Indifferenza

ottobre 1st, 2012

Spesso teniamo il nostro sguardo fisso sulle cose grandi, senza accorgerci di quanto ci manchino quelle piccole. Affrontiamo il mondo con entusiasmo e veniamo ricompensati con l’indifferenza. È un processo contagioso però, perché alla lunga anche noi diventiamo così, e ripaghiamo il mondo con la stessa moneta.

Denny Biasiolli

PER TE…

ottobre 1st, 2012

 

Sin dall’inizio ho sentito che ero stata data in dono ad un uomo speciale.
Hai guardato vivere la mia vita senza mai intrometterti, ma ad ogni mio bisogno hai sempre teso la mano.
Hai aspettato che sbagliassi per farmi crescere e diventare grande e mi hai sorretto quando pensavo di cadere.
Ogni tua carezza è un segno d’ amore….
Ti voglio bene papà

 

Elisa M.

GLI ARMADI, IL CAMBIAMENTO, E I VESTITI MAI MESSI

ottobre 1st, 2012

La gente non sa cosa fare quando la stagione cambia. Si agita. In generale, chissà per quale motivo, ne risente. Crede, forse in buona fede, di obbedire in qualche modo ad una legge naturale, spesso smentita dalla natura stessa. A volte, la nuova stagione non arriva, esita. Ma, la gente sa, dal calendario, che è giunto il momento, e quindi l’attende con ansia. E, nell’ attesa, dorme di meno, litiga di più, va più spesso dal medico, si sente stanca. Prende rimedi naturali che dovrebbero attenuare gli inconvenienti del naturale mutamento del clima. Si meraviglia, si annoia. Infine, apre gli armadi.
Quando la stagione cambia si sente il bisogno di fare un bilancio, di redigere un inventario, per questo la gente s’immerge nel mobile più ingombrante delle nostre case. La scusa è quella di una questione di praticità, il cambio degli armadi. Una sorta di rimescolamento periodico delle carte, uno spostamento materiale di oggetti necessario, che evoca, sollecita, ritualizza, ciò che avviene all’esterno, nella luce, nella temperatura, nelle giornate che si susseguono. Inesorabili ed indifferenti.
Un modo come un altro, per essere sicuri che questo passaggio non ci farà del male. Cambiando quegli oggetti sappiamo che alla fine saremo sempre noi stessi, che potremo governare quel cambiamento, mediante delle regole conosciute, dei gesti ripetuti. La gente si rassicura che in fondo non cambierà nulla, perché si tratta di un ciclo che si ripete, all’interno del quale troveremo sempre le stesse cose, che conosciamo e ci appartengono, e che vanno semplicemente messe in altro posto, riordinate. Condizione necessaria e sufficiente per poter andare avanti.
Ma il cambio degli armadi, in fondo , ci stressa. La gente sa che non è così semplice governare il tempo che passa. Che risistemare i ricordi e le memoria è solo un ‘illusione. Quel lavoro, in fondo, ci costringe ad un’anamnesi dagli esiti imprevedibili.
Inoltrarsi nell’armadio di casa, allo stesso tempo, conforta, sorprende, scuote. Gli armadi fanno paura. Scricchiolano di notte, sono i nascondigli per gli amanti e per gli scheletri. La gente sa che, in fondo all’armadio, in quei cassetti segreti che si conoscono e che ciclicamente si rimuovono, esistono, come oggetti di un puzzle che non si completerà mai, quei vestiti acquistati e mai messi.

 

GLI OCCHI DELL’ANIMA

ottobre 1st, 2012

Non potremo mai dire di aver incontrato davvero l’anima di qualcuno, senza aver prima incrociato i suoi occhi. Lo sguardo è l’unica porta attraverso la quale le anime riescono davvero ad entrare in comunicazione… e solo chi ama profondamente riesce a cogliere lo stato d’animo che ci cela al di là di quella porta. Guardare negli occhi dell’altro e non sentirsi a disagio, significa che siamo entrati dalla porta giusta, che ci sentiamo a casa. Se anche solo per un attimo, quello sguardo dovesse abbassarsi, vuol dire che non è degno di accoglierci. ♥ ℐℬ

Imma Brigante -

FRASI OTTOBRE*

ottobre 1st, 2012

Ottobre, il mese dei ricordi, il mese del caldo abbraccio della natura tra il verde dell’erba e il bruno degli alberi.
Stephen Littleword, Piccole cose

*

Era verso mezzogiorno, a metà di un ottobre dorato. La valle ardeva nell’incendio dei boschi arrugginiti. Rondini di foglie multicolori volavano a sciami al soffio leggero del vento.. pellegrine senza meta, in balìa degli elementi, come la vita degli uomini.
Mauro Corona, La casa dei setti ponti

*

“Te ne andasti in una notte di ottobre,
e io ti persi così, come una foglia che all’improvviso si stacca dall’albero
e vola lontano sulle ali del vento.
Ottobre da allora è il mese in cui ripongo ogni malinconia.
Non è giusto pensare alle persone che non ci sono più
con gli occhi velati di tristezza.
Bisognerebbe sorridere.
Si…ci vorrebbe un sorriso, in nome dei ricordi belli
del suono delle vostre risate,
dell’eco della vostra voce,
della sensazione provata in un vostro abbraccio.
Bisognerebbe sorridere e tenersi il buono.
Bisognerebbe…..”

Anton Vanligt

*

Non ti stancare mai di strappare spine, di seminare all’acqua e al vento.
La storia non miete a giugno né vendemmia a ottobre.
Ha una sola stagione: il tempo.
Ignazio Buttitta

*

Non so se tutti hanno capito, Ottobre la tua grande bellezza: | nei tini grassi come pance piene prepari mosto e ebbrezza, prepari mosto e ebbrezza… | Lungo i miei monti, come uccelli tristi fuggono nubi pazze, | lungo i miei monti colorati in rame fumano nubi basse, fumano nubi basse…
Francesco Guccini

*

Non so spiegarlo a parole, ma ottobre a me sembra il mese delle piogge, degli addii, delle lunghe dormite, ma anche dei profumi più intensi e dei gusti piccanti. Ottobre, un mese da respirare, gustare, calpestare.
Stephen Littleword, Piccole cose

trovare,aspettare e perseverare!

ottobre 1st, 2012

“Che tu possa trovare il coraggio di perdonare,

la capacità di aspettare,

la perseveranza di provare e riprovare.”

BUONA GIORNATA!

LA VERA FORZA

ottobre 1st, 2012

“Non sai mai quanto sei forte, finchè essere forte è l’unica scelta che hai.”

L’IDEA DI UN AMORE

ottobre 1st, 2012

Le persone sensibili sono quelle più brave a complicarsi la vita, “perdendosi dietro ad amori impossibili o impazzendo per chi non le amerà mai”. Le persone sensibili lo sanno, sanno che devono liberarsi da quell’idea che tanto le fa soffrire… ma non vogliono disfarsene perché dimenticare, per loro, significherebbe credere di non poter più amare in maniera così totale, così vera, quell’idea dell’amore.

- Imma Brigante -

© Copyright 2012 sergio malfatti photographer. All rights reserved.

IL CUORE NON è LO SPAZZINO DELL’ANIMA

ottobre 1st, 2012

Con i sentimenti non è come fare la raccolta differenziata. Il nostro cuore non è in grado di capire che certe emozioni non devono mescolarsi con altre. Il nostro cuore confonde tutto, confonde le persone, sbagliando i colori e così finisci col desiderare di “vivere” almeno un attimo accanto a chi non dovresti amare, mentre ti ritrovi ad “esistere” con qualcuno che ti vive accanto da sempre. ♥ ℐℬ

- Imma Brigante -

 

 

« Prev - Next »