Chiamami…

luglio 18th, 2014

Chiamami.

Ogni tanto, ogni giorno, e raccontami. Di te. Di me. Di noi.

E non importa se non mi ami più, tu dimmi che mi ami ancora, che non mi vuoi solo bene, come se fossi il tuo migliore amico…

Chiamami ogni tanto, e dimmi che ti manco, anche se non è vero, ci crederò ancora.

Mi sposerò la bugia. Ho bisogno di un illusione, di te, ho bisogno che il mio amore non si disperda nel vento.

Non importa se tu non mi ami più, non posso obbligarti a farlo.

Chiamami.

Anche se non mi ami più.

Ti amerò ancora.

 

SANGUE TRA LE MANI

luglio 17th, 2014

Non ho più paura degli eventi, e le notizie non mi spaventano più come prima, non vedo più ostacoli davanti al mio cammino, e non ho pensieri negativi come una volta…

Non mi aspetto nulla da niente, e voi non aspettatevi nulla da me, anche se alcuni miei momenti crollano, riesco a ricostruirli, semplicemente pulendo il sangue sulla mia pelle, voltandomi verso il vento, o camminando dentro le fiamme dell’inferno… uso la paura come energia, a diferenza di altri, so combattere ogni sguardo e ogni demone che la vita mi presenta!

Sempre e comunque…

Con il cuore e il sangue tra le mani!

(Ejay Ivan Lac)

ascensione

FRASI SULLA SENSUALITA’

luglio 17th, 2014

sensualità

Scoprì che il piacere dei sensi non consiste, come aveva sempre creduto, in un atto unico. La sensualità può rivelarsi in ogni gesto, nel modo di accendere una sigaretta, di sbucciare una mela. Il piacere non è un’azione, ma uno stato diffuso e continuo: un modo particolare di vedere le cose, che si acquisisce alla nascita e si perde solo quando si muore.

Violet Keppel Trefusis,     Broderie Anglaise
***

Meditare, cioè ascoltarsi in profondità con purezza e coraggio, in mezzo alla natura, che ci culla e sostiene, ci farà ritrovare la nostra parte migliore. Che è «il tuo corpo selvatico, senz’artifici, non condizionato, espressivo, sensuale, apertamente sessuale, estatico» (Gary Snyder).
Italo Bertolasi, Fitness nella natura
*
L’attenzione all’esterno acutizza l’attenzione all’interno: voci e sensazioni dimenticate riaffiorano alla consapevolezza e trovano finalmente modi di esprimersi, fuori dalle convenzioni, fuori dai limiti ristretti che abbiamo imposto alla nostra vita quotidiana.

Italo Bertolasi, Fitness nella natura

*
Il contatto con l’energia della Vita, che scorre nelle invisibili nadi di questo nostro meraviglioso pianeta vivente, risveglia forze sopite della nostra natura umana e individuale, spalanca le porte alla nostra innata sensualità, così repressa in quest’epoca di pretesa sfacciata sessualità, allenando nuovamente la nostra capacità di percepire sensazioni delicate, sfumature, emozioni antiche o profondamente nuove.
Italo Bertolasi, Fitness nella natura
*

Chi naviga nel mar delle sensualità si sbarca al porto delle miserie.
Giulio Cesare Croce, Le sottilissime astuzie di Bertoldo
***

La sensualità è la possibilità permanente di riscattare il mondo dalla prigionia della sua insignificanza.
Nicolás Gómez Dávila
***

L’amore sensuale è destinato a spegnersi una volta soddisfatto; per poter durare, esso deve essere associato, fin dagli inizi, ad elementi di pura tenerezza, deviati dallo scopo sessuale, o subire ad un certo punto una trasposizione di questo genere

Sigmund Freud
***

L’istinto di ferocia bestiale si celava in fondo alla sua sensualità possente.
Gabriele D’Annunzio
***

Quanto più la sensualità viene negata, tanto più sensuale è il dio a cui si sacrifica la sensualità.

Ludwig Feuerbach, L’essenza del Cristianesimo
***

In una carezza, in un abbraccio, in una stretta di mano a volte c’è più sensualità che nel vero e proprio atto d’amore.

Dacia Maraini, Dentro le parole
**

Spesso la sensualità affretta troppo il crescere dell’amore, di modo che la radice resta debole e facilmente può essere divelta.

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male
***

Quanto maggior valore i monaci attribuivano alla repressione della sensualità, tanto maggior valore aveva per essi la Vergine divina: sostituiva per essi perfino Cristo, perfino Dio. Quanto più la sensualità viene negata, tanto più sensuale è il dio a cui si sacrifica la sensualità.
Ludwig Feuerbach
***

Mi sento sensuale quando sono pronta per qualcosa di speciale, quando sono eccitata. Confesso anche che farmi vedere in mutandine e reggiseno da un uomo funziona sempre
Demi Moore
***

Mia cara volontà.

luglio 16th, 2014

Non c’è né trucco né magia, mia cara volontà,
la vita non è acqua e sapone nel nulla che poi rimane avvolto
denso e inesprimibile alle soglie dell’inganno.
Vagano in cieli sgombri,
fabbricanti di smeraldi e seducenti pavoni a dare forfè e piaceri.
Ma cadono e ricadono a picco su ogni mare e di orizzonti a non finire!

Credilo, forse, se ciò ti diverte:
- io, rispetto a te…, sono solo un povero pazzo, da legare!
D’altronde, la sanità ci farà morire, dicono…
Oh.., fierezza, tu ami il nulla e te ne vanti!
Ma io sono nulla e ne sono fiero.
Fannullone, fanfalucco, spostato, in ogni stato…,
come se tutto il resto non bastasse a spodestarne ogni incanto.
Non so capire? Cos’è comprendere? Fai che possa ospitare il tuo pensiero.

Se sono sordo non abbracciare il tuo grido a spaccare
i timpani e il tuo credo in sordide voci!
In fondo…, grevi e gracili creature sono i ricordi,
costipati come polvere in un portagioie aperto e senza chiave,
a dispetto dei tempi e in balia del momento,
mentre rendono apprezzabile ogni tuo capriccio come ogni tua virtù.
Sai bene che è troppo grande la memoria
che tende a stiparne l’essenza d’ogni cosa in speranze ardite,
oppure è la mia cecità il problema,
che insorge e non mi dà a vedere altro che un vago desiderio:
- quell’amore che è e rimane non oltre che ad un lascito puerile.

(Emmanuele Marchese)

Volontà

Non legare il cuore….

luglio 16th, 2014

Non ti perderò, hai portato via
parte di me.
Sono orfana della mia zona erogena
la più importante: La mente!
Il piacere inizia da lì, dal sfiorare con le dita
il tuo volto impresso sul cellulare.
Ti cercherò in questo traffico di anime
che nell’etere si cercano…spazio, tempo!
Vorrei meritarti, averti accanto
forse non ti direi nulla, ti guarderei soltanto.
Sincronizza le tue emozioni con le mie
ho bisogno d’innamorarmi, non voglio
lasciare il cuore per così tanto tempo
anestetizzato, potrei non risvegliarlo più!….
Scuotimi fa crollare la muraglia intorno
a me, le parole si consumano e il silenzio
inizia a raccontare…….
Se vuoi stringimi, toccami, non si può amare
la carne senza baciarne l’anima.
Amarsi un po’ aiuta a non morire………….

(Mirella Narducci)

 

Non legare il  cuore.....

Bambola Lenci

luglio 16th, 2014

Ieri notte hai scoperto
che ho un cuore.
In questa realtà dove
tutto può sembrare
virtuale…tu hai sentito
i battiti pulsare…..
Un suono vero, che in un eco
lungo e straziante si fa udire
da te che prendi tutto come
un gioco.
Ora dovrai stare attento
le tue azioni non dovranno ferirlo
sensibile si è affidato a te.
Non sono una pupattola di panno,
scoprirai presto che anche un cuore
di pezza può piangere….per amore.

(Mirella Narducci)

 

Bambola Lenci

FRASI SULLA PASSEGGIATA

luglio 15th, 2014

passeggiata

Ero uscito solo per fare una passeggiata
ma alla fine decisi di restare fuori fino al tramonto, perchè mi resi conto che l’andar fuori era, in verità, un andare dentro.
John Muir, da “La mia prima estate sulle Sierra”
***

A volte, mentre passeggio, mi viene voglia di andare in una libreria. Entrare e trascorrere del tempo, prendendo ogni tanto un libro in mano, mi rilassa. Mi fa stare bene. Mi fa sentire sempre un po’ più intelligente e interessante di come sono realmente.

Fabio Volo
***

Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore: la natura con le sue stagioni, gli amici, l’amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.

R. Battaglia
***

Basterebbe una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene.
Mario Rigoni Stern

***

E’ molto meglio uscire a fare una passeggiata che finisce per durare mezz’ora, piuttosto di uscire per fare una passeggiata di mezz’ora.
Tristan Gooley
***

La brezza fresca della sera sveglia i passi lenti di questa passeggiata. Ancor la stella fulgente è appesa in cielo e come lampada manda bianchi bagliori. Bello aver la mente sgombra e lasciar il passo andar per conto suo, mentre la via tortuosa si scioglie  e dritta prende lungo il piano. C’è silenzio e il tuo respiro s’accompagna a un verso notturno che sale su dall’erba, e dice solo non sei. Immerso nel creato ma non dimenticato vedi la meta,  s’avvicina  e tu ti senti beato.
Mirella Narducci
***

Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore:
la natura con le sue stagioni, gli amici, l’amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.
Romano Battaglia da Sulla riva dei nostri pensieri
***

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca

John Muir

LASCIATI BRUCIARE

luglio 15th, 2014

Puoi fare finta di niente, ma dentro di te ti piacerebbe bruciare, se mi dai la possibilità posso mandarti a fuoco, probabilmente non hai ancora incontrato qualcuno capace di alzare le fiamme sopra la tua pelle…

Credi sia impossibile?

Voglio solo farti sentire quanto la mia mano urla calore, la senti che sorvola la tua pelle, un caldo vivo, intenso, che alza le tue cellule e abbassa i tuoi sensi, perdi i minuti, perdi i pensieri, perdi ogni cosa che ti sta dentro e assapori piccole fiamme che, lentamente cominciano a scaldare, con le mie labbra vicino alle tue, per sentire il fiato bollente che percorre il mio respiro, avvolgendo il tuo, senza baciarti, ti lascio nel dubbio potrei farlo ora o tra qualche minuto…

Perchè prima voglio assaggiarti, guardarti, sentirti…

Brucia…

Mentre ti tolgo i vestiti…

Brucia…

Mentre ti mordo la pelle…

E le mie mani finiscono in quei punti che bolliscono il sangue e ti fanno perdere i sensi, e così che parte quel bacio, atteso, dal sapore piccante e rovente…

Lasciati bruciare!

(Ejay Ivan Lac)

flamefox

Il pensiero non lo fermi…

luglio 14th, 2014

E il pensiero di un amore non lo fermi, nemmeno se lo cambi. Ci appartiene ma non lo comandi, non riesci neanche a truccarlo. Noi non siamo i padroni della nostra anima. Ecco perchè la doniamo. Per renderla visibile all’amore, e non puoi neanche riprendertela quando non viene amata, non puoi barattarla, oppure cicatrizzarla. Te ne rimane sempre un pezzo, e non è mai il pezzo buono, e il bello è, che con quella ci devi convivere, ci devi sorridere, ci devi piangere, ci devi anche amare. E quando ami di nuovo. Di nuovo non c’è niente. Prendi solo le misure, con l’anima a brandelli. E ci illudiamo di fermare il pensiero, di abbandonarlo e di crearne uno nuovo..Ci siamo sbagliati sull’anima. L’amore non ti entra nell’anima. Ti entra nelle ossa, e fa male, come il pensiero di un amore ormai lontano…

« Prev - Next »