Auguri di Capodanno alle Donne e Amiche

gennaio 1st, 2017

auguri-capodanno-donne

Lo dedico a voi donne, siate forti, caparbie,
fragili, sognatrici, guerriere silenziose.
Così incredibilmente potenti da credere
che il destino del mondo sia nelle vostre mani,
perchè lo è davvero.
Credete nella vostra fede, nel vostro destino nel mondo.
Disegnate la vostra via e percorretela con chi amate,
non accettate zavorre.
I sogni costano fatica e i vostri sogni solo voi potete sognarli quel tanto che basta per trasformarli in realtà.
Siate camminatrici instancabili, tessitrici laboriose,
artigiane d’amore.
Voi siete la culla del mondo, la speranza
perchè ogni anno sia un anno ricco di meraviglia!
Ballate la vostra danza e abbiate il coraggio
di essere felici!

Stefania Parolin

PromessAugurio

dicembre 26th, 2016

tanya-bi-frasi-auguri

L’Augurio migliore che voglio farmi per questo nuovo anno a venire, è la Promessa di essere più buona..con me stessa.

Tanya Bi

Fiocchi di neve

dicembre 20th, 2016

tanya-bi-frasi

E se invece i fiocchi di neve lo facessero apposta a cadere dal cielo, per baciarci la punta del naso?

Tanya Bi

NOTTE DI NATALE

dicembre 12th, 2016

isus

Questa notte
non è uguale alle altre..
E’ l’annuncio del bambin Gesù !
Nel cielo miriade di stelle
illuminano la grotta
al cospetto del Messia
Danzano cantano
Gloria
al coro degli angeli
nenie celesti
annunciando la buona novella
Amore pace speranza
i doni per la pace nel mondo
Lui è la luce che alberga in ogni cuore
Lui il redentor
venuto tra noi
per l’amore eterno !
il re dell’universo
che placa i cuori aridi
E’ Natale !
al candor sceso dal ciel
coronando il nome di Gesù !
Auguri!
gioie e serenità possa elargire
la poesia delle feste
a tutte le famiglie del mondo!

A cuore aperto

dicembre 6th, 2016

A cuore aperto, nella notte
e il vento contro come botte
di immagini gli occhi pieni,
nei miei pensieri i tuoi respiri.
Sguardi, sbagli
che se fosse facile interpretarli
che se fosse facile abbandonarsi
e poi fuggire senza rimorsi
senza più morsi.

Attimi senza Tempo

ottobre 10th, 2016

Anna Biason Yoga

“Adoro gli attimi senza tempo dove la Bellezza zittisce la mente e i pensieri superflui perdono ogni senso”

Anna Biason

Photo “Yoga in the lake” @Marta Andreatta

LA CAMOMILLA

ottobre 6th, 2016

La camomilla bollente sul tavolo, seduto in cucina, con la luce accesa, il resto della casa è al buio, anche il cane dorme…

Soffiando nella tazza, vedo gli occhi riflessi, e lo sguardo viene catturato dal rumore delle lancette, provenienti dall’orologio appeso al muro, il primo pensiero, un insieme di immagini passate, dopo una ventina di lancette, appare il presente.

Quel tempo attuale incerto, che si fa capire a tratti, e alle volte, nasconde ogni chiarezza, mentre fuori una leggera aria muove gli alberi, ogni foglia, parla, ogni ventata, indica, le giuste parole da dire domani, ispirazioni per affrontare ogni situazione.

Forse il cane, ha sentito i miei pensieri, arriva in cucina, si stiracchia e mi guarda, come se capisse, il mio leggero disagio di questo tempo, e gli chiedo “che devo fare?”

Al primo sorso di camomilla, mi accorgo, quanto è fredda, troppo tempo per pensare, invece di agire…

(Ejay Ivan Lac)

camomilla-tazza

LA MIA ARTE

ottobre 6th, 2016

Sai, per me la musica è l’unica fonte di salvezza in un mondo fatto di stereotipi, è come una stanza in cui posso chiudermi quando sono triste, quando il mondo mi va stretto, così come la scrittura, che è la mia comunicazione con il mondo.

La mia arte mi porta al sicuro, in quel luogo che nessuno può vedere, quella profondità che non puoi toccare se non hai i miei stessi occhi, nutro questa arte con le mie emozioni, nutro, le mie scritture con i miei sentimenti…

E sono fiero di questo, fiero, di sentire vibrazioni.

(Ejay Ivan Lac)

notte

Io ti racconterei del mare…

settembre 15th, 2016

fb_img_1458837306583Io ti racconterei del mare.
Del risvolto dell’onda che m’accompagna ad ogni passo sopra al tuo. Ti direi di come cambia il vento, ma non la mia rotta e il mio orizzonte verso te.
E di come soffia forte, a volte questo vento, come a volerla piegare la mia vela. Ma il vento non lo sa, di come l’ho legata stretta al polso, e tu l’hai annodata forte al tuo.
Lui non lo sa, che dove inizio io, poi continui tu.
Ricordi la fatica e l’emozione nell’issarla?!Tu che contavi isole azzurre, ed io che la riempivo con ali e nidi di gabbiano per farla volare ancora più in alto. Ma il vento questa notte soffia forte e non lo sa, che io sono da sempre un bravo marinaio, e tu da sempre..la mia ancora di salvezza.

Tanya Bi ©

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni