Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



Nulla sarà più come prima

giugno 17th, 2014

Sorridi alla nuova vita…
mentre ti guardo andare via
sapendo che
non ci saranno più parole
sussurrate con un fil di voce,
sguardi che leggono
in fondo all’anima
mani che si cercano si stringono,
abbracci che rassicurano proteggono,
passi che percorrono
la stessa strada
nulla sarà più come prima che arrivassi
tu nella mia vita

neslihans6

Le donne che sorridono….

giugno 17th, 2014

Ci sono donne che non possono permettersi di piangere. Non se lo possono permettere, come non si possono permettere di urlare, di ribellarsi, di essere infelici.
E allora ridono e sorridono, e chi li guarda pensa che siano spensierati, felici, quasi a suscitare invidia.
Si alzano la mattina già con il sorriso, sembra che vivono nelle favole, dispensano consigli a tutti, non si abbandonano mai alla tristezza, alla malinconia, sembra che non hanno un passato con una lacrima da ricordare, mai un momento di cedimento.
Donne che gli chiedi come stai, e loro ti dicono (una meraviglia, tutto bene) si sentono quasi un peso se ti dicono che c’è qualcosa che non va, come se disturbassero l’anima altrui…
Loro ridono e sorridono con tutti, parlano di speranza ma speranza non hanno, ti dicono che la vita è bella, ma la loro non lo è…
Loro sono gli infelici con il sorriso, quelli che hanno molti amici e nessuna spalla su cui piangere,
loro parlano d’amore come se l’amore gli avesse dato tutto, e poi li vedi camminare senza meta, barcollare come ubriachi, sempre con quella maschera sorridente…
Loro non possono permettersi di piangere, loro le lacrime hanno imparato a inghiottirle, a sentirne il sapore amaro. Loro hanno la responsabilità di proteggere chi gli sta intorno. Chi è fragile. Loro devono proteggere quei figli che in quegli occhi vedono la forza, la spensieratezza, la speranza. Loro piangono, ma nessuno li ha mai visti, lo fanno magari al buio, in un letto ormai troppo grande….
Ci sono donne che sorridono tutti i giorni, e a volte lo fanno cosi intensamente fino a farseli uscire quelle lacrime dagli occhi pur di piangere. Ma se lo fanno con il sorriso, quella lacrima non vuol dire che non abbia poi lo stesso valore.
Lo stesso significato di una donna che piange….

Il tempo dei ricordi

giugno 17th, 2014

Ti ricordi il primo giorno?

Il primo sguardo.

Il primo bacio.

Il primo abbraccio.

La prima volta.

Ti ricordi quando insieme noi eravamo già diventati un ricordo?

Le persone più tristi….

giugno 16th, 2014

Le persone più tristi

più malinconiche

più complicate

più combattute

sono quelli che ti dicono che va sempre tutto bene.

Sono quelle serene

con le tempeste dentro

Le persone più tristi

sono quelli che sorridono sempre

….e il loro sorriso è sempre il più bello.

Il silenzio dell’amore….

giugno 14th, 2014

 

Quando ti dicono che non ti farà mai piangere. Non ti farà mai sorridere.

Quando ti dicono che sei come un fiore. Ti ha già strappato le radici.

Quando ti dicono che sei unico. Ti stanno già sostituendo.

Quando ti dicono che ti ameranno per sempre. Ti stanno già ingannando.

Quando ti amano… E non ti dicono niente.

Lo stanno già facendo.

Ti stanno già amando.

Ci sono amori che fanno rumore e non promettono niente.

Poi c’è il nostro.

Poi ci sei tu…

Che fai  silenzio… E un gran rumore sul lato del cuore.

Come i tuoi sospiri.

Come i tuoi baci.

Come i tuoi sguardi.

Senza parole. Senza promesse.

Solo noi. E il rumore di un orologio a scandirci il tempo.

Il nostro tempo.

Il nostro Amore.

 

Non strapazzarmi il cuore

giugno 12th, 2014

Dedico a te questa pagina
senza ardore, incredibile
trovare il calore senza il fuoco
della passione.
Vuoto intorno a noi donne, amate
con sarcasmo.
Non ci immaginano condottieri
esperti, non si conta su di noi.
Donne dagli animi ribelli che nel buio
delle loro notti amano e si concedono
senza alcun timore.
Potessi un giorno toccare il cuore
sentirne il sapore che sa di prigione forzata
di libertà venduta, mentre la passione
muore sui libri che so a memoria.
Lui ha radici profonde, non cade
nel precipizio del nulla ma sanguina.
Rapito dall’estasi vuole inventare
di nuovo la luna, il romanticismo
quello che svena i polsi, il folle arbitrio.
Donna, che incornici i baci per esaltarli
e non dimenticarli, quando per te non
ci saranno più.
Non credere ai sogni di un aldilà felice
è insopportabile e ci trafigge l’anima
sempre più stanca.
Ama ora e sempre….come sai fare tu!

(Mirella Narducci)

Non strapazzarmi il cuore

La vita una strada d’imprevisti

giugno 12th, 2014

Sono qui con le mani in grembo

posizione la mia non di sconforto

ma di riflessione.

Mi domando quello che si chiedono

tutti: Cosa mi ha insegnato la vita?

Il pensiero corre subito alla nostalgia

trasformata in una lunga striscia

di uno spartitraffico.

Basta seguirlo per arrivare a quel giorno

dove tutto è iniziato.

Non avrei dovuto percorrere quella strada

a senso unico, potevo disegnare nuove

geografie e la mia vita sarebbe stata diversa!

Ho percorso salite sfibranti, trovato incroci

che mi hanno obbligato a scelte importanti.

Ho imboccato vie senza uscita, che mi hanno

forgiato il carattere.

Ora sono ferma in uno stato di stallo, non so

cosa fare, mi sento come l’onda spumosa

che rincorre se stessa e non viene mai a capo

di niente.

Il buono di questa sosta è che non mi sono

persa, cosciente di ogni decisione, con pochi

rimpianti riesco ancora a seguire il cuore

lui è la mia bussola, che mi fa sentire viva.

 

 

(Mirella Narducci)

La vita... una strada d'imprevisti

 

 

Lettera di addio

giugno 12th, 2014

Mi trovavo con te in una vasta
desertica distesa di erba.
Davanti a me ti ergevi come
un campo tutto da attraversare.
Lontani, solenni alberi dal cupo
verde profondo, formavano una
cornice.
Il tragico risveglio del giorno
smaschererà il candido coraggio
delle illusioni che hanno abitato
il tuo sogno.
Dovevo dirtelo, le labbra non osavano
muoversi, parole poverissime nel loro abito
dimesso provavano a sterelizzare la realtà.
Svegliati… la voce del rimorso percuote
le metalliche oscurità del plagio, devo
confessarti che non ti amo.
Il mio cuore di cioccolato duro
si sta sciogliendo è diventato amaro.
Ho finito per scriverti questa lettera
di quattro pagine, lo so è un tetro insulto
ma non mi hai lasciato parlare, spiegare.
Non c’è più nulla da dire….prova a dimenticare……

(Mirella Narducci)

Lettera di addio

Cala il sipario: Silenzio

giugno 12th, 2014

E’ nato un discorso tra noi due
la mia anima ne è uscita
a brandelli.
Il sarcofago dove sono rinchiusi
i miei desideri non s’apre più
sono rimasti buoni, buoni dimenticati.
Non hanno nessuna rabbia, forse
inganni, quelli si e mi hanno delusa.
Sempre, tutto ciò che è imperfetto
è colpevole, falsa la realtà, la confusione
disorienta, vogliamo tutto certo e sicuro.
Il cuore bisognoso, come fiocco di neve
vaga distratto, stanco nella ricerca
disperata dell’amore.
Le piccole ferite sono le peggiori
non meno dolorose delle grandi.
Voglia di guarire in fretta, far rimarginare
dimenticare, spingere il destino tra
le quinte…..alla fine dell’ultimo atto
dove la vita vince…..

(Mirella Narducci)

Cala il sipario: Silenzio

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni