IL POSTO GIUSTO

giugno 29th, 2013

Se cammini sbagliato, rischi di arrivare dove non vorresti mai camminare, nei pensieri brutti si nasconde la via per un mondo che non vorresti, se cammini giusto, potrai arrivare in un posto giusto, non è detto che sia il paradiso, ma almeno ti strapperà un sorriso.

(Ejay Ivan Lac)

LA SCELTA

 

Credo nei sogni

giugno 28th, 2013

Credo nei mie sogni   e la cosa più bella è che i miei sogni credono in me. (Alessia S. Lorenzi)

3329343627ba44da6304c961a57dbad7-300x200

Tra sogno e realtà

giugno 28th, 2013

Non è così che l’’immaginavo…

Nei sogni della mia fanciullezza

era te che cercavo

“la tenerezza”.

È passata un treno… avevo fretta

l’ho preso…chissà dove mi porta!

Il cuore titubante mi avvertiva

c’è nebbia, non si vede l’orizzonte

il rischio è di andare alla deriva.

Ma no…laggiù io  vedo un ponte..

la nebbia al sole si discioglie

come nei sogni anch’io sarò moglie!

La famiglia del mulino bianco

dove  “lui” non è mai stanco

lei sempre  dolce e sorridente

e bimbetti che saltellano allegramente…

Un nuovo capitolo..una nuova vita..

e così la favola è finita.

Quei mondi surreali,fiabeschi

tra mille forme colorate di arabeschi

li ho perduti

mondi oscurati…muti

Avvolta in una ragnatela

imprigionata in un groviglio di fili

tutto il tempo passa

a cercar il capo della matassa.

Tra sogno e realtà

una connessione a metà

legata all’età.

Addio fanciullezza gnomi e fate

bianca luna e stelline dorate..

maturità,  tu che ora hai lo scettro

chiudi i miei sogni in un cassetto

e se dovessi avere un’altra vita

hai visto mai…in differita

revisionando il filmato:

un ritocco..qualche taglio..

messo di nuovo al vaglio

supererà l’esame con alto voto

e quel proverbio noto:

“chi ha avuto ha avuto

e chi ha dato ha dato”

può essere cambiato..

Ahimè..non c’è speranza alcuna

nonostante l’età sto ancora sulla luna!

Copia di mondo di fiaba

 

Gli occhi del figlio

giugno 28th, 2013

In questi occhi ci sono tutte

le mie lacrime, tutti i miei

sorrisi……

Vi ho visto,

le speranze correre leggere.

Vi ho visto,

i sogni innocenti che li facevano

brillare.

Vi ho visto,

la vita esultare coraggiosa, far

propri i giorni.

Vi ho visto,

la timida richiesta di aiuto quando

umidi di pianto mi guardavano timorosi.

Ne ho rubato le consolazioni che

mi hanno accarezzato il cuore.

Vi ho visto

l’infinito amore che celavano, oggi vi

leggo sempre il mio nome:

Mamma!

 

(Mirella Narducci)

Gli occhi del figlio

 

INVECE IL CENTO C’E’

giugno 28th, 2013

kids_bathing

Il bambino
è fatto di cento.
Il bambino
ha cento lingue
cento mani
cento pensieri
cento modi di pensare
di giocare e di parlare
cento sempre cento
modi di ascoltare
di stupire di amare
cento allegrie
per cantare e capire
cento mondi
da scoprire
cento mondi
da inventare
cento mondi
da sognare.
Il bambino ha
cento lingue
(e poi cento cento cento)
ma gliene rubano novantanove.
La scuola e la cultura
gli separano la testa dal corpo.
Gli dicono:
di pensare senza mani
di fare senza testa
di ascoltare e di non parlare
di capire senza allegrie
di amare e di stupirsi
solo a Pasqua e a Natale.
Gli dicono:
di scoprire il mondo che già c’è
e di cento
gliene rubano novantanove.
Gli dicono:
che il gioco e il lavoro
la realtà e la fantasia
la scienza e l’immaginazione
il cielo e la terra
la ragione e il sogno
sono cose
che non stanno insieme.
gli dicono insomma
che il cento non c’è.
Il bambino dice:
invece il cento c’è.

Loris Malaguzzi

L’umiltà ti rende speciale

giugno 28th, 2013

Non sentirti migliore degli altri, non lo sei;
non sentirti nemmeno inferiore agli altri, perché non lo sei.
Tu sei tu e nessun altro sarà mai come te.
Tu sei unico e solo l’umiltà ti renderà speciale.

(Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare”)

umilta-essere-002

IL CUORE NEL MARE

giugno 28th, 2013

Il mio cuore annega, ogni volta che incontra il mare dei tuoi occhi, così profondo, così grande e misterioso, soffoca e si scioglie lentamente, fondendosi con la passione e il desiderio di te, nella notte per fare l’amore.

Fallo annegare quante volte vuoi, fallo sciogliere quante volte vuoi, tienimi senza respiro, resto fermo e ti ammiro, non ho paura di morire d’amore, no se avrò te vicino.

(Ejay Ivan Lac)

MARE

QUESTA E’ LA VITA

giugno 28th, 2013

Questa è la vita, trattati bene, la vita è bellezza, la vità è piacere.

Distruggete la noia, la tristezza, il malessere e la paura, tirate fuori birra, vino e musica, ballate, guardate la luna calare e il sole sorgere.
Pensate al suo viso, ai suoi occhi, prendete la sua mano e baciate le sue labbra, senza paura, senza imbarazzo ne terrore.

Io farò così, perchè io voglio star bene oggi, non voglio sapere del domani, è troppo scuro per i miei occhi.

(Ejay Ivan Lac)

VITA2

L’AMORE MUORE

giugno 28th, 2013

Gli esseri umani si illudono, immaginando l’amore come qualcosa di semplice, paragonabbile ad una giostra, sali e scendi, con facilità, sorrisi, ed emozione….

L’amore invece è una grande forza che risiede nell’anima, facile da prendere, difficile da donare, è un pesante disegno fatto di passione, sentimenti, forza e coraggio, l’amore va tenuto caldo per tutto il resto della vita, perchè se lo lasci andare anche solo per un istante, diventa freddo, e poi muore.

(Ejay Ivan Lac)

LOVE

« Prev - Next »