma non può essere che tutto sia così, perché vi rendete conto che non ha senso e questa vostra consapevolezza gli dà quasi un senso. Avete capito quello che intendo? Un pessimismo ottimistico.

Charles Bukowski
***

Quando tutti i giorni sembrano uguali è perché l’uomo ha smesso di percepire le cose buone che capitano nella vita ogni volta che il sole attraversa il cielo
Paulo Coelho
***

Ottimismo Quando la voce della radiosveglia è quella del ministro Calderoli, uno che neanche Nostradamus poté immaginare nelle sue più lugubri quartine. O quando la prima immagine del telegiornale è quella degli avvocati del premier che a dozzine, come le uova, presidiano la fortezza dei Porci comodi. O quando la prima impressione del mondo è che i mostri ne abbiano preso possesso, sotto forma di ganze con la bocca rifatta che invadono il video, o dei brutti di fondovalle che incredibilmente fanno il ministro. È allora che, da subito, si vorrebbe disconnettere la propria esistenza da quella degli altri. Girarsi dall’altra parte e rimettersi a dormire, come se quelle voci fossero state solo un brutto e mediocre sogno. E chiedersi come mai non si è ancora provveduto a farsi svegliare, al mattino, solo dallo schiamazzo degli uccellini, al riparo dalla cronaca e (magari!) dalla Storia. Poi, si sa, non è così che si decide di fare. Basta pochissimo – un pensiero decente, una faccia dignitosa, una parola allegra – a rassicurarci, o comunque a rabbonirci. Nel mare di pessime cose che ci ondeggia attorno, e minaccia di sopraffarci, anche un turacciolo apparso all’improvviso ci sembra l’isola sulla quale mettersi in salvo. Ci ho pensato parecchio, e ho concluso che quello che ci frega non è il pessimismo, non la depressione, non il malumore. Quello che ci frega, e ci fa alzare al mattino, e non ci fa disertare, è l’ottimismo. Se il nostro sguardo sul mondo fosse un poco più lucido avremmo già dato, da tempo, le dimissioni.

Michele Serra
***

La venerazione del passato conduce a un pessimismo ingiustificato sul presente e impedisce di capire che l’avvenire non è già più quello che era.
Paul Valery
***

Colui che è stato educato al pessimismo e ne è divenuto il discepolo, e per giunta, in qualità di epigono, intende trasportarlo nel proprio tempo, vede in esso un tema classico, un tema eterno. Sa bene quello che il pessimismo esige e quello che si esige da esso. Egli è il pessimista della verità, se così si può chiamare costui. Il pessimismo onora la verità: questa la tesi generale. Questo pessimista ha seguito il retto cammino dell’onore. Egli ha onorato la verità. Questo è il pessimismo che vogliamo con tutte le nostre forze, egli dice: percorrere il cammino che percorre ogni uomo che si sia accostato alla verità sino al suo nucleo più crudele, là dove essa non è più con lui. Perché la verità è il tutto contro la parte, il tutto contro di te.

Manlio Sgalambro

LA LINEA CHE DIVIDE

luglio 24th, 2014

Esiste una linea sottile che divide quel che è ora a quel che sarà domani, basta solo un soffio per capovolgere questa linea…

(Ejay Ivan Lac)

images

PAURA DI NON FARE PAZZIE

luglio 24th, 2014

Le persone hanno sempre paura a fare qualche pazzia, io al contrario ho paura a non farla!

(Ejay Ivan Lac)

pazzie

 

STUPIDA O SBAGLIATA

luglio 24th, 2014

Nessuna situazione è stupida o sbagliata, se ti fa star bene ed è rara…

(Ejay Ivan Lac)

sbaglio

 

Il regalo che non aprirò mai….

luglio 23rd, 2014

Domani la prima persona che mi chiamerà sarà mia mamma, che è già lì, con le mani sulla farina, con le pizze da infornare, con la torta prenotata, e dopo mille raccomandazioni perchè una mamma è cosi, mi passerà mio padre, che con voce sempre calma, mi dirà, tanti auguri, ci vediamo domani…E allora non vedi l’ora sia domani, quando saremo tutti a tavola, quando i miei figli chiederanno alla nonna ” Ma come era papà da piccolo? E ci saranno i racconti di te, che ti porteranno indietro, e ti faranno sentire ancora bambino, quello che non conoscevi più, che avevi rimosso, nel tempo… E allora visto che domani è il mio compleanno mi faccio un regalo, uno di quelli che non aprirai mai. Che non vedrai mai. Me lo faccio oggi, da solo, come quando ero bambino e il giorno prima sognavi l’alba e il tuo regalo….

compleanno

FRASI SULL’OTTIMISMO

luglio 23rd, 2014

ottimismo

 

L’ottimismo è il profumo della vita.
Tonino Guerra
***

E se in questo grande mondo dovrò morire, morirò dalla gioia di essere vivo.
Evgenij Evtušenko

***

Comunque non abbiamo il diritto di lamentarci troppo. Al mondo esistono esseri viventi molto più sfortunati di noi. Voglio dire: i pesci. I pesci sono gli esseri più sfortunati che esistano sulla faccia della terra. Ci avete mai pensato? Perché un pesce – un pesce non può far finta di niente, quando scorreggia.
Lo so perché ho due pesciolini rossi, a casa, in una boccia di vetro. Uno è ottimista, sorride sempre, guizza, si chiama Pete. L’altro invece è pessimista, un po’ grigio, smunto, quasi fermo. L’ho chiamato Alleluia. L’altro giorno ho sentito distintamente il pesciolino ottimista che diceva al pesciolino pessimista: «Sai, credo che bisognerebbe avere più fiducia nella vita. Io credo che Dio esista». Il pesciolino pessimista allora l’ha guardato storto e gli ha detto: «Dio esiste! Come fai a dire una cosa del genere? È una cosa enorme! Dio esiste. Che prove hai?». Pete ci ha pensato su un po’, poi gli ha risposto:

«Qualcuno ci cambia l’acqua.»

Daniele Luttazzi , Adenoidi
***

Preferisco essere ottimista e avere torto piuttosto che pessimista e aver ragione
A.Einstein
***

Le 12 promesse – Il credo dell’ottimista
Prometti a te stesso:

1. Di essere così forte che niente potrà turbare la tua pace mentale.

2. Di augurare salute, felicità e prosperità a tutte le persone che incontri.

3. Di far sentire a tutti i tuoi amici che in loro c’è qualcosa.

4. Di guardare il lato luminoso di tutte le cose e di fare in modo che il tuo ottimismo diventi realtà.

5. Di pensare solo al meglio, di impegnarti solo per il meglio e di aspettarti solo il meglio.

6. Di essere felice del successo altrui come se fosse il tuo.

7. Di dimenticare gli errori del passato e di tendere verso maggiori conseguimenti futuri.

8. Di essere sempre allegro e di donare un sorriso a ogni creatura che incontri.

9. Di dedicare così tanto tempo al tuo miglioramento da non avere tempo di criticare gli altri.

10. Di essere troppo grande per albergare preoccupazioni, troppo nobile per accogliere ira, troppo forte per provare paura e troppo felice per permettere che si creino problemi.

11. Di avere una buona opinione di te stesso e di proclamarlo al mondo, non con grandi parole, ma attraverso grandi azioni.

12. Di vivere confidando che il mondo sia dalla tua parte, finché segui sinceramente la tua parte migliore.
Christian D. Larson * The key
***

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero.
Oscar Wilde
***

L’ottimista è un uomo che, senza una lira in tasca, ordina delle ostriche nella speranza di poterle pagare con la perla trovata.
Ugo Tognazzi
***

L’ottimismo è come l’ossido di carbonio: uccide lasciando sui cadaveri un’impronta di rosa.

Guido Ceronetti
***

“Io non vi insegno l’ottimismo. In Occidente va molto di moda oggigiorno; lo chiamano ‘pensiero positivo’. Questo è un nome nuovo per l’ottimismo; il vecchio nome era diventato troppo fuori moda, antiquato. Il nuovo nome è pensiero positivo. Io non vi insegno il pensiero positivo, perché questo porta con sé del negativo.

Io vi insegno la trascendenza – né positiva né negativa. Siate osservatori: siate anche testimoni. Quando è giorno, siate testimoni del giorno, quando è notte, siate testimoni di essa – e non identificatevi in nessuna delle due. Voi non siete né il giorno né la notte; voi siete la consapevolezza trascendente. Diventate sempre più concentrati in questa trascendenza.
La vera religione non è positiva, tanto meno negativa. Non è né via negativa né via positiva; è via della trascendenza.”

Osho, The Dhammapada: The Way of the Buddha

***

L’ottimismo potete misurarlo, potete apprenderlo, potete insegnarlo.

 Aaron T.Beck

Penso che nel cuore di un uomo ci sia un luogo creato per la meraviglia.

luglio 23rd, 2014

BAMBINA

Penso che nel cuore di un uomo ci sia un luogo creato per la meraviglia. Per tutta la vita raduniamo tesori per riempirlo. A volte sono minuscoli gioielli che brillano: un fiore che sboccia al riparo di un albero caduto, l’arco della fronte di una bambina combinato con la curva della guancia.
Robin Hobb

FRASI SULL’INTROSPEZIONE

luglio 22nd, 2014

introspection

La meditazione è come un singolo pezzo di legno. L’investigazione e l’introspezione sono un’estremità del legno, la calma e la concentrazione sono l’altra estremità. Se sollevi un pezzo di legno, entrambe le estremità si sollevano contemporaneamente. Qual è la concentrazione e qual è l’introspezione? Soltanto questa mente.

Ajahn Chah, “Tranquillo stagno nella foresta”
***

Quando l’introspezione diventa superficiale, e l’ego fraudolento prende il sopravvento, bisogna darsi alla vendita di calia

Woody Allen
****

Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei.

Iscrizione sul tempio dell’oracolo di Delphi
***

Noli foras ire, in te ipsum redi, in interiore homine habitat veritas, etsi tuam naturam mutabilem inveneris, trascende et te ipsum.
*
Non uscire fuori di te, ritorna in te stesso: nell’interiorità dell’uomo abita la Verità, e se troverai la tua natura mutabile, trascendi anche te stesso.
Agostino, De vera religione, XXXIX
***

Viaggiare potrebbe essere una delle più forme più gratificanti dell’introspezione.
Lawrence George Durrell
***

Partita illusoria a tratti priva di introspezione filosofica.
Fréngo – Antonio Albanese
***

Una volta c’erano due discepoli che sedevano in meditazione. Uno sedeva in un modo molto solenne e dignitoso, l’altro in modo poco formale, quasi persino non mantenendo la propria postura. Tuttavia il Maestro colpì il primo col bastone usato in sala di meditazione per testare se la sua mente era altrettanto solenne e dignitosa quanto indicava la postura. Se non fosse stato così, si sarebbe risentito verso il maestro e si sarebbe vessato. D’altra parte, se la sua mente fosse stata solenne e dignitosa, avrebbe umilmente richiesto istruzioni al Maestro per migliorare la sua pratica. Come potete vedere, invece di cavillare sul giusto o sbagliato, quello che dovreste veramente fare è usare costantemente l’introspezione per vedere se voi stessi avete ottenuto autentica forza nella pratica. Ecco un buon modo di misurare la vostra forza: quando gli altri insistono che voi state sbagliando, pur sapendo che avete fatto tutto correttamente, siete in grado di accettare sinceramente tali critiche.

Dagli insegnamenti del maestro Kuang-ch’in
***

L’introspezione ci fa trovare spazi immensi nei quali velate ombre vagano a rammentare il tempo ormai fuggito: rivisitando a tratti questi celati spazi, facciamo rivivere i ricordi e par così che ognuno di questi si vesta di nuova luce. Ciò che triste sembrava prima, ora è vivace e nel subconscio si riserva grande spazio.
Ci certifica così la gratificante certezza di aver vissuto con il calore dei ricordi più belli e più significativi del nostro tribolato passato!

Silvano Montanari

Mille giorni con te

luglio 21st, 2014

noi

Mille giorni con te

volevi regalarmi il mondo

un mondo fatto di te e di me

un mondo con cieli

sempre azzurri

e nelle notti buie

acceder luna e stelle

solo per me

Mille giorni con te

e perdermi nei tuoi occhi di mare

perchè neanche un minuto

potevo vivere senza te

Mille giorni con te

volevi regalarmi

un mondo pieno di colori

rubati all’arcobaleno

perchè in esso

il grigio e nero non c’è

Mille giorni con te

e perdermi nel tuo sorriso

perchè neanche un minuto

potevi vivere senza me

Mille giorni con te

volevi regalarmi

un mondo di gioie

solo pioggia sul mio volto

mai lacrime avrei versato per te

Mille giorni con te

un mondo di nebbia mi avvolge

ho paura di svegliarmi

potresti non essere accanto a me

 

 

 

 

 

 

 

Next »