Frasi Tristi

Frasi Tristi ♥♥♥ Aforismi Tristi! Leggi le Citazioni Tristi e Frasi Tristi per Momenti di Tristezza, Frasi Tristezza! ► Frasi Tristi Famose e Celebri!



Dimentica anche l’amore, forse anche il Dolore passerà.

ottobre 9th, 2013

dimentica

Dimentica quello che è stato comunque non ritornerà
Dimentica anche l’amore, forse anche il Dolore passerà.

IL PESO DELLE LACRIME

aprile 22nd, 2013

lacrime

Le ho piante io queste lacrime e io solo so quanto mi è costato fino ad oggi trattenerle. Perchè il nodo alla gola cresce ogni giorno che si prova a reprimere un’emozione. E la rabbia aumenta ad ogni incomprensione. Solo io so quanto mi è costato chiudere i sogni in una gabbia e fingere che questa fosse la vita che voglio. Ligia al dovere e al benpensare. Solo io so il il peso della resa, la pressione del dovere, la precisione del gestire la routine di una famiglia, ancor prima di aver realizzato di essere una figlia. Io, l’adultera virtuale, l’inadatta, indesiderabile, indecente compagna di un uomo tutto d’un pezzo. Mia è questa schiena spaccata a mezzanotte, dopo una giornata di casa, lavoro, bambini, e lotta perenne contro il caos della vita, della gente, della casa, dei vestiti, delle carte, dei pensieri. Mio questo corpo addormantato alla scrivania quando manca la forza di far due passi per andare a letto. Io, sono io che aspetto invano un complimento, un gesto di tenerezza, una parola di conforto da colui che dovrebbe essere la persona più vicina al mondo, l’amore persempre. Le ho piante tutte queste lacrime stanotte, perchè domani non dovrà che sembrare allergia di primavera questo aspetto. Passerà anche questa notte, come queste lacrime, come questo dolore al petto, come questa difficoltà a respirare, tutto passa, anche la vita.

[adiaudacemente, racconti di vita]

La SOLITUDINE più devastante non si avverte quando siamo da soli…

marzo 2nd, 2013

La solitudine più devastante non si avverte quando siamo da soli.. Ma quando ci troviamo con altre persone. Persone che ci guardano, ma senza vederci. Che ci sentono, ma senza ascoltarci. O peggio, che ci giudicano, ma senza conoscerci.

La morte dell’anima

febbraio 26th, 2013

Una linea piatta:

è il battito del mio cuore.

Che sia morto?

Non c’è sangue che pulsa nelle mie vene;

non c’è aria nei miei polmoni.

I miei occhi vedono solo il buio.

La desolazione mi avvolge e mi tiene stretto a sé

intrappolato nella morsa del suo letale abbraccio.

Non distinguo il giorno dalla notte;

non c’è luce attorno a me;

non c’è scansione del tempo che sembra essere infinito

da quando sono piombato in questo baratro:

non riesco a risalire.

Le pareti sono lisce e scivolose,

mi sembra di cadere e finire sempre più giù.

Non trovo un appiglio che mi dia una speranza,

il dolore è così forte da sopraffarmi.

Oh Morte giungi a me,

concedimi questo regalo, graziami!

Il cavaliere errante non vuole più viaggiare:

liberami dalla sofferenza e con il tuo ultimo fatale bacio

conducimi verso la nuova vita dove non c’è dolore.

Frammenti

febbraio 26th, 2013

Il blu del mare in tempesta,
mi desto da un sogno,
ed è l’unico ricordo.
É estate e le mie labbra assaporano il miele.
Una stanza vuota e il mio cuore ha un sussulto.
Gocce salate e calde.
Coriandoli bianchi e il gelo si impossessa del mio corpo.

Il mio cuore è morto ma sente dolore.
Un baratro infinito e sono avvolta dalle tenebre.

***

Verdi smeraldi luccicanti.
Un nome e la rabbia si impadronisce di me.
Il dolce profumo dei narcisi e la discesa di un angelo.
Rubo il miele dalle tue labbra.
Un rifiuto e il mio cuore è trafitto dal dolore.
Il freddo della notte e il dolce suono della mia armonica riempie l’aria.
Un sacrificio che mi rende uomo.
Due anime si sfiorano fugacemente.
Una corsa. Mi manca l’aria.
Ho il cuore in gola,ha un sapore amaro.
Una finestra appannata,un manto bianco.
Non distinguo più nulla.
Non c’e più nulla.

FrAgiLe

dicembre 12th, 2012

cuore spezzato

Quando ti accorgi di non amare più una persona, non mandargli in frantumi il cuore, perché un domani potrebbe essere perfetto accanto a qualcun altro. Quindi maneggialo con cura, e ricordati che ci sono dei battiti lì dentro…anche se non sempre vanno a ritmo con il tuo.

Tanya Bì ©

É degli spiriti deboli vedere tutte le cose attraverso un velo nero

ottobre 28th, 2012

É degli spiriti deboli vedere tutte le cose attraverso un velo nero; è l’anima che crea a se stessa i propri orizzonti: la vostra anima è triste, e vi fa vedere un cielo tempestoso.
Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo

Tristezza

settembre 4th, 2012

Seduta sul letto rimango in silenzio, abbracciata a me stessa. Momenti che la solitudine diventa un isola dove ritrovare la dolcezza, la serenità  dei propri pensieri.  Infondo amo la vita, ma lei più passa il tempo e  più diventa  avara, cerco mentalmente di prepararmi  alla sofferenza, mi costruisco una corazza per soffrire meno.  Come donna sono ricca di percezioni, di sensibilità, istinto attento a cogliere il minimo aiuto. Trasportata dai sogni non mi sono accorta di essere sola, come se una nuvola con la sua ombra mi avvolgesse  e  un freddo è sceso nel  cuore, e il sogno dissolto. Voglia di guardare le stelle e perdirmi  a contarle una, ad una cercando la mia.

(Mirella Narducci)

Prendere coscienza dell’amore

agosto 22nd, 2012

Ho toccato il cielo con te, stregato dal fascino perverso,

squarciavo l’aria, pur di averti,

ridisegnavo lo spazio, costruivo  castelli di sabbia,

scambiandoli per solide fortezze.

Illusione, la sabbia crolla senza far rumore, tutti

i miei sogni, il mio amore dispersi in un attimo.

Guardavo il cielo nella speranza di scorgere

quell’aquilone, che mi era sfuggito di mano, ma

ne ho visti tanti che oscuravano il cielo, ti  ho

perduta , invano  cercarti.

Ora in questa tristezza cerco di ritrovarmi  con una

ragione  nuova, mi  ero  perso  mentre  costruivo

castelli di sabbia  e  cercavo  aquiloni, senza accorgermi

che la vita  scivolava   via…………

(Mirella Narducci)

Next »