essere uomini ….

ottobre 22nd, 2012

How many roads must a man walk down | Before you call him a man? (da Blowin’ in the Wind, n.° 1)

Quante strade deve percorrere un uomo | prima che lo si possa chiamare uomo?

(Bob Dylan)

Io giudico….

ottobre 22nd, 2012

Non sono venuto a questo mondo per essere messo sul calendario alla fine dei miei giorni, sono qui per sbagliare, per peccare, per giudicare.

Si io giudico,

giudico perche non so fare altro alla fine di un rapporto,

giudico perche quando dai l’anima e viene calpestata la mia natura è portata a farlo,

giudico anche se nostro signore ha detto (se giudichi verrai giudicato) quindi in paradiso verrò messo insieme a chi giudica e non insieme agli altri, (ma gli altri chi)?

Si verrò giudicato anch’io ma chi se ne frega, tanto quelli stessi che dicono non giudicare lo fanno ogni giorno.

Quindi fai attenzione, lo dico per te per il tuo bene,

perche io sono quello cattivo, quello che punta il dito, quello che alla fine ti manda al diavolo,

io sono quello che non si nutre dei cuoricini e dei ti voglio bene superficiali,

io sono quello che al tuo “ti amo” prende le distanze perche non amo senza essere innamorato,

io giudico, si giudico,

giudico l’amore deluso e tutto quello che ti lascia dentro.

 

Quando si diventa insensibili alle offese…

ottobre 21st, 2012

Quando si diventa insensibili alle offese…si è vicino alla libertà. Si è infatti usciti virtualmente dal dualismo bene e male, giusto e sbagliato, l’ego ha superato il suo bisogno di essere “accarezzato”
(Elitheo Carrani)

Dedica, per “mercantedisogni”mio blog

ottobre 21st, 2012

Dietro l’angolo, eccolo  il  mercante  di sogni, lui ti abbaglia  e  ti convince, vende  e  compra, bellissimi momenti, sogni,  in cambio  di ricordi. Ogni triste realtà  svanirà, tra suoni di sonagli prende  le debolezze della gente, le baratta in  illusioni, e  il guadagno a chi  va? Ma  questo  certo male non vi farà. Ingenuamente si finge faccendiere, spaccia falsità ma anche  verità. In questa assurda giostra del dare e dell’avere son sicura che il vecchio in buona fede a voi donerà solo gioia e felicità.

(Mirella Narducci)

Una stupenda lettera.

ottobre 21st, 2012

Se un giorno mi vedrai vecchio:se mi sporco quando mangio e non riesco a
vestirmi…abbi pazienza,ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo.

Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose…non mi interrompere
…ascoltami,quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia
finche’ non ti addormentavi.

Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare…
ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perche’
non volevi fare il bagno.

Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie,dammi tempo
necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la
pazienza per insegnarti l’abc;quando ad un certo punto non riesco a
ricordare o perdo il filo del discorso…dammi il tempo necessario per
ricordare e se non ci riesco non ti innervosire…la cosa piu’ importante non
e’ quello che dico ma il mio bisogno e’ di essere con te ed averti li che mi
ascolti.

Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non
trattarmi come se fossi un peso,vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi

Quando dico che vorrei essere morto…non arrabbiarti un giorno
comprenderai che cosa mi spinge a dirlo.Cerca di capire che alla mia eta’ non
si vive, si sopravvive.

Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio
per te che ho tentato di spianarti la strada.Dammi un po del tuo tempo,
dammi un po della tua pazienza,dammi una spalla su cui poggiare la testa
allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te.

Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in
cambio io ti daro’un sorriso e l’ immenso amore che ho sempre avuto per te.
Ciao amore. Autore forse un nonno …?

“La verità di molti cuori”

ottobre 21st, 2012

“Tra le cose più tristi che ci possano capitare…

piangere e stare male per quella stessa persona che un giorno ci ha fatto ridere e stare bene!”

L.G.

PICCOLI PARTICOLARI CHE REGALANO MOMENTI INDELEBILI

ottobre 21st, 2012

Anche un piccolo particolare a volte
è capace di regalarti momenti indelebili.
Un gesto inaspettato
un sorriso, una carezza
…una telefonata.

Sono le piccole cose
che riempiono la vita
di buoni motivi per tirare avanti..

I grandi eventi sono quelli
che riempiono i libri di storia.
Io non cerco il momento epico,
voglio lo stupore…
piccolissimo, ma costante

Anna Pianura

non è detto! ….

ottobre 21st, 2012

Foto

Non è detto che se vedi una persona sorridere sia felice,
ci sono lacrime che non arrivano agli occhi ma
si fermano al CUORE!

orchidee o lattuga?

ottobre 20th, 2012

Il corpo è come un giardino, e la mente è il suo giardiniere.
Sta a noi decidere se in esso piantarvi orchidee o lattuga.
(William Shakespeare)

« Prev - Next »