FRASI SUL SOLE

novembre 26th, 2013

sole

Quando tutti i giorni diventano uguali è perché non ci si accorge più delle cose belle che accadono nella vita ogni qualvolta il sole attraversa il cielo.
Paulo Coelho, L’alchimista
***

Da bambini Hassan e io ci arrampicavamo su uno dei pioppi lungo il vialetto che portava a casa mia e da lassù infastidivamo i vicini riflettendo la luce del sole in un frammento di specchio. Ci sedevamo uno di fronte all’altro su un ramo, le gambe nude a penzoloni, e mangiavamo more di gelso e castagne di cui avevamo sempre le tasche piene. Usavamo il frammento di specchio a turno, ci tiravamo le more e ridevamo come matti. Vedo ancora i raggi di sole che filtrano attraverso il fogliame illuminando il viso di Hassan: perfettamente tondo, come quello di una bambola cinese di legno, con il naso largo e piatto, gli occhi a mandorla, stretti come una foglia di bambù, giallo oro, verdi, o azzurri come zaffiri a seconda della luce. Ricordo le piccole orecchie dall’attaccatura bassa e il mento appuntito, che sembrava un’appendice carnosa, aggiunta al viso in un secondo momento. E quel labbro spezzato, un errore del fabbricante di bambole, cui forse era sfuggito lo scalpello, per stanchezza o disattenzione.
Khaled Hosseini, il cacciatore di aquiloni
***

Meravigliamoci sempre, come fosse la prima volta, dello splendore del sole, del fiorire delle primavere e della bellezza di paesaggi profumati dagli alberi, dalle rocce, dal cielo con le sue nubi e dai mari.
Italo Bertolasi, Fitness nella natura
***

In mezzo a tutti sta il sole. Chi infatti, in tale bellissimo tempio, metterebbe codesta lampada in un luogo diverso o migliore di quello, donde possa tutto insieme illuminare? Perciò non a torto alcuni lo chiamano lucerna del mondo, altri mente, altri reggitore. Trismegisto lo chiama Dio visibile, Elettra, nella tragedia di Sofocle, colui che tutto vede. Così, per certo, come assiso su un trono regale, il sole governa la famiglia degli astri che gli fa da corona.

Niccolò Copernico, De revoutionibus orbium coelestium
***

Domandò al cieco se poteva piangere. Il cieco rispose che chiunque può piangere, ma che quello che l’altro voleva sapere era se lui poteva piangere con le lacrime che scendevano dalle orbite in cui un tempo c’erano stati gli occhi, ma come era possibile? Non lo sapeva. Tirò un’ultima boccata dalla sigaretta e la fece cadere nel fiume. Disse nuovamente che il mondo nel quale si era fatto strada era molto diverso da quello che crede la gente, e che anzi è ben poco un mondo. Disse che chiudere gli occhi non significava niente. Niente di piú di quanto il sonno dicesse a proposito della morte. Disse che non era questione di illusione o meno. Parlò dell’ampio barrial secco sul fiume, del fiume, della strada, delle montagne piú in là e del cielo blu sopra di esse come di stratagemmi per tenere a bada il mondo, il mondo vero e senza età. Disse che la luce del mondo era solamente negli occhi degli uomini perché il mondo in sé si muoveva nel buio eterno e il buio era la sua vera natura e vera condizione e che in questa oscurità girava con perfetta coesione in tutte le sue parti ma che non c’era nulla da vedere. Disse che nel suo profondo il mondo era sensibile, segreto e buio al di là di ogni immaginazione umana e che la sua natura non risiedeva in ciò che si vedeva o non si vedeva. Disse che poteva guardare il sole dall’alto in basso e a che cosa sarebbe servito?
Cormac McCarthy, OLTRE IL CONFINE
***

Il sole è buono per chi lo piglia da fermo, sdraiato. Per chi lo porta sulla schiena da prima luce fino a sera, il sole è un sacco di carbone.

Erri De Luca, Montedidio
***

Un uomo della Terra va a trovare il Sole.
“Come vanno le cose laggiù?” gli chiede il grande astro.
“Bene, mio Signore, tutti ti adorano.”
“Tutti? Davvero?”
“Be’, Signore … c’è una donna, solo una bellissima donna che non si rivolge mai a te con devozione.”
“E chi è?”
“Si chiama Notte.”
Il sole è incuriosito.
“E dove sta questa donna?”
“In India, mio Signore”, dice l’uomo.
Il Sole allora corre in India. Ma la donna, sapendo che lui sta per arrivare, scappa via, nell’altra parte del mondo. Il Sole la rincorre, ma lei è già tornata in India. Il Sole va in India, ma lei … Ed è così che il Sole continua ancor oggi a inseguire quella bella donna senza raggiungerla mai.
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra
***

Il sole è nuovo ogni giorno.
Eraclito, Frammenti
***

Guardalo che bello, con la sua corona di raggi.
Vedi come si distribuisce a tutti?
Per i belli, per i brutti, per i poveri, per i ricchi, esce tutte le mattine per tutti.
Si dà, libero.
E’ questa l’idea di Dio.
Anzi, semmai un povero se lo prende un po’ di più, perché ai ricchi piace stare all’ombra.
Invece per i poveri è la benedizione.
Quando c’è il sole possono andare a lavorare nei campi, a zappare…
…Sono più in grazia di Dio.

Folco Terzani
***

Nessuno può fissare il sole mentre risplende, ma tutti lo guardano durante l’eclissi.

Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza
***

Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.

Pablo Picasso
***

L’amore e la tenerezza insieme sono il sole per una donna.

Fabio Volo, È una vita che ti aspetto
***

Viaggio [Lungo il cammino]

novembre 26th, 2013

 

FRASIAFORISMI 2

A volte ci basta fare pochi passi per scoprire qualcosa di meraviglioso.
 
Isac Randazzo [Tratto dal libro "Lungo il cammino"]

PROVERBIO DEL GIORNO

novembre 26th, 2013

SOLE

Il sole non dimentica alcun villaggio.

Proverbio africano

POESIA DI NATALE 2013* Poesia di Natale Religiosa

novembre 26th, 2013

Natale è una festa di semplicità. Bambini, adulti, angeli, anziani … Questa è la festa di tutti gli uomini!

Tutto ciò che Gesù ha fatto sulla terra, è per darci un esempio. Se è nato in una stalla, è per insegnarci che la semplicità è parte del nostro percorso, se ha ricevuto l’oro è per indicarci che ci sono tesori che ci appartengono: l’amicizia e l’amore.

Se ha ricevuto incenso e mirra è per dimostrare che la vita ha il suo profumo, anche se siamo chiusi in noi stessi.

Con gioia festeggiamo il compleanno di Gesu’,è anche per non dimenticarci di pensare un po’ anche agli altri.

Natale è una festa d’amore! L’amore di Dio per il mondo, l’amore dell’uomo per il prossimo.

La speranza è che per una notte, la dolce stella di Betlemme puo’ essere presente in ciascuno di noi e che un coro degli angeli canti melodie di speranza e riempia il nostri cuori a lungo.

Natale, un giorno per ricordare che far festa con chi si ama è splendido, dare e ricevere regali e’ un atto d’amore speciale, e che il ricordo di Gesu’ che si fa uomo per noi si puo’ far avvertire Dio accanto a noi, accanto ai nostri cuore.

Che gli angeli ci stiano accanto in questo splendido Natale!

Buon Natale!

Stephen Littleword

*

Addobbi natalizi

Per un natale vero da non dimenticare,
quest’anno nella mia casa farò addobbi un po’ speciali.
Su la porta d’ingresso ci metterò l’ottimismo
e tutte le finestre circonderò d’allegria.
Sul mio grande albero, al posto delle luci
ci appenderò speranze e piccole coccarde di serenità.
Poi anche la cena sarà particolare,
come primo piatto porterò la pace.
Mentre da bere, invece porterò a tutti,
bicchieri colorati e colmi di sorrisi.
Per concluder la serata, non può mancare il dolce,
naturalmente poi, brinderemo tutti,
con coppe di armonia e di solidarietà.
Da non dimenticare, una candela accesa,
che tutti noi in casa dovremmo sempre avere;
per far sì che la sua fiammella, si accenda lentamente,
ardendo i nostri cuori, arricchendoli d’amore.
Per me Natale è questo:
Render grazie a Dio,
vivere serenamente,
sorridere alla vita.

Lucia Manna

Sarà per sempre…

novembre 25th, 2013

A volte le parole sono le stesse. Come quando mi dici “Ti amo, e sarà per sempre.” Anche se quel ti amo per sempre l’ho già sentito, l’ho già vissuto e non l’ho è stato, non mi fa paura, non mi fa pensare, ma mi fa tremare. Tu mi ami e sarà per sempre. E anche se certe frasi sembrano fotocopiati dall’anima, dall’istante, di un cuore innamorato, i momenti, i nostri momenti non saranno mai uguali al passato. Ti amo e sarà per sempre. Ma le labbra sono diverse, il suono della voce è diverso, i tuoi occhi sono diversi, il tuo cuore è diverso, tu sei diversa. Quanti momenti si ripercorrono già vissuti. Quanti momenti si vivono credendo di saper già la fine. Perchè la parola ti amo anche se universale ha sempre qualcosa di nuovo. Di diverso. Ma tu continua a dirmi che mi ami, che sarà per sempre. E quando mi sentirai tremare non sarà paura, è solo il mio cuore che si è riempito d’amore senza un passato più da ricordare.

 

 

 

Fermati a pensare

novembre 25th, 2013

Mi sono messa a pensare, con una

penna in mano, i fili d’inchiostro

non sono caduti sul foglio ma hanno

seguito le tracce dell’ anima,

segnando ogni mia inquietudine ogni

dolore, descritto pensieri andati verso

universi sconosciuti a cercare il respiro

di una voce che potesse leggerli.

In silenzio ho continuato a raccontarmi

sogni sperando nella comprensione di chi

condivide gli stessi percorsi, ma non odo

suoni, ne parole rimango sempre qui da sola

con la mia anima così chiara, leggibile che

diventa bersaglio di chi sazio d’amore non

capisce la sua fame……

Basta mi dico, non devo più pensare, restano

fogli bianchi, ogni pensiero lo tengo chiuso

in quest’anima  fragile  che vuole riposare.

 

( Mirella Narducci )

Fermati a pensare

 

Adesso chi mi ferma?

novembre 25th, 2013

Diventai inarrestabile: tanto più cercarono di fermarmi, quanto più riuscì a correre. Mi accorsi che è anche più bello, quando tentano di ostacolarti.
D’altronde, in quale competizione si gioca senza ostacoli?
Un vero campione, alla lunga, vince lo stesso.

Isac Randazzo

corsa a ostacoli

Conquista te stesso

novembre 25th, 2013

Non aspettare che qualcuno ti dia il titolo per essere ciò che vuoi essere, sì te stesso e basta; non esiste riconoscimento più grande di quello che puoi attribuirti da solo.

Isac Randazzo

girotondo_specchio

E’ NATALE* Madre Teresa di Calcutta

novembre 24th, 2013

E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.

E’ Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.

E’ Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.

E’ Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.

E’ Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.

Madre Teresa di Calcutta

« Prev - Next »