Mare

ottobre 17th, 2012

Vorrei essere come il mare,profondo abbastanza da non poter essere completamente esplorato.

Per tutte le mamme

ottobre 17th, 2012

La madre quella che ti accarezza, che ha quasi  paura di toccarti. La  madre che  al  tuo pianto trema. Quella  madre che con linfa  d’amore ti nutre. Come puoi dimenticare il suo nome, è  un grido semplice, un accorato richiamo, un pensiero vivo, che continuo a sentire anche se non ci sei  più:  MAMMA.

(Mirella Narducci)

Guardarsi negli occhi, è un pò come toccarsi.

ottobre 17th, 2012

Guardarsi negli occhi, è un pò come toccarsi. Lo sguardo è un ritrovarsi l’ uno difronte all’ altro, senza alcuna parola ad interrompere. E’ quel sentirsi addosso dal vivo, un percepirsi in silenzio, un impagabile scambio di emozioni difficili da trattenere, dove tutto lo spazio attorno diventa un unico rettilineo. Lo sguardo, credo sia il contatto di tutto, un contatto che va oltre ogni superficie, ci penetra in noi stessi e quando lo si incrocia, non si può più mentire.

Tanya Bì ©

I nostri momenti

ottobre 17th, 2012

Ci sono momenti nella vita che abbiamo i sentimenti cosi deboli che al primo sorriso siamo capaci di innamorarci, non so perche sia cosi,

forse perchè in quel momento la solitudine non la sopportiamo, forse perche non ci sentiamo compresi tra le nostre mura, forse perche abbiamo il bisogno disperato di rivivere ciò che lontano nel tempo abbiamo vissuto.

Momenti che capitano all’adolescente, ad una mamma, oppure ad una nonna dai capelli grigi dall’amore saggio.

Momenti,

si momenti, attimi che la vita ci regala quando siamo sentimentalmente indifesi, fragili, deboli,

un ti voglio bene lo trasformiamo in una possibilità,

un saluto innocente ci riempie il cuore di gioia e ci da quasi la speranza che quel ( ciao un bacio) sia come due innamorati che si salutano.

Momenti che non hanno età,

momenti nella vita che non sai se è il momento giusto oppure è il momento sbagliato per innamorarsi ancora.

E questa è la vita? Si questa è la vita,

un momento di debolezza e il cuore che ricomincia a battere nell’illusione dei tuoi giorni.

E’ già mattino

ottobre 17th, 2012

Anche oggi il sole cancella le ultime ombre

sei già in piedi,sveglio, pronto ad uscire.

Hai spogliato con cura la mia anima indifesa

l’hai  rubata dai miei occhi che tutta la notte

sono stati prigionieri dei tuoi.

Maestro hai frugato negli angoli del cuore, cercando

con  ardore  di domare, le flebili resistenze del mio amore.

Confusa, scivolo su quelle strade mai percorse, ascoltando

parole e  fiabe  mai narrate,  che  le tue  labbra  in gemiti

e sospiri  mi hanno sussurrato.

Rimani non lasciarmi appesa a questo ricordo, che fino

a sera sarà la mia ossessione.

Torna a guardare  ora  i miei occhi, che hanno imparato

a supplicare!!

(Mirella Narducci)

il rischio del riscontro

ottobre 17th, 2012

i cuori sono in continuo movimento, proprio come una placca terrestre. se anche un solo cuore (come una placca) si scontra con un altro, è responsabile di un terremoto di emozioni. quanto più forte è l’emozione, tanto è forte la distruzione. peccato come dopo, tutto abbia bisogna di essere ricostruito. e peccato come talvolta nei terremoti come nelle emozioni, qualcuno ci resti secco.

Rosy Gelsi

La Meditazione che cos’è?

ottobre 17th, 2012

“È la domanda più importante da fare. È il cuore stesso del mio intero sforzo. È il grembo stesso da cui la nuova religiosità prenderà vita. Ma è difficilissimo da tradurre in parole. Dire qualcosa sulla meditazione è una contraddizione in termini. È qualcosa che puoi avere, che puoi essere, ma per sua stessa natura non puoi parlarne. Eppure, sono stati fatti molti sforzi per trasmetterla in qualche modo…”

“La meditazione non è contro l’azione. Non è che si debba fuggire dalla vita. Ti insegna semplicemente un nuovo stile di vita: diventi il centro del ciclone. La tua vita prosegue, di fatto diventa ancora più intensa, con più gioia, più chiarezza, una visione più ampia, più creatività, eppure tu resti distaccato, un semplice osservatore sulla collina, che si limita a vedere tutto ciò che accade intorno a sé…”

OSHO

Non sono un tuo amico

ottobre 17th, 2012

Io non sono un tuo amico,

io con una mia amica non ci ho mai fatto l’amore,

con una mia amica non abbiamo mai letto un libro insieme,

fatto passeggiate mano nella mano,

con una amica non mi è mai capitato di vederci un film e addormentarmi insieme a lei,

con una mia amica non ho foto da ricordare dove due labbra si univano in un unico respiro,

con una mia amica non mi sono mai seduto in riva al mare a guardare un tramonto.

No, io non sono un tuo amico,

io ho bevuto le tue lacrime con le mie labbra nella speranza di un sorriso,

io ho assaporato la pelle umida è salata nelle notti stellate d’estate,

io ho coperto il tuo corpo con il mio quando avevi freddo,

e oggi il tuo pensiero è che posso essere tuo amico?

No,

tienila per te questa convinzione,

per me tengo la rabbia, l’odio del nostro addio,

per me tengo il rancore, la gelosia di non poterti più amare.

Io non sono un tuo amico,

preferisco essere il tuo sbaglio più grande,

il pensiero che dice ( se tornassi indietro mai più)

dimmi vai al diavolo, non cercarmi più,

dimmi che quando mi pensi la ferita ancora sanguina come succede a me,

ma ti prego non dirmi sei un amico,

non dirmelo,

perche ad un amico non spezzi mai il cuore a metà.

 

 

 

 

 

ANGELI E PREGHIERE

ottobre 17th, 2012

Noi angeli siamo qui per guidarti verso le risposte alle tue preghiere. Ma per realizzare i tuoi desideri abbiamo bisogno della tua collaborazione. Se chiedi qualcosa ma allo stesso hai paura di ottenerla, non potremo accontentarti. La paura crea barriere che impediscono la realizzazione delle preghiere. Tuttavia, possiamo aiutarti a superare le tue ansie: basta chiedere! Ogni volta che avverti un conflitto interiore, invocaci per placarlo. Inizia prestando attenzione ai tuoi pensieri così da essere consapevole che la mente può condurti alla felicità o alla paura. Il corpo ti invierò dei segnali ogni volta che viene colto dalla paura: i muscoli si contrarranno, il respiro diverrà corto e le pulsazioni accelereranno. Sarà quello il momento di chiedere aiuto. Nell’istante in cui penserai agli angeli, la mente verrà inondata dall’energia dell’amore, che fa parte del processo di inversione. Presta attenzione ai tuoi pensieri. Se vieni colto dalla paura, pensa: “Angeli, vi prego, aiutatemi a nutrire pensieri tranquilli”, e noi correremo subito in tuo soccorso. Noi non possiamo né vogliamo controllare la tua mente; tuttavia, eleveremo le tue energie, così che riflettano la tua vera divinità. In tal modo i tuoi pensieri saranno basati sull’amore, che attira e crea esperienze positive.

Doreen Virtue, La giuda degli angeli

*

La Guida degli Angeli La Guida degli Angeli
Per comunicare giorno dopo giorno con il proprio angelo
Doreen Virtue

Compralo su il Giardino dei Libri

« Prev - Next »