Come il Canto del Mare

maggio 26th, 2015

La sensibilità sa farci apprezzare la bellezza e l’autenticità delle cose semplici ma grandi; sa accarezzarci il cuore per un sorriso e sa farci piangere per un dolore non nostro. Ci rende fragili, ma ci fa cogliere sfumature della vita che senza di lei non sapremmo cogliere.

(© Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare” ed. Phasar 2014)

***

Se anche sapessimo parlare come il più grande oratore di tutti i tempi, nono riusciremmo a comunicare se non avessimo anche la pazienza di ascoltare ciò che gli altri hanno da dire e la capacità di percepire quello che non dicono.

(© Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare” ed. Phasar 2014)

***

Nella vita ti diranno che ci sono cose che non si possono fare, perché sono impossibili; cose che non dovrai fare perché altrimenti potresti restare deluso. Ti diranno ancora che i sogni non sempre si realizzano. Tu, invece, ricorda una cosa: tutto potrai fare se lo vorrai veramente.

(© Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare” ed. Phasar 2014)

***

Importanti non sono i passi che ci “impediscono” di compiere, ma quelli che facciamo, nonostante tutto il vento contrario.

(© Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare” ed. Phasar 2014)

***

Non cambierò mai per piacere a qualcuno, rimarrò sempre me stessa anche costo di non piacere. Cambiare per gli altri significa non avere rispetto nè per se stessi, né per gli altri.

(© Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare” ed. Phasar 2014)

cop sito

Pensieri tratti da “Come il Canto del Mare” – ed. Phasar 2014.  In tutte le librerie online

 

 

 

 

 

 

L’ultimo addio. L’ultimo abbraccio

maggio 23rd, 2015

No, non è ancora il momento. Prima del tuo addio voglio guardarti l’ultima volta. Devo sentire il tuo odio, il perché non ci siamo meritati un po’, perché non è rimasto niente. Prima devo stringerti. Devo vestire la mia pelle del tuo odore e sentire il desiderio nello sguardo, nello stomaco, nelle ossa. Devo portarmi qualcosa da raccontare alla notte. Voglio guardarti l’ultima volta, e poi tra noi sarà solo il passato, consegnero’ al tempo le cicatrici, e se un giorno i nostri sguardi dovessero incrociarsi, farò finta di averti dimenticato. L’ultimo sguardo, e poi ti lascerò vendere a buon mercato le mie promesse, il mio amore, ti lascerò andare dove tu vorrai e, potrai sporcarmi e sporcare tutto quello che di noi è stato. Te lo prometto, sarà l’ultimo abbraccio e poi potrai dirmi addio, e lì, mi raccomando amore mio, in quel addio dovrai metterci tutto il tuo odio, dovrai essere brava quando mi girerai le spalle, dovrai farlo con eleganza e menefreghismo, dovrai farlo sembrare vero, e convincermi che non mi hai amato, che tremavi solo perché avevi freddo, che non te ne frega più niente. Dovrai sembrare soddisfatta quando i tuoi passi si allontaneranno da me, non devi cedere, non devi piangere. Dovrai andartene così, lasciarmi il niente, il vuoto. Non girarti quando te ne andrai, nemmeno per un attimo, nemmeno per sbaglio dovrai mostrarmi l’ultimo sguardo, perché se lo farai mi porterò via la parte migliore di noi, la parte migliore di te..

Love is….

maggio 23rd, 2015

amare

L’amore è quel qual cosa
dove ogni respiro ha un suo perché,
dove ogni lacrima
nasconde un segreto e un sorriso.
E’ come udire
quel silenzio mai ascoltato,
tra il frastuono dell’anima che parla.
E’ quella coperta calda
che ti avvolge nell’ora delle ombre,
e che fugge alle primi luci dell’alba.
L’amore è anche
un telefono che non squilla più,
è il ricercare un volto in mille visi,
è la speranza che si scontra con la realtà.
Bramato, anelato, a volte sofferto,
ma guai se non ci fosse…l’amore.

(Stefano64)

Ogni volta che dici SI a qualcosa, stai dicendo NO a qualcos’altro

maggio 22nd, 2015

be free

Ogni volta che dici SI a qualcosa, stai dicendo NO a qualcos’altro. Quindi è essenziale che tu sappia a che cosa stai dicendo quel NO.
Puoi anche credere che compiacere gli altri sia la cosa migliore, l’unica possibile, ma alla lunga, non compiacere te stesso/a si manifesterà in disagi sottili dapprima, e fisici poi.
Ogni tanto, imparare e dire no, è un modo per recuperare le tue energie ed esprimerti al massimo, sia nell’ambito personale che lavorativo.

Anna Biason, Metacomunicazione

La lascio agli altri….

maggio 22nd, 2015

Io la felicità la lascio agli altri, la lascio a chi la cerca, a chi si sporca pur di averla per cinque minuti. A chi gira le spalle per apparire, per sorridere, a chi si vende l’anima, e poi si illude ancora di poterla donare. La lascio agli altri, a quelli che si prostituiscono pur di ricevere qualcosa in cambio, a chi nonostante tutto illude e si illude ancora che la felicità dipende dagli altri…

FRASI SULL’AMORE CHE FA SOFFRIRE

maggio 22nd, 2015

10898110_838722422857933_570878614822102891_n

Amare è soffrire.
Se non si vuol soffrire, non si deve amare.
Però allora si soffre di non amare.
Pertanto amare è soffrire, non amare è soffrire.
Essere felice è amare: allora essere felice è soffrire.
Ma soffrire ci rende infelici.
Pertanto per essere infelici si deve amare.
O amare e soffrire.
O soffrire per troppa felicità.
Io spero che tu prenda appunti.
Woody Allen

***

Soffrire è amore, soffrire è riuscire, per rabbia o per dolore o per una questione di sopravvivenza, a tirare fuori quello che hai dentro. Se credi di stare bene, allora non senti il bisogno di tirare fuori queste cose, per pigrizia. Quando non soffri, quando sei una persona felice, non produci, sei felice e basta, quando sei una persona che soffri, produci in ogni caso: sei un artista.

Mia Martini

***

 

Ride delle cicatrici d’amore, chi non ha mai provato una ferita.
William Shakespeare

***
Niente è più brutto di una parola d’amore pronunciata freddamente da una bocca annoiata.
Nagib Mahfuz
***

Chi si dà all’altro come un soldato si dà prigioniero deve prima consegnare tutte le armi. E così privato di ogni difesa, non può fare a meno di chiedersi quando arriverà il colpo.
M. Kundera, L’insostenibile leggerezza dell’essere
***

Si conosce di più l’amore attraverso l’infelicità che procura che per la felicità, spesso misteriosa, che diffonde nella vita degli uomini.
Émilie du  Châtelet
***

L’amante troppo amato dalla sua amante finisce con l’amarla di meno, e viceversa.
Chamfort, Nicolas
***

Se infelice è l’innamorato che invoca baci di cui non sa il sapore, mille volte più infelice è chi questo sapore gustò appena e poi gli fu negato.
Italo Calvino
***

Ci sono abissi che l’amore non può superare, nonostante la forza delle sue ali.
H.Balzac
***

L’amore fa male, ma la mancanza d’amore ancora di più
David Lynch
***

Non è l’amore che fa soffrire, ma la sua assenza.
Alessandro Morandotti
***

L’amore a prima vista spesso non è che una svista.
Roberto Gervaso
***

L’amore è un concetto estensibile che va dal cielo all’inferno, riunisce in sé il bene e il male, il sublime e l’infinito.
Carl Gustav Jung
***

Soffrire per l’assenza di chi si ama è un bene in confronto a vivere con chi si odia.
Jean de La Bruyère
***

L’inizio è dolce, assurdo felice. L’intreccio pieno di buona volontà, forte e carico di tensioni. La fine una lacerazione.
Nuria Barros
***

Per favore, un po’ meno d’amore e un po’ più di dignità.
K. Vonnegut
***

Per tutti, anche per i più fortunati, l’amore comincia necessariamente con una sconfitta.
H. Hesse
***

Odio e amo. Forse chiedi perché lo faccia. Non lo so, ma lo sento e mi tormento.
Catullo
***

Quattro poesie di Ghiannis Ritsos

maggio 22nd, 2015

ritsos

“Dall’alta finestra vedo
uomini, case, giardini,
l’arcobaleno,
un trattore arancione,
un gatto,
un secondo arcobaleno.
E tu?”
(Ghiannis Ritsos)

“Due mesi senza incontrarci.
Un secolo
E nove secondi.”
(Ghiannis Ritsos)

“Gettasti i lenzuoli
apristi le finestre
ci riempimmo di stelle.
Una farfalla d’oro
sui tuoi capelli”
(Ghiannis Ritsos)

“Neanche stanotte luna piena.
Ne manca una parte.
Il tuo bacio”.
(Ghiannis Ritsos)

FRASI SULLE LUNGHE AMICIZIE

maggio 21st, 2015

coffee_time_cup_rose_beans_white_nature_hd-wallpaper-1345657

Ricordi che bello? Da piccole pensavamo che avremmo cambiato il mondo!
Oggi siamo grandi e abbiamo scoperto che è stato il mondo, alla fine, a cambiare noi… Ma una cosa non cambierà mai: l’affetto e la stima che ci lega e che ci permette di essere persone speciali che condividono un’amicizia UNICA!
A.Pianura
***

Quante emozioni condivise? Quante candeline spente insieme? Quanta VITA! La nostra amicizia ha superato ostacoli immensi e confini che sembravano invalicabili….ed è oggi forte come allora, anzi di più. Ti Voglio Bene!
A.Pianura
***

Il tempo passa in fretta. Ma per gli amici NO. Il tempo per i veri amici NON ESISTE!

A.Pianura

***

Colazione al mattino, con un caffè e  una rosa. Sms del buongiorno. Compagnia nel tragitto casa-scuola. Energia per una nuova giornata nelle nostre parole, nella grinta di ricominciare, di rivoltare il mondo, di sorridere alla vita. Una lettera, francobollo, settimane di attesa e salti mortali per andare incontro al postino.  Chilometri di distanza da annullare per un abbraccio la cui intensità ci dava la forza di attendere per mesi il prossimo. E la sicurezza. l’unica certezza: quella di esserci per sempre. Io per te. Tu per me. Senza tempo, senza distanza, senza nessuno che potesse mai capire il tipo di filo che univa le nostre anime. Eravamo questo, ricordi? E oggi che abbiamo la tecnologia dalla nostra parte, oggi che una mail ci fa quasi sentire il profumo di un caffè o di una rosa, oggi che invece di ascoltare una dedica dall’altra parte del cavo telefonico, possiamo riceverla come mp3 su smartphone… oggi sembriamo quasi più lontani. La vita separa. Gli impegni triplicano. Ma sai cosa non cambia? quel filo stretto, che lega per sempre te a me, me a te. Quel filo da anima ad anima che ci rende più che amici, più che fratelli, il filo del destino. Quel filo che ci avvisa e tira forte stringendo il cuore quando uno di noi sta male, quel filo che trema mentre seppur lontani chilometri sentiamo la stessa emozione. quel filo che danza al ritmo delle nostre risate quando abbiamo la possibilità di risentirci e raccontarci come vanno le nostre vite. Allora un caffè, una rosa, un dolce pensiero a te amico mio.

A.Pianura

 

New generation

maggio 20th, 2015

new generation

“…Leggendo i vari articoli di notizie e novità dal mondo, che i vari ‘Browser’ di internet ci propinano a tutto spiano, mi sono reso che bisogna essere ‘Glamour’ per essere ‘Fashion’, che bisogna vestirsi alla moda per essere ‘Trendy’, o sei tra quelli che sono ‘In’..o sei ‘Out’ e se non sei ‘Groovy’ rischi di essere una persona ‘Kitch’ e essere messa ‘BorderLine’ come ‘Trash…”
Questo mondo ci persuade a spendere soldi,  per comprare oggetti tecnologici o di abbigliamento, di cui fondamentalmente non ne abbiamo realmente bisogno, inseguendo mode non sempre pratiche, nella errata convinzione che queste, possano impressionare persone che non sempre avranno durata nella nostra vita e che forse nemmeno ci interessano.
Il rischio è che prima o poi ce lo ritroveremo nel Cool con più o meno Satis-Fashion con un andirivieni di In e Out, in un Groovy-glio di Trash non troppo Chic.

(Stefano64)

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni