DAMMI TE E NIENTE ALTRO

ottobre 5th, 2013

Dammi solo l’opportunità di dimostrarti che io, ho il cuore che senza di te no ha energia, fammi dimostrare, che posso capirti anche se stai in silenzio, che posso sostenerti dove altri affondano, che posso farti volare senza fare promesse, che so asciugare le tue paure, anche solo con una carezza, posso farti fiorire anche quando non batte il sole e tenerti nel letto, anche solo per abbracciarti…

Dammi l’opportunità, di avere te, e niente altro!

(Ejay Ivan Lac)

DAMMI TE

UN CUORE DOPPIO

ottobre 5th, 2013

Ho un cuore doppio, si è modificato con il tempo, la sua struttura oscilla dalla cattiveria all’amore, batte forte perché dentro di lui c’è un fiume di pensieri, molte volte perde la ragione e aggredisce, senza paura, ma se qualcuno sa tenerlo a bada, riesce a pompare solo amore, non tradisce, non fa male, ma nella sua natura riesce a deludere alcune volte, ma sa chiedere scusa, e quando lo fa, ha paura di non essere apprezzato….

Disegna sulla mia pelle i segni delle lotte e del passato, portando il mio essere a diventare quello che sono ora, una molla che salta solo con un soffio, l’amore, l’affetto, sono le uniche cose che se lo sfiorano, riescono a farlo rimanere disteso, riuscendo ad essere il più vero del mondo… Senza mai dimenticare il sangue bollente che circola sempre, ogni giorno, ad ogni ora dentro le mie vene!

(Ejay Ivan Lac)

amore-e-cattiveria-in-rete-L-gQWFYF

UN PO PASSIONE, UN PO VIOLENZA

ottobre 5th, 2013

Se quella notte non mi fermavo lo avrei fatto per ore, perfetta sconosciuta davanti a me, solo per qualche bicchiere di troppo ed una chiacchierata di due cuori infranti, seduti a parlare dei nostri problemi, e più ci facevano male e più continuavamo a bere, e così che dopo gli dissi quanto era attraente, lei mi fece un sorriso e mi tirò il tovagliolo sul viso, così mi alzai dalla sedia, la presi dalla bocca e la baciai, le nostre lingue subito si toccarono, mentre l’orologio segnava le 23:45 e il primo freddo di Ottobre avvolgeva questa città dai mille ricordi, di un’infanzia impossibile da mandare giù in un colpo, da quelle delusioni e ferite sul cuore che tappezzano ogni via della metropoli.

Così gli dissi, ti voglio, e la feci alzare dalla sedia, davanti al suo divano, la spinsi con rabbia su di esso, e continuai a baciarla, lei mi disse che ero troppo agitato, ma mi tolse la maglietta, sentire quelle mani sul mio petto mi rilassava il cuore, quel collo morbido da baciare e leccare, vedevo il suo seno dalla camicetta bianca, lei si tolse tutto e potei toccarla, il suo sguardo e gli occhi chiusi eccitavano ogni mia rabbia, immaginando quei visi che non ho mai potuto far sorridere per mano mia, lei era perfetta, per colmare quella sera il vuoto che, questa vita ha lasciato.

Come le note di un piano toccavo ogni sua parte, sdraiata sul divano, ero arrabbiato e lo era anche lei, forse fare sesso ci avrebbe sfogato, perché scatena in te la tensione per poi buttarla via come carta straccia, cosi gli aprii le gambe e con forza entrai nella sua anima, mi graffiò la schiena, e mi disse non ti fermare, anche se ero cattivo, anche se nessuno la sentiva respirare, mi sussurrava, non ti fermare, la guardavo negli occhi e gli chiusi la bocca con la mano, mentre guardavo il suo corpo muoversi con me, mi stringeva a lei, mi voleva sentire, ed io, continuavo a spingere, la dominavo, era mia, era parte dei miei istinti, le parole ormai erano aria che usciva, affannata di piacere, i pensieri ormai, erano diventati cenere, come l’incenso che smise di bruciare, mentre le ore passavano, lei mi fermò, appoggiando la sua bocca sotto di me, gli strinsi i capelli, e gli accarezzai il viso, in quel momento, provocò in me la scarica decisiva, che mi sciolse l’anima, lei si sporcò con il mio piacere, risalì sul mio viso, mi guardò e mi baciò sul collo…

Avrei potuto continuare tutta la notte, ma avevo paura di fagli del male, così la strinsi a me, addormentati nudi, come sulla riva del mare, senza amore, senza complicazioni, solo affetto, solo sesso e un po di rabbia…

(Ejay Ivan Lac)

sesso-tantrico

Perdonare

ottobre 4th, 2013

Perdonare è un gioco della
nostra mente, ci fa responsabili
ci permette di crescere.
Il mio cuore non è pronto a passare
oltre lo sbaglio di un nemico che ci
ha creato ferite profonde.
Quante volte non perdonando si spezza
il ponte sul quale dobbiamo anche noi
passare, perche per primi dobbiamo
perdonare noi stessi!

( Mirella Narducci )

 

Perdonare

LA CATTIVERIA UMANA

ottobre 4th, 2013

CATTIVERIA
La cattiveria umana, che è grande, si compone in gran parte di invidia e di paura
André Maurios

Per fortuna non siamo tutti uguali

ottobre 4th, 2013

La diversità è la più grande ricchezza dell’umanità.

Isac Randazzo

diversita

FRASI DI BUON ANNO 2015* Frasi Auguri Di Buon Anno

ottobre 4th, 2013

Libera in cielo i tuoi desideri
perché ad ogni ventata improvvisa tu te ne posa ricordare.
Libera in cielo le tue paure
perché con la sua profondità le mischi con le stelle
e le trasformi in nuovi punti di riferimento per crescere.
Libera in cielo i nomi delle persone che ami di più al mondo
perché un angelo custodisca il loro nome tra le cose più care.
Libera in cielo le tue speranze
perché diventino un faro per i giorni più bui.
Libera in cielo la tua luce,
che rischiari i tuoi passi nel cammino della vita.
Stephen Littleword

*

Ti auguro di affrontare sfide e vincerle,
di sfidare il dolore e superarlo il prima possibile,
di gioire delle cose belle e farne la tua forza,
ma sopra ogni cosa, ti auguro un amore sincero accanto a te
che sappia comprenderti e guardarti negli occhi con amore
per cio’ che sei.
Che sia un Buon Anno Nuovo!
Stephen Littleword

*

A quegli amici su cui posso contare senza riserve;
A chi c’è sempre nel momento del bisogno;
A chi non si dimentica, nemmeno una volta, di perdonare i miei errori
a chi c’è sempre, nonostante gli sbagli,
a chi mi sorride, anche se prova dolore nel cuore,
a chi usa gentilezza senza aspettarsi nulla in cambio,
a chi osa amare, sorridere, sperare e mi insegna a farlo.
A tutti voi amici sinceri,
Auguri di Cuore! Buon Anno Nuovo!
Stephen Littleword, Piccole cose

*

Auguri di Buon Anno… affinchè ognuno di noi possa entrare sempre più in profondità di se stesso. In questa apertura, consapevolmente lasciamo andare tutto ciò che ostacola il nostro cammino e avvelena la nostra esistenza: dolore, rabbia, risentimento, paura.. Se faremo ciò riusciremo ad entrare in quella parte di noi dove esiste e vive la Luce.
Che sia un nuovo anno ricco di consapevolezza, gioia entusiasmo e amore.
Auguri, Buon Anno!

*

Ti auguro di accogliere l’anno nuovo con tutti i tuoi sogni e le cose belle che ti hanno accompagnato fino ad oggi, e di aprire il tuo cuore a tutte quelle che verranno e che sapranno renderti felice.
Auguri di buon anno di cuore.

*

Che sia per te la fine di un anno straordinario e l’inizio di un 2015 ricco di gioie inaspettate e bellissime.
Te le meriti! Buon Anno!

*

Buon anno nuovo da tutto il mondo, buon anno nuovo dalle persone che conosci e da quelle che non conosci, buon anno nuovo dalle persone che ti vogliono bene, e da quelle che te ne vogliono meno. Buon anno nuovo a te che se la persona più dolce che c’è!

*

Vivi il tuo presente,
sogna il tuo futuro,
ma abbi cura di ripescare nel tuo passato
quei tasselli che ti aiuteranno a costruire
ciò che vuoi essere.
Auguri!

*

Ti auguro di vedere il meglio della vita, e di avere la libertà di trasformare tutto ciò che non ti piace in ciò che ti possa rendere felice…. tvb!

*

Ti auguro di accendere la luce sempre di piu’ per raggiungere tutto ciò che’ desidera. Non Sara’ un calendario a decretare ciò che otteremo ma la dedizione, la passione, l’intraprendenza e la decisione con la quale tutto il Nostro AMORE INCONDIZIONATO verra’ fuori a decretare il Nostro Successo nel Nuovo Anno… Buona Vita!

*

Auguri di Buon Anno 2015 Brevi, Auguri di Buon 2015, Auguri di Buon Anno

L’AMORE E’ ANCHE RINUNCIARE ALL’ALTRO

ottobre 3rd, 2013

1016751_682593955089639_867190048_n

L’amore è anche imparare a rinunciare all’altro, saper dire addio senza lasciare che i propri sentimenti ostacolino coloro che si amano

Sergio Bambarén, IL DELFINO E LE ONDE DELLA VITA

Le delusioni

ottobre 3rd, 2013

Le delusioni sono come la digestione: ognuno ha i suoi tempi!

Salvio Corelli

deluso

« Prev - Next »