FARAI BENE A NON CREDERCI

settembre 2nd, 2013

AMORE
Lei gli domandò in quei giorni se era vero, come dicevano le canzoni, che l’amore poteva tutto. – È vero – le rispose lui – ma farai bene a non crederci
Gabriel García Márquez, Dell’amore e di altri demoni,

SENZA FIATO

settembre 2nd, 2013

Un bacio può tranquillamente lasciarti senza fiato, ma uno sguardo ed una carezza possono farti esplodere il cuore…

(Ejay Ivan Lac)

carezza

Elucubrazioni

settembre 2nd, 2013

Dai tuoi occhi lacrime indolenti
rigavano le gote, quel pianto
di graditudine scioglieva ogni
dubbio, chiaro appariva dentro
agli occhi il silenzioso canto del
piacere, con languidi sospiri.
Questo amore che ti fa soffrire
per quelle incertezze o mancanze,
altro ti fa sperar in quel sogno
infinito, che allontani da te il peccato!
E’ il dolore è l’amore, che secca le tue
labbra e fa più sete la sete, ti esula il
pianto lontano, come un lupo che corre
nei deserti.
Prendi il coraggio, fai tuo il destino trovando
la via giusta nel caos del tuo cuore.

(Mirella Narducci)

Elucubrazioni

Il passato

settembre 2nd, 2013

Racconti di amori d’un infanzia
verde come i teneri arbusti,
spauriti, ingenui.
Quando si raccontava delle avventure
ardite o delle ululanti febbri che il
risveglio delle carni ruggenti tormentava.
Flagello di notti insonni al pensiero di una
verginità perduta che dava il pianto o il riso,
entrambi emozioni nuove.
Oggi come allora inseguo sempre il cuore per
quelle infinite strade che portano all’amore per
trovar la fonte e dissetar l’eterna sete.

(Mirella Narducci)

 

Il passato

Il nostro Paradiso

settembre 1st, 2013

Vieni amore che ci conduca il passo
in quel luogo lontano che tanto ti
somiglia, dove cieli imbronciati sono
specchio del tuo viso e i tuoi occhi
insidiosi brillano tra spiragli d’un sole
addormentato.
Paese dal misterioso incanto dove amare
è morire come quei fiori il cui profumo
mischiato, intenso si perde nei campi. La
vita nasce e muore con segreta dolcezza.
Da questo colle possiamo vedere la marina,
culla di barche stanche di vagabondare,
dormono nella calda luce del tramonto.
Il mondo trova pace e la mia testa, sulla
tua spalla riposa!

(Mirella Narducci)

Il nostro Paradiso

L’ESPERIENZA

settembre 1st, 2013

ombrello

L’esperienza è un ombrello disponibile quando ha smesso di piovere.

Miguel De Unamuno

attese

settembre 1st, 2013

Ma sapete cosa vi dico?
Viva le attese!
Le attese che fanno male ma che ne vale la pena,
quelle che fanno battere il cuore.
Quelle che fanno consumare gli orologi,
quelle che fanno correre
quando i piedi vanno avanti e seguono il cuore.
Viva le attese delle foto mosse,
del vento che passa gelido fra i capelli arruffati,
delle lacrime che silenziose scendono senza un perché,
quelle delle giornate acide,
le attese davanti a caffè fumanti e solitari,
delle paure nascoste,
delle risate con le amiche,
degli abraci stretti,
dei “ti prego non andare”,
dei sembrava impossibile ma poi sei lì,occhi negli occhi,a guardare tutti quei minuti passati concentrati in due soli occhi.FRASI ATTESA*

Carezze

agosto 31st, 2013

melanie rodriguez

Mi mancano le tue carezze.
Le contavo sempre ad una ad una, quando con piccoli gesti di premura riuscivi ad adornarmi quest’ anima un pò scarmigliata. E mi facevi bella fuori e dentro.
Vicino a te mi sento fiore, poesia, lacrima di gioia che scende per avvolgersi fra le tue ciglia. Io che se non attraverso il tuo corpo, viva non lo ero mai stata.
Ed è per te che ho imparato a sognare ad occhi aperti, a braccia spalancate. Così da contenere il mondo, la natura, e le ali degli uccelli. Nella speranza che al primo migrar d’ autunno, il loro volo ti possa portare da me.

Tanya bì ©

Notte d’estate

agosto 30th, 2013

E’ notte, camminiamo vicini,

appena ci sfioriamo,

passeggiata al chiar di luna in

silenzio, assorti fra le fronde

d’un giardino.

L’ombra mia s’intagliava sul

sentiero, la guardavo con l’ansia

di cogliere una somiglianza con me

stessa, avrei voluto vederla bene per

capirne la sua fatua essenza.

Non mi riconoscevo in lei, l’oscurità

me lo negava e i raggi di luna non erano

abbastanza forti per illuminarla.

Sentivo il tuo corpo e la tua fremente voglia

di avermi, ombre che scivolavano insieme

nel buio di una notte appena pallida dove

una luna romantica aveva deciso di tenere

nell’oscurità i nostri corpi impazienti che

palpitavano d’amore in una notte d’estate

dimenticando anche chi eravamo…….

 

(Mirella Narducci)

Notte d'estate

« Prev - Next »