Frasi Belle

Frasi Belle ❤❤❤ Frasi Bellissime per una Dedica Frasi Belle da Dedicare, Frasi Belle Per i tuoi Amici, Frasi Belle ❤ Le Frasi Più Belle!
***
Ci sono giorni speciali in cui vorresti rifugiarti in una bella frase, in una frase che possa capirti e comprenderti fino in fondo, che possa parlare di te, delle tue emozioni, delle tue speranze, una frase bella che possa esprimere i tuoi pensieri, come fosse scritta da te.
Ti è mai capitato di riconoscere in alcune frasi belle scritte da autori famosi pensieri che sono anche tuoi, che riconosci come veri come una sorta di lettura nel pensiero?
C’è a chi capita spesso, chiamalo intuito, energia cosmica, destino

Leggere frasi ispiranti, blocca il tempo in un istante di consapevolezza, armonizza i tuoi pensieri in una frequenza in cui altri pensieri trovano forma, dove si arresta il giudizio e ci si lascia trasportare in un modo nuovo o diverso di vedere le cose.
Leggere anche piccole frasi belle, puo’ aprire la mente trasportare in luoghi nuovi, luoghi che non potevi immaginare, oppure in posti familiari, dove trovi qualcosa di tuo, che ti appartiene.

Qui… c’è una frase scritta per te, che aspetta i tuoi occhi per essere scoperta e condivisa!
Scopri le Frasi Più belle, da leggere, scrivere, e condividere nei social network.
Scopri le frasi più belle….



FRASI SULL’AMBIZIONE

luglio 26th, 2014

entusiasmo

Ho ambizioni strane che metto al di sopra di Me,
le indosso come un cappello d’altri tempi,
a nascondere i miei pensieri,
che, quelli, lì sotto, hanno paura.
Paura di volare libero,
di farsi vedere,
di farsi sentire.
Al caldo, Oggi, i miei pensieri,
in mezzo alla gente,
si sentono protetti,
e nell’intimità della mia stanza,
quando appenderò QUEL cappello,
i pensieri voleranno intorno a Me.
Chiare o scure
emanazioni del mio Animo.
Francesco Patera

***

L’ambizione è una sorta di lavoro.
Kahlil Gibran
***

“L’ambizione s’attacca più facilmente alle anime piccole che alle grandi, come il fuoco si appicca più facilmente alla paglia e alle capanne che ai palazzi”

Nicolas de Chamfort – “Massime e pensieri“

***
L’ambizione è generata dalla scontentezza verso noi stessi e verso il nostro lavoro. Prefiggersi delle mete e desiderare di conseguirle è un’ottima cosa. Ma un eccesso di ambizione potrebbe indurvi a prefiggervi obiettivi inaccessibili. Non cercate di fare il passo pù lungo della gamba. Concentratevi sullo sforzo, non sui risultati.
Ari Kiev
***

Le varie branche dell’Aritmetica: Ambizione, Distrazione, Mostrificazione e Derisione.

Lewis Carroll
***

L’ambizione costa poco, tranne a colui che l’accetta e la sostiene: gli è costata – Se stesso!
Emily Dickinson, lettere 1878
***

L’uomo politico senza ambizione è come un cane da caccia che resta a cuccia.

H.Kohl
***

L’ambizione è una moneta falsa che a volte impoverisce chi la possiede, a volte arrichisce chi la sa ben spacciare….
Marguerite Duras, vita materiale
***

Un buon progetto non nasce dall’ambizione di lasciare un segno, il segno del designer, ma dalla volontà di instaurare uno scambio anche piccolo con l’ignoto personaggio che userà l’oggetto da noi progettato.

Achille Castiglioni
***

La pace sarà mantenuta da popoli che vivranno a modo loro senza alcuna ambizione.

Winston Churchill
***

L’ambizione è l’ultimo rifugio del fallito.

Oscar Wilde
***

Un uomo ambizioso vince qualsiasi battaglia che è costretto ad affrontare.
Ken il guerriero
***

L’ambizione è una droga che fa di colui che vi si dedica un demente in potenza. Chi non ha osservato in sé o negli altri queste stigmate, quest’aria di animale smarrito, questi tratti inquieti e come accesi da un’estasi sordida, rimarrà estraneo ai malefici e ai benefici del Potere, inferno tonificante, sintesi di veleno e di panacea.
Emil Cioran
***

Felice vita quella che si inizia con l’amore e termina con l’ambizione. Fin che c’è in noi qualche ardore, possiamo essere amati. Poi questo fuoco si spegne: allora come è bello e grande il posto per l’ambizione.

Blaise Pascal
***

L’ambizione è spietata. Ogni valore meritevole che non può usarla la trova spregevole.

E. Roosvelt
***

FRASI SULL’AVIDITA’

luglio 21st, 2014

avidità

L’uomo che possiede una cosa poi ne vorrà due e poi tre e poi tutte le cose che ci sono sulla terra. E avrà in cambio solo la sua condanna, perché nessuno può possedere tutto il mondo.
Giorgio Faletti
***

Tra le altre cose leggerai i filosofi e chiederai loro con quale criterio tu possa condurre una vita tranquilla; perché non ti agiti e ti tormenti l’avidità sempre insaziata, né la paura e la speranza di cose poco utili.
Orazio
***

Che cosa vogliono i lavoratori?
Vogliamo più scuole e meno prigioni,
più libri e meno armi,
più istruzione e meno vizio,
più riposo e meno avidità,
più giustizia e meno vendetta.
Vogliamo più opportunità per coltivare
la nostra parte migliore.

Dedicato a coloro che agiscono
6 settembre 1982, Bette Jean Alden
***

Sarai sorpreso di sapere che la parola inglese love deriva da un termine sanscrito, lobha; lobha vuol dire avidità. Forse è una coincidenza, ma la mia sensazione è che non possa essere semplicemente così. Dietro deve esserci qualcosa di più misterioso, una ragione alchemica. Infatti l’avidità, una volta assimilata, si trasforma in amore. [...] L’amore è condivisione, l’avidità è accumulo, possesso. L’avidità si limita avoler possedere, senza mai dare, mentre l’amore conosce solo il dare, senza mai chiedere nulla in cambio; è condivisione senza condizioni.Deve esistere qualche ragione alchemica per cui lobha è diventato love nella lingua inglese. E, dal punto di vista dell’alchimia interiore, lobha si trasforma sicuramente in love: l’avidità, la bramosia diventano amore
OSHO
***

Nel mondo c’è quanto basta per le necessità dell’uomo, ma non per la sua avidità
Gandhi
***

Si soffre molto per il poco che ci manca e gustiamo poco il molto che abbiamo
William Shakespeare
***

Il desiderio di conoscenza, come la sete di ricchezze, aumenta sempre con l’acquisizione della stessa.
Laurence Sterne
***

Lo smodato amore di ricchezze, se contro giustizia, è empio, e se con giustizia, è vergognoso; perché è condotta indecorosa risparmiare in modo sordido, anche se in conformità con la giustizia.
Epicuro
***

La brama di ricchezze è la radice di tutti i mali.
San Paolo
***

Negli Stati Uniti, invece, gli insegnamenti di Gompers furono dimenticati per abbracciare l’ideologia di un capitalismo drottrinario e del libero mercato. La forza dei sindacati venne meno e il sogno di Gompers – più libri e meno armi, più riposo e meno avidità, più scuole e meno prigioni – fu tacitamente abbandonato. In una società dove non regna la giustizia sociale e dominata dall’ideologia del libero mercato, le armi, l’avidità e le prigioni sono destinate a vincere.
Freeman Dyson , Mondi Possibii
***

Non conoscevo il significato di questa parola finche non ho incominciato a farmi due domande sul perchè di molte situazioni tipicamente umane.

Non è il talento, il coraggio di rischiare con il proprio e l’attività individuale che creano il grosso divario economico; è l’avidità della mente umana.

Se in ogni situazione guadagno bene lasciando che anche altri guadagnino o beneficino di un certo vantaggio non va bene, non è abbastanza! Devo guadagnare solo io.

Questo modo di pensare è la vera piaga dell’umanità. Non siamo tutti uguali; ci sono menti imprenditoriali e menti che non vogliono responsabilità e desiderano essere guidate. La fregatura è che a tutti i livelli della scala economica e sociale l’avidità rovina ogni cosa, dal imprenditore delle multinazionali che spreme al massimo ogni situazione, al dipendente comunale che 20 minuti prima della fine del suo turno ha già chiuso i battenti senza guardare in faccia a niente.

E’ un modo di pensare infantile e piccolo, il benessere degli altri è ancora il nostro benessere, se possiamo giocare o lavorare bene in due sullo stesso ambiente perchè non farlo? se possiamo dare vantaggi e buon servizio sociale  impegnandoci al massimo perchè non farlo? Se  c’è da mangiare per tutti perchè dovrei voler mangiare solo io? Invece non è così, succede che ognuno vuole l’intera torta a rischio di buttarne via i tre quarti. Non si condividono il  successo, l’ inventiva, l’ esperienza, l’impegno e tanto meno il proprio tempo libero e la proprietà privata. Si teme dividendoli con altri di perdere la propria forza ma non è così; da sempre nuclei religiosi come gli ebrei piuttosto che altri gruppi hanno dimostrato il contrario.

Non intendo dire che tutto è di tutti, lungi da me questo ragionamento distorto e puerile. Una pepita d’oro distribuita su 100 persone diventa un niente a testa! Sto parlando del vero lavoro di gruppo pur mantenendo ognuno le proprie individualità.

Questa regola è conosciuta anche nel mondo finanziario. Ma è l’essenza di questo principio che sfugge. Non accontentarsi mai, sembra da un lato un ottimo modo di affrontare la vita ma è come tutte le cose importanti un’arma a doppio taglio: non accontentarsi e voler migliorare se stessi studiando, cambiando, raffinandosi e continuando a imparare dai propri errori è una cosa.

Non avere mai abbastanza in senso economico stretto, significa chiedere sempre non quello che è giustamente adeguato al nostro sforzo individuale e creativo ma arraffare il più possibile, sfruttando al massimo quello che si può da ogni situazione a discapito di tutto e di tutti. Non ci si sente mai un team ma un singolo individuo e allora non si guarda in faccia a nessuno si pensa solamente a se stessi.

Mio! avete presente cosa fanno i bambini? Uguale! Peccato che così facendo rendiamo aridi e poveri noi stessi e tutto quello che tocchiamo, la nostra stessa mente diventa sempre più piccola. I poveri e i paesi poveri saranno sempre più poveri e così la Terra. L’anno scorso tonnellate di greggio, quest’anno tonnellate di acqua radioattiva, cosa ne sarà del  mare che riveste gran parte di questo pianeta? Resisterà ancora? O prima o poi ci farà pagare il conto?  Il saldo finale in realtà diventa in questo modo sempre più salato!

Queste dinamiche si ritrovano nel tessuto della nostra società nel piccolo come nel grande. In sintesi l’avidità è l’antitesi dell’armonia e per questo motivo produce a lungo andare situazioni alle quali diventa impossibile porre rimedio. Iniziamo a pensare in grande; alziamo la testa e proviamo a guardare oltre il nostro naso. E’ il momento di crescere. Proviamo a mettere nel nostro lavoro quello che sentiamo e abbiamo compreso della vita senza pensare che il lavoro è solo un modo per portare a casa la pagnotta o per sviluppare a dismisura il nostro ego.

Il lavoro deve diventare un modo come un altro per esprimerci e per ricercare equilibrio. Solo così possiamo pensare di costruire un mondo che abbia un futuro da non temere.

Cathe,  unoduetre.eu

FRASI SULLA COPPIA

luglio 20th, 2014

COPPIA

Lei e lui, lui e lei; l’essenza, la sostanza; la forza inspiegabile e irresistibile che li tiene stretti uno all’altra.
Andrea De Carlo, Leielui
***

L’amore è per i coraggiosi, tutto il resto è coppia.
Barbara Alberti, La donna è un animale stravagante davvero
***

Tra la coppia e il raggruppamento esisterebbero soluzioni meno pericolose e addirittura più vantaggiose: per esempio il dignitoso triangolo e il riposante quadrato, che permetterebbe rapporti più equi di spazio, solitudine, libertà, solidarietà e compagnia.
Natalia Aspesi, Vivere in tre
***
La coppia è una comunità i cui membri hanno perso la loro autonomia senza liberarsi della solitudine.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso
***

Chi prende, è umile. Deve farsi da parte e lasciare andare un po’ di energia. Solo allora l’altro gli può dare, non prima. Egli tuttavia riceve anche della forza, e in parte la ricambia. Ciò da un lato è un comportamento umile, eppure permette di rimanere sempre sullo stesso piano dell’altro.

Nella relazione di coppia l’uomo ha qualcosa che manca alla donna e la donna ha qualcosa che manca all’uomo. Sono alla pari sia nella loro capacità di dare sia nel loro bisogno di ricevere. A questo livello sono totalmente alla pari. Come la parità a questo livello è stabilita in modo ben preciso, così deve valere anche ad altri livelli.

Non appena, in una relazione uno dà più dell’altro e uno prende più dell’altro, le cose non funzionano. Nella terapia della coppia il primo passo è quello di trovare chi dà di più o chi prende di più, e poi riequilibrare il dare e il prendere. In questo caso ognuno sa immediatamente se dà di più o se prende di più.
Bert Hellinger, Ordini dell’amore
***

La relazione di coppia riesce, se la donna segue l’uomo. Ciò significa che lo segue nel suo paese, nella sua lingua, nella sua cultura, nella sua famiglia, e che permette ai figli di seguire il padre. Se l’uomo segue la donna, ci saranno tensioni. Per esempio, se l’uomo entra con il matrimonio nel casato della donna, allora la segue, ed è sbagliato: la relazione non sarà pienamente realizzata. Questo avviene soltanto se la donna segue l’uomo. Descrivo solo ciò che ho visto. Se qualcuno ha esempi contrari, mi ricredo volentieri. Io, finora, non ne ho visti.
Bert Hellinger, Ordini dell’amore
***

C’è una sola cosa peggiore di un matrimonio senza amore: uno in cui c’è amore, ma da una parte sola.
Oscar Wilde
***

Il pensare divide, il sentire unisce.
Ezra Pound
***

Appartenere a qualcuno significa entrare con la propria idea nell’idea di lui o di lei e farne un sospiro di felicità
Alda Merini
***

L’Amore non è una passione. L’Amore non è una emozione. L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa. Qualcuno ti rende un cerchio perfetto; la presenza dell’altro rinforza la tua presenza
OSHO

FRASI SULLA SENSUALITA’

luglio 17th, 2014

sensualità

Scoprì che il piacere dei sensi non consiste, come aveva sempre creduto, in un atto unico. La sensualità può rivelarsi in ogni gesto, nel modo di accendere una sigaretta, di sbucciare una mela. Il piacere non è un’azione, ma uno stato diffuso e continuo: un modo particolare di vedere le cose, che si acquisisce alla nascita e si perde solo quando si muore.

Violet Keppel Trefusis,     Broderie Anglaise
***

Meditare, cioè ascoltarsi in profondità con purezza e coraggio, in mezzo alla natura, che ci culla e sostiene, ci farà ritrovare la nostra parte migliore. Che è «il tuo corpo selvatico, senz’artifici, non condizionato, espressivo, sensuale, apertamente sessuale, estatico» (Gary Snyder).
Italo Bertolasi, Fitness nella natura
*
L’attenzione all’esterno acutizza l’attenzione all’interno: voci e sensazioni dimenticate riaffiorano alla consapevolezza e trovano finalmente modi di esprimersi, fuori dalle convenzioni, fuori dai limiti ristretti che abbiamo imposto alla nostra vita quotidiana.

Italo Bertolasi, Fitness nella natura

*
Il contatto con l’energia della Vita, che scorre nelle invisibili nadi di questo nostro meraviglioso pianeta vivente, risveglia forze sopite della nostra natura umana e individuale, spalanca le porte alla nostra innata sensualità, così repressa in quest’epoca di pretesa sfacciata sessualità, allenando nuovamente la nostra capacità di percepire sensazioni delicate, sfumature, emozioni antiche o profondamente nuove.
Italo Bertolasi, Fitness nella natura
*

Chi naviga nel mar delle sensualità si sbarca al porto delle miserie.
Giulio Cesare Croce, Le sottilissime astuzie di Bertoldo
***

La sensualità è la possibilità permanente di riscattare il mondo dalla prigionia della sua insignificanza.
Nicolás Gómez Dávila
***

L’amore sensuale è destinato a spegnersi una volta soddisfatto; per poter durare, esso deve essere associato, fin dagli inizi, ad elementi di pura tenerezza, deviati dallo scopo sessuale, o subire ad un certo punto una trasposizione di questo genere

Sigmund Freud
***

L’istinto di ferocia bestiale si celava in fondo alla sua sensualità possente.
Gabriele D’Annunzio
***

Quanto più la sensualità viene negata, tanto più sensuale è il dio a cui si sacrifica la sensualità.

Ludwig Feuerbach, L’essenza del Cristianesimo
***

In una carezza, in un abbraccio, in una stretta di mano a volte c’è più sensualità che nel vero e proprio atto d’amore.

Dacia Maraini, Dentro le parole
**

Spesso la sensualità affretta troppo il crescere dell’amore, di modo che la radice resta debole e facilmente può essere divelta.

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male
***

Quanto maggior valore i monaci attribuivano alla repressione della sensualità, tanto maggior valore aveva per essi la Vergine divina: sostituiva per essi perfino Cristo, perfino Dio. Quanto più la sensualità viene negata, tanto più sensuale è il dio a cui si sacrifica la sensualità.
Ludwig Feuerbach
***

Mi sento sensuale quando sono pronta per qualcosa di speciale, quando sono eccitata. Confesso anche che farmi vedere in mutandine e reggiseno da un uomo funziona sempre
Demi Moore
***

FRASI SULLA CONVIVENZA

luglio 13th, 2014

convivenza

La convivenza è spesso un potente vaccino contro il matrimonio. Si è però esposti a un grave effetto collaterale: quello di sposarsi sul serio.
Andrea Mucciolo
***

Vigono, nei problemi di convivenza, le stesse leggi che regolano il mercato. Essere tanto indifferenti da sapere contrattare. Sinceri con se stessi, falsi con gli altri.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere
***

Nulla separa di più due persone quanto la convivenza.
Marie von Ebner-Eschenbach, Aforismi

***
Ciò che rende tollerabile la convivenza è il timore di un’ altra convivenza.

Roberto Gervaso, La volpe e l’uva
***

La cosiddetta convivenza ideale è una menzogna e poiché la cosiddetta convivenza ideale non esiste, nessuno ha il diritto di pretenderla; contrarre un matrimonio, come stringere un’amicizia, vuol dire decidere di sopportare in piena consapevolezza una situazione di doppia disperazione e di doppio esilio, vuol dire passare dall’antinferno della solitudine all’inferno della vita in comune.

Thomas Bernhard, La fornace
***

Convivenza: non basta che a tutt’e due piaccia Mozart; bisogna anche che gli piaccia la cipolla.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante
***

La convivenza, che è vicinanza, logora un’unione quanto la lontananza. E in più, la immeschinisce.
Roberto Gervaso, La volpe e l’uva
***

«Come va la convivenza adesso che ti sei sposato?»
«Spendidamente: litighiamo soltanto sul problema agrario.»
«Solo sulla questione agraria?»
«Sì, mia moglie sostiene che “io” dovrei stare sotto terra. Io dico invece che “lei” dovrebbe stare sotto terra.» Ferruccio Fölkel , Nuove storielle ebraiche
***

Non abito più insieme a loro. Vivere a lungo con due donne è impossibile.

Avevo conosciuto Elisabeth e Susanne in occasione della visita all’appartamento. L’appartamento era un sottotetto e aveva quattro stanze luminose. Mi era piaciuto a prima vista. Ma sarebbe stato troppo grande per me solo. Tra le persone interessate, le due donne mi avevano colpito immediatamente. Avevano la stessa corporatura e si somigliavano. Il loro abbigliamento, di un’eleganza non appariscente, denotava gli stessi gusti. Pantaloni, maglione e una sciarpa in tinta unita attorno al collo. Non amo attaccare discorso con persone che non conosco. Ma in questo caso si trattava della mia unica opportunità. Superai così la mia ritrosia. “Siete sorelle?” chiesi, il più amichevolmente possibile. Risero. Mi sentii sollevato. “No, non ci conosciamo nemmeno.” Alla mia domanda aveva risposto la più vecchia delle due. Era buon segno. Tra loro c’è una sorta di gerarchia nella comunicazione, potrebbe funzionare, pensai. “Credo che non dovremmo lasciarci sfuggire l’appartamento,” mi affrettai a dire. “Vi ho osservato. Pensate che l’appartamento sia stupendo ma troppo grande, non è vero?” “Lei ha spirito d’osservazione,” rispose la più giovane. “Mi chiamo Susanne. “Dopo le presentazioni decidemmo di andare ad abitare insieme. Il mediatore dapprima fu scettico perché non voleva credere che non ci conoscessimo. Fiutava qualche imbroglio. “Se in questo modo credete di poter trattare il prezzo dell’affitto, vi sbagliate di grosso” si affrettò a dire in tono chiaro e risoluto. Noi volevamo quell’appartamento a tutti i costi.

Le due donne si allearono contro di me sin dal primo giorno. So che in ogni caso non poteva andare diversamente. Da bambino c’erano mia madre e mia sorella a rendermi la vita difficile. Non vorrei essere frainteso. Non me ne lagno mica. Anzi, apprezzo il privato femminile, il legame che nasce da una convivenza stabile con due o più creature femminili.
Zafer Senocak , L’erottomanno
***

FRASI SULLE FAVOLE E LE FIABE

luglio 12th, 2014

bimba-libro

Questa giornata è una favola sbagliata. Di morale ce n’è tantissima, certo, ma non è questo il finale che volevamo vivere. Il lietofine è volato via con il vento e cancellato da lacrime di pioggia.
Resta solo la speranza, quella di un cerchio che si chiude per un motivo, sempre. L’infinto.
Anna Pianura de Campos
***

Non bisogna credere nelle favole, ma credere a chi ti fa vivere una favola
a chi ogni giorno ti regala un sorriso, una carezza, un bacio
a chi ogni giorno anche se preso da mille impegni e preoccupazioni riesce a mettere fuori per un minuto i suoi problemi per regalarti la sua presenza sincera
le favole non esistono, esiste il bene, l’amore, esiste tutto ciò che ci accarezza e ci rende felici
anche nelle distanze
le favole sono la quotidianità di cuori innamorati.
Non bisogna abitare in un castello per vivere una favola
non bisogna essere delle principesse o un principe azzurro per sentirti in una favola
ogni giorno la vita può essere una favola
anche quando il vento soffia forte e la polvere non ti fa più guardare l’azzurro cielo…
Le favole non sono solo amori vissuti a cento all’ora
le favole sono il buongiorno, il bacio che non ti aspetti
un messaggio con un semplice “mi manchi”
le favole sono i pensieri che si uniscono nelle distanze
le favole sono anche il desiderio di una carezza o di un abbraccio
le favole non sempre si toccano con mano…
le favole sono due cuori innamorati che si cercano e si amano….
Io non credo nelle favole, non credo nei castelli o negli abiti che lo abitano
io credo nell’amore, nel nostro amore
credo nelle tue lacrime quando combatte quel carattere che non è una favola
io sarò qui, sempre, perchè ci credo
perchè ci ho sempre creduto
sarò qui con i miei stracci addosso
senza essere un principe
sarò qui…a credere in quel sorriso come il primo giorno
sarò qui aspettando i tuoi occhi che mi guardano
sarò qui a guardarti negli occhi che per me sono la mia favola più bella…
DAVIDE BIANCO
***

La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.
Gianni Rodari
***

La vita è una favola narrata da uno sciocco, piena di strepito e di furore ma senza significato alcuno.
William Shakespeare
***

La vita di ogni uomo è una favola scritta da Dio.
Hans Christian Andersen
***

Questa è una storia semplice, eppure non è facile raccontarla, come in una favola c’è dolore, e come una favola, è piena di meraviglia e di felicità.
La vita è bella, film
***

Nella fiaba dell’eroe è il ritorno al villaggio che giustifica le pene sofferte e le imprese compiute nel regno dell’impossibile: senza ritorno la sua lunga assenza perderebbe ogni significato. Però il ritorno è anche l’esperienza più amara che egli deve affrontare, un dolore che lo strazia più di quanto lo straziarono le battaglie sostenute nel periodo delle grandi prove, e non solo perché fino alle porte del villaggio egli è avversato dagli dèi che non si stancano di collaudarlo, di tormentarlo, ma perché rientrando tra i comuni mortali egli deve subire la loro ingratitudine, la loro indifferenza, la loro cecità.
Oriana Fallaci
***

Avete voi riso della favola della volpe e dell’uva? Io no, mai. Perché nessuna saggezza m’è apparsa più saggia di questa, che insegna a guarir d’ogni voglia disprezzandola.
Luigi Pirandello, I Quaderni di Serafino Gubbio operatore
***

In ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e l’altro nell’abisso.
Paulo Coelho, Undici minuti
***

Quando entriamo nella famiglia, con l’atto di nascita, entriamo in un mondo imprevedibile, un mondo che ha le sue strane leggi, un mondo che potrebbe fare a meno di noi, un mondo che non abbiamo creato. In altre parole, quando entriamo in una famiglia, entriamo in una favola.
Gilbert Keith Chesterton, Eretici
***

Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti.
Gilbert Keith Chesterton, Enormi sciocchezze
***

Favola. Una piccola bugia per illustrare qualche importante verità.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo
***

La vita ha le parola che può, la fiaba le parole che deve.
Aldo Busi, Guancia di Tulipano
***

Una fiaba che non menta non rivela alcuna verità, e questa sarebbe la sua più imperdonabile menzogna.
Aldo Busi, Guancia di tulipano
***

FRASI SULLA SCONFITTA

giugno 24th, 2014

sconfitta
Quando perdi, non perdere la lezione
Dalai Lama
***

Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio
Sir Winston Churchill
***

Alcune sconfitte sono più trionfali delle vittorie.
Michel de Montaigne

Nei momenti difficili della nostra vita noi dobbiamo essere capaci di perseguire tenacemente una meta, di volerla con tutta la forza del nostro animo, eppure dobbiamo anche saper aspettare. Come è più facile dare in escandescenze, sbattere una porta! Difficile è sopportare la prima, la seconda, la terza sconfitta e, ogni volta, ricominciare..
Francesco Alberoni
***

Che libidine quando perdo. La sconfitta mi esalta e mi fa assaporare stimoli insostituibili.
Franco Scoglio
***

Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso
Che Guevara
***

Quel che importa non è vincere o perdere, ma accettare serenamente la sconfitta
A. Lincoln
***

Ci vuole solo coraggio, o forse buon senso, per capire che le lezioni migliori sono di solito le più dure; e che spesso fra queste ultime c’è la sconfitta. A loro volta, queste riflessioni inducono a pensare che l’unico vero fallimento stia, in realtà, nel permettere alla sconfitta di avere la meglio su di noi.
Anthony Clifford Grayling
***

Nessuno è mai sconfitto fino a quando la sconfitta non viene accettata come realtà.
Napoleon Hill
***

Come dal vincitor fugge e s’asconde | Il vinto, in volto mesto e vergognoso, | Sommerse il carro suo tosto nell’onde.
Angelo di Costanzo
***

Un uomo in grado di pensare non è sconfitto anche quando lo è sul serio
Milan Kundera
***

Ciò che separa i vincitori dai perdenti è il modo in cui una persona reagisce ad ogni nuova svolta del destino.
Donald Trump
***

Anche quando sai di perdere devi batterti lo stesso. Perché l’importante non è vincere o perdere: è battersi
Alekos Panagulis
***

L’idea di sconfitte positive – quelle in cui si impara o si dona qualcosa, oppure quelle in cui si fa un passo indietro per dare spazio al migliore – è un concetto importante.
Anthony Clifford Grayling

L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non può essere sconfitto.
Ernest Hemingway
***

Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura. Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.
Sun Tzu
***

La vittoria è passeggera. La sconfitta è per sempre.
Billie Jean King

La vita è davvero conosciuta solo da quelli che soffrono, perdono, sopportano le avversità e inciampano di sconfitta in sconfitta
Anais Nin
***

L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non può essere sconfitto.
Ernest Hemingway
***

La vittoria ha moltissimi padri, la sconfitta è orfana.
John Fitzgerald Kennedy
***

Tutte le battaglie nella vita servono a insegnarci qualcosa, anche quelle perdute.
Paulo Coelho
***

Qual è l’apporto di una sconfitta? Una visione più precisa di noi stessi.
Emil Cioran

Sconfitti eravamo, col muso a terra e lo sconforto nel cuore.
Mario Giannone

SLOGAN DELLE NAZIONALI DI CALCIO – MONDIALI 2014

giugno 23rd, 2014

nazionale italiana 2014
Algeria: “Guerrieri del deserto in Brasile“
Argentina: “Non siamo una squadra, siamo un Paese“
Australia: “Saltando verso la storia“
Belgio: “Aspettatevi l’impossibile“
Bosnia: “Draghi nel cuore. Draghi in campo“
Brasile: “Preparatevi! La Sesta sta arrivando“
Camerun: “Un leone è sempre un leone“
Cile: “Ci, ci, ci, le, le, le. Viva Cile!“
Colombia: “Qui non viaggia una squadra, viaggia un intero Paese!“
Corea del Sud: “Buon divertimento, rossi!“
Costa d’Avorio: “Gli elefanti alla conquista del Brasile“
Costa Rica: “La mia passione è il calcio, la mia forza la gente, il mio orgoglio Costa Rica“
Croazia: “Con il fuoco nei nostri cuori, tutti uniti per la Croazia“
Ecuador: “Un impegno, una passione, un solo cuore: siamo con te, Ecuador!“
Francia: “Impossibile non è francese“
Germania: “Una nazione, una squadra, un sogno“
Ghana: “Stelle Nere: qui per illuminare il Brasile“
Giappone:”Samurai, è arrivato il momento di combattere“
Grecia: “Gli eroi giocano come i greci“
Honduras: “Siamo un popolo, una nazione, cinque stelle sul cuore“
Inghilterra: “Il sogno di una squadra, il battito del cuore di milioni“
Iran: “Onore di Persia“
Italia: “Coloriamo d’azzurro il sogno della Coppa“
Messico: “Sempre uniti… SEMPRE Aztechi“
Nigeria: “Solo insieme si può vincere“
Olanda: “I veri uomini vestono arancione“
Portogallo: “Il passato è storia, il futuro è vittoria“
Russia: “Nessuno può raggiungerci“
Spagna:”Nel nostro cuore, la passione di un campione“
Svizzera: “Ultima fermata: 13 luglio 2014, Maracanà“
Uruguay: “Tre milioni di sogni, forza Uruguay!“
Usa: “Uniti dalla squadra, guidati dalla passione“

FRASI PER REGALO AD UN AMICO

maggio 13th, 2014

REGALO PER TE

Non basta un regalo per dirti il mio grazie. Considera questo dono un ricordo, di una giornata meravigliosa, passata con le persone che ami … e com me
***

Amo regalare ancor più che ricevere, e amo vedere nei tuoi occhi mentre scarti i miei doni la bellissima espressione di luce che illumina il tuo volto!
***

Accetta il mio dono, che unito ad un abbraccio diventano simbolo del bene che ti voglio.

***

Il regalo più grande che tu potessi farmi oggi è essere qui con me. Grazie!
***

Ti regalo un sorriso e un gesto d’affetto. Te ne regalo uno ogni giorno. Perchè la vita è più bella se la gioia è condivisa e l’affetto moltiplicato.
***

Ti regalo una stella. Una stella simbolo del nostro amore e del nostro splendere nel cielo delle storie d’amore più belle mai esistite. Grazie di essere la mia luce.
***

Adesso vorrei farti una richiesta molto seria:
Me lo regali un sorriso sincero?
[...] arcuare la bocca e mostrare i denti è semplice, fin troppo,
e la gente ti vede, e ci crede, ma non è di una maschera che ho bisogno nè di retorica. [...]
Un sorriso vero possiede in sé un valore immenso solo se arricchito da gioia autentica.
Sorridimi, dimmi adesso, che almeno un po’ sei felice
Anton Vanligt
***

Next »