AMARE E’ RENDERSI DISPONIBILI PER I MIRACOLI, LE VITTORIE, LE SCONFITTE

gennaio 15th, 2013

Amare. E’ una parola che non può contemplare soltanto l’amore per un’altra persona. Amare significa mostrarsi disponibili per i miracoli, per le vittorie e per le sconfitte, per tutto ciò che accade durante ciascun giorno che ci è stato concesso di trascorrere sulla terra.

PAULO COELHO* IL MANOSCRITTO RITROVATO AD ACCRA

aldilà di uno sguardo

gennaio 15th, 2013

nelle parole puoi trovarti ad essere d’accordo con una persona, in uno sguardo puoi trovarti ad esserci complice.  allora, qual’è il modo migliore per intendersi? io capii fin da subito che di fatto il suo punto forte non sono le parole, bensì gli sguardi. con uno sguardo è in grado di far trasparire le sue emozioni, e di leggere meglio le mie. credo che lei sappia cavarsela con le parole, anche se non ci ha mai provato, magari non le servono e basta. con uno sguardo crea complicità, e senza che se ne accorga le sfioro i pensieri. è bello usare questo linguaggio, che seppur silente talvolta riesce perfino a sgridarmi o ad accarezzarmi senza muovere un dito. è una di quelle cose che non abbiamo in comune, ma che continueremo a condividere per sempre.

Rosy Gelsi

DOPO IL PRIMO FLASH

gennaio 15th, 2013

Dopo il primo flash, gli chiesi di togliersi i pantaloni, lei mi guardò e lo fece, aveva uno sguardo particolare, mi disse “Userai me per le tue copertine?” gli dissi che ne avrei scelta una, la migliore, si alzò da terra, venne verso di me e mise la mano sull’obbiettivo “così non va, io voglio andare oltre” così si tolse tutto, si risdraiò a terra, aprì le gambe e cominciò a toccarsi, gli dissi che non mi serviva nulla di tutto questo, ma lei continuava, così mi avicinai a lei, cominciai a fotografarla, sul letto, sul divano, il suo corpo si muoveva, e i capelli scivolavano dietro la schiena, mi piaceva illuminare con il flash le sue curve, con le ombre che riflettevano sul muro, si mise davanti a me, e mi tolse la maglietta “hai paura di me?” ed io risposi “non ho paura di nessuno, il mondo è sotto i miei piedi” lei sorrise, e mi prese il cellulare dalle mani, si sdraiò sul divano e mi tirò dal braccio sopra di lei “ma oggi sotto di te ci sto io”

(Ejay Ivan Lac)

PAROLE SULLA PELLE

gennaio 15th, 2013

Rimani in silenzio, perchè dentro ti te ci sono parole e pensieri che ti rubano la serenità, vorresti qualcuno che abbia la capacità di capire ciò che hai scritto sulla tua pelle, quello che dentro urla ogni giorno e ogni notte ma che non hai il coraggio di espellere, nell’aria che respiri tutti i giorni, sei così misteriosa che quasi ti catturerei, per guardare come su di te i pensieri scrivono parole, disegni e sensazioni, diverse dal mondo e da te stessa, vorrei nel buio, guardare il tuo corpo illuminarsi di calore, e poter trovare una soluzione ad ogni tuo fottuto problema, e se la gente mi chiede il perchè, gli direi che questa è la mia scelta, al mondo non deve fregare un cazzo, se io incido i suoni del mio essere su di te, per asciugare la tua malinconia, la tua tristezza e la tua consapevolezza di essere diversa.

Come la porta di qualcosa di strano, che nel mondo non esiste perchè batte solo dentro di me, di te, che viaggia a senso confuso sulla strada che alle volte risulta senza fine, la paura che quel percorso non porti da nessuna parte, e che alle volte si ferma perchè non sa dove andare, prendi la mia mano e lasciami leggere sul tuo corpo, io, ti dirò dove andare.

(Ejay Ivan Lac)

Un angelo in fuga

gennaio 15th, 2013

Andiamo dammi la mano,

percorriamo quelle strade

senza fine, voliamo via dove

ci sono speranze, dove non ci

sono regole. Insieme io e te

con le nostre illusioni, col nostro

amore, ci scambieremo parole, i

tuoi sorrisi saranno un dono e  i

fiori  impareranno  a fare  l’amore.

Voglio  fuggire  dal  mio  Eden

perché  il  mio Paradiso  è  solo con te………

 

(Mirella Narducci)

 

 

Il bello della vita …

gennaio 15th, 2013

*Il bello della vita

è esserci

anche questa mattina

e sorseggiare

i primi raggi di luce

come se fosse

un miracolo.

[E. Pearlman]*

Chiave

gennaio 15th, 2013

Il mio universo adesso ha un ordine

la chiave di quell’ordine eri tu

sei sempre stato tu.

Labi

http://leparoledilabi.blogspot.it/

NEVICA!

gennaio 14th, 2013

Scende il silenzio

in fiocchi gelati.

Scende un silenzio

che ammanta i prati.

Piove la danza

di lucciole cristalline.

Piove una danza

di mille stelline.

Fiocca la speranza

di un giorno lieve.

Fiocca la speranza

di giocare con la neve.

Monique Hion, filastrocche delle stagioni.

Quando non conto le stelle

gennaio 14th, 2013

La mia notte mi vuole sveglia,
faccio l’amore con le tue parole,
le sento chiare m’invitano ad
entrare nel tuo sogno, mi tendi
la mano, la tua follia improvvisa
mi apre l’anima e mi spezza il respiro.
Chi sei così scaltro per farmi sentire
una donna, chiunque tu sia mi tieni
vicino al tuo cuore e deponi su di me
lo sguardo lasciando il sapore delle
tue labbra sul seno, ricamando una
fitta trama che accresce il piacere.
Dolce buona notte, grazie per avermi
nutrita, pensata, amata.
Buona notte, ora la tua voce è divenuta
carezza, ho aperto gli occhi e tu scomparso,
sei nella notte.

(Mirella Narducci)

« Prev - Next »