Frasi Video

Frasi Con Video, Leggi e Guarda Frasi e Video Con Citazioni Bellissime. Scopri i Video con le Frasi da Guardare! Aforismi e Video!



Gocce di limone

giugno 21st, 2014

Acre goccioline di limone

si alternano e si rincorrono

tra gocce di cioccolata

nell’arco di tutta la giornata.

Assenza di uno scritto

speranze vinte dall’orgoglio

unico sol contatto

in un voglio o non voglio?!!

E si respira

non si inquina

l’aria di questo tempo

a cui non appartengo.

Il timore prende il sopravvento

imbrigliato in una campagna statica

nasconde il malcontento

con ironia e satira.

Per una ferita aperta

una carezza è balsamo

soffice coperta

che quieta e chiude quella porta.

È solo un attimo ma che importa

al dopo ci pensiamo un’altra volta!

https://www.youtube.com/watch?v=PRI-aZP8c38

 Copia di 14 nell'arco di tutta la giornata

Share

Rinascita

aprile 30th, 2014

Quella colomba bianca…

credevo fosse morta

immobile, là sotto la panca

…era solo molto stanca.

Un improvviso  sussulto

cadono le ali come foglie secche

spuntano nuove alette

piccole, ancora senza piume

…e riprende lo scorrere del fiume!

Non cede la bianca colomba

mai darsi per vinta

e lasciarsi travolgere dall’onda

in prima linea come sempre

con la sua solita grinta

grida alla vita: “presente!”

https://www.youtube.com/watch?v=wJMtS60yF9s

Copia di 13 presente

 

Share

Un seme, una vita

aprile 24th, 2014

Se mai quel seme avesse schiuso le ali

voglioso di conoscere la vita

quanti dolori avrebbe risparmiato

ai fragili germogli appena nati.

Volgendo le sue braccia verso il cielo

credeva fosse facile quel volo:

favole con fate e gnomi, senza lupi.

Solo tempeste  fu quel suo cammino

nuvole bianche, nuvole scure

e il perdersi in stupide paure.

Diversi orizzonti, diverse le mète

senza complicità e condivisione

l’albero soffre la sete!

Parole mute, gettate al vento

che arrivano lassù fino alla luna

che accoglie e placa quel tormento

illuminando quella notte buia.

Se quel seme si fosse addormentato

lascandosi cullare dalla madre terra

non ci sarebbe stata tanta guerra

inerme nella culla,

nell’oasi del nulla.

https://www.youtube.com/watch?v=57Q1qU8nS_U

Copia di 20 se quel seme si fosse addormentato

Share

Pasqua di resurrezione

aprile 17th, 2014

Ogni notte un sogno, un avventura

senza pesi, leggera

me ne volo oltre le mura

lasciando cadere ogni pena.

Tanti personaggi mi fanno compagnia

misteriosi volti che mi sorridono

mi infondono serenità e allegria.

Con l’alba si allontanano

lentamente svaniscono

ed io saluto il nuovo giorno

guardo, osservo tutto intorno

carica di energia positiva

insieme alla natura, sono viva

non vado alla deriva.

Spiegare ai molti non credenti

che i volti sconosciuti e sorridenti

sono angeli che portano luce

è cosa vana

un cuore chiuso è sordo

non sente il suono della campana

colui che è morto, non è mai risorto.

Il dono della fede è un grande dono

un inestimabile tesoro

è il getto continuo di una fontana

che disseta e l’anima risana.

Pasqua di resurrezione:

una canzone

Padre nostro che sei nei cieli….

https://www.youtube.com/watch?v=Al_q-I3840w

Share

Domenica delle palme con papà Francesco

aprile 9th, 2014

Un ondeggiare verde

proteso verso il cielo

tante le mani alzate

preghiere alate

che sollevano un velo

per esser più leggero.

Lassù un puntino bianco

una finestra aperta al mondo

un volto sempre sorridente

anche con chi non è credente.

Lui accoglie ogni canto

un coro multicolore

di ogni credo e religione.

Palme e rametti di ulivo

simbolo di pace

per cuore aperto e ricettivo

al richiamo di una voce.

Timida una nuvola

attraversa la maestosa cupola

un volo di colombe

intorno a tutto il colonnato…

è quadro che lascia senza fiato!

Nell’immensa piazza

gremita di gente festosa

un grido impazza:

“w papà Francesco!”

Si aprono le porte dell’universo

il cielo è terso

si alza una leggera brezza…

è Gesù che ci accarezza!

https://www.youtube.com/watch?v=p1aSUvsB5Hk

1 un ondeggiare verde proteso verso il cielo

 

 

Share

La rosa del deserto

marzo 28th, 2014

Se passeggiar volessi

in altro loco

e immortalar quell’attimo

con una foto

davanti agli occhi miei

gli occhi tuoi

e poi?

Siamo altri non più noi

la candela si consuma

ultimo quarto di luna

a ritrovar l’amato

lascio che sia il fato.

Quinto mese dell’anno

“maggio”

volo di un messaggio:

La rosa del deserto

in un libro ancora aperto

tra le tante rime

non trova la parola fine

un confine, oltre il quale

serve il lasciapassare.

http://https://www.youtube.com/watch?v=R6JW8b64suo

11 rosa del deserto

Share

La goccia che goccia

marzo 24th, 2014

Goccia dopo goccia…

dove non c’è drenaggio

affoga il messaggio

e il bocciolo non sboccia.

Goccia dopo goccia…

senza un attimo di sosta

tumultuosa sommossa

che scalfisce la roccia.

Goccia,

il tuo continuo plin plin

indebolisce la mente

il corpo  è qui

ma l’anima è distante

me ne volo leggera leggera

abbracciando la primavera.

Il plin plin ora si confonde

col tubar delle colombe!

Goccia, hai ragione

la vita non è un mare calmo

nemmeno una prigione

tra un gioco e un salmo

si recita il copione

una commedia, tanti attori

amore, gioia,

sempre di più i dolori.

Goccia,

tu che con ferrea costanza

ti lasci lentamente cadere

un po’ di tregua per piacere

riposati, vai in vacanza…

Un eco nella stanza

una forte risonanza

poi  silenzio vellutato

il plin plin se n’è andato!

https://www.youtube.com/watch?v=vvhoOtFQoNc

Copia di poi

Share

19 marzo “Caro papà”

marzo 17th, 2014

Non ti ho mai scritto papà

le letterine di tanti anni fa

iniziavano con “Cari genitori”

e  promesse di essere più buoni

oggi voglio iniziare con “Caro papà”

dimmi, in cielo come si sta?

Qui la mia vita è sempre in salita

sembra, pare, si dice

che inconsapevolmente

sei stato tu l’artefice

che ha bloccato la mia mente.

Ho cercato, l’ho sempre cercato

in ogni persona che ho incontrato

ma quell’amore non l’ho mai trovato

o forse meglio dir “recuperato”

al confronto eri sempre vincente:

tarlo della mia mente!

Complesso di Elettra?

Appena un pochino

capace però di cambiare il destino.

Chiudo gli occhi ora papà,

torno indietro, ti vedo

là in quell’orticello

che ormai era il tuo credo…

Prima che l’argine si sgretola

è buona regola

stringere il nodo della fune

e oltrepassare il fiume

niente lacrime, solo allegria

per un giorno di festa, la festa tua!

Auguri papà Giuseppe

per tutti noi “Peppino”

brindo con te

versami il tuo buon vino!

watch?v=__hsgTlM9qA

24 papà.psd

Share

Noi gente di primavera

marzo 16th, 2014

Ho perso al gioco delle carte

ma la partita non è ancor finita

sfido la sorte

e vivo la vita.

Ho perso il punto di riferimento

ma l’ho trovato nel firmamento

un quotidiano appuntamento

dove sogno e desiderio

svelano il mistero.

Le malsane regole

come un tetto di tegole

appesantisce il cammino

nega il passo al sole

che vorrei a me vicino

per riscaldare il cuore.

Cosa mi manca,

cos’è che allora c’èra?

L’anima canta:

“era la primavera!”

Insieme a stormi di uccelli

lo sciacquio dell’acqua dei ruscelli

primavera tu torni

ancora pochi giorni

ricordo di un passo prolungato

il cuore rimasto senza fiato

in un respiro solo…

noi, gente di primavera!

Copia di 21 ancora pochi giorni

 

 

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=u09Y6rl3E-g

Share

Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni