L’UNICA OSSESSIONE CHE VOGLIONO TUTTI: L’AMORE

giugno 19th, 2013

1070008.tif

L’unica ossessione che vogliono tutti: «l’amore». Cosa crede, la gente, che basti innamorarsi per sentirsi completi? La platonica unione delle anime? Io la penso diversamente. Io credo che tu sia completo prima di cominciare. E l’amore ti spezza. Tu sei intero, e poi ti apri in due.

Philip Roth

E’ il silenzio che ….

giugno 19th, 2013

libro tanya bì

E’ il silenzio che scuote l’ animo delle persone e non futili parole che sovente risuonano senza valore. Il silenzio spesso è l’ unico vero atto linguistico.

Tanya Bì ©

COME DOVREBBE ESSERE

giugno 19th, 2013

Voglio che ti fermi un attimo a pensare, tu che stai leggendo queste parole, voglio portarti nel mondo che dovrebbe essere, prova per un attimo ad immaginarti tutto mentre leggi, ora tu come stai? ti senti triste, può darsi che tu ora stai lavorando, o pure, nel peggiore dei casi, stai senza una lira, chi potrebbe stare meglio? tu che non lavori o chi lavora?

Potrei dirti che potresti stare molto meglio se non lavorassi, immagina un mondo senza soldi, dove tutti restano a casa con tutti i beni possibili, fatti da persone che, costruiscono e realizzano idee fantastiche per migliorare la vita di tutti, un mondo senza denaro, cancellerebbe la guerra, la cattiveria, l’odio, la povertà, non esisterebbe la superiorità, la superficialità, un mondo dove tutti aiutano tutti, le macchine lavorano al posto degli esseri umani, menti che realizzano un bene per il gusto di averlo creato, prova ad immaginare, di creare un super televisore, non per i soldi, ma per la tua soddisfazione personale, e renderlo disponibbile all’interà umanità.

Le menti ingeniose potrebbero così realizzare quello che i soldi non gli permettono di fare, non si userebbe più il petrolio, si avrebbero città meravigliose, contornate da palazzi altissimi che non hanno un costo, ma fatti solo per la voglia di creare qualcosa di straordinario per il bene dell’uomo, diventeremmo così una creatura che vive su un pianeta, in pace e serenità, aiutandoci l’uno con l’altro, niente più ideologie diverse, non ci sarebbero vanità, gelosia, disprezzo, odio, nessuno sarà diverso dall’altro, perchè tutti avranno tutto, niente più politica, niente banche, niente bollette da pagare, paura di fallire, paura di morire in mezzo ad una strada, ogni uno fa qualcosa per il bene di tutti, per vivere felici, in un mondo fatto di bene e uguaglianza, dove la natura sarà meraviglia, dove gli esseri umani non lavorano ma si godono la vita, senza ansia e senza paura.

Possiamo farlo, si può fare, se il mondo nello stesso momento si ribella senza sangue, senza guerra, bruciando semplicemente i soldi e rifiutandosi di lavorare, crollerebbero le banche, e la politica non avrebbe motivo di andare avanti, finirebbero le guerre, in quel momento, quando il mondo sarà bloccato dal popolo per giorni, settimane, mesi, la piramide darà l’ordine, ai militari e polizia, di gettare la spugna, e far cadere le armi, perchè non ci sarebbe più nulla da risanare, e loro, lascerebbero per sempre il loro trono.

(Ejay Ivan Lac)

città del futuro

La Natura )O(

giugno 18th, 2013

935919_476690912410733_40615773_n

 

 

La natura è il vestito che la Dea sceglie per mostrarsi a noi… Senza le sue meraviglie non vedremmo nulla della sua materia…

La Soffitta delle streghe )O(

Deliziami……

giugno 18th, 2013

Il brivido che è dentro di me

mi toglie il respiro, sottile

accarezza l’anima la spoglia,

proibita la tua carne sembra

urlare cattivi pensieri che

scivolano sulle tue gambe.

Sorpreso dalla tua felina,

animalesca voglia lascio alle

tue tentazioni l’arbitrio di un

tuo invito.

L’andatura in bilico, dall’alto

della tua natura regala ai

miei sguardi il dolce frutto che

trasforma la dolcezza in desiderio,

cupidigia di insaziabili arsure,

cerco nelle lievi fenditure del tuo

corpo l’ambrosia, il nettare che

sazia ogni bramosia.

Rubo come un ladro quello che fa

di te “capra Amaltea” non mitologica,

ma terrena fonte di delizie.

 

(Mirella Narducci)

 

Deliziami......

 

 

365 giorni

giugno 18th, 2013

Un anno.
365 giorni esatti.
E cosa ho scelto di fare io?niente,aspettarti pazientemente dico,scrivono,urlano,pensano.Invece no,aspettarti INpazientemente,perchè corro,scappo,penso a tutte le altre cose che a volte mi sembra di perdere…a volte ce la faccio ma poi nelle notti più tranquille torni.Torna il tuo pensiero a farsi sentire su di me,il tuo odore,i tuoi gesti.
Ma che scelta è questa??non è una scelta e basta, o forse sì…e poi ci sono le loro domande:perchè aspetti?perchè non fai nulla?
Ma loro non lo sanno.Perchè rincorrere qualcosa che non si fermerà mai più di un istante?Allora ricominciano:cercalo…Ma io non sto giocando con te,e poi perchè cercarti?Non sei disperso,sparito.Che senso ha vivere questa vita di ricerca?Nessuno.Non ha senso cercarti come non ha mai avuto senso tutto questo,compresi i miei sogni,le speranze,le lacrime,io,tu,NOI.
Non ti cerco perchè non si va alla ricerca di qualcosa senza aver trovato se stessi.Si cerca qualcosa che si aveva e si è perso,io non avevo niente ed ho perso tutto.Ed ora? la vita,il tempo,mille ricordi indelebili…nessuna fermata.
Foto

I tuoi desideri…

giugno 18th, 2013

“I tuoi desideri, a volte, vengono imprigionati nelle convenzioni e nelle ragioni degli altri e, per liberarli e ricominciare a sognare, hai bisogno di rifare il percorso affinchè  rientrino nel tuo cuore.” (Alessia S. Lorenzi da “Dendrohn, un mondo fantastico”)

per sito cop

I Fiori più Profumati

giugno 18th, 2013

Alle volte, i fiori più profumati

  crescono sulle rive più impervie e sconosciute,

  ma non per questo passano inosservati

  ad un occhio attento! “

IMG_1079 copia_1024

 

VORREI ESSERE LA MANO CHE TI PROTEGGE

giugno 18th, 2013

mani

Vorrei essere almeno la mano che ti protegge – una cosa che non ho mai saputo fare con nessuno e con te invece mi è naturale come il respiro.

Cesare Pavese a Bianca Garufi, 21 ottobre 1945

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni