Cos’è l’amore…….

aprile 27th, 2013

Cos’è l’amore…. l’hai descritto

in ogni sua sfumatura, lo hai

dipinto, disegnato con colori

diversi, soavi.

L’hai sognato, cercato in tutte

le sue forme dalle più ingenue,

a quelle più sensuali.

Lo vuoi l’amore, come ogni

creatura, col tempo lo rimpiangi,

ma lui ti è ormai sceso nell’anima

e non invecchia, ti accarezza, ti

commuove e quando ti dice “Ciao

devo andare” non lo accetti, lo

supplichi con le lacrime agli occhi,

lo maledici e questo perche hai

amato, hai provato quanto la tua

vita senza di lui sia vuota…..

Dimmi, tu lo conosci l’amore…….

 

(Mirella Narducci)

Cos'è  l'amore......

 

 

Je t’aime

aprile 27th, 2013

Amo il silenzio e i grandi

orizzonti, la pace intorno.

L’aria mi porta i profumi

della vita, lieve ne smorza

gli eccessi.

Somiglio ad una barca senza

remi, che si lascia andare alle

correnti, il torpore e l’indifferenza

fanno della mia rotta, la via più

solitaria.

Addormentata, nella pace d’un

silenzio così troppo desiderato

mi cullo nella speranza che il

mio mattino sia luminoso come

il sole che ora è alto nel cielo.

Questo legno andrà ramingo fin

dove muore il giorno e i colori dei

suoi tramonti caldi come i tuoi

sguardi non mi lasceranno andare

alla deriva, sicura li troverò

ad un molo, ad aspettarmi!!!!

 

(Mirella Narducci)

Je  t'aime

L’amore sei Tu

aprile 27th, 2013

L’amore non è solo sulle labbra da baciare

non è solo negli occhi da guardare.

l’amore è nei piedi da accarezzare

nella spalla semi nuda da baciare

l’amore e stringersi le mani con gli occhi chiusi

tremare…e non avere freddo

l’amore è il non toccarsi e sentirsi addosso

l’amore è in una passeggiata

o stare seduti a raccontarsi

l’amore e sentirsi sazi senza aver mangiato

l’amore è il cuore che ti scoppia quando lei non c’è

l’amore e non sentire il bisogno di far l’amore

l’amore è il cuore pieno di dolcezza

che ti basta, ma dopo due secondi ti manca…

l’amore è la condivisione dei momenti, dei ricordi

l’amore è il sentirsi vicini quando si è lontani

l’amore è nei sorrisi e nelle lacrime

l’amore è il destino che “odiamo” e che amiamo

l’amore è la speranza racchiusa nel tuo cuore

l’amore e sognare di stare in un isola deserta con te

e scoprirla tra la gente che ci guarda

l’amore è il tempo che scorre

e noi sempre lì…fermi ad ascoltarci i nostri corpi

l’amore è un emozione

è l’attimo

è in quell’attimo desiderare che il tempo si fermasse…

l’amore non è stare davanti ad un tramonto e dirsi Ti Amo

l’amore è stare nel posto più “insignificante” che c’è

e starci bene, meravigliosamente bene

l’amore è tutto questo e molto altro ancora

l’amore e nel….”ciao devo andare”

l’amore sei tu…

 

 

Invano

aprile 27th, 2013

Invano sto seduto davanti al telefono fissandolo.

Invano!

Non lo sentirò più squillare,

non sentirò più la sua voce melodiosa

giungermi attraverso quell’inutile aggeggio.

La sua voce l’ha rubata il vento, portandola lontano…

là verso ovest,

fra gente che non conosco e conoscermi non vuole.

Invano tendo l’orecchio!

Invano m’aggrappo al vento!

Invano!

(1974)

 

NON ABBIATE PAURA DI SOGNARE COSE GRANDI

aprile 27th, 2013

grandi sogni

Cari giovani, non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato! Non abbiate paura di sognare cose grandi!

Papa Francesco

La solitudine dell’anima

aprile 26th, 2013

 

Momenti dell’anima che si sente

perduta, disorientata.

Confusa precipita in quel limbo

dove angeli senza nome aspettano

pazienti nuove ali per riprendere

il volo.

E’ una ricerca la sua che la porta a

confondersi in una musica, o nei

sorrisi umani, così rari o finire in

un delirio totale, sempre per appagarsi

per comprendere di cosa essa sia fatta.

Anima impalpabile, piena di fremiti, di

opache certezze, si lascia indossare

come un vestito di petali di rose e nelle

sue tasche conserva gelosa i tuoi sguardi,

le tue parole, le tue carezze.

Lei vorrebbe donarti la donna che sono,

complicata, fai tuo il mio respiro, e

la mia anima, è ormai tua.

 

(Mirella Narducci)

 

La solitudine dell'anima

 

 

 

FOTOGRAFIA ED EMOZIONE

aprile 26th, 2013

fotografia

Di fronte alla fotografia può sembrare di essere, o di sentirsi divisi tra due fronti principali che si potrebbero riassumere con due esempi:

il primo con la famosa immagine di Robert Capa delle donne che cercano notizia dei loro cari scomparsi in guerra mostrandone la fotografia ai reduci, con tutta l’emozione che carica questo effetto di realtà che la fotografia ha sempre avuto e ha sempre significato, e d’altro canto, con l’implicazione inevitabile della scomparsa, rapporto con la morte e il passato che non può non comportare; il secondo con un’osservazione che Alberto Giacometti amava ripetere, che diceva che lo avevano sempre sorpreso gli artisti astrattisti che ti mostrano la fotografia dei loro figli! Lui, Giacometti, che astrattista non era, nelle fotografie non vedeva più la “somiglianza” con ciò che rappresentano, ma soltanto macchie bianche e nere sparse su un supporto di carta: l’unicità della fotografia legata all’individualità del rappresentato si contrapporrebbe così alla sua invisibilità, irriconoscibilità totale. Oppure ancora si può prendere la fotografia come oggetto nostalgico e melanconico per eccellenza. Con il suo particolare rapporto con il tempo passato e trascorso per sempre ma trasformato in immagine, con il suo senso della perdita, del vuoto, e insieme del possesso intimo e dell’impulso alla sostituzione, pretesa di esaustività, di archiviazione totale, o, al contrario, come luogo dell’abiezione e della depravazione più profonda e radicale, come non esita a scrivere Thomas Bernard, per il quale la fotografia mostra solo l’istante grottesco e comico, falsificazione completa e mostruosa della natura, della realtà e dell’uomo.

In realtà le posizioni possibili di fronte alla fotografia sono veramente molte,  e molte sono state , una più stimolante dell’altra.

Corpo e figura umana nella fotografia* Elio Grazioli

 

La fotografia

aprile 26th, 2013

La fotografia è un istante catturato dai Poeti del Tempo.
E’ scrivere gli attimi per regalarli al futuro.

S. Littleword

images

FRASI BICICLETTA

aprile 26th, 2013

bicicletta su un prato fiorito

Adoro andare in bicicletta, vedo cose che altrimenti non avrei mai visto. Le vie hanno doppi sensi anche dove ce n’è uno solo.
Stephen Littleword, Piccole Cose

*

La bicicletta è bella per quello che ti può dare. Ti fa stare bene, ti dà la possibilità di sentire, di parlare, di vedere il mondo da un’altra angolazione. La bicicletta ti fa tornare indietro nel tempo. Ti fa tornare ragazzo.
Davide Cassani, in Piero Fischi, Ciclismo. Allenamento e alimentazione, 2002

***

La bicicletta insegna cos’è la fatica, cosa significa salire e scendere – non solo dalle montagne, ma anche nelle fortune e nei dispiaceri – insegna a vivere. Il ciclismo è un lungo viaggio alla ricerca di se stessi.

Ivan Basso

***

Le biciclette sono catalizzatori sociali che attraggono una categoria di gente superiore.

Chip Brown

***

Il piacere della bicicletta è quello stesso della libertà. Andarsene ovunque, ad ogni momento, arrestandosi alla prima velleità di un capriccio, senza preoccupazioni come per un cavallo, senza servitù come in un treno. La bicicletta siamo ancora noi che vinciamo lo spazio e il tempo.

Alfredo Oriani

***

La bicicletta è l’immagine visibile del vento.

Cesare Angelini

***

La bicicletta è il mezzo di trasporto più civile che l’uomo conosca. Altre forme di trasporto diventano ogni giorno più da incubo. Solo la bicicletta resta pura di cuore.

Iris Murdoch

***

La bicicletta ha un’anima. Se si riesce ad amarla, vi darà emozioni che non dimenticherete mai.

Mario Cipollini

***

Il peggior nemico delle biciclette non sono le automobili, sono i pregiudizi.

Margot Wallström

***

Santa bicicletta: sempre lei protagonista. da bambini e da grandi, da amatori e da campioni. Non serve farle un monumento. Nel cuore c’è già.

Candido Cannavò

***

bicicletta

« Prev - Next »