Frasi Libri

Leggi Le Più Belle Frasi Prese dai Libri. Scopri I Più Bei Libri da Leggere, Perchè un libro è un rifugio sicuro, un amico fedele. Frasi Dai Libri Più Belli!



I Dieci Consigli di Einstein

marzo 24th, 2014

Consigli Einstein

La Saggezza e i consigli di Einstein tratti dai suoi scritti e libri più famosi.

1. Segui la tua curiosità
“Non ho nessuno talento speciale. Sono solo appassionatamente curioso.”
2. La perseveranza ha un valore inestimabile
“Non mi considero particolarmente intelligente, è solo che mi dedico ai problemi molto a lungo.”
3. Poni il presente al centro della tua attenzione
“Qualsiasi uomo che guida in maniera sicura mentre bacia una bella ragazza è un uomo che non sta dando al bacio l’attenzione che merita.”
4. L’immaginazione è potente
“L’immaginazione è tutto. E’ l’anteprima delle attrazioni che il futuro ci riserva l’immaginazione è più importante della conoscenza.”
5. Non avere paura di sbagliare
“Una persona che non ha mai sbagliato è una persona che non ha mai provato nulla di nuovo.”
6. Vivi nel momento
“Non penso mai al futuro: arriva abbastanza presto.”
7. Crea valore
“Impegnatevi cercando di creare non il successo, ma il valore in quello che fate.”
8. Non essere ripetitivo
“Follia: fare e rifare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati differenti.”
9. La conoscenza deriva dall’esperienza
“Informazione non è conoscenza. La sola fonte di conoscenza è l’esperienza.”
10. Impara le regole e giocherai meglio
“Devi imparare le regole del gioco. E poi devi giocarci meglio di chiunque altro.”

*

FELICI PIU’ DI DIO* Neale Donald Walsch

marzo 16th, 2014

Prendi la felicità

Ho sempre adorato i libri di Neale Donald Walsch e scoprire che un nuovo suo libro da leggere è stato illuminante. Felici più di Dio e’ un vero percorso di scoperta della gioia e della felicità individuale. Un sentiero fatto di emozioni contrastanti, idee illuminanti, concetti semplici e intuitivi da riscoprire dentro di se’.
Neale D. Walsch in Felici più di Dio mette a frutto in maniera unica il suo potere di trasferire in parole concetti potenti e astratti. Li trasforma in pensieri semplici comprensibili anche ad un bambino. E’ possibile essere felici, dimorare in una gioia profonda che si trova dentro di noi?
Il libro da queste risposte e le ripercorre in 17 passi da scoprire e da percorrere assieme a lui: resta in contatto con ciò che sei, dona agli altri qualsiasi esperienza stai cercando, riconosci la perfezione, comprendi la tristezza, smetti di fare a pugni con la tua vita…
Egli afferma: “La vita non vuole altro che la tua felicità. La felicità è il tuo stesso destino.” una asserzione semplice e potente che, se concretizzata nella vita di tutti i giorni, trasforma la nostra esistenza, da potere alla parte più profonda di noi e ci fa vivere pienamente in noi stessi.

Frase tratta dal libro:

“Se tu sei già felice, devi renderti conto che sei destinato a esserlo ancora di più. E se per caso tu fossi davvero molto felice, ebbene, non hai ancora raggiunto la massima felicità.
Ma allora: quanto felice puoi essere? Qual è il limite della felicità? Puoi persino essere felice più di Dio!”
Felici più di Dio, Neale Donald Walsch

*

La vita serve a renderci felici.
Felici più di Dio, Neale Donald Walsch

*

“Non c’è niente da correggere; ogni cosa chiede solo di essere celebrata. Sei stato fatto per chinarti così da scoprire tutti gli infiniti miracoli ai tuoi piedi.
E sei stato fatto per estenderti così da trovare il Bellissimo Paradiso Personale appena oltre tutte quelle responsabilità che pensi di doverti assumere.
Quando invoco Dio e gli chiedo di parlarmi mi sento piccolo e solo, proprio come te. Ma è proprio in quell’istante che, senza alcun motivo particolare, comincio a risplendere.
Felici più di Dio, Neale Donald Walsch

*

La più grande ironia della vita è che tutto ciò che vogliamo, l’abbiamo già. Abbiamo in grande abbondanza ciò che desideriamo. Forse non credete che nel vostro caso, o per altre persone che conoscete, sia vero, ma è proprio così ed è solo la convinzione che non lo sia a farlo sembrare falso nella nostra esperienza.
Felici più di Dio, Neale Donald Walsch

*

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Felici Più di Dio

Leggo perchè….

febbraio 28th, 2014

310581_196912893716400_1839030763_n

Leggo perché mi piace leggere. Leggo perché non posso farne a meno.

Leggo quando ho tempo, ma anche quando il tempo non mi basta. Leggo per ridere o per riflettere. Leggo quando sono felice perché la vita scorre facile, ma anche quando sono triste e ho bisogno di sorridere.

Leggo perché a me ventiquattro ore non mi bastano e leggere mi allunga la giornata.

Leggo in silenzio o anche in mezzo al caos.  A volte leggo sorridendo da sola, altre volte piango per un personaggio di una storia chiusa tra le pagine del libro. Leggo perché voglio conoscere, perché voglio riflettere, perché mi piace.

Leggo perché la vita è troppo breve. Leggo quando amo il silenzio.

Leggo perché adoro il profumo delle pagine che scorrono. Leggo perché leggendo scopro che c’è tanto ancora da imparare.

(Alessia S. Lorenzi da “Come il Canto del Mare”)

(Tutti i diritti riservati – E’ vietata la riproduzione, anche parziale, del testo o parte di esso senza la citazione dell’autrice)

 

 

SOPRAVVIVERE ALLE CRISI * Jacques Attali

febbraio 17th, 2014

attali, sopravvivere alle crisi

Ecco sette principi [...] applicabili a qualsiasi epoca, qualsiasi minaccia e qualsiasi tipo di crisi: che si tratti di una crisi economica come quella di oggi, di una carestia, di una guerra, dell’avvento di una dittatura, di uno tsunami, di una valanga, o anche di una crisi sentimentale o di un collasso cardiaco. A condizione, però, di applicarli ogni volta con approcci diversi e con metodi specifici, utilizzando, naturalmente, alleati e consigli differenti a seconda della natura delle minacce.

1. IL RISPETTO DI SÉ: innanzitutto, voler vivere, e non soltanto sopravvivere. Quindi, prendere pienamente coscienza di sé, attribuire importanza alla propria sorte, non provare né vergogna né odio verso se stessi. Rispettarsi e dunque cercare la propria ragione di vivere, imporsi un desiderio d’eccellenza in relazione al proprio corpo, alla propria conservazione, al proprio aspetto, alla realizzazione delle proprie aspirazioni. Per raggiungere questo scopo, non bisogna attendersi nulla da nessuno; occorre contare soltanto su se stessi per definirsi; non bisogna avere paura davanti a una crisi, quale che sia la sua natura; occorre accettare la verità anche se non è piacevole da ammettere; e bisogna voler essere protagonisti, né ottimisti né pessimisti, del proprio futuro.

2. L’INTENSITÀ: proiettarsi sul lungo periodo; formarsi una visione di sé, per sé, da qui a vent’anni, da reinventare incessantemente; saper scegliere di compiere un sacrificio immediato se può rivelarsi benefico sulla lunga distanza; nello stesso tempo, non dimenticare mai che il tempo è prezioso, perché si vive una volta sola, e che bisogna vivere ogni momento come se fosse l’ultimo.

3. L’EMPATIA: in ogni crisi e di fronte a ogni minaccia, a ogni cambiamento radicale, bisogna mettersi al posto degli altri, avversari o potenziali alleati; comprendere le loro culture, i loro modi di ragionare, le loro motivazioni; anticipare i loro comportamenti per identificare tutte le minacce possibili e distinguere tra amici e potenziali nemici; bisogna essere amabili con gli altri, accoglierli per stringere con loro le alleanze durature, praticare un altruismo interessato e, a tale scopo, fare mostra di una grande umiltà e di una piena disponibilità intellettuale; essere in particolare capaci di ammettere che un nemico può avere ragione senza provare vergogna o rabbia per questo.

4. LA RESILIENZA: una volta identificate le minacce, diverse per ogni tipo di crisi, occorre prepararsi a resistere — mentalmente, moralmente, fisicamente, materialmente, finanziaramente — se una di esse dovesse concretizzarsi. Di conseguenza, bisogna pensare a costituire difese, riserve, piani sicurezza a sufficienza, ancora una volta a seconda del tipo di crisi da affrontare.

5. LA CREATIVITÀ: se gli attacchi persistono e diventano strutturali, se la crisi si radicalizza o si iscrive in una tendenza irreversibile, bisogna imparare a trasformarli in opportunità; fare di una mancanza una fonte di progresso; volgere a proprio vantaggio la forza dell’avversario. Ciò esige un pensiero positivo, il rifiuto della rassegnazione, un coraggio e una creatività pratica. Queste qualità si forgiano e si allenano come i muscoli.

6. L’UBIQUITÀ: se gli attacchi continuano, sempre più destabilizzanti, e non è possibile nessun loro impiego positivo, bisogna prepararsi a cambiare radicalmente, a imitare il migliore di quelli che sanno resistere, a rimodellare la rappresentazione di sé per poter passare nel campo dei vincitori senza perdere il rispetto di se stessi. Occorre imparare a essere mobili nella propria identità e, perciò, tenersi pronti a essere doppi, dentro l’ambiguità e l’ubiquità.

7. IL PENSIERO RIVOLUZIONARIO: infine, occorre essere pronti, in una congiuntura estrema, in situazione di legittima difesa, a osare il tutto per tutto, a forzare se stessi, ad agire contro il mondo violando le regole del gioco, pur persistendo nel rispetto di sé. Quest’ultimo principio rinvia dunque al primo e tutti insieme formano così un sistema coerente, un cerchio.

Colui che metterà in atto questi principi, con qualsiasi tipo di crisi, e ne verificherà incessantemente l’applicazione, avrà più possibilità degli altri di sopravvivere.

Che sia un miserabile o che si ritenga un potente, nessuno potrà vivere e sopravvivere senza volerlo, senza operare la sua rivoluzione, così come nessuno potrà fare la rivoluzione senza sopravvivere. Come diceva il Mahatma Gandhi: «Siate voi stessi il cambiamento che volete vedere nel mondo».

La Biologia delle Credenze* Bruce H. Lipton

febbraio 12th, 2014

biologia delle credenze, lipton

Siamo divini, e dobbiamo vivere non in base alla sopravvivenza del più forte, ma in un modo che sostenga tutti e tutto su questo pianeta.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

“Se l’ambiente e il pensiero influenzano la nostra biologia, questo può cambiare le conoscenze e le esperienze vissute fino a oggi da gran parte di noi. Infatti ognuno di noi ha le potenzialità per creare una vita piena e traboccante di ogni dono e talento, a partire da salute, felicità e amore.”
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

La nostra salute riflette i nostri pensieri. L’energia invisibile è responsabile della forma fisica. La malattia riflette la distorsione dei nostri pensieri. Il campo energetico influenza il mondo fisico. Lo spirito pure.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

La fisica quantica sostiene che la mente controlla il corpo: se cambi mentalità, cambi la tua vita. La mente governa la salute della comunità di 50 milioni di cellule di ogni individuo. La malattia è connessa con l’attività mentale, non con qualcosa di fisico. Il pensiero negativo è potente, così come lo è quello positivo.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

Le cellule rispondono e reagiscono all’ambiente! Se le togliamo da un ambiente negativo e le portiamo in un ambiente positivo e sano , non necessitiamo farmaci. Per cui quello che ci serve è semplicemente cambiar stile di vita, il nostro modo di pensare, le nostre convinzioni. Cambia ambiente, cambia il tuo modo di reagire agli eventi e guarirai, perché il tuo modo di stare al mondo influenza il tuo benessere o il tuo malessere. Tutto dipende da te.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

C’è però un fattore molto importante che riguarda il periodo prenatale, che ha il suo peso nella vita di una persona. La genitorialità consapevole fa una meravigliosa differenza: dobbiamo comprendere il ruolo che svolgiamo nel programmare le convinzioni dei nostri figli e l’impatto che quelle convinzioni hanno sulla loro vita.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

Dobbiamo lavorare per acquisire quel potere personale necessario ad abbandonare la convinzione che siamo vittime di Dio, della natura o di un destino perverso e ingrato. Noi creiamo le nostre vite e siamo gli unici ad avere il potere di farlo e di riempire ogni cosa col miglior nutriente: l’amore.
La Biologia delle Credenze, Bruce H. Lipton

*

La Biologia delle Credenze La Biologia delle Credenze
Come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula
Bruce Lipton

Compralo su il Giardino dei Libri

I DIECI SEGRETI DEL CUORE* Ruediger Schache

febbraio 10th, 2014

I diecisegreti del cuore foto

Primo segreto: Attrazione
“Qual è il motivo per cui un certo tipo di uomo o di donna ti attrae come per magia e altri sebbene più indicati per instaurare un rapporto di coppia funzionante non ti attirano per niente? Come mai tutte le tue relazioni hanno uno svolgimento simile, nonostante i tuoi tentativi di cambiare le cose?” Solo capendo il tuo magnete potrai capire chi attrai e perché. Tutto ha un senso. “Non si tratta del tuo corpo. E’ molto più facile… si tratta della tua emanazione.”

Secondo segreto: Lo Specchio
“Tutto quel che attrai è come uno specchio che ti mostra ciò che si trova nel tuo magnete, affinché tu possa orientarti meglio”. Non sempre è facile intuire il principio dello specchio, “il motivo è che lo specchio non si limita a riflettere quello che sei precisamente, ma ti mostra molto di più.”

Terzo segreto: Chiarezza
“Chi sei? Dove vuoi andare? Quali sono i tuoi desideri? Cosa vorresti assolutamente sperimentare? Con che genere di persone desideri stare? Qual è per te il senso della vita, in questo momento o in generale?” “Non sono domande facili e anche se trovi le risposte, queste possono cambiare nel corso del tempo. Per fortuna non si tratta tanto di dare risposte complete o definitive, quanto di imparare a sentire in che direzione si vuole andare.”

Quarto segreto: la Propria Fonte
“Qualunque cosa tu cerchi negli altri si trova già dentro di te, allora di cosa sei fondamentalmente alla ricerca? Di sensazioni!” “Nessuno può darti l’amore perché ce l’hai già dentro di te. Questo lo sai. Guarda la foto di un bambino felice. Lo senti? Non ricevi niente e tuttavia lo senti, è lo stesso amore che provi quando hai vicino una persona a cui vuoi bene.”

Quinto segreto: il Potere dei Simboli
“Finché credi in un simbolo, questo continuerà a riapparire nella tua vita o nei tuoi rapporti, dal momento che risuona nel magnete di altre persone che se ne sentono inconsciamente attratte.” “Un oggetto o un’azione rappresenta qualcosa. Questa perlomeno è la tua esperienza e ritieni sia evidente per chiunque. Ma è davvero così?”

Sesto segreto: la Profezia Autorealizzante
“Le persone che ti stanno accanto si comportano raramente come vorresti, ma piuttosto come temi che accada?” Forse “le tue parole o le tue azioni non corrispondono ai tuoi pensieri o ai tuoi sentimenti. Gli altri saranno quindi diffidenti nei tuoi confronti e ti terranno a distanza.” Sono i tuoi veri pensieri e sentimenti ad agire con maggiore intensità.

Settimo segreto: Amore di sè
“Quando sei insicuro sulle decisioni da prendere e le azioni da compiere… Quando vuoi trasformare i pensieri e le sensazioni sgradevoli… Chiediti sempre: “Cosa farebbe l’amore?” “Se ti sacrifichi per qualcuno perché pensi che lo si possa anche fare quando si ama, chiediti se l’amore si comporterebbe così. L’amore vorrebbe che tu ti facessi questo? Vorrebbe che tu seguissi un’idea di amore in cui l’affetto è legato alla sofferenza?”

Ottavo segreto: lo Spazio Interiore
“Lo spazio interiore è quel luogo dentro di te destinato ad accogliere ciò che desideri. Ogni volta che ti permetti di sentirlo, attivi il tuo magnete facendogli attirare con maggiore intensità l’oggetto dei tuoi desideri”. “Molti non vogliono accostarsi a questo spazio perché temono di provare un senso di insoddisfazione e vuoto. Ma questa fonte fa parte di te.

Nono segreto: Decisione e Azione
Metti già in atto quello che vuoi realizzare! Comportati come se ti fosse già stato permesso e tu lo stessi già sperimentando. L’universo ama sentirti agire e risponde di conseguenza.

Decimo segreto: la Forza del Presente
Decidi nel presente: usa la forza dell’intuizione. Ogni volta che decide l’intelletto è il passato a decidere. Lo scopo della nostra vita non è produrre risultati, ma provare esperienze.

I dieci segreti tratti dal libro:

Il Segreto del cuore, Ruediger Schache

*

Il Segreto del Cuore Il Segreto del Cuore

Ruediger Schache

Compralo su il Giardino dei Libri

SII FELICE ADESSO* Osho

novembre 13th, 2013

Tutti siamo alla ricerca della felicità, ma la coloriamo di tali e tante sfumature e pretese da non riuscire mai a conseguirla. La felicità è qualcosa di interiore, per questo è dentro di noi che dobbiamo inabissarci per trovarla.
Sii Felice Adesso, Osho

*

Sii felice! Non devi aspettare un solo istante. E’ un salto, un salto di qualità: … non devi procedere un passo dopo l’altro, non è un’evoluzione graduale, è un balzo improvviso. Puo’ accedere in questo stesso istante!
Sii Felice Adesso, Osho

*

Trova la vera essenza della vita
Sii Felice Adesso, Osho

*

Guarda ciò che hai! Apri gli occhi per vedere ciò che hai già ottenuto!
Sii Felice Adesso, Osho

*

La piena libertà dell’essere, l’unica esperienza in grado di restituirci a noi stessi, non più come uomini dimezzati ma in quanto individui pienamente attenti e presenti.
Sii Felice Adesso, Osho

*

Sii Felice Adesso Sii Felice Adesso
Trova la vera essenza della vita
Osho

Compralo su il Giardino dei Libri

LA VERA SAGGEZZA * OSHO

ottobre 27th, 2013

OSHO_LAVERASAGGEZZA
Se la felicità ha una causa, sei pronto a essere infelice in qualsiasi momento. Sei proprio in bilico, perché la causa può scomparire; allora la felicità sparirà. Finchè non sei semplicemente felice, senza una causa visibile o invisibile; finchè non sei sempre felice- irragionevolmente, irrazionalmente, illogicamente, pazzamente- non sei felice.

OSHO, LA VERA SAGGEZZA
Le vostre risate sono terapeutiche. Siete troppo seri: avete bisogno di ridere.

OSHO, LA VERA SAGGEZZA
La grazia non è qualcosa che a volte accade e a volte no. La grazia sta sempre accadendo: è la natura stessa dell’esistenza. L’esistenza è piena di grazia. Ma a volte riesci a coglierla e altre volte non ci riesci.

OSHO, LA VERA SAGGEZZA
Il tesoro che stai cercando è in te. Tutto questo cercare è inutile. Guarda alla realtà dei fatti. L’esistenza sta celebrando! E’ una celebrazione! Sta già danzando in ogni foglia, in ogni ruscello, in ogni roccia, in ogni stella- sta sempre danzando. E tu sei invitato, altrimenti non saresti qui. Sei accettato, altrimmenti non saresti qui.

OSHO, LA VERA SAGGEZZA
Quando il fiore sboccia, la fragranza si spande. Quando realizzi la tua più intima essenza, l’amore si diffonde. L’amore è la fragranza.
OSHO, LA VERA SAGGEZZA

 

TOCCARE LA PACE * Thich Nhat Hanh

settembre 23rd, 2013

1588267-yoga22

Possiamo trovare la vita solo nel momento presente. Penso che dovremmo istituire un giorno di vacanza per celebrare questo fatto. Ci sono festività per così tante occasioni importanti: Natale, Capodanno, la festa della mamma e quella del papà, persino il giorno della Terra, perché allora non celebrare un giorno nel quale sia possibile vivere felici nel momento presente per tutto il giorno? Vorrei proprio dichiarare oggi il “Giorno dell’Oggi”, un giorno dedicato a toccare la Terra, a toccare il cielo, a toccare gli alberi, e a toccare la pace che ci si offre proprio nel momento presente.
Thich Nhat Hanh, Toccare la pace

***

Non c’è bisogno di morire per entrare nel Regno dei Cieli. Anzi, dobbiamo essere completamente vivi. Inspirando ed espirando, abbracciando un bell’albero, siamo in paradiso. Praticando la respirazione consapevole, attenti ai nostri occhi, al cuore, al fegato, al non-mal di denti, siamo immediatamente trasportati in paradiso. La pace è a nostra disposizione. Non dobbiamo fare altro che toccarla. Quando siamo davvero vivi, possiamo vedere come l’albero sia parte del paradiso, e come anche noi ne siamo parte. Tutto l’universo sta cercando di rivelarci questa realtà, ma siamo così ciechi da investire le nostre risorse per tagliare gli alberi. Se vogliamo accedere al paradiso in Terra, ci basta un solo passo cosciente e un solo respiro cosciente. Quando tocchiamo la pace, ogni cosa diventa reale. Diventiamo noi stessi, pienamente vivi nel momento presente, e sia l’albero che il nostro bambino, così come ogni altra cosa, si rivelano a noi nel loro pieno splendore.

Thich Nhat Hanh, Toccare la pace

***

“Il miracolo è camminare sulla Terra”. Questa frase è stata pronunciata dal maestro zen Lin Ci. Miracolo non è camminare sull’acqua, o nell’aria, ma camminare sulla Terra. La Terra è talmente bella. E anche noi siamo belli. Possiamo concederci di camminare in consapevolezza, toccando la Terra, la nostra madre meravigliosa, a ogni passo. Non c’è bisogno di augurare agli amici: “La pace sia con te”. La pace è già con loro. L’unica cosa che dobbiamo fare è aiutarli a coltivare l’abitudine di toccare la pace in ogni momento.

Thich Nhat Hanh, Toccare la pace

*

La Pace è ogni Passo La Pace è ogni Passo
La via della presenza mentale nella vita quotidiana
Thich Nhat Hanh

Compralo su il Giardino dei Libri

La Pace è Ogni Respiro Thich Nhat Hanh La Pace è Ogni Respiro
Semplici esercizi per le nostre vite stressate
Thich Nhat Hanh

Compralo su il Giardino dei Libri

Toccare la Pace Toccare la Pace
La pratica dell’arte di vivere con consapevolezza
Thich Nhat Hanh

Compralo su il Giardino dei Libri

Next »