Per lei il paradiso o l’inferno?

settembre 30th, 2012

Non so se ti basterà il coraggio, sei troppo confuso, non sai se  è amore  o desiderio, o semplicemente  narcisismo  il tuo,  di uomo che vuole  e che  pretende. Ti nascondi dietro un gioco di carte e aspetti  la prima mossa, di  lei che  è  la  sola  a capirti, ti stai giocando il paradiso, ma a  te sta bene anche l’inferno, pur di uscirne senza una scottatura! Si, ma forse  è  meglio così, gli  angeli  basta sognarli, loro amano anche da lassù!!

(Mirella Narducci)

Sarò la tua stagione preferita

settembre 29th, 2012

A  questa rosa ho  tolto le spine, se la stringerò al cuore non mi farà male.  Non ti  ho fatto domande  per  non avere  rifiuti, che mi avrebbero ferito più delle spine. Stò amando di te l’invisibile, l’essenza, la tua  anima spoglia, ti  faccio parlare per ritrovare i suoni da tempo smarriti, in quei lontani giorni.  Mi farò primavera per cogliere ancora il profumo dei fiori, i raggi del sole sulla pelle, la bianca luna bacerà la mia bocca, niente sarà cambiato, se tu lo vorrai fermerò il tempo in quest’istante, in questo abbraccio dove ti ho ritrovato!!

(Mirella Narducci)

L’inferno e il paradiso

settembre 29th, 2012

Non la capisco, non ci capiamo, o forse ci comprendiamo cosi tanto che i nostri sentimenti non sono poi cosi nascosti, una partita a scacchi la nostra, comincio io o cominci te.

Eppure ci sono gli sguardi pieni di desideri, ci sono le frasi di due persone che vorrebbero amarsi, ci sono tutti gli ingredienti per un amore che se scoppia difficilmente ne usciresti bruciato.

Manca qualcosa, ma cosa?

Forse il coraggio, o forse la paura di non essere amato, sono sicuro che se andrei da lei e la bacerei senza nessuna parola detta il mio bacio troverebbe un respiro in più, due mani da stringere, un corpo da amare.

E vero mi è sempre piaciuta la confusione, il non essere scontato, ma adesso comincio ad avere i crampi allo stomaco, comincio a sentirmi escluso da chi vorrei sentirmi dire mi “piaci, vorrei”

Oggi ero pronto a fare un sospiro e dirle tutto d’un fiato, stavo per farlo ma non avevo fatto i conti che oggi era il giorno dell’inferno, era il giorno in cui  lei non mi avrebbe fatto vedere il sole all’orizzonte.

Sono sicuro che domani arriverà il paradiso, che vedrò quel sole tanto cercato e desiderato, ma sarà solo di passaggio, come l’amore e il desiderio di averla per sempre.

 

L’Amore

settembre 29th, 2012

Il suo percorso avrà molteplici percorsi.
Egli fiorirà fra noi molte volte,
sotto molti aspetti,
come già fiorì e come sempre fiorirà,
per infinite volte.
Affilata lama d’aratro sarà il suo giungere,
rivolterà in solchi le nostre vite,
ci sradicherà da dove giacciamo in solitudine.
Egli è colui che spezza legami,
colui che forgia catene,
colui che crea futuri,
colui che muta forma al destino.
Egli è l’Amore…

Una rosa per te

settembre 29th, 2012

Guardo il tuo viso stanco,

un bagliore di luce

attraversa i tuoi occhi,

un piccolo varco

tra mille solchi.

Mi riconosci,

mi stringi la mano,

ti abbraccio forte

ma sei di nuovo lontano.

L’amara sorte

ha chiuso tutte le porte.

Ma la scienza avanza,

c’è ancora una speranza.

Ti ho portato una rosa,

una rosa per te,

negli occhi, tanta malinconia,

mamma…devo andar via…


E8eo

Perderti per ritrovarti

settembre 29th, 2012

Dove vuoi che io venga a cercarti…..fra un respiro e un emozione, fra la tua anima e il tuo cuore!  Il buio d’uno spazio infinito ci separa, ma le mie parole hanno ali magiche che volano leggere, lungo le vie sottili della mente che fatica ,si dispera, non ricorda le vecchie scorciatoie che l’impetuoso sciame di messaggi  giungeva a te.  Questo viaggio infinito d’emozioni  sempre ti raggiunge non sarai mai solo.  Quando quelle parole tu non troverai più, il silenzio ti  dirà  lui, che mi sono persa tra l’anima  e il cuore, ma  mia  non sarà la colpa.

(Mirella Narducci)

FRASI Per Tirare Su il Morale*

settembre 29th, 2012

“Smettila di tormentarti tanto. Ogni cosa segue comunque il suo corso, e per quanto uno possa fare del suo meglio, a volte è impossibile evitare che qualcuno rimanga ferito. E’ la vita. Faccio un po’ il grillo parlante ma è ora che tu cominci a imparare certi meccanismi della vita. A volte tu ti sforzi troppo di adattare la vita ai tuoi meccanismi. Se non vuoi finire anche tu in una clinica psichiatrica cerca di essere un po’ più aperto e di abbandonarti di più alla vita così come viene.
[...] D’altra parte chi può sapere quale sia la cosa migliore per tutti alla lunga? Perciò tu senza farti scrupoli a causa di qualcuno, se vedi una possibilità di felicità per te, cogli quell’occasione e sii felice.”

Haruki Murakami, “Norwegian wood”

*

Terrò sempre accanto una razione extra di cioccolato e stivali da pioggia, perché non c’è cuore infranto che il cioccolato non possa curare. Ok, ci sono alcune batoste che il cioccolato non può curare. Ma è a questo che servono gli stivali da pioggia. Perché la pioggia laverà via tutto, se glielo permetti.
Sarah Kay

*

Il modo migliore per tirarsi su di morale è cercare di tirare su il morale di qualcun altro.
Mark Twain

*

«Se, ogni tanto, ti mettessi a fischiettare; se ogni mille passi, facessi un salto; se lanciassi una pietra in uno stagno; se andassi a ballare ogni notte di luna piena, o se ballassi da solo, al buio; se ti vestissi di tutto punto, anche senza un posto dove andare…soltanto per risvegliare un po’ di speranza, non importa quanto possano sembrare sciocche o insensate le tue azioni al resto del mondo, perché la magia farà la sua comparsa, radunerà amici, creerà connessioni, allineerà le stelle, nasceranno nuove opportunità, le casualità non saranno più tali e prenderanno forma nuove realtà che ora non puoi neanche immaginare».

Mike Dooley, Vivi i Tuoi Sogni

*

La cosa migliore che tu possa fare
è credere in te stessa. Non aver paura di tentare.
Non aver paura di cadere. E se capitasse,
levati la polvere di dosso, rialzati e prova ancora!
Judy Green Herbistreit

A volte devi solo accettare il fatto che alcune persone entrano nella tua vita solo come una felicità temporanea.

settembre 29th, 2012

- Liquid Lives.

Il leone e la gazzella

settembre 28th, 2012

Ho visto il leone cacciare.
Disteso all’ombra di un albero nella sterminata savana africana.
Indifferente scruta l’orizzonte appisolandosi di tanto in tanto.
Resta in attesa nella più totale tranquillità. Non deve temere nessuno. E’ il più forte.
Il re di tutti gli animali.
Di li a poco passa una gazzella.
Lui alza la testa, la guarda… vede che è troppo lontana, e la lascia passare.
Dopo un po ne passa un’altra.
Lui rialza la testa, la guarda… ma è troppo piccola per il suo appetito e
senza darsi pena ritorna a dormicchiare.
Non passa molto tempo però che spunta un’altra gazzella.
E’ alla distanza giusta… e delle dimensioni giuste.
Lui la guarda… lentamente si alza… la punta,
e senza far rumore con uno scatto repentino parte all’inseguimento.
La rincorrerà, è nella sua natura, ed userà tutte le sue energie per raggiungerla,
perchè la sicurezza, e la convinzione di poterci riuscire, sono la sua forza,
ed alla fine, la maggior parte delle volte, la catturerà.
La tecnica del leone mi affascina.
Era quella gazzella che lui voleva,
e sarebbe stato per ore o forse per giorni
ad aspettare che lei passasse.
Forse perchè anch’io come lui, ognitanto,
buttando uno sguardo all’orizzonte,
resto in attesa che passi la gazzella giusta.

(by Michele Micky)

« Prev - Next »