Mi manchi papà…



Mi manchi papà…

 

Guardo le nuvole che il vento porta via,

la natura che piano piano si risveglia,

affiora un pensiero di nostalgia:

“Dopolavoro, Smissamento”

treni fuori collogamento,

locomotive a carbone…

quante risate dentro quel vagone!

Una divisa, un berretto, una paletta…

e quante corse con la bicicletta!

È passato tanto tempo, ma mi manchi,

brillavano i tuoi occhi stanchi,

quando nell’orticello tuo venivo,

e tu seduto là sotto l’ulivo,

contento mi venivi incontro,

orgoglioso mi mostravi il tuo mondo:

“un po’ di insalatina,fresca e genuina,

fichi appena colti nel cestino,

insistevi affinchè assaggiassi il tuo vino…”

Quanti ricordi papà,

quante cose non ti ho detto,

quanto mi è mancato il tuo affetto,

quanto ho sofferto!

Ancor oggi se volgo a te il pensiero,

piangono gli occhi miei senza pudore,

tu ti fingevi distaccato e severo,

ma il tuo cuore emanava calore,

proprio come la stufa a carbone,

in cucina, appena mattina,

per riscaldare tutti noi,

i figli tuoi.

  • Poesie marzo 15th, 2013
  • Commenti(0)
    • Share



Frasi e Aforismi Celebri Correlati:

Lascia il tuo commento





Macrolibrarsi.it presenta il Cofanetto: Giocando con gli Angeli di Hania Czajkowski