Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



GOCCE DI SANGUE

novembre 5th, 2017

Gocce di sangue, che camminano sulla pelle, pendono verso il basso, per poi arrivare al confine del nostro corpo, e cadere a terra, gocce di sangue, che bruciano, graffiano, non accennano a fermarsi neanche con un panno.

Sangue che puzza di stanchezza, sangue, che si ramifica sul pavimento, scorre sui muri e nutre le piante che trova nel suo percorso, in ginocchio, a terra, con quel grido di rabbia che distrugge ogni vetro, ogni cristallo, come gas, accende quel fiume rosso, divampando fiamme, divampando dolore.

Gocce di sangue, che danno fuoco ad ogni muro, ad ogni persona che ci cammina accanto o che passa di sfuggita sulla nostra strada, lo sguardo dei nostri occhi di fronte a questa distruzione, un sorriso di soddisfazione e ci sentiamo liberi, liberi di continuare, perché non esisterà nessuna pioggia, nessuna folata di vento a spegnere l’inferno dentro di noi, che non va dominato con false speranze, ma spento, sfogando tutta la sua rabbia.

(Ejay Ivan Lac)

Share

NON LASCIARTI SOFFOCARE

novembre 5th, 2017

Molte volte la vita, potrà sembrarti incredibilmente fastidiosa, non avrai mai ciò che desideri con la facilità che si ha, nell’immaginarle già nostre, avremo sempre quella fastidiosa agonia che blocca il respiro, e pesa, sotto la gola, un battito del cuore che diventa pesante, le notti insonne e le giornate colme di pensieri.

Arriva quel tragitto della vita, dove crediamo che non ci serva nessuno per andare avanti, arriva, quel attimo dove vorresti chiuderti nelle mura di una bolla che non esploderà mai, se continueremo a dargli forza, quelle lacrime, quel sangue, che scivola dalla pelle e sporca i vestiti che ci coprono.

Capisci che il male che hai dentro ti soffoca, ti uccide, e distorce ogni tua singola parola, dove gli occhi si chiudono per la stanchezza, dove lo stomaco si stringe per la sofferenza, ma nonostante questo, continuiamo a restare nella nostra bolla… invece di chiedere aiuto!

Non lasciarti soffocare, da questo ossigeno privo d’aria, ogni casa ha una finestra che può essere aperta, ogni anima, ha lo spazio, per far entrare chiuque voglia aiutarci, non è una sconfitta, non è una debolezza, chiedere la via ad una persona in grado di indicarcela…

Non lasciarti soffocare…

(Ejay Ivan Lac)

Share

L’energia dei pensieri

ottobre 19th, 2017

Ogni passo, accompagna il battito del cuore, ogni battito del cuore è ossigeno per ogni pensiero, che diventa energia e si espande nell’aria.

Corre veloce nel presente, arrivando in fondo al futuro, dove i pensieri si incontrano formando un mazzo di fiori dai mille colori, che profumano di speranza, archivi di parole ed emozioni.

Pensieri ricchi di energia, che vengono dipinti nella tela del destino, disegni, che ritroveremo più avanti, cresciuti e relizzati, pronti a prenderci per mano e farci sognare.

Quei pensieri, quei desideri che abbiamo desiderato per troppo tempo, che ci hanno fatto combattere per averli, pensieri, che hanno ascoltato le nostre lacrime, e si sono riempiti di forza, per potersi realizzare.

L’energia dei pensieri, quella che si sprigiona quando tutto diventa spaventosamente incerto, che nascono in quei momenti dove si desidera, dove si spera, nel buio di una stanza, sorridendo e ringraziando l’universo, ripuliti da ogni male, da ogni ricordo negativo.

Pensieri, che vivono e si creano!

(Ejay Ivan Lac)

Share

Sinergia emozionale

ottobre 17th, 2017

Un uomo che fa del sesso un’opera d’arte, una meditazione pulsante, un momento di fuga da ogni pregiudizio, non si fa andare bene qualsiasi tipo di donna.

Lui sceglie con attenzione la sua fonte di energia, bisogna essere in due, per toccare il fuoco che accende ogni segreto fantasioso della mente.

Non è un momento di sfogo, ma una sinergia emozionale, che si prova con chi è in grado di percepire chi siamo.

(Ejay Ivan Lac)

Share

Per un bicchiere di vino in più

ottobre 17th, 2017

Per un bicchiere di vino in più, quelle immagini scolpite nella mente, diventano più nitide, quel bicchiere che non ti aspetti di versare, noi due soli, che parliamo con la logica, ma la nostra anima emotiva pulsa di strani istinti, sensazioni che non puoi controllare quando tutto si inibidisce nel profumo dell’uva fermentata.

Quel bicchiere di vino in più, che avvicina le mie mani sul tuo corpo, percorrendo ogni tua morbida forma, un pizzico di timore, in attesa di una tua mossa, quel vino, che ti fa accettare le mie mani sulla tua pelle, i vestiti che si slacciano, il cuore che si imbarazza, il calore dell’alcool, e la voglia di provare, quella vibrazione che non ha un direzione, senza amore, senza storia, senza poesia ne frasi complesse.

Dove le parole non servono a nulla, dove ogni sguardo è intenso, ogni carezza diventa l’inferno, e ogni bacio sul collo, una sporca fuga dalla razionalità, dove i visi si toccano e le labbra si abbracciano, dove, i respiri si incrociano e la pelle bagnano.

Quel vino, che rende irrazionale ogni nostro movimento, dove la luce diventa scura e il mondo fuori da questa stanza, congela, perchè il calore è solo nostro stasera, guardandoti negli occhi, afferrandoti con voglia, nell’immagine riflessa in uno specchio disegniamo un quadro perfetto, nel calore delle tue gambe e un rest completo dei nostri pensieri…

Per un bicchiere di vino in più, il coraggio di raccontarti sul tuo corpo, qualsiasi cosa che per altri può risultare difficile, con il solo soffio delle mie fantasie, scriverò un romanzo, per farti sentire posseduta, dal diavolo…

(Ejay Ivan Lac)

Share

Lasciati Baciare

ottobre 17th, 2017

Difficile averti qui davanti ai miei occhi, mentre guardo le tue labbra, le tue guancie, mentre guardo il tuo sorriso dipingersi sul viso, mi acceleri il cuore, e quando lo fai, mi piace troppo.

Hai mai sentito il cuore battere velocissimo, per qualcosa che ti fa emozionare tantissimo, che si trova davanti a te, o ti scrive, parole, che ti lasciano sognare per tutto il giorno? tu mi fai lo stesso effetto, anche se non parli, anche se non scrivi, tu, mi fai tremare il sangue sotto la carne, per una persona come me, è molto difficile, ho mille parole da dirti, ma preferisco raccontartele senza aprire bocca, se ti lasci baciare, potrei descriverti un romanzo infinito, fatto di energie intense, calde, bollenti…

Lasciati baciare, ora, mentre ti accarezzo il viso, ascoltando il profumo del tuo corpo, una carezza che scivola sulla tua pelle, riscaldandola portandoti nella pace più profonda, lasciati baciare, lasciati andare, capirai cosa può legarci, e se non sarà nulla, non avrà importanza, avremo per un attimo, provato a staccarci dal mondo che ci circonda.

(Ejay Ivan Lac)

Share

Le parole magiche

ottobre 17th, 2017

Ci limitiamo a dire parole, senza mai dar loro l’energia di cui hanno bisogno, non ci ascoltiamo, non ascoltiamo, il suono ne la vibrazione che le lettere soffiate nell’aria si portano sulle spalle.

Spesso siamo scontati e questo divide i nostri cuori, le nostre menti, le nostre sensazione, abbiamo bisogno di assorbirci l’uno con l’altro per migliorare la nostra esistenza, per cambiare il mondo, dobbiamo cambiare noi stessi, e per cambiare noi stessi, dobbiamo dare energia ed emozioni alle parole più importanti.

Siamo creature in cerca di un qualcosa, quel qualcosa che si nasconde all’interno di ogni nostro battito, come il profumo dei fiori si nasconde dentro ad ogni petalo, noi dobbiamo essere così, siamo fiori, che con il nostro profumo possiamo rendere innocente anche l’anima più cattiva.

Le api pungono l’uomo, ma non hanno mai punto o ucciso un fiore, Questo grazie al suo profumo, ai suoi colori e la sua bellezza!

Le nostre parole, le nostre lettere, sono il nostro profumo, che deve espandersi nell’aria e raggiungere il nucleo di ogni nostro simile e non.

(Ejay Ivan Lac)

Share

Come un’uragano

ottobre 15th, 2017

Quella rabbia che mi saliva mentre guardavo fuori dalla finestra, il liquore nel bicchiere alla liquirizia, il cielo che diventa nero e il vento, che iniziava a collegarsi al mio stato d’animo, mi chiamava, mi chiedeva di uscire, finito l’ultimo sorso, misi il bicchiere sulla scrivania ed aprii la finestra, per sentire la sua forza, la sua intensità che saliva, l’energia che scatenava mi agitava, mi invitava a sfogarmi insieme a questo temporale, cattivo, voglioso nel sangue di distruggere tutto ciò che avrebbe trovato sul suo cammino….

Scesi le scale, fuori di casa, fuori dal cancello, guardavo verso l’orizzonte, affascinato da quel cono gigantesco nel cielo, che diventava sempre più grosso, gli alberi si piegavano ma non si spezzavano, e mi sentivo come loro, forte, anergico, deciso, a farmi colpire da quella energia che si intensificava sempre di più.

Le persone scappavano da lui, ma io gli andavo contro, camminando tranquillo, con il sorriso sulle labbra, quando la sua energia divenne pericolosamente distruttiva, io gridai fortissimo, non per la paura, ma per fondermi e diventare partecipe di quella distruzione totale, che puliva ogni mia distrazione, e non me ne fregava nulla di nessuno, di chi amavo, di chi apprezzavo, di chi mi stava intorno, di chi mi voleva bene, io, in quel momento, volevo solo diventare la distruzione del mondo intero, il cuore batteva fortissimo, la tensione era altissima da soffocarmi il respiro, e gridavo, come il vento che urla fuori dalla finestra, come i tuoni spaventano ad ogni loro esclamazione.

E quando tutto finì, mi sentii libero, e felice, per una volta, non avevo paura della vita, ma la vita, aveva paura di me…

(Ejay Ivan Lac)

Share

Anime sulla luna

ottobre 15th, 2017

Siamo anime che vivono sulla terra e camminano sulla luna, anime in cerca di risposte, anime in cerca di qualcuno d’amare, anime, che piangono la notte e nascondono di giorno, con un sorriso, il sangue che cola dai loro occhi.

Ma la luna sa, lei vede e ascolta ogni nostro pensiero, ogni nostra parole, cercando di accontentare tutti con le sue risposte, con il suo calore, la sua luce richiama la nostra attenzioni, in quelle notti calde d’estate, illuminando le nostre strade, i nostri visi, quando sono rivolti verso di lei.

Diventa piena quando siamo in troppi a parlarle, ma non discrimina nessuna razza, nessuna forma, nessun colore, lei è la nostra guida, lei, è l’archivio delle risposte che cerchiamo, dandoci conforto anche senza che le parliamo….

Anime, che cercano di volare, che hanno bisogno di essere ascoltate, capite, riscaldate, consapevoli che nessun essere umano possa mai prendere il posto, della luna, ne come luce, ne come bellezza, unica nel suo genere.

(Ejay Ivan Lac)

Share

Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni