13/03/13 – HABEMUS PAPAM: Jorge Mario Bergoglio – FRANCESCO I

marzo 13th, 2013

E’ stato appena eletto il 266 Sommo Pontefice Romano  ,
Con la locuzione Habemus Papam (latino: abbiamo il [nuovo] papa) ci si riferisce all’annuncio cerimoniale che il cardinale protodiacono, il primo dei cardinali dell’ordine dei diaconi, dà al popolo quando viene eletto il nuovo papa ed egli accetta l’elezione. L’annuncio viene pronunciato dalla loggia centrale della Basilica di San Pietro in Vaticano. All’annuncio segue la presentazione del nuovo papa.

(in latino)
“Annuntio vobis gaudium magnum: Habemus Papam! Eminentissimum ac reverendissimum Dominum Dominum, Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalem Jorge Mario Bergoglio, Qui sibi nomen imposuit Francescum”,

(in italiano)

« Vi annuncio una grande gioia:
abbiamo il Papa!
L’eminentissimo e reverendissimo Signore
Signor Jorge Mario Bergoglio,
Arcivescovo  di  Buenos Aires di Santa Romana Chiesa,
il quale si è imposto il nome di Francesco I»

Il cuore del clown

marzo 13th, 2013

Come un  clown esterno buon umore,

pur se nel cuore nascondo un dolore.

La tela più intima ha diversi colori:

“dipinta con tempera e pastelli,

i tratti vivi e gioiosi,

dipinta con delicati  acquerelli,

i tratti cupi e dolorosi.”

La tela della nostra vita,

bella, comunque essa sia,

è una variegata poesia,

miscela di  gradazioni e toni,

accordi e suoni.

Ma se sei in un vortice di vento,

che dice: “non è più tempo!”

Difficile è risalir la china,

tutto dentro di te declina.

Il cielo grigio e piangente,

guarda,  non dice niente,

sembra assente,

ma in silenzio solidale comprende,

e ti aiuta a risalire la corrente.

Lacrime profuse, confuse,

irrorano in sintonia le tante poesie,

un connubio di sinfonie,

per una ricarica di nuove energie.

Come un clown sorrido elargendo allegria,

pur se avvilita è l’anima mia.

Per me i veri angeli sono le persone che in certi momenti compaiono all’improvviso a dare luce alla vita. (Banana Yoshimoto)

marzo 13th, 2013

Per me i veri angeli sono le persone che in certi momenti

compaiono all’improvviso a dare luce alla vita.

(Banana Yoshimoto)

Rimani con me….

marzo 13th, 2013

Ti prego non andar via

sono sola questa notte

rimani nei miei occhi.

Nel buio il mio cuore

solitario veglia insieme

alla tristezza, del vuoto

che hai lasciato.

Sul ciglio d’un sogno, non

riesco a farti mio, ti dissolverai

in un momento, ma ti cercherò,

ascolterò il cuore e se ti troverò

sarà per sempre….

 

(Mirella Narducci)

Tu non sai … [Alda Merini]

marzo 13th, 2013

Tu non sai:

ci sono betulle che di notte levano le loro radici,

e tu non crederesti mai che di notte gli alberi camminano o diventano sogni.

Pensa che in un albero c’è un violino d’amore.

Pensa che un albero canta e ride.

Pensa che un albero sta in un crepaccio e poi diventa vita.

Te l’ho già detto: i poeti non si redimono,

vanno lasciati volare tra gli alberi come usignoli pronti a morire.

[Alda Merini]

 

Le cose che ho imparato…

marzo 13th, 2013

Ho imparato
Che crescere
non significa solo fare l’anniversario
Che il silenzio
è la miglior risposta quando si sente una stupidaggine
Che lavorare
non significa solo guadagnare soldi
Che gli amici
si conquistano mostrando chi realmente siamo
Che i veri amici
stanno con noi fino alla fine
Che le cose peggiori
spesso si nascondono
attraverso una buona apparenza
Che la natura
è la cosa più bella di questa vita
Che quando penso di sapere tutto
ancora non so’ niente
Che un solo giorno
può essere più importante di molti anni
Che si può conversare con le stelle
Che ci si può confessare alla luna
Che si può viaggiare nell’infinito
Che è salutare sentire buone parole
Che anche ad essere gentili fa bene alla salute
Che è necessario sognare
Che si può essere bambini tutta la vita
Che il nostro essere è libero
Che Dio non vieta nulla in nome dell’amore
Che giudicarsi non è importante quando realmente importa è la pace interiore
E finalmente ho appreso… che non si può morire per imparare a vivere.

William Shakespeare

Serate romane…

marzo 13th, 2013

Oggi ho voglia di passeggiare con te

in questa sera di primavera

mano nella mano, ridere delle tue battute

stupide, dei discorsi strampalati, della tua

voce calda, delle tue mani sensuali che mi

attirano a te.

Passo dopo passo, ubriachi solo di noi, sazi

di baci rubati agli sguardi della gente, indecisi

colpevoli, ridere di tutto per dei bicchieri di vino

e giù per le stradine in una grande fuga.

Fermarsi col fiato in gola, davanti ai tuoi occhi,

respirare piano, nascondendo la paura e la ragione.

In silenzio rimanere stretta a te, sotto la tua

giacca e diventare improvvisamente…. seri!!!

 

(Mirella Narducci)

Affievolire

marzo 13th, 2013

 

Mi dicevi di chiudere gli occhi, e che presto saresti tornato. E che se fino al giorno prima “eri”..poi saresti “stato”.
Ma io ho sempre avuto paura del buio, anche quando dormivo a luci accese, così li tenevo spalancati sperando bastasse questo a trattenerti. Avrei potuto toccare il tuo “fondo” in trasparenza se solo me ne avessi dato il tempo; ma dovevo immaginare che lanciarti il cuore e gli occhi addosso non sarebbe bastato per non farti svanire. E lo capivo ogni volta che provavo a ricomporti e non volevi. L’ ho capito quando non eri più tu, o forse lo eri, ma noi ci stavamo affievolendo.

Tanya Bì ©

Chiudo gli occhi…..ti vorrei

marzo 12th, 2013

Non voglio chiudere gli occhi

non voglio addormentarmi

perché mi mancheresti.

Non un secondo ne un attimo

potrei stare lontana.

Stammi accanto col pensiero

rincorri quei giorni che fusi in

quell’abbraccio, scaldavamo i

nostri corpi, mentre la vita

scorreva in noi.

Le tue mani stringevano le mie

emozioni come un profumo

scivolavano sulla pelle attraverso

il cuore le respiravo e mi riempivo

di te.

Non posso dimenticarmi di questa

magia, fatta di graffi, baci, vertigini,

carezze, partiva dal silenzio e arrivava

dove gli altri non potevano assistere.

Come in una danza ci avvolgiamo

nell’incompreso gioco dell’amore.

 

(Mirella Narducci)

 

 

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni