Il nostro valore…

ottobre 24th, 2013

Noi non siamo merce che si valuta “a peso”…Il nostro valore non aumenta se possediamo di più, ma (strano, sembra un paradosso!) il nostro valore cresce quando riusciamo a donare di più: che sia cibo, amore, un sorriso o, semplicemente, un po’ del nostro tempo.  (Alessia S. Lorenzi)

(Tutti i diritti riservati – E’ vietata la riproduzione, anche parziale, del testo o parte di esso senza la citazione dell’autrice)543460_359516127480105_1181970898_n

FRASI SULLA SALUTE

ottobre 24th, 2013

salute

La cosa più importante è la salute. Quante volte l’abbiamo sentita questa questa frase? eppure quando il minimo ostacolo sul nostro cammino rende più difficile il viaggio ce ne dimentichiamo. Abbiamo spalle forti e gambe robuste, ma ci manca la voglia di proseguire, facciamo i capricci come i bambini che si annoiano perchè hanno tutto. Basterebbe solo pensare: “ho la salute dalla mia parte, posso provare e riprovare”. E’ profondamente egoista evitare il pensiero che nella vita c’è chi ha meno fortuna di noi, chi soffre per motivi seri e irrimediabili. Chi lotta per sconfiggere il cancro, o chi non ha mai visto la luce di una bella giornata di sole, chi non arriverà a vent’anni e non saprà mai il significato di vecchiaia.
Se la tua salute è buona smetti di dare importanza alle paranoie mentali del momento. Qualsiasi crisi si risolve, qualsiasi delusione è passeggera. Sei forte e hai una vita davanti. Vivila tutta!
Anton Vanligt
***

Salute è solo ascoltare gli ordini della nostra Anima.
Edward Bach, Libera Te Stesso

***

Un po’ di salute ogni tanto è il miglior rimedio per l’ammalato.
F. Nietzsche
***

La vecchiaia nuoce gravemente alla salute.
Pino Caruso
***

Non chiedere di avere una salute perfetta, sarebbe avidità. Fai della sofferenza la tua medicina, e non aspettarti una strada senza ostacoli. Senza quel fuoco la tua luce si spegnerebbe. Usa della tempesta per liberarti.
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra
***

Quello che mi sorprende degli uomini è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.
Dalai Lama
***

La vera salute deve accadere dentro di te, nella tua soggettività, nella tua consapevolezza, perché la consapevolezza non conosce né nascita, né morte: è eterna.
Osho

La musica è…

ottobre 24th, 2013

La musica è come un treno  che ti conduce  attraverso i sentieri del tuo cuore e della tua anima colmandoti di emozioni e sensazioni ad ogni fermata dove ritrovi parte della tua vita.   (Alessia S. Lorenzi)

(Tutti i diritti riservati – E’ vietata la riproduzione, anche parziale, del testo o parte di esso senza la citazione dell’autrice)

quando-la-musica-ci-eleva-a-dio-feat

 

 

Una ragione per i nostri stati d’animo, c’è. Sempre.

ottobre 24th, 2013

Una ragione per i nostri stati d’animo, c’è. Sempre. Ma troppo spesso non vogliamo ri-conoscerla, la rifiutiamo, la teniamo nel profondo dove non possiamo decifrarla. La verità è semplice. Ed è che se vogliamo conoscere l’origine del nostro dolore dobbiamo guardare dentro di noi senza pietà, cercando con sincerità anche le ipotesi più sgradevoli, perchè spesso sono quelle vere. Poi, una volta scoperte, dobbiamo accettarle, rinunciare alla nostra pretesa di perfezione….Se siamo in grado di farlo, allora anche i nostri demoni interiori si acquieteranno…sapranno di non poter fare più paura, tristezza, rabbia, perchè….sono stati scoperti
Elitheo Carrani – DSE personal coaching
vincere

 

Passato, presente e futuro. )O(

ottobre 24th, 2013

1378387_422754434491493_1800899302_n

 

La soffitta si concede un té. Musica rilassante. Uno scorcio al presente, una domanda al passato e un frammento del futuro. Voi cosa chiedereste ai Tarocchi?)o(

LaSoffittaDelleStreghe )O(

Nel corpo della Dea

ottobre 24th, 2013

tumblr_mtlcalFx0a1simyeto1_r1_400

 

 

 

Ho preso per mano la Dea e ho camminato nel bosco. Al mio fianco o sopra di me o sotto di me Lei chiarifica il cammino.

Ho camminato tra le cosce umide della Dea, nella caverna primaria: nel loculo e nel ventre, nell’umidità. Ho guardato tra i crateri lunari, ho sentito le maree, il sangue versato, il Flusso. Ho seguito la sua magia, ho seguito l’odore di natura selvaggia. Ho sentito le vibrazioni del cosmo e adesso sono dentro di lei, dentro ogni cosa. Io sento. Tu stai ascoltando?

di Laudes alla Triplice Dea riadattato dalla La soffitta delle streghe

Giorno )O(

ottobre 24th, 2013

6945_372138759553061_1658618972_n

 

Buongiorno in Soffitta, buongiorno in qualunque luogo e momento, che le vostre vite siano piene delle benedizioni della Madre )O(

Vi state ponendo il problema di cosa fare quando c’è una persona negativa?

ottobre 23rd, 2013

Vi state ponendo il problema di cosa fare quando c’è una persona negativa? Argomento difficile, è vero. Occorre però sempre tener presente che dentro ogni negatività c’è una sofferenza che la causa….e spesso chiamiamo negative solo le persone che non siamo capaci di trattare….In una certa misura c’è sempre uno spazio possibile di comunicazione se lo si vuole trovare, perchè tutti, e di questo sono sicuro, vogliamo evitare di soffrire…e spesso, anche troppo spesso, si esclude semplicemente quello che non si “allinea”, magari dimenticando che forse questo conflitto potrebbe essere proficuo per tutti. Comunque se proprio non si riesce a recuperare un rapporto allora è meglio romperlo.
(Elitheo Carrani – DSE personal coaching)

negativapersona

FRASI SULLA GIOVINEZZA

ottobre 23rd, 2013

481428_386719581440718_1019533707_n

 

Chi trascura di imparare in giovinezza perde il passato ed è morto per il futuro.
Euripide
***

Vorrei tornare a essere com’ero all’inizio, quando riuscivo a prendermi tutto il bello dei nostri incontri senza chiedere nulla di più. Mi piaceva uscire da quella porta e tornare a casa. Le prime volte, quando me ne andavo dal suo appartamento,
avevo la sensazione di essere più giovane e più in contatto con me stessa. Me ne stavo sola con la parte di me che era riemersa e che nemmeno lui poteva vedere. In quel momento respiravo, guidavo, cantavo e l’aria fresca entrava dal finestrino solo per me.
***

Sono stati scritti un’infinità di saggi sulla vecchiaia, dal celeberrimo De senectute di Cicerone al recentissimo Memorie di un vecchio felice. Elogio della tarda età di Pietro Ottone, e tutti, salvo rarissime eccezioni, tendono, in un’orgia di retorica, di ipocrisie e di rimozioni, a darne un’immagine edulcorata, accattivante o, quantomeno, a giustificarla, a fornirle un senso e uno scopo, a farsene una ragione. Non esistono invece saggi sulla giovinezza. Per la semplice ragione che la giovinezza non ha bisogno di essere giustificata, né di farsene una ragione, né di darsi uno scopo e un senso, o anche un non-senso, che non siano quelli della vita stessa. Perché la giovinezza è la vita, la vecchiaia già l’ombra della morte.
Massimo Fini, Storia di una vecchiaia
***

Poichè bisogna sapere che io avevo molto viaggiato, anni prima, fra sangue e pianto, e le gambe mi dolevano ancora. Avevo perso la giovinezza come si perde un treno, e m’era restata la mente, al suo posto, una crepa profonda e nera, che inutilmente bendavo di frasche e mascheravo di fiori. Sapevo che stava sempre li, cicatrice d’inaccaduto, squarcio di non vissuto, che mi sentivo bruciare ogni sera sopra la guancia più d’uno sfregio di Zorro. Ebbene, ora la ruota pareva muoversi all’incontrario. A cavallo dei trent’anni mi sorprendevo ragazzo fra ragazzi a sperimentare i mai giocati giochi dell’amore e del caso in una luce di meraviglia.
Gesualdo Bufalino , Argo il cieco
***

La terra si disloga, si dimena
impazzita, pieghettature mette al
par dell’ano di una disseccata
mummia, e con le esplose sue varici
ostenta e mente gioventú.  Oh
giovinezza!  Oh, terra che va a
spasso fra ondate di comete
certamente un po’ sceme, con neri
busti d’alberi.
Raymond Queneau, piccola cosmogonia portatile
***

A essere giovani s’impara da vecchi.
Proverbio Popolare
***

d’improvviso ho paura. Sono precipitata troppo in fretta indietro, nell’ardore della giovinezza. Che adesso mi sembra solo rimpianto. Ho freddo al collo, devo tornare in bagno ad asciugarmi i capelli con il fon. Sono di nuovo io, una ragazza sconfitta a un passo dalla vecchiaia.
Margaret Mazzantini, Venuto al mondo
***

La giovinezza non è un periodo della vita, e uno stato d’animo, che consiste una certa forma della volontà. In una disposizione dell’immaginazione, in una forza emotiva nel prevalere dell’audacia sulla timidezza, della sete dell’avventura, sull’amore per le comodità. Non si invecchia per il semplice fatto di aver vissuto un certo numero di anni, ma solo quando si abbandonano i propri ideali. Se gli anni tracciano i loro solchi sul corpo, le rinunce all’entusiasmo li traccia sull’anima. Essere giovane significa conservare a sessanta, a settant’anni, l’amore del meraviglioso, lo stupore per le cose sfavillanti e i pensieri luminosi, le sfide intrepide lanciate agli avvenimenti, il desiderio insaziabile del fanciullo per tutto ciò che è nuovo, il senso del lato piacevole e lieto dell’esistenza. Resterete giovani finché il vostro cuore saprà riceve i messaggi di bellezza, di audacia, di coraggio, di grandezza, di forza che vi giungono dalla terra da un uomo o dall’infinito. Quando tutte le fibre del vostro cuore saranno spezzate e su di esso si saranno accumulate le nevi del pessimismo e il ghiaccio del cinismo è solo allora che diverrete vecchi e possa Iddio aver pietà della vostra anima.

Albert Sabin

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni