CUORE* Mayana

maggio 6th, 2013

cuore

Ti è mai capitato di sentire che nella tua vita c’è un grande progetto in attesa di manifestarsi?
Hai mai sentito dentro te una forza propulsiva che ti dona energia nei momenti di apparente tristezza?
Quella forza proviene direttamente dal cuore e ci spinge a realizzare il nostro progetto di vita: è la forza del cuore!

Di questa forza e delle straordinarie energie che si manifestano dentro di noi ce ne parla Mayana nel libro “Cuore”.
Tutti noi possiamo intraprendere un percorso di crescita interiore capace di dissipare le paure e le ansie radicate nel profondo e trasformarle in luce ed energia propulsiva capace di cancellare le ombre delle paure.

“Le risposte di cui abbiamo bisogno sono dentro di noi, occorre solo avere gli strumenti per esplorare i nostri sentimenti più profondi e attingere così alla verità e alla saggezza del cuore.”
Mayana, Cuore

*

Tutto ti appartiene e tu sei parte di tutto cio’ che esiste.
Prendi la bellezza che ti è stata donata e risvegliati nella leggerezza… del tuo essere.
La strada c’è, le indicazioni ci sono, la direzione sei tu.
La luce, la risposta sei tu.
E’ inutile cercare ulteriori conferme di cio’ che nel profondo già sai per certo.
E se riesci a scorgere la magia della vita
anche quando pare non essercene nemmeno un barlume,
offri al mondo la possibilità di coglierla.
Mayana, Cuore

*

A volte la voce del cuore è forte e chiara, altre volte è così flebile da indurmi al silenzio. Un silenzio necessario per comprendere i sussurri del mio cuore, che sono poi quelli della mia saggezza e della vita stessa. Sono sussurri che consolano, infondono speranza e riescono a farmi cambiare prospettiva nelle sfide che a volte l’esistenza mi riserva.
Mayana, Cuore

*

Abbandona la tua debolezza e la tua disperazione
e trova la pace nell’unico momento che esiste.
Il presente, adesso.
E’ tutto a posto adesso, hai sentito?
Adesso è tutto a posto…
Respiralo.
E’ tutto a posto adesso, è tutto a posto.
Senti come ti rilassa questa certezza, lascia che ti rilassi.
Rinuncia alla necessità di credere
che il presente non sia degno di essere vissuto in tranquillità.
Che non sia degno di essere accolto…
Non c’è niente di più falso…
Adesso… sempre adesso.
Non c’è altro.
Mayana, Cuore

*

L’amore è presente sempre e dovunque: invocalo dentro di te.. Sii con lui un tutt’uno e niente sarà più impossibile.
La vita è meravigliosa!
Non aspettare i tuoi ultimi giorni per preferire l’amore a qualsiasi altro diversivo che ti depisti verso la negatività e il ristagno dell’energia vitale.
Mayana, Cuore

*

La mente sbriciola il mondo in milioni di pezzi.
Il cuore li rimette insieme.
Mayana, Cuore

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Cuore di Mayana

Messaggio di Mayana:

Stai dritta e sia determinate per cosa tu credi, parla la tua verità con gentilezza e amore.
Rispetta il fatto che alti non possono essere sempre d’accordo con te.
Pero ti devi prendere cura di te, e quando lo fai, dopo quello riesci prendere cura del resto nel mondo E credimi ….So che non è sempre facile, pero dai, vai dritto per il tuo obbiettivo. Potrebbe essere che tutto il tuo mondo ci gira in modo giusta per te

Il tuo cuore sa esattamente perché leggi questo messaggio oggi….

Mayana

*

Il Tuo cuore sa tutto riguardo l’amore,
quindi è importante ascoltarLO.
Coltivare l’abilità per farlo non è difficile.

Sii silenziosa con il tuo essere e troverai alcune risposte nella tua mente.
Pero sarà la completa verità appena coincide con le risposta del tuo cuore

Il TUO cuore mantiene saggezza,
Il TUO cuore sa cosa fa bene per te.
Il TUO cuore vede oltre l’orizzonte della memoria.
Mayana

*

Cuore Mayana Cuore
Dalla paura all’amore: un percorso di crescita interiore
Mayana

Compralo su il Giardino dei Libri

IL FILO DELL’INFINITO

maggio 6th, 2013

libero-volo

Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell’infinito

Victor Hugo

SOFFERENZE

maggio 6th, 2013

flauto_al_tramonto

Ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa

Vitaliano Brancati.

FRASI Giulio Andreotti

maggio 6th, 2013

giulio-andreotti3

Giulio Androtti muore alle 12,25 di lunedì 6 maggio 2013 a 94 anni.

Non sono pronto. Spero di morire il più tardi possibile. Ma se dovessi morire tra un minuto so che nell’aldilà non sarei chiamato a rispondere né di Pecorelli, né della mafia. Di altre cose sì. Ma su questo ho le carte in regola.
Giulio Andreotti

*

La libertà vera ha un intrinseco contenuto di moralità, irrinunciabile.
Giulio Andreotti, Spunti di riflessione

*

La cattiveria dei buoni è pericolosissima.
Giulio Andreotti

*

L’umiltà è una virtù stupenda. Ma non quando si esercita nella dichiarazione dei redditi.
Giulio Andreotti

*

Sia i miopi che i presbiti, in politica, sono pericolosissimi.
Giulio Andreotti

*

Il potere logora chi non ce l’ha.
Giulio Andreotti

*

Di feste in mio onore ne riparleremo quando compirò cent’anni.
Giulio Andreotti

Amore eterno

maggio 6th, 2013

Ho trovato un posto

accanto al tuo cuore,

e vi ho lasciato il mio.

Di sincerità lui si nutre

e vive, cerca in te l’oasi

sempre verde, dove l’erba

non nasconde serpenti e i

cespugli di rose sono senza

spine e l’ape non ha pungolo,

cieli limpidi dove l’anima si

abbandona e l’amore si fa forte!

Voglio potermi consolare in

questa verità, sicura che il tuo

amore sia vero, uscire dalla fangosa

palude delle menzogne.

Vicino al tuo cuore sincero respirare,

allargando il petto, libera dall’afa di

pigri letarghi e le tue labbra, sentirle

giurare amore eterno.

L’eternità non è soltanto di Dio, ma

di tutte le labbra degli innamorati!!

 

(Mirella Narducci)

Amore  eterno

Anna Karenina * Lev Tolstoj

maggio 5th, 2013

Lev_Tolstoj

Le famiglie felici si somigliano sempre l’una con l’altra: ogni famiglia infelice lo è in un modo particolare.

 ***

Non c’era nessuna risposta, altro che quella che la vita dà a tutte le questioni più complicate e insolubili. E la risposta è questa: bisogna vivere secondo le necessità della giornata, cioè, dimenticare. Dimenticare nel sogno non è più possibile, almeno finché venga la notte: impossibile ora tornare a quella musica che cantavano le donne-ampolle; dunque bisogna dimenticare nel sogno della vita.

 ***

- Per me siete ripugnante, abbietto – urlò lei, riscaldandosi via via che parlava. – Le vostre lacrime sono acqua. Non mi avete mai amata, non avete né cuore né generosità. Per me siete un essere turpe, obbrobrioso… Mi siete diventato estraneo, sì, assolutamente estraneo – e pronunziò quella parola estraneo, che per lei era tremenda, con lo strazio e la rabbia nella voce.

***

Egli la guardò e l’esasperazione che le era dipinta in viso lo sorprese e lo spaventò. Non capiva che era stata quella pietà che egli le aveva dimostrato che l’aveva irritata così. Aveva veduto soltanto pietà, non amore in lui. «Mi odia, non perdonerà», pensò Stepan Arkad’evič, e proruppe: – È terribile, terribile!

 ***

Levin arrossì a un tratto, ma non come arrossiscono le persone adulte, appena appena, quasi impercettibilmente, ma come arrossiscono i bambini quando capiscono che si ride della loro timidezza, e allora s’intimidiscono e arrossiscono ancora di più, quasi fino alle lacrime. Ed era così penoso vedere quel viso intelligente, virile, ridotto in quello stato di bambino, che Oblonskij smise di guardarlo

 ***

Levin era innamorato, e perciò gli pareva che Kitty fosse tale una perfezione per ogni riguardo, una creatura tanto più alta di ogni altra sulla terra, e lui un essere così inferiore, così nullo che non poteva ammettere il pensiero che ella stessa e gli altri lo credessero degno di lei.

***

Dopo aver passato due mesi a Mosca come in un sogno, vedendo quasi ogni giorno Kitty in società, dove egli aveva cominciato ad andare per incontrarsi con lei, a un tratto decise che la cosa non poteva essere e partì per la campagna.

 ***

La convinzione di Levin che la cosa non potesse farsi era basata sull’idea che i genitori di lei dovessero trovarlo un partito non conveniente, non degno della deliziosa Kitty e che Kitty stessa non potesse amarlo. Agli occhi dei genitori egli non aveva una carriera definita, né una posizione mondana, mentre i suoi compagni, i suoi coetanei, erano chi colonnello e aiutante di campo dell’imperatore, chi professore d’università, chi direttore di banca, chi aveva un alto posto nelle ferrovie, chi era presidente di tribunale, come Oblonskij: e lui invece doveva apparire agli altri, lo sapeva bene, un semplice proprietario che si occupava dell’allevamento delle vacche, della caccia alle beccacce, di costruzioni, cioè un giovanotto senza qualità personali, incapace a tutto, e che faceva quello che fanno coloro che non hanno saputo trovare una via.

 ***

La deliziosa Kitty, nel suo nimbo di mistero, non poteva amare un uomo brutto come lui si credeva di essere, e specialmente un individuo qualunque, buono a nulla.

 ***

Scese, evitando di guardarla come si evita di guardare il sole, ma la vedeva come si vede il sole anche senza guardarlo.

 ***

Che vuoi? Il mondo è fatto così.

 ***

- Il mio solo conforto è quella preghiera che ho amata sempre: «Perdonami, non secondo i miei peccati, ma secondo la tua misericordia». E soltanto così lei mi può perdonare.

 ***

- Ecco, vedi, tu sei un uomo tutto d’un pezzo – disse Stepan Arkad’evič. – È la tua grande qualità e il tuo difetto. Hai un carattere intero e vorresti che la vita fosse tutta d’un pezzo come te, e questo non è. Disprezzi il servizio dello Stato perché vorresti che l’attività dell’uomo avesse sempre uno scopo preciso, e questo non è. Vorresti che l’amore e la vita coniugale fossero una cosa sola, e questo non è. Tutta la varietà, tutta la gioia, tutta la bellezza della vita sono formate di ombra e luce.

 ***

Riconosco i cavalli ombrosi dalla marca e gl’innamorati dagli occhi

 ***

- Che bella età è la vostra! – riprese Anna. – Mi ricordo quella nebbia azzurra che somiglia a quella che appare sulle montagne della Svizzera. Si vede tutto attraverso quella nebbia nell’età beata che è al termine della fanciullezza, dove pare che tutto debba essere così bello!… Chi non ha camminato attraverso questa nebbia?…

***

Romanzi - Vol. 2: Anna Karenina­; La Felicità Familiare­; La Sonata a Kreutzer Romanzi – Vol. 2: Anna Karenina­; La Felicità Familiare­; La Sonata a Kreutzer

Lev Tolstoj

Compralo su il Giardino dei Libri

Il cuore si riprendera’
IL SENTIMENTO E’ UN FIORE

maggio 5th, 2013

Il sentimento è all’interno di un vaso, con il calore del cuore lo si scalda facendo crescere un piccolo fiore, un sentimento che sale e si trasforma diventando un fiore più grande, e quando è bello fiorito lo si dona a qualcuno, se gli darà molta cura allora avrà un fiore raro e stupendo che gli cambierà la vita, se invece quel fiore diventerà nero e morirà, vuol dire che quel qualcuno non è in grado di apprezzare, ne sa cosa vuol dire amare.

(Ejay Ivan Lac)

SENTIMENTO

 

CONTINUARE

maggio 5th, 2013

Quando rinunci a qualcuno significa che, tutto sommato non era tutto questo mondo fantastico che vedevi, invece quando non molli la presa, anche se la situazione diventa difficile e pur di farti male, molto male, continui ad avere la forza di dimostrare la sua importanza, allora, hai trovato quel mondo fantastico che immaginavi solo chiudendo gli occhi, la giusta e vera frequenza per amare qualcuno.

(Ejay Ivan Lac)

CONTINUARE

 

« Prev - Next »