Frasi Canzoni

Frasi Canzoni ❤❤❤ Frasi Di Canzoni Belle Frasi Canzoni Belle Frasi Di Canzoni ♫ ♪ ❤ Le più belle Frasi tratte dalle Canzoni!



Frasi Mango Cantante

dicembre 8th, 2014

mango1

Tutti i miei lavori nascono così. Cerco sempre qualcosa che mi emozioni per creare qualcosa.
Mango
***

Quando guardo verso il cielo e vedo un aquilone volare, penso che quel movimento dipende dalla nostra voglia di volare. Mi spiego meglio. L’aquilone segue il tragitto che crea la persona che lo fa volare. Volteggia segnando sul cielo disegni particolari, diversi.
***

Non c’è mai fine al lavoro. Più vai avanti e più ti rendi conto che è lontano l’obiettivo, la perfezione. Quelli che credono si saper tutto sono in realtà degli ignoranti. Fondamentale nella vita è l’umiltà.

***

Sarà questa vita mia che và…un punto vivo nell’immensità…
***

Questo mare calmissimo dentro me io l’ho attraversato con te l’infinito e tu la terra dei giorni miei oh oh dei giorni miei che non finiranno mai..Ma questo azzurro a metà oh oh è nero e non sa quanto tu mi mancherai oh mi mancherà…
***

Mi sento un Cristoforo Colombo della musica, mi piace sperimentare, arrivare tra i primi a quella terra musicale che nessuno ha ancora toccato. Mi piace essere il viandante solitario che esplora altri territori.

***

Toccami coi sensi tuoi…come un abitudine…
***

cercami al posto di un amore se vuoi che un uomo sia migliore…
***

E no, non resterò qui ad aspettarti
E no, io lo attraverserò
questo silenzio mio
senza di te…
***

…perchè tu sei ORO…
***

Perche’ a volte mi ritrovo a pensarti, quasi come se parlassi di te, perche’ a volte cerco perche’ a volte volo per te…
ma non so se tutto questo e’ un confine o uno spazio sempre nuovo per te dentro me ti cerco,dentro me ti scrivo di te…
Mango – Dentro me ti scrivo

***

E forse esisti tu, paragrafo del cielo…e allora esiste il cielo…
***

Senti questa vita che trafigge così… e ci porta con sé col suo passo lieve… ma tu sei qui,ti cercai ti dimenticai…
***

E l’amore che radico sui miei fianchi sarà il codice delle mie parole per garantire quell’oggi che mi necessita, che mi emoziona pensando al domani, con tutti i suoi punti di domanda e le sue mancate risposte.
***

Eccoti qui dal sogno mio, eccoti in mezzo ai fiori. Eccoti folle d’amore. Eccoti su di me. Eccoti in mezzo ai fiori…
***

Luce che purifichi i miei sogni,scendi piano dentro di me,luce che rischiari apertamente…non lasciarmi da solo mai…
***

Tutto è vedere te … con i vestiti e senza.
***

FRASI DI FEDEZ

febbraio 28th, 2014

fedez

E quanti baci falsi e quante mani che si stringono
ma in questo ambiente viscido gli amici non esistono
e per quanto puo’ essere bello stare sotto ai riflettori
quelle luci non ti seguono una volta che sei fuori
FEDEZ
***

”I miei tatuaggi? E’ come se indossassi tutti i giorni la mia maglietta preferita”.
FEDEZ
***

Se la vita insegna io sono un’alunna pessima.
La lacrima che brucia il vento la consuma
e il nero che mi sporca tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto che di te mi resta.
FEDEZ
***

Prova a riflettere, la dignità è una qualità che ormai non ci possiamo più permettere.Per quanto puoi convincermi e per quanto puoi parlare, io so anche un ideale ha un prezzo ideale. Alla fine tutto si riduce ai soldi perchè tutti e tutto si compra con i soldi
FEDEZ

****

E l’ho capito finalmente, niente è per sempre, nulla di nulla, un bel ****** di niente, l’ho capito questo gioco intorno a i mille amici vuoti, va a finire che alla fine intorno a te rimane il vuoto.
FEDEZ

***

Certe cose sono come l’HIV: ce l’hai nel sangue
Fedez e Gianna Nannini – Fango
***

Ricordi impressi in un’istante come una polaroid ,a volte sembra tutto distante ma è stato scritto per noi
FEDEZ – Polarod
***

La vita è bella ma basta poco per restarne delusi
non amo la realtà, ma non so stare ad occhi chiusi
FEDEZ – Il cemento non è un fiore
***

La fama i contanti
Ho capito che ci sono cose più importanti.
Non credo che esista un paradiso
Ma credo nel sorriso sincero di un amore vero
FEDEZ – Un sorriso
***

Poi gli amici
Pronti a pugnalarti per essere felici
Pochi se ne salvano pochi ne considero
Molti mi rimpiangono ma io me ne libero
Io di amico ne ho tradito uno
E per questo errore tiro ancora pugni contro il muro
FEDEZ – sorriso
***

Se questi muri parlassero direbbero “bastardo”
FEDEZ – L’Idea sbagliata
***

Si scrive schiavitù, si legge libertà.
Ma questa è la mia nazione che pesa sulle mie scelte,
gridando rivoluzione ma con le braccia conserte.
Ora che il beneficio lascia spazio al benestare
capisco quant’è avvilente morire senza lottare.
Nessun instinto di fuga solo un trascinarsi
gli uni sugli altri dentro una sovrappopolata cisterna.
FEDEZ- Si scrive schiavitù si legge libertà
***

Nulla ti gira intorno se giri attorno a te stesso.

FEDEZ- Si scrive schiavitù si legge libertà
***

Nella vita tutto quello che ho
è dovuto a tutto quello che ho dato,
ma per avere tutto quello che ho
tu non sai un cazzo di quanto ho sudato.
La notte è solo la fine del giorno,
non riuscirò più a fare a meno di me
perchè è inutile cercare nel mondo
quello che non riesci a trovare dentro di te.
Chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato,
ma mangiare con l’imbuto non soddisfa più il palato e ha il sapore di scontato
Tutto quello che hai sognato e che hai desiderato
ha il sapore di un piatto del giorno prima riscaldato
e la costante paura di diventare come loro
meglio libero che schiavo con le catene d’oro
e per ora sono ibrido mezzo schiavo mezzo libero
disprezzo quello che ho e quello che non ho lo desidero
FEDEZ – quello che ho

fedez-

TESTO *Controvento* Arisa

febbraio 23rd, 2014

Arisa Controvento Sanremo

TESTO CONTROVENTO Arisa
Vincitrice Sanremo 2014

Io non credo nei miracoli, meglio che ti liberi
meglio che ti guardi dentro
Questa vita lascia i lividi
questa mette i brividi
certe volte è più un combattimento
C’è quel vuoto che non sai,
che poi non dici
mai, che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te
e tu non sai il perché, lo
so me lo ricordo bene

Io sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché così mi sento
Accanto a te viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante.
Acqua sarò
Che spegnerà un momento
Accanto a te viaggiando controvento.

Tanto il tempo solo lui lo sa,quando e come finirà
La tua sofferenzae il tuo lamento
C’è quel vuoto che non sai
che poi non dici mai
Che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te
e tu non sai il perché
Lo so me lo ricordo bene
Io sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché cosi mi sento
Accanto a te
viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante
Acqua sarò
Che spegnerà un momento
Accanto a te
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Acqua sarò che spegnerà un momento
Accanto a te viaggiando controvento

FRASI DI ALESSANDRA AMOROSO

novembre 15th, 2013

alessandra amoroso

Quando ritornerò
sarò il tuo sole
se mi addormenterò
sarò il tuo tramonto
e mi carezzerà una canzone
la voce del mare
di mia madre
Alessandra Amoroso – da casa mia – AMORE PURO 2013
***

sepolto da mille valanghe
ho smarrito la felicità
la cerco combattendo
fuggo da questa città
perché non possa guardarmi
perché non possa fotografare
la condizione del mio cuore
Alessandra Amoroso -amore puro- AMORE PURO 2013
 
***

Eri una luce così gigante
che anche lontano
mi sembravi grande

Temevo che un giorno il tempo
ti avrebbe portato via
come poesia o una leggenda
non mi scordo di te

E fu artificio o miracolo
un fuoco e tu
mi amasti e ti amai anch’io
e fu distrazione di un angelo
solo se quel fuoco si spense
Alessandra Amoroso – fuoco d’artificio-
***

Starò meglio
Ho cambiato amici,casa e abitudini
Volevo un po’ d’amore
E un minimo di supporto
E cambiai città
Io non l’avrei fatto mai
Perché ti amavo
E ti amo e
lo dico per me
Lo dico comunque
Non starò bene
Ma meglio di così
Alessandra Amoroso – starò meglio- AMORE PURO 2013
***

spiegami cos’è che adesso fa sembrare il nostro sguardo fragile
in bilico
sul precipizio più profondo contro il vento di un aprile tiepido
inutile
queste svogliate carezze distanze incertezze ci fermano qui
spiegami cos’è che adesso fa sembrare il tuo silenzio insolito
illegibile
più di ieri sento che necessito di averti come complice sorreggimi.
Alessandra Amoroso -semplicemente così-  IL MONDO IN UN SECONDO 2010
***

E un giorno rinasce
mentre siamo impegnati a perderci
sarebbe un peccato restare a guardare
oggi mi sembra diverso
il tuo buongiorno, amore, non è lo stesso
ieri era estate ed oggi è inverno
Alessandra Amoroso – è vero che vuoi restare – CINQUE PASSI IN PIU’ 2011
***

Dietro ogni momento tu ci sei
individuo dove vai
ogni cosa mi ricorda un po’ di noi
Le occasioni che ho lasciato
volano lontano come te
e non c’è modo per riviverle
E ti chiedo scusa se ho sbagliato
e non l’ho detto mai
e ti cerco dentro un giorno
che ho vissuto come un sogno
Bellissimo

Alessandra Amoroso – Bellissimo- SENZA NUVOLE 2009
***

Sei un continente ancora da scoprire
un’occasione che deve arrivare
la medicina che ci può salvare
la casa nuova che vorrei comprare
sei una catena che si può spezzare
l’incomprensione che si può chiarire
un viaggio intercontinentale
un’abitudine da disegnare
se solo io potessi inventarti un giorno
se solo tu potessi innamorarti di me

Alessandra Amoroso -arrivi tu- SENZA NUVOLE 2009
***

Sooo
si che lo sooo
è ooora di te
pretendi da un po’
le mie
le mie fantasie
ali di nuvole
che volano sopra di noi
dai non smettere mai più

Alessandra Amoroso – è ora di te-  STUPIDA 2009
***

Basterebbe un brivido
solamente un pizzico di splendida follia
per roteare via
fosse anche per poco
amarsi per gioco
Ci basterebbe un minimo
solo un contatto fisico di splendida follia
per diventare tua

Alessandra Amoroso – splendida follia -  STUPIDA 2009

***

MAX GAZZE’ * SOTTO CASA (Le Frasi più belle dell’album)

settembre 13th, 2013

MaxGazze_Sotto Casa

E non c’è una soluzione se non quella
Di rimpicciolirmi a dismisura
Fino al punto di traslocare nella
Borsa tua con gran disinvoltura…
Oppure supplicare e supplicare la tua ombra
Di cedermi la possibilità
Di rimanere là
A disposizione
Cambiando se tu cambi posizione…
O essere l’involucro
Di ogni
Funambolico
Pensiero che ti viene
Quando le giornate sono piene
Dei tuoi maledettissimi impegni!
MAX GAZZé, I TUOI MALEDETTISSIMI IMPEGNI
***

Sei tu
Che mando
Giù
Nel petto
Quando
Mi getto
Vino
In gola…
E più ti respiro
E più t’ingoio
Più voglio
Rivederti ancora!
MAX GAZZé, I TUOI MALEDETTISSIMI IMPEGNI
***

Così accade negli incontri casuali che due amanti chiusi com’è chiuso il pugno dei più soli, si ritrovino le baraccia come ali che il destino consapevolmente faccia verità di un sogno dove sboccia un fiore sopra la neve
MAX GAZZè, BUON COMPLEANNO
***

ma dietro al cappello di paglia lui
calmo ritaglia un po’ d’ombra
e si vanta ad un palmo da lei per quello che appare
da tanta bellezza ed immonda
perché la ragazza ha tradito,
lasciando a lui prati di niente e un
fuoco distante a incendiarlo.
Max Gazzè, Atto di forza
***

Non trovi meno astratto
che l’autonomia sentimentale
sia
abolita sempre
dal concetto
esatto
per il quale
un sintomo d’amore
si misura in dosi come
un recipiente?
Max Gazzè, La mia libertà

***

Ho scoperto il freddo ed il rumore, tra l’indifferenza e una ragione
Guarda come scende questa neve: la porterò a mia madre per fargliela toccare
A volte io mi sento molto solo, a volte io mi sento meno vivo.

Max Gazzè, Il nome delle stelle
***

Vento
soltanto una domanda:
“non ti accorgi che se incendia è aria che devi fermare”?
Max Gazzè, quel cerino
***

Il mio cuore, capisci, è più libero, estremo, supremo, perfetto
Max Gazzè, L’amore di Lilith

RAF * LE RAGIONI DEL CUORE (le frasi più belle dell’album)

settembre 4th, 2013

RAF

 

Io sono qui. Qui e adesso.
In ogni istante, con tutto me stesso.
Sono qui, dentro il presente sempre fino in fondo, tra i percorsi della mente e le ragioni del cuore.
RAF, LE RAGIONI DEL CUORE
***

In questa notte,
in questa notte,
baciami forte, baciami anche se piove,
nessun vento o temporale,
disperderci potrà
siamo io e te, in questa notte

Prenderemo il primo aereo chissà dove andrà
dormiremo stretti in tutte le città
e sogneremo di fare l’amore,
ci sveglieremo per farlo davvero.
Ma intanto è questa notte a volare via,
tu non lasciarmi adesso
ti prego resta ancora un pò
RAF, IN QUESTA NOTTE
***

L’infinito sai cos’é? … L’irraggiungibile fine o meta
Che… rincorrerai per tutta la tua vita

RAF, INFINITO
***

Il tempo scorre inesorabile, tu non ci sei, stavolta non verrai
Ed i ricordi sbattono in faccia,
Come un treno che sfreccia.
Ma che sarà di noi, se tutto è stato, oppure non c’è stata mai
La coscienza di poter toccare insieme il cielo in una stanza
RAF, IN TUTTI I MIEI GIORNI
***

Entrerò nei tuoi pensieri di una notte che non dormi
e sentirai freddo dentro
Entrerò dentro ad un sogno, quando è già mattino
e per quel giorno tu mi porterai con te

RAF, NON è MAI UN ERRORE
***

Andiamo fuori che nevica
e sembra vero questo finto inverno
si può sorridere si può sperare
per quanto strana
la vita a volte sembra normale

Io che ho avuto tanto
non mi rendevo conto
che in fondo quel che conta
è dividere con te
ogni attimo…
RAF, PER TUTTO IL TEMPO
***

Dove sei?
Come stai?
Cambierò
Se cambierai!
Due perché
siamo noi..
Due lottatori,
Due reduci,
Due canzoni d’amore comunque io e te,
Con le stesse parole

RAF, DUE
***

Saltano le regole, saltano i confini
saltano i bambini su giocattoli esplosivi
saltano il pasto, saltano la corda
fanno scarpe per saltare
salta la centrale nucleare
salta Mururoa a 50 anni da Hiroshima
salta la rima
saltano gli atleti gli ostacoli le corse le borse i governi i nervi
saltano gli schemi i sistemi le vocali
gli articoli della costituzione gli ideali
salta l’astronauta sulla luna
il giradischi in una rana una danza africana
salta se ne hai voglia
salta salta adesso questo è il nostro mondo
RAF, SALTA PIU’ ALTO
***

Non fermarti alle apparenze guarda sempre nel profondo
una stella a volte è solamente luce ormai…
ed il mondo siamo noi dovremmo noi decidere di noi
ma ognuno perso in un frenetico presente cerca una sua meta
RAF, IPERBOLE

***

e i tuoi passi hanno il suono di una danza
che vibra intorno
o dolce fiore mi regali tenerezza
e una vita travolgente infinitamente
bella come te..
RAF, SEI LA PIU’ BELLA DEL MONDO
***

Ovunque io sarò
comunque mi resterà
qualcosa di te
forse… attimi
ma… eterni

RAF, DIMENTICA
***

ti confesso di avere paura e non mi era ancora successo
paura del mondo, di te e a volte di me stesso
RAF, IL BATTITO ANIMALE

FRASI di GIUSEPPE POVIA

agosto 26th, 2013

povia

Se non ci fossero i limiti non si andrebbe oltre
Giuseppe POVIA
***

Per alcuni conta più l’arte, per altri il denaro
Giuseppe POVIA
***

Lo ammetto, non ho molta cultura musicale
eppure compongo canzoni.

Per me è stato meglio
perché avere influenze musicali mi avrebbe spinto a copiare gli altri invece di inventare uno stile tutto mio.
Giuseppe POVIA
***

essere italiani non è reato
Giuseppe POVIA
***

sono Povia,
quello dei bambini fanno oh
quello innamorato del piccione
di Luca era gay
quello della convinzione
di avere la verità
la verità è che a qualcuno
non gli va che sono qua
però se sono qua qualcuno mi vorrà
Povia papà
a qualcuno piacerà
ma sento i moscerini dire
Povia non ce la fa
[...]
Con il mio rap
non faccio finta di non essere
arrabbiato
non c’entro niente con chi
del rap ne ha fatto un business
rubato ai bonghi dell’Africa
importato in Giamaica
poi scremato, sbiancato, omogeneizzato
in America
tutti sognamo Wonderful world
che sogno sexy, drugs and rock n roll
e mentre tanti nuotano nell’alcol
o nella birra
è pronta la storia per una nuova guerra
con il mio rap
cerco una rivoluzione del pensiero
che si può fare davvero
perché sennò non la svegliamo
la comunità
lasciamolo parlare tanto
Povia non ce la fa
[...]
con il mio rap
cerco di dire
di dare qualcosa a qualcuno
mi basterebbe anche aiutarne uno
mi credi furbo e presuntuoso
va bene, e così sia
ma trovamene uno che non lo sia
e mentre voi potenti giocate
i ragazzini fanno uso di cose sbagliate
apri gli occhi che è meglio
pensa se tra quei ragazzi ci fosse tuo figlio
con il mio rap
cerco di dire che sono tante le strade
per superare la rabbia e il dolore
errore dopo errore
capirai che il vero motore
è l’amore, è l’amore
lasciamolo parlare tanto
Povia non ce la fa
[..]
ho quasi 40 anni
non sono mica un santo
ma almeno in ciò che canto
sono onesto
nelle persone io vedo il dolore
e lo scrivo
ma il mio messaggio alla fine
è positivo
con il mio rap
cerco di dare speranza
non istigo alla violenza
e prendo in giro chi mi dice
Povia non mi piace
Povia è commerciale
Povia
Povia fa di tutto
per arrivare
ognuno fa la sua musica
come gli pare
anche se ci sarebbe almeno
un codice da rispettare
il codice di tutto
il rispetto verso chi
con le sue forse si è fatto
chi viene dalla strada
dovrebbe sapere
che l’unica strada è parlare al cuore
io sono padre di due bambine
ed è per loro che faccio queste rime
ma stai a vedere che
ma stai a vedere che
super Povia ce la fa
super Povia ce la fa
super Povia ce la fa
perché ci credo in un mondo migliore
Giuseppe POVIA
***

“Povia non ce la fa” .. una canzone rap che parla del rap e di come veniva fatto ai vecchi tempi. Perché il rap nasce in Africa negli anni 1000 dai bonghi dei Griot, che ottenevano un grande consenso tra il popolo. Il rap era usato per fare denuncia ma con un messaggio positivo. Negli ultimi anni, invece, questa cosa è un po’ scemata. Sembra che molti abbiano ereditato questo patrimonio e buttino delle parolacce e degli insulti un po’ così a gratis e che le mie figlie sentano queste cose diseducative, mi sta sulle palle. Sono il primo a fare le ca..ate in giro, però quello che scrivo nelle canzoni deve essere onesto, almeno quello. Questa potrebbe essere una canzone che rompe le scatole perché tocchi un genere che non ti appartiene, quando invece tutto ci appartiene se lo studiamo prima.
Giuseppe POVIA
***

Sei diversa sei diversa perché non pensi che sia per sempre
sei diversa perché da me non ti aspetti niente e stai zitta anche se poi parli nella mia mente

Giuseppe POVIA
***

Ti assaggerò piano per non farti finire e sentirai quant’è dolce l’amore che ci travolge
mmh e la mia pelle saprà di te del tuo sapore eh

mmh che avrò gli occhi chiusi e sentirò le tue mani fra i miei capelli così forte che sembrerà che mi parli
si saliremo insieme ti canterò la fine non non ti riconoscerai e per un attimo ti fermerai
e poi mi guarderai dicendo ti amo sottovoce poi ti perderai

e le lenzuola saranno complici e testimoni del tuo volto di aver sentito il piacere
strette tra le tue mani poi poi ti addormenterai sul mio cuore e crollerai
in un sogno bellissimo e lì ti guarderò e ti accarezzerò
Giuseppe POVIA
***

C’è che forse noi non abbiamo più tempo da darci
ecco cosa c’è
è colpa mia
è colpa tua
bugia
è colpa di tutti e due
Giuseppe POVIA
***

I cantautori, dal dopoguerra in poi, hanno fatto la storia della musica italiana attraverso filosofie di pensiero e emozioni nuove. Attraverso le loro canzoni hanno parlato di satira, di politica e di tante tematiche sociali. La figura del cantautore dovrebbe tornare a essere qualificata perché negli ultimi dieci anni è stata un po’ sorpassata. Oggi si tende più ad omologare la musica a un unico genere, a un unico suono. Io ho la sensazione di sentire sempre la stessa canzone cantata da cantanti diversi. Il suono deve essere quello, altrimenti radiofonicamente sei penalizzato. Voglio togliermi dalla testa la parola radiofonico.
Giuseppe POVIA
***

Siamo uno stivale al centro del mondo e tutti ci vogliono mettere i piedi dentro, anche se ci criticano.
Giuseppe POVIA
***

L’amicizia dice tutto in faccia e non ha paura di far male per fare bene
ma se è una cosa vera anche se c’è un interesse non muore

Io non so che cos’è l’amicizia ma so cosa non è l’amicizia
e l’amicizia non è come il tempo perché quella vera non passa mai
e a un amico che è furbo e scorretto preferisco un nemico ma onesto
perchè un nemico almeno mi può insegnare che non devo essere come lui

E allora è chiaro che due sono amici veri fino a quando non se ne rendono conto
quando cominciano a pretendere il “rispetto reciproco” stanno toccando il fondo
e allora parlami di cose che non mi hai detto mai e dimmi veramente chi sei
ti riconoscerò se ti conoscerò e tu mi riconoscerai se mi conoscerai
Giuseppe POVIA
***

*e il mio maestro mi insegno com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire … * (FRANCO BATTIATO)

marzo 20th, 2013

*e il mio maestro mi insegno com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire …*

(FRANCO BATTIATO)

Chiedi di me *Renato Zero*

marzo 20th, 2013

*goditi pure una bella giornata di sole
che il buon amore produce la giusta energia
anche l’amore ritorni a placare la sete
basta censure e divieti
la vita è la tua
allora battiamole queste maledette barriere*

(da CHIEDI DI ME *Renato Zero*)

Next »