Frasi

FRASI CARINE ♣♣♣ Frasi Straordinarie Da Scrivere a chi Ami! Dedica una Frase Significativa, una Frase Carina e Straordinaria, FRASI SIGNIFICATIVE! Scegli le Tue FRASI!



NOI SIAMO BIOLOGI DI NOI STESSI

febbraio 4th, 2015

DNA-Strand

NOI creiamo la nostra vita con le nostre credenze, e diffondiamo quelle credenze nell’ambiente energetico che ci circonda. Creiamo le nostre relazioni, e con quella conoscenza abbiamo la libertà di creare qualunque tipo di relazione desiderata!
Bruce Lipton, L’effetto Luna di Miele
*

Possiamo evitare di essere schiavi delle nostre sostanze neurochimiche e dei nostri ormoni!  Noi siamo “biologi di noi stessi” e creiamo con i pensieri contenuti nella nostra mente i filtri d’amore che controllano le cellule e i tessuti del nostro corpo. Sì, è questa l’opera della famigerata connessione mente-corpo che fino a poco tempo fa era stata negata, ignorata o minimizzata dalla scienza convenzionale.

Bruce Lipton, L’effetto Luna di Miele
*

La scienza ha finalmente riconosciuto che i geni non determinano il destino delle cellule.

Bruce Lipton, L’effetto Luna di Miele
*

 

L’amore è come un pacco regalo – Barbara Schaer

febbraio 2nd, 2015

paccoregalo_800x600

L’amore è come un pacco regalo che non sai quando ti arriva.

Non è come uno di quei regali che hai chiesto di ricevere o un oggetto che sai già che ti serve. Non è qualcosa che ti risolve la vita, piuttosto è qualcosa che la complica. Come un soprammobile che non sai dove mettere o un paio di scarpe difficili da abbinare.

Eppure è una sorpresa che ti rende felice, che ti stampa sul viso un bel sorriso.

E bisogna conservarne il fiocco, piegare per bene la carta, fare buon uso della scatola e apprezzare quello che si trova all’interno perché custodire l’emozione che hai provato a scartarlo ti aiuterà nel futuro incerto, nei giorni che non saranno rosei ma grigi o neri. Perché sopportarsi non è sempre una passeggiata, e quando i difetti sembrano superare i pregi, i contro superare i pro, ricordarsi di quella prima volta, di quel primo momento di intensa meraviglia e sincero entusiasmo può preservarti dal mandare a monte ciò che speravi durasse per tutta la vita.

Barbara Schaer – L’amore è come un pacco regalo

*

Forse non sei quello che mi aspettavo, o quello che pensavo di volere, o quello che ho chiesto, ma sei arrivato lo stesso. E da quando ci sei tu la mia vita è cambiata, io sono cambiata, e non posso più tornare indietro facendo finta di essere come ero prima. Il bello dell’amore è che non si ama soltanto quello che è l’altra persona, quelli che sono le sue qualità e i suoi difetti, ma il modo in cui ci fa sentire. Il modo in cui ci migliora, come se avesse trovato la strada per tirar fuori doti che non sapevamo di avere. Quando non sono con te è come se vivessi a metà, come se i colori fossero sbiaditi e i sapori meno intensi. Quando non sono con te mi sembra di vivere una vita che non è la mia vita ma quella di un’altra persona, ordinaria e noiosa.

Barbara Schaer – L’amore è come un pacco regalo

*

La verità è che finché si è dentro a una storia, finché si è innamorati di qualcuno e il senso di perdita è tale da assomigliare a una voragine che ghigna sotto ai tuoi piedi pronta a divorarti, si è disposti a tutto, persino a negare l’evidenza o a rinunciare ai propri desideri pur di stare meglio. Pur di essere di nuovo riamati.

L’amore non è qualcosa che passa e se ne va. L’amore resta, ristagna, e tu, passerotto con le ali spezzate, saltelli, zampetti, e ti aggrappi a qualunque ramo, a qualunque speranza pur di credere che tornerai a volare.

Barbara Schaer – L’amore è come un pacco regalo

FRASI SULLA COLAZIONE

febbraio 1st, 2015

colazione1
Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè.
Perché la colazione deve essere abbondante.
Charles M. Schulz
***

Se una donna perdona il suo uomo, non gli riscaldi poi le corna per colazione.
Marlene Dietrich
***

Benvenuti nell’era dell’anti-innocenza: nessuno fa colazione da Tiffany e nessuno ha storie da ricordare; facciamo colazione alle sette e abbiamo storie che cerchiamo di dimenticare il più in fretta possibile.

Carrie Bradshaw, in Sex and the City
***

Il signor Mack stava andando alla stazione. Era una bella giornata di sole. Gli uccellini sui rami degli alberi cantavano la loro canzone preferita, e spirava un’arietta piena dei profumi della prima colazione: pancetta, uova, zampe di rana e cavolo verzo.

«Mmm» disse tra sé il signor Mack.

Il signor Mack era felice. Davvero felice. Portava con sé un bel pranzetto nella sua cartella e una sorpresa nel thermos; e i baci dei suoi figli gli facevano ancora il solletico sulle guance. Stava andando al lavoro. Gli piaceva molto il suo lavoro, anzi, a dire la verità, il signor Mack adorava il suo lavoro. Faceva l’assaggiatore di biscotti in una fabbrica di biscotti.

Roddy Doyle: Il trattamento Ridarelli
***

La più buona colazione è un bel sorriso regalato di prima mattina. Se ci aggiungi una bella dose di entusiasmo e di energia la ricetta del buon umore è perfetta!

Franxy Sant

***

Alla tua età io mi esercitavo mezz’ora al giorno. Certe volte arrivavo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione
Attraverso lo Specchio, L. Carroll
***

Se vuoi la colazione a letto, dormi in cucina.
***

Il periodo critico del matrimonio è il momento della prima colazione.

Alan Patrick Herbert
***

Dopo una notte di riposo, le notizie sono indispensabili come la colazione.
H.D.Thoreau
***

Una raccomandazione per gli adolescenti è di non trascurare una leggera prima colazione: dà energia e nutrienti dopo il digiuno notturno e aiuta la concentrazione e il rendimento in tutte le attività della mattina. Non serve mangiare tanto, ma mangiare bene sì. Poco e giusto. Anche gli spuntini sono parte integrante.
Umberto Veronesi
***

In un sistema talmente perfezionato, è sufficiente essere privati della colazione per diventare imprevedibili.

Jean Baudrillard, Cool memories
***

Non ricordo di aver mai bevuto champagne di prima mattina. Con la prima colazione in molte occasioni. Ma mai prima della prima.
Colazione da Tiffany
***

Era tutto un complotto: mio padre, la colazione, la scuola, quelli sul tram, quelli a piedi. I marciapiedi. Tutti con lo stesso obiettivo: rovinarmi l’esistenza. Fregarmi. E io cercavo di fregarli a modo mio. Come? Ero libero. Libero! Libero nel senso che non avevo un cazzo da fare, ecco.

Tutti giù per terra, film
***

Quando sei venuto a fare colazione la prima volta che ti ho visto, ho pensato che eri un bell’uomo. Poi, certo, hai parlato.
Qualcosa è cambiato, film
***

Chi mi fa pressione, me lo mangio a colazione!
The Rock, film
***

Eliot: Solo caffè nero per me. Tanto caffè. Greg: Ecco, caffè nero anche per me, però ci inzuppo pure un paio di salcicce. Sbrigati!
Non c’è due senza quattro, film
***

FRASI SULL’ALLATTAMENTO

gennaio 28th, 2015

allattamento-1

Sapevi che l’allattamento al seno non è semplicemente una fonte naturale di nutrimento, ma è anche calore e sicurezza? Si tratta di un gesto d’amore unico, vantaggioso, economico e salutare.
“Nel seno, oltre al cibo, il bimbo cerca e trova affetto, consolazione, calore, sicurezza e attenzione. Non è solo una questione di alimento. Il bimbo reclama il seno perché vuole il calore di sua madre, la persona che conosce di più. Per questo motivo la cosa importante non è contare le ore e i minuti o calcolare i millilitri di latte, ma il vincolo che si stabilisce tra i due che è una sorta di “continuazione” del cordone ombelicale”
Gonzàlez C. Un dono per tutta la vita.
***

L’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, è l’evento centrale dell’esistenza infantile, il mattone fondamentale su cui, se tutto va bene, il bambino costruirà la sua fiducia in se stesso, nelle persone significative della sua vita e per estensione nel mondo.

Dalai Lama
***

Noi non veniamo dalle stelle o dai fiori, ma dal latte materno. Siamo sopravvissuti per l’umana compassione e per le cure di nostra madre. Questa è la nostra principale natura.
Shakespeare
***

“Il dolore di chi ci ha allattati viene subito dopo quello della madre.”
Publilio Sirio
***

L’allattamento al seno ha effetti che trascendono la sua funzione di assicurare al neonato il nutrimento di cui ha bisogno: l’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, che irradia la sua luce su tutte le altre esperienze, le quali traggono da lì gran parte del loro significato

Bruno Bettelheim, Un genitore quasi perfetto
***

n tutti i sostenitori dell’allattamento materno, dall’Antichità fino ai giorni nostri, si ritrova una professione di fede naturalista. È la natura, si dice, che ordina alla madre di allattare e disobbedire è male dal punto di vista fisico. Poi è subentrata una condanna morale e religiosa. Ma io non credo che gli ormoni del maternage, l’ossitocina e la prolattina, siano sufficienti a realizzare il miracolo di una fusione totale con il proprio figlio. È successo invece il contrario. Già in passato, ogni volta che le donne hanno avuto la possibilità di sfuggire a un destino obbligato, lo hanno fatto. Élisabeth Badinter
***

Bisogna nutrire i piccoli. Non vi sono dubbi.
Non solo il loro ventre, ma anche la loro pelle.
In questo oceano di novità, d’ignoto, bisogna fargli riprovare sensazioni passate che inducano pace e sicurezza.
Questa pelle, questo dorso non hanno dimenticato.
Essere portati, cullati, carezzati, massaggiati, sono tutti nutrimenti per i bambini piccoli, indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine, se non di più.
Se viene privato di tutto questo e dell’odore, del calore e della voce che conosce bene, il bambino, anche se gonfio di latte, si lascerà morire di fame».
F. Leboyer

IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

gennaio 27th, 2015

B_bambino_con_pigiama_a_righe

A volte nella vita ci sono cose che dobbiamo fare perche non abbiamo altra scelta
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Non c’era niente che lo faceva arrabbiare quanto un adulto che rideva di lui e della sua ignoranza , soprattutto quando lui si sforzava di trovare la risposta ai suoi dubbi facendo domande
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Noi non dovremmo essere amici, dovremmo essere nemici!
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Te lo avevo detto che erano strani… vanno in giro in pigiama!
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Bruno:Perchè portate un pigiama???Shmuel:Perchè i soldati ci hanno preso i vestiti
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Anche se Bruno era basso per la sua età, la sua mano era sana e piena di vita.  Le vene non si vedevano attraverso la pelle, le dita non erano poco più di bastoncini secchi. La mano di Shmuel raccontava una storia molto diversa.
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Era irritato perche gli sembrava che le regole applicate ai bambini non valessero mai per i grandi
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Non c’era alcuna ragione per essere maleducati con qualcuno, nemmeno con quelli che lavorano con te
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Non fa cosi male è peggio se uno si convince che bruci più di quanto lo faccia in realtà
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

A volte certe persone quando sono tristi non desiderano che qualcuno ne chieda loro il motivo
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Ciò che i genitori e le sorelle non sanno non puo ferirli
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Finchè erano i genitori a dirgli come comportarsi andava bene: era ovvio e comprensibile. ma che fosse un’altra persona ,era completamente diverso. anche se quell’altra persona portava un titolo sofisticato come “tenente”
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Se indossi il costume giusto, ti sentirai la persona che fingi di essere
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Ogni buon esploratore capisce sempre quello che cerca nel momento in cui l’ha trovato
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Shmuel non piangeva più. Guardava il pavimento, come per convincere la sua anima a non vivere più nel suo corpicino, ma scivolare via e volare attraverso la porta fino in cielo, veleggiando fra le nuvole fino a sparire lontano e non tornare mai più in questo mondo
IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE * JOHN BOYNE

***

Julio Cortázar – Ti amo

gennaio 27th, 2015

824597_1

Ti amo per le ciglia, per i capelli, ti dibatto nei corridoi bianchissimi dove si giocano le fonti delle luci,
ti discuto a ogni nome, ti svelo con delicatezza di cicatrice,
ti vado mettendo sulla testa ceneri di lampo e nastri che nella pioggia dormivano.
Non voglio che tu abbia una forma, che tu sia precisamente ciò che viene dietro la tua mano,
perché l’acqua, considera l’acqua, e i leoni quando si dissolvono nello zucchero della favola,
e i gesti, questa architettura del nulla,
che accendono le loro lampade a metà dell’incontro.
Tutta mattina è la lavagna dove ti invento e ti disegno,
pronto a cancellarti, così non sei, neppure con questi capelli lisciati, questo sorriso.
Cerco la tua somma, il bordo della coppa
dove il vino è anche la luna e lo specchio,
cerco questa linea che fa tremare un uomo in una galleria di museo.
Per di più ti amo, e fa tempo e freddo.

Julio Cortázar – Ti amo

L’ECO DEL DESERTO * Sergio Bambarén

gennaio 25th, 2015

L'ECO DEL DESERTO Sergio Bambarén

Non si è mai soli nell’immensità di un oceano di sabbia
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

Non mi stanco mai di ripetere che dobbiamo ringraziare chi ha cambiato la nostra esistenza e perdonare chi ci ha fatto del male, prima che lasci questo mondo. Io l’ho fatto con mia madre per l’amore puro e incondizionato che mi ha sempre profuso a piene mani, e con mio padre per aver condiviso con me la sua saggezza. Insieme, mi hanno fatto il dono meraviglioso della vita e di un’infanzia felice. In particolare, li ammirerò sempre per avermi cresciuto come una persona che vive seguendo i propri principi, considerando in qualunque frangente l’onestà e l’attenzione per gli altri. Mi hanno aiutato a spiegare le ali e a volare verso i miei sogni, rispettando le mie scelte anche quando ero giovane e inesperto e, davanti a una mia decisione sbagliata, erano lì pronti a tendermi la mano per rimettermi in piedi, senza mai giudicare le mie azioni. Mi permettevano di cadere e imparare la lezione, e mi aiutavano a rialzarmi e a ritrovare l’orientamento. Era giusto che sapessero quanto gli fossi grato per tutto questo. Perciò fate come vi dico. Non aspettate che sia troppo tardi. Siamo soliti rendere omaggio a chi ormai non c’è più con monumenti o lapidi commemorative. Ma credetemi, se esprimete riconoscenza alle persone che amate quando sono ancora vive, guardandole in faccia , sarete ricompensati dal sorriso più sincero che potrete ricevere.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

Fui felice di trovare mio padre in forma, sereno e allegro come sempre. Trascorremmo diversi giorni insieme, facendo lunghe e animate conversazioni davanti a una buona tazza di caffè. Dice di non ricordare la sua età, perchè come me, non si preoccupa del passare degli anni: vive cogliendo i doni che gli vengono offerti e prendendosi il tempo per contemplare la bellezza del mondo che, inevitabilmente sfugge a uno sguardo frettoloso. Quando arrivò il momento di salutarci, lo baciai sulla guancia, gli ripetei quanto bene gli volevo e ancora una volta lo ringraziai per avermi sempre lasciato essere me stesso. Lui sorrise e mi fissò negli occhi, senza pronunciare una parola. Non ce n’era bisogno: I nostri cuori avevano già detto tutto.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

Mio padre è una persona davvero speciale. E’ un uomo energico, curioso come un bambino e allo stesso tempo saggio, di quella saggezza che deriva dall’esperienza. [...] Io penso che la sua virtù più grande sia la capacità di ascoltare gli altri. Non si limita a stare a sentire quello che dicono, lui fa uno sforzo per capire ciò che le persone vogliono davvero esprimere, , e c’è una sostanziale differenza tra le due cose. Così dimostra il suo interesse per il prossimo.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

Credi in te stesso e nell’amore. Non badare a quello che dicono o pensano gli altri, ma ragiona con la tua testa e fai ciò che ti sembra giusto seguendo il tuo cuore.
Ti accorgerai che lì puoi trovare tutte le risposte che cerchi.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

La mia esistenza è stata all’insegna del rischio. Ho sempre voluto fare un passo in più, consapevole che solo così avrei potuto conoscere il mondo e me stesso, ma anche cosciente dei pericoli che tale scelta implicava. A volte mi stupisco di essere ancora vivo.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

Noi tutti siamo stati schiavi in un periodo della nostra vita. Non sappiamo che cosa cercare, nè dove. Ci abituiamo alla nostra condizione e andiamo avanti per quello che ci sembra il percorso più facile, senza chiederci perchè. Procediamo fustigandoci attraverso la vita, contando le ore, anche se in fondo al nostro cuore, sappiamo che la via più stretta e ardua ci condurrebbe alla libertà. Abbiamo sentito dire tante volte che la libertà può essere periocolosa, perciò preferiamo restare al buio, attorniati da estranei, con le mani legate. Non ci ribelliamo: abbassiamo la testa e seguiamo rassegnati la massa, sordi alla Voce, al Richiamo. E quando moriamo lo facciamo in silenzio, e i nostri padroni si occupano delle nostre tombe, assicuandosi che restiamo anonimi. Tuttavia, ricorda, nessuno è più schiavo di chi si sente libero, ma non lo è. E nessuno è più schiavo di chi ode il Richiamo, ma per paura di andare controcorrente chiude il proprio cuore e zittisce la voce di Amore.
Sergio Bambarén, L’ECO DEL DESERTO
***

filosofia di vita

gennaio 23rd, 2015

La vita è un Cammino

non un punto di Arrivo

PAULO COELHO *ALCHIMIA* agenda 2015

gennaio 22nd, 2015

agenda-coelho-2015-alchimia

La grande benedizione è il domani: avere dei sogni da realizzare
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

Ogni ricerca è un atto di fede – Brida
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

Solo la mediocrità cerca conferme: affronta i rischi e fa quello che desideri – Aleph
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

Non potrai mai dirti davvero realizzato se hai abbandonato il tuo sogno a causa dell’opinione di un estraneo
-Cronaca
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

Se non ci fossero stati i riti del raccolto, la terra non avrebbe dato frutti
-Monte Cinque
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

Ho scoperto che la ricerca può essere altrettanto interessante  dell’incontro. Purchè si vinca la paura – Brida
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

La paura di soffrire è assai peggiore della sofferenza stessa – l’Alchimista
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

L’universo cospira sempre a favore dei sognatori
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

certe cose sono talmente importanti che si devono scoprire da sole
Paulo Coelho, Alchimia – agenda 2015
***

« Prev - Next »