ASCOLTA ANCORA

febbraio 9th, 2013

Capovolgi il bastone della pioggia e ciò che accade
è musica che mai avresti immaginato
di ascoltare. Nel fusto di un cactus

fluiscono scroscio, chiusa – dischiusa, rovescio,
risacca. Stai lì come una canna
suonata dall’acqua, poi lo agiti

e diminuendo corre per tutte le scale
come una grondaia che smette di gocciolare. Ed ecco
uno spruzzo di gocce dalle foglie bagnate,

poi sgocciolio dall’erba e dalle margherite,
poi pioggialuce, semirespiri d’aria.
Capovolgi ancora il bastone. Ciò che accade

non lo sminuisce l’essere accaduto
una, due, dieci, mille volte.
Che importa se tutta la musica che traspira

è la caduta di sabbia o semi secchi in un cactus?
Sei come un ricco che entra in cielo
dall’orecchio di una goccia di pioggia. Ascolta ancora.

Seamus Heaney

LA NEVE E’ UN ANGELO CADUTO

febbraio 9th, 2013

La neve ha trasformato il mondo in cimitero.
Ma il mondo era già un cimitero
è la neve è solo venuta a renderlo noto.

La neve è solo venuta a indicare,
con il suo sottile dito privo di articolazioni,
il vero e scandaloso protagonista.

La neve è un angelo caduto,
un angelo che ha perduto la pazienza.

Roberto Juarroz

Non più uno sconosciuto

febbraio 9th, 2013

Parlare, parlare quante domande
tutte per capire l’uomo,
dai sorrisi troppo grandi.
I miei occhi si riempiono
di lui, è buono, silenzioso
forse l’intimidisco.
Ha l’espressione d’un fanciullo
o quello che voglio vedere,
scoprirò la sua anima sconosciuta
in un tramonto diverrò un pirata
e ruberò alla luna la parte nascosta,
quella in cui risplende l’amore.
Tu non dovrai far altro che arrenderti
al mio cuore.

(Mirella Narducci)

LE FOTOGRAFIE .

febbraio 9th, 2013

Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso un solo momento.

(Henri Cartier-Bresson)

S. Valentino

febbraio 8th, 2013

S. Valentino: un giorno che si tinge di amore o si finge d’amare?

Chi ama, ama per sempre.

Per chi ama davvero, non esiste “festa degli innamorati”, poichè ogni attimo è festa. Cosí come non esistono regali, perchè, esserci l’uno per l’altro, quello sí che è un vero DONO. Tutto il resto è finzione. Isac Randazzo

 

FRASI DI ROBERT CAPA

febbraio 8th, 2013

Come fotografo di guerra spero di rimanere disoccupato per il resto della mia vita

Robert Capa

Il corrispondente di guerra ha in mano la posta in gioco, cioè la vita, e la può puntare su questo o quel cavallo, oppure rimettersela in tasca all’ultimo minuto.
Io sono un giocatore d’azzardo

Robert Capa

Non volevo più guardare ne pensare. Decisi di cominciare a leggere un libro giallo. Ero arrivato a pagina sessantasette quando, alle dieci e un quarto la luce rossa invitò tutti a tenersi pronti. Per un attimo, mi venne la pazza idea di dire -Mi dispiace non posso lanciarmi. Devo finire il libro-.
Mi alzai in piedi accertandomi che le macchine fotografiche fossero ben fissate alle gambe con una cinghia e che la mia borraccia fosse nella tasca interna all’altezza del cuore. Mancavano al lancio ancora quindici minuti. Cominciai a pensare e pensare, ripercorrendo per intero tutta la mia vita. Come fossi in un cinema, assistendo ad una proiezione con la macchina impazzita. Vidi e sentii, in un tempo cosi breve, tutto cioè che avevo messo a fuoco, fatto e compiuto, fino a quel momento.
Mi sentivo svuotato, e avevo ancora tre minuti da riempire…Contai mille, duemila, tremila, ed ecco. Sopra la mia testa l’immagine rassicurante del paracadute aperto
Robert Capa

Ama la gente e faglielo capire
Robert Capa

L’inumano non è un uomo

febbraio 8th, 2013

L’uomo privo di umanità rinnega la sua stessa natura umana e rappresenta la morte della propria anima. Isac Randazzo

Auguri AMORE

febbraio 8th, 2013

Auguri a chi celebra l’Amore ogni giorno.

A chi soffre per un Amore sbagliato.

A chi, nonostante i sogni disillusi, crede ancora nell’Amore,

quello che fa tremare, gioire, emozionare fino alle lacrime.

A chi si tortura, pensando ad un Amore dimenticato,

sfuggito, maltrattato, calpestato, umiliato, deluso, finito.

A chi spera ed aspetta di innamorarsi.

A chi è già innamorato

e a tutti coloro per i quali, Cupido si è addormentato.

Buon S. Valentino  ♥ ℐℬ

Imma Brigante -

 

Gli uomini di una volta

febbraio 8th, 2013

Gli uomini di una volta erano quelli che passavano sotto i balconi, per vedere un sorriso ogni tanto della propria amata,
quelli che mettevano la benzina nella macchina e la consumavano tutta per vederne l’ombra al buio, senza uno sguardo ricambiato,
erano quelli che dopo aver fatto chilometri arrivavano a casa, e senza avere avuto nulla riuscivano a sognare, ad amare quella donna quasi immaginaria,
quella donna che quando sentiva il rumore della macchina si pungeva il dito per alzare lo sguardo dai loro ricami e riuscire a regalare un sorriso al suo uomo, di nascosto, di sfuggita,
gli uomini di una volta pur lottando con padri padroni delle loro amate, avevano sempre un gran rispetto per quelle figure rozze e dure, passavano dai balconi e quando a volte si incrociavano gli sguardi era sempre una sorta di sfida….
Gli uomini di una volta dopo essersi innamorati tra lo sguardo sfuggente ed un sorriso sotto un balcone, chiedevano la mano della propria innamorata a quel padre che gli aveva sempre negato il contatto fisico, la libertà.
Gli uomini di una volta prima di andare a lavorare non andavano al bar, andavano sotto il balcone come una sorta di buongiorno sotto le coperte,
passavano i loro giorni sognando la propria principessa, senza dialogo si amavano, si nutrivano da quel poco che riuscivano a darsi.
Gli uomini di una volta già da fidanzati avevano i progetti della famiglia, il senso della responsabilità, e sui balconi già vedevano i loro figli….
Oggi non ci sono più gli uomini di una volta, e sai perchè?
Perche non ci sono più le donne sui balconi ad aspettarli….

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni