Frasi Festa della Mamma

Frasi Festa Della Mamma ❤❤❤ Per la Festa Della Mamma Dedica Una Frase, Frasi Sulla Mamma da Scrivere nella Festa della Mamma ●► FRASI FESTA MAMMA*



FRASI SULL’AMORE MATERNO

ottobre 30th, 2013

mother1

Ogni madre ama il proprio bambino,
ma solo le madri che amano davvero riesco a liberare i propri figli al proprio destino. Qualsiasi esso sia.
Francesco Patera
***

Quale amore è più forte, intenso, autentico, carnale, di quello di una mamma per il suo bambino?
Dovremmo amare sempre il prossimo in questo modo, incondizionatamente.
Anton Vanligt
 
***

 Le madri di Plaza de Mayo costituiscono un esempio straordinario non solo di coraggio, umanità e libertà, ma anche di grandioso e razionale realismo politico, come documentano l’avvincente libro di Daniela Padoan, Le pazze. Un incontro con le madri di Plaza de Mayo, e altre testimonianze della loro vicenda. L’esempio di una «follia» che è chiara, intrepida e amorosa intelligenza delle cose, posta al servizio dell’universale umano. Dopo il golpe del 24 marzo 1976, che instaurò la dittatura militare in Argentina, veri e presunti oppositori – circa trentamila – vennero fatti sparire, talora insieme agli avvocati che li assistevano, in un’orgia di criminalità e nell’eclissi di ogni certezza del diritto, che colpiva pure persone inizialmente non avverse a un governo autoritario. La storia di quelle infamie, di quelle torture, di quelle eliminazioni, di quelle complicità con gli aguzzini è nota ed era stata denunciata allora, con particolare forza, da Giangiacomo Foà sul «Corriere». [...]

Tutto questo è storia, nota anche se rimossa o scordata. La resistenza delle madri non nasce quale movimento politico, bensì da un’elementare universalità umana; si tratta di donne di diversa estrazione sociale, ma perlopiù modesta, cresciute e formatesi tradizionalmente nei valori famigliari, nel rispetto dell’autorità e nel desiderio di un normale ordine sociale che permetta una normale vita quotidiana. Quando i loro figli iniziano a sparire, in un’assenza e in un’incertezza più angosciose della morte, il loro amore materno non si piega e non si rassegna; non si limita alle lacrime ma trova gli artigli ed esse iniziano la loro ricerca, la loro lotta indomabile. Come Antigone , si ribellano alla legge iniqua (o meglio alla selvaggia anarchia, perché ogni violenta tirannide è caos e disordine) che nega i fondamentali valori umani.

Nelle testimonianze – e, prima ancora, nella prassi – di queste donne la maternità non rimane allo stadio di strazio viscerale, di lutto privato. Queste donne scoprono che la loro tragedia personale è un tassello di una criminale tragedia collettiva; che non solo il figlio dell’una o dell’altra, ma migliaia di persone sono state fatte delittuosamente sparire. L’immediato sentimento materno si universalizza, diviene chiaro concetto della responsabilità più generale. Ognuno di quegli scomparsi diventa allora il loro figlio, così come ogni vittima è realmente il fratello di ognuno di noi, perché sempre si tratta del nostro destino comune e tanto peggio per chi, prigioniero di un’ottusa aridità o di una sentimentalità posticcia, non se ne accorge e non si accorge dunque di lavorare alla propria rovina. Quando si è portato un figlio in grembo – dice una delle madri, Hebe de Bonafini – lo si porta per sempre. Queste donne non la danno vinta alla morte, smontano la sua falsa aureola di potenza invincibile; i loro figli – ripetono – sono vivi, continuano a far parte della storia del mondo e quei trentamila sono tutti figli di ognuna di loro.
Claudio Magris, La storia non è finita

***

 - Si mette alla prova chi si ama.

- No. Si protegge chi si ama.

- Quello è amore materno

Amélie Nothomb , Barbablù

essere mamma…!

maggio 12th, 2013

Ieri ero una ragazza,

oggi sono una mamma…

Ieri ero felice di aver trovato il vestito giusto per me ,

lo smalto che cercavo per me ,

l’ombretto che metteva in evidenza i miei occhi ,

le scarpe perfette per me e il ragazzo che mi piaceva

e che forse mi regalava tutte queste cose …

Oggi sono felice di aver trovato il passeggino giusto per te ,

la crema protettiva per la tua pelle ,

il cappello che ti protegge dal sole ,

le scarpette che ti aiutano a camminare ,

l’uomo che mi ama e che mi ha regalato te …

Ieri vivevo per me ed ero solo una ragazza come tutte le altre …

OGGI VIVO PER TE E SONO LA TUA MAMMA …

E’ QUESTA LA VERA FELICITA’ …

[dal web]

294896_480346638702494_82132989_n

per sempre…MAMMA!

maggio 12th, 2013

Le mamme sono.

Ovunque siano.

Che siano braccia che stringono o pensiero che avvolge.

Loro sono.

E il loro cuore batte dentro la vita senza smettere,

perchè il loro amore si fonda con quello che hanno generato.

Le mamme sono e restano.

Per sempre …

Fabiola Galastri

558776_403883316386192_1462670187_n

Ciao Mamma

maggio 12th, 2013

Ciao mamma,

vorrei che tu leggessi questa lettera che sto scrivendo per te.
A volte le parole non riescono a esprimere ciò che il cuore sente. Forse quando scrivo il cuore è più attento e sa suggerirmi le parole giuste.
Mi sei sempre stata vicino e hai condiviso con me le lacrime di bambina, a volte per ingenui capricci, altre volte, un po’ più adulta, per le sfide che la vita mi presentava.
E tu eri lì, sempre lì ad ascoltarmi e a consolarmi con i tuoi: “Non preoccuparti, vedrai che tutto andrà bene”. Eri lì, accanto a me, anche quando la gioia entrava nella mia vita e tu eri pronta a condividerla e a gioire per me.
Non so se sono la figlia che tu avresti voluto, ma spero di non averti mai deluso.
Negli anni le tue “lezioni di vita” mi sono state di grande aiuto sia nelle difficoltà che la vita troppo spesso ci presenta, sia nei momenti che sorprendentemente la vita sa anche regalarci.
Riconosco il tuo difficile compito adesso che sono mamma anch’io. Che fatica esserlo in alcuni momenti!
Spero di essere per i miei figli anche solo una parte di ciò che tu sei stata per me.
Ti voglio bene mamma. (Alessia S. Lorenzi)madre-e-figlia-2

Dedicato a tutte le MAMME!

maggio 12th, 2013

Grazie mamma

Grazie mamma perché mi hai dato la tenerezza delle tue carezze,

il bacio della buona notte,il tuo sorriso premuroso,

la dolce tua mano che mi dà sicurezza.

Hai asciugato in segreto le mie lacrime,hai incoraggiato i miei passi,

hai corretto i miei errori,hai protetto il mio cammino,

hai educato il mio spirito,con saggezza e con amore

mi hai introdotto alla vita.

E mentre vegliavi con cura su di me trovavi il tempo per i mille lavori di casa.

Tu non hai mai pensato di chiedere un grazie.

Grazie mamma.

394740_230885336988869_955300840_n

Pensando a te mamma

maggio 10th, 2013

 

Mamma,

per tanto tempo non ti ho amato,

ti ho condannato,

ora non ci sei più,

ti ho perdonato,

forse perché ho capito.

Nella stessa situazione…

quanta fatica, quanto dolore,

si, io sono più forte,

ho aperto tutte le porte,

e non ho più la mia vita,

ma ce l’ho mai avuta?

Gli interrogativi sono tanti,

i dubbi ancor di più,

avevi ragione tu?!

La tenerezza che dimorava in me

dov’è?

quella gioia e quell’amore, non c’è,

si è spento il fuoco dentro me.

fragile si è lasciato morire,

e non so più  reagire.

Mamma,

quel che agognavo  da te,

non so più darlo neanch’ io

e non capisco il perché…

cena

 

 

Un abbraccio di mamma

maggio 9th, 2013

Un abbraccio che sa di borotalco,
un bacio miracoloso
che guarisce le tue ferite di bimbo.
Un sorriso
che fa fuggire le paure e
una lacrima che scende sul suo viso
quando ti rattrista il dolore.
E poi sa piangere di gioia
quando sente la tua felicità.
Una vita che, senza pensare,
sacrificherebbe per salvare la tua.
E’ la mamma: solo lei è capace di tanto.
(Alessia S. Lorenzi)

abbraccio

C’E’ SOLO UN LAVORO CHE NON PREVEDE LETTERE DI DIMISSIONI: L’AMORE

febbraio 28th, 2013

-“Ehi, mamma, ma quanto vivremo noi due?
-“Io, un giorno più di te…”
-“…”

Solo un giorno.
Un lungo, eterno giorno.
Per non farti morire
Senza di me.
Per non restare a morire
Senza di te.

C’è un solo lavoro che non prevede lettere di dimissioni.
Un solo treno che si ferma ad aspettarti, anche per sempre.
Un solo viaggio che può far ritrovare due anime.

L’Amore.

E io ti Amo.

A te, mamma… l’amore dei miei 30 anni..
C’è Tempo…

E a tutte le mamma, quelle che meravigliosamente lo sono.
E a quelle che desiderano di esserlo, perchè non perdano mai la speranza.
E a Te Sara, ovunque Tu sia.
Terry

[ da Essere una penna a partire da dentro]

FRASI FIGLI*

gennaio 29th, 2013

I figli sono la gioia di una casa.
Stephen Littleword

*

Dobbiamo ai figli l’occasione di essere tutto ciò che possono diventare, di avere coscienza del loro valore, di saper correre dei rischi, di fare affidamento su se stessi, di attingere alla loro creatività innata e di sentire lo scopo della loro presenza al mondo.
Wayne W. Dyer, Che cosa volete davvero per i vostri figli

*

Tuo figlio cambia tutti i giorni. Per questo è ancora più interessante e importante vederlo e ascoltarlo come se fosse sempre nuovo, sconosciuto e da scoprire.
Elena Tagliaferri, Sponsor di Tuo Figlio

*

I figli devono essere rispettati in quanto entità spirituali dal linguaggio antico come il nostro. Sono compagni di avventura che condividono con noi il tempo e lo spazio, ciascuno unico con il suo bagaglio di lezioni, con i suoi obiettivi e con il proprio viaggio davanti a se’.
Mike Dooley, L’arte di far accadere le cose

*

“Figlio mio, vivi in modo da non doverti vergognare di te stesso, dì la tua parola in modo che ciascuno debba dire di te che ci si può fidare; e non dimenticare che dare gioia ci dà anche gioia. Impara a tempo che la fame dà sapore ai cibi, e rifuggi la comodità perchè rende insipida la vita. Un giorno dovrai fare qualcosa di grande: a tale scopo devi diventare tu stesso qualcosa di grande.”
F. Nietzsche, Frammenti postumi

*

Molti genitori fanno dei figli prima di avere una buona esperienza della vita,
quando hanno appena finito di essere a loro volta dei figli.
Sono ancora alla ricerca di risposte,
non hanno ancora scoperto se stessi.
NEALE DONALD WALSCH, Meditazioni da Conversazioni con Dio

*

A un bambino darei le ali, ma lascerei che imparasse a volare da solo.
Gabriel Garcia Marquez

*

Se vogliamo che i nostri figli stiano bene con se stessi, dobbiamo aiutarli. Se desideriamo siano sicuri di se stessi, dobbiamo smettere di controllarli con la paura. Se ci aspettiamo che rispettino gli altri, dimostriamo loro il rispetto che meritano. I bambini imparano dall’esempio.
Jhon Gray, Gli Uomini Vengono da Marte Le donne da venere, I Bambini dal cielo

*

Ieri è trascorso. Domani deve ancora venire.
Noi abbiamo solo l’oggi.
Se aiutiamo i nostri figli
ad essere ciò che dovrebbero essere oggi,
avranno il coraggio necessario
per affrontare la vita con maggior amore.
Madre Teresa di Calcutta, La Gioia di Amare

*

Per infinite volte, da grande, avrebbe rivisto quella immagine, proprio quella: la sagoma massiccia del padre che cammina a grandi passi davanti a lui, contro il volo della nebbia mattutina, senza mai voltarsi, né per aspettarlo né per controllare che ci fosse ancora. In quella severità, e in quella assenza totale di dubbi, vi era quanto suo padre gli aveva insegnato dell’essere padri: che è saper camminare, senza mai voltarsi. Camminare il passo lungo degli adulti, senza pietà, ma un passo limpido e regolare, perché tuo figlio possa capirlo e starci attaccato, nonostante il suo passo bambino. E farlo senza mai voltarsi, se ne avrai la forza: perché lui sappia che non si perderà, e che camminare insieme è un destino di cui non bisogna mai dubitare, giacché è scritto nella terra.
Alessandro Baricco, Questa storia

*

È sempre più forte di me. Lo è sempre stato. Perché a lui basta una parola per farmi male. Anzi, anche meno: una parola non detta, un silenzio, una pausa. Uno sguardo rivolto altrove. Io posso sbraitare e dimenarmi per ore, passare alle ingiurie, mentre a lui per stendermi basta una piccola smorfia, fatta con un angolo del labbro.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei

*

L’evoluzione del rapporto tra madre e figlio, come ogni relazione che si instaura con un altro da sè , non è pianificabile, ma deve essere costruita e coltivata giorno per giorno, al di là di ogni possibile aspettativa
MAMME E POI ?, JOLANDA STEVANI

*

Figlio chi t’insegnerà le stelle
se da questa nave non potrai vederle?
Chi t’indicherà le luci dalla riva?
Figlio, quante volte non si arriva!
Chi t’insegnerà a guardare il cielo fino a rimanere senza respiro?
A guardare un quadro per ore e ore fino a avere i brividi dentro il cuore?
Che al di là del torto e la ragione contano soltanto le persone?
Che non basta premere un bottone per un’emozione?
Roberto Vecchioni, Figlio

*

Qual è stato in silenzio il padre parla al figlio, e spesso ho trovato nel figlio il segreto svelato del padre.
Friedrich Wilhelm Nietzsche, Così parlò Zarathustra

*

Con il tempo i genitori diventano bambini, e i figli sono costretti a crescere.
Licia Troisi, Il destino di Adhara. Leggende del mondo emerso

*

L'Educazione dei Figli L’Educazione dei Figli

“Non insegnamo basandoci su regolamenti e programmi ma attingendo a quanto è vivente”

Rudolf Steiner

Compralo su il Giardino dei Libri

Figli o Tiranni? Figli o Tiranni?

Chi comanda oggi in famiglia? La sorprendente analisi di un fenomeno sempre più diffuso

Michael Winterhoff

Compralo su il Giardino dei Libri

PNL con i Bambini - Guida per Genitori PNL con i Bambini – Guida per Genitori

Tecniche, valori e comportamenti per accrescere sicurezza e fiducia nei vostri bambini

Eric de la Parra Paz

Compralo su il Giardino dei Libri

Sponsor di Tuo Figlio (eBook) Sponsor di Tuo Figlio (eBook)

Quell’individuo unico e meraviglioso

Elena Tagliaferri

Compralo su il Giardino dei Libri

Next »