IL TEATRO DELLE MASCHERE

gennaio 17th, 2015

Tutto intorno, è il nostro palcoscenico, le strade e i pavimenti che i nostri piedi baciano, è il nostro palco, viviamo nel teatro della vita, e noi, siamo le maschere che nascondo il mondo che abbiamo dentro…

Le maschere bianche, il teatro delle maschere, che si evolve e recita in base hai nostri pensieri, attori che diventano spettatori, attori, che interagiscono con altri attori, perchè abbiamo tutti un ruolo, e la cosa che tormenta è, che nessuno di noi ha un regista.

La vita scrive, la vita apre il sipario, e noi cominciamo a muoverci, difficilmente cammineremo sul nostro palco, senza una maschera, le persone che hanno tanto da nascondere, per paura, o semplicemente per difesa, hanno un viso spaventosamente inespressivo, attori bravi a non far vedere, ciò che la maschera nasconde…

Anche se vorrebbero farlo, riuscire a gridare ai loro spettatori, quanto abbiano bisogno di una trama più felice.

(Ejay Ivan Lac)

maschera

 

UN ALTRO ANCORA

gennaio 17th, 2015

Un altro bacio ancora, prima che tu te ne vada, lasciami andare a dormire con il sapore della tua bocca, quel profumo che riesce a rilassarmi e quel sapore, che riesce a saziarmi di te.

Un altro bacio, perchè di quel gusto io non posso farne a meno, l’ho cercato per anni, e non ne avrò mai abbastanza…

(Ejay Ivan Lac)

Bacio_I_Segreti

IO RIPROVEREI

gennaio 17th, 2015

Consapevole che quel giorno, ho insultato il tuo essere con parole forti, e tu, di conseguenza hai fatto la stessa cosa…

È successo perché ero annebbiato da te, quando sai che non puoi avere, o sbagli a prenderti, quella persona che solo guardando il suo viso di profilo, ti fa vibrare la carne e il cuore, diventi pazzo, e tutto intorno diventa acqua, dove basta un tuo passo indietro, per farmi morire soffocato.

Adesso mi accorgo, di quanto è stato inutile trattarti in quel modo, quando bastava solo ascoltare me stesso, e la tua aria, riuscire a colorare i tuoi pensieri privi di colore, e trattarti, come quella persona che cercavi in silenzio da tempo…

Non ho saputo aspettare, ma sono fottutamente consapevole che, tra mille teste di cazzo, che camminano nel mondo, io, sono forse l’unico che ti porta rispetto, anche se non mi parli più, che ti aiuterebbe in ogni difficoltà, anche se hai allontanato la tua anima da me…

Forse pretendo troppo dagli eventi, o forse, perché non so cancellare un essere, che solo con il silenzio della sua presenza, mi ha fatto battere il cuore…

E se in testa hai una domanda, io ho la risposta!

Si, io riproverei, ma questa volta, lascerò andare ogni tua decisione!

(Ejay Ivan Lac)

PENSARE

Senza di te ..

gennaio 16th, 2015

Stare senza di te e come se ogni giorno i miei occhi e la mia mente avessero il tempo trascorso con te, e come vivere in un posto senza mai esserci, e come calpestare un pezzo di mondo come se fosse un album fotografico, e come avere un salvadanaio di emozioni messe via, e ogni giorno andare a prenderne una per non morire di fame. Stare senza di te e come respirare ossigeno in rianimazione per sopravvivere un altro giorno, e come sognare ogni giorno ad occhi aperti con l’amore chiuso nell’anima. Stare senza di te, e come gioire di una nuova alba, che al tramonto muore….

SAI COSA CONTA ALLA FINE DI UNA GIORNATA?

gennaio 16th, 2015

maxresdefault

“Non molto. Davvero non molto conta. Alla fine della giornata, se hai sorriso più di quanto ti sei accigliato, se hai riso più di quanto hai pianto, se hai detto alla tua famiglia e ai tuoi amici che li ami, se ti sei divertito parecchio facendo quello che fai per vivere, allora è stata una buona giornata.”

Larry Winget

 

Le giustificazioni in amore non servono

gennaio 15th, 2015

Io ti amavo quando ti sentivo distante, quando mi giravi le spalle, quando i baci erano freddi, quando i fantasmi ti occupavano il cuore, quando non c’era equilibrio, quando il tuo amore prendeva l’ascensore e lo portava in basso, quando pagavo le colpe di un passato che non mi apparteneva, io ti amavo nel dolore, quello che ti fa scappare via, quello che ti fa sentire le distanze, io, io ti amavo sempre più. Tu, che ne sai del mio amore e di quello che avevo dentro. Che ne sai tu di me, che ne sai….

QUESTA VITA ME LA SONO INVENTATA

gennaio 15th, 2015

un-grande-giornalista

“Io questa vita me la sono inventata, mica cento anni fa, ieri l’altro.Ognuno lo può fare, ci vuole solo coraggio, determinazione, e un senso di sè che non sia quello piccino della carriera e dei soldi; che sia il senso che sei parte di questa cosa meravigliosa che è tutta quì attorno a noi.Vorrei che il mio messaggio fosse un inno alla diversità, alla possibilità di essere quello che vuoi .E’ fattibile, fattibile per tutti.Fare una vita, una vita.Una vita vera, una vita in cui sei tu.Una vita in cui ti riconosci”

Tiziano Terzani ”La fine è il mio inizio”

LA TEORIA DEL PENSIERO

gennaio 14th, 2015

Credo e sono convinto, che noi siamo la causa dei nostri sorrisi e delle nostre lacrime.

Ogni essere umano, indipendentemente dalla sua forma, colore, razza, può e riesce, a creare e modificare le proprie giornate, i suoi eventi, le parole che sente, ciò che guarda e tocca, tutto fà parte di ciò che lui vuole, senza sapere di farlo.

L’universo si è creato da un qualcosa, dentro l’universo si sono create le stelle e i pianeti, create sempre da quel qualcosa, i pianeti vivibili hanno creato delle creature, organismi creati sempre, da quel qualcosa, quindi che sia una rocca, un suono, o un essere pensante, sono comunque della stessa materia.

Ed è così che si generano gli eventi, l’uomo con le vibrazioni dei suoi sentimenti, riesce a modificare il tempo, le vibrazioni colpiscono lo spazio circostante, che anche esso è fatto di energia, la stessa che ha creato il tutto, riuscendo e scolpire ciò che l’essere pensate richiama a se…

Se la vibrazione risulta negativa, scolpirà un ambiente di eventi negativi, se le vibrazioni sono positive, verranno scolpiti eventi positivi.

Ma gli umani, non hanno ancora imparato ad ascoltare se stessi, e gli altri, e questo comporta a non dare importanza ai nostri pensieri e movimenti, che facciamo nel nostro spazio e nell’energia che ci circonda, così il mondo, continua a cadere in quel baratro di terrore, paura e violenza, in giornate confuse e tristi, continua, a camminare in quelle giornate sempre uguali, e che non cambiano mai.

Se gli esseri umani, imparassero a capire che, tutti noi, siamo fatti della stessa energia di tutto quello che esiste, insieme, potremmo vivere in una nuova vita.

(Ejay Ivan Lac)

TEMPO

SE CI PENSI OGNI GIORNO

gennaio 14th, 2015

Se ci pensi, ogni giorno noi facciamo sempre e soltanto le solite cose, ci alziamo per andare alla nostra destinazione, al solito orario, e se non abbiamo un motivo per uscire restiamo in casa, e beviamo, mangiamo, guardiamo la televisione o il pc, e poi, torniamo a dormire…

Con le persone parliamo o scriviamo, quasi sempre, con i soliti argomenti, ci arrabbiamo per le solite cose, pensiamo, alle solite cose, ma con elementi diversi, abbiamo paura, sempre delle solite paure.

Ci innamoriamo delle solite persone, con visi diversi, camminiamo nelle stesse strade e viaggiamo, sempre negli stessi luoghi, anche perchè, se ci pensi un po’, la terra offre soltanto quei posti che conosci…

Siamo così limitati, e ci sembra tutto così grande, solo perchè siamo lenti a raggiungere le mete prestabilite, ma la terra, in logica, è molto, ma molto piccola, e se un giorno riuscissimo a creare mezzi molto veloci, sarebbe ancora molto più noioso di adesso, perchè potremmo andare da Milano a Tokyo in trenta minuti, e così potrei fare per tutti gli altri luoghi.

E quando avrò visto tutto così in fretta, non ci sarà più nulla da fare, e anche viaggiare diventerà sempre la solità cosa, e così il tempo regalerà sempre cose nuove che si ripeteranno nella vita di ogni giorno…

l’unica cosa che possiamo fare per staccarci da questo meccanismo assassino del tempo, è quello di provare sempre cos’è diverse da ciò che gli altri trovano normale.

(Ejay Ivan Lac)

ogni-giorno-620x415

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni