Frasi Cambiamento

Frasi Cambiamento. Qui Trovi le più Interessanti Frasi Sul Cambiamento. Sei a Caccia di Cambiamento? Leggi Le Frasi di cambiamento degli Autori Più Famosi. Aforismi e Cambiamento per Te!



FRASI SULLE SPERANZE FUTURE

aprile 30th, 2014

506486__joyful_p
Volevamo essere come le cose di terracotta
Esserci per quelli,
che prendono il loro caffè di mattina alle cinque
in cucina
Appartenere ai tavoli semplici
Volevamo essere come le cose di terracotta, fatte
di terra dei campi
E in modo che nessuno potesse usarci per uccidere
Volevamo essere come le cose di terracotta
in mezzo a
tanto
acciaio
che rulla
Saremo come i cocci delle cose
di terracotta: mai più
un insieme, forse
un balenare
nel vento

Reiner Kunze
***

La Speranza è quel raggio di sole che ti nasce nel cuore
anche se una ragione vera non c’è
anche se tante nuvole grigie oscurano il tuo cielo.
La Speranza è la forza della vita che ognuno custodisce
pur senza saperlo
nel profondo del suo cuore.
La Speranza rende ogni cosa più bella.
La Speranza è la voglia di farcela,
di aspettare pazientemente un paio d’ali nuove
e riprendere il volo dopo ogni caduta!
***

Non importa quanto freddo sia l’inverno, dopo c’è sempre la primavera.
E. Vedder
***

Tu hai paura dei cambiamenti. Preferisci immaginare di poter scappare invece di provarci; perché se ti va male non avrai più niente. Rinunci alla possibilità di fare qualcosa di vero, così puoi aggrapparti alla speranza. Ma vedi, la speranza è roba da femminucce.
Dr. House
***

FUTURO:
termine con cui indichiamo cose che
abbiamo deciso di non sapere ancora.
Davvero non le sappiamo?
Lo crede
solo una piccola parte della nostra psiche,
chiamata «mente»,
minuziosa, nervosa, morbosetta,
piena di certezze che chissà perché
non vuole abbandonare.
La prima di queste piccole certezze è:
«io so quello che ho imparato».
Ed è infondata.
Infatti quando lasciamo una nostra domanda in sospeso
(fateci caso, provate)
la risposta arriva.
Tutti gli interrogativi che riusciamo a esprimere,
anche i più audaci, anche i più futuri,
sono soltanto esitazioni della mente,
che cerca maestri per paura della sapienza..

«Gli dissero: Rabbì , dove abiti?
E lui dice: Andate un po’ più avanti, e lo vedrete da voi».
(Giovanni 1,38). È un passo che si può
intendere in tanti modi; io preferisco quello
descritto nelle righe qui sopra.
Igor Sibaldi
***

Ci sarà un tempo.
Quello per sognare
Ci sarà un tempo
Quello per realizzare.

Ci sarà un tempo
Per il silenzio,
Un silenzio
che farà male.

Ci sarà un tempo
Quello delle parole.
Parole che romperanno
Il silenzio.

Ci sarà un tempo
per le lacrime.
Lacrime col sapore amaro
Lacrime dolci come il miele.

Ci sarà il tempo
In cui tutto inizia.
Uno in cui
Tutto finisce.

Ci sarà un tempo
di speranza
di speranze deluse
di speranze future.

Ci sarà un tempo
passato, quello dei ricordi.
Uno presente per vivere.
Uno futuro per sognare.

C’e un tempo
Che è infinito
Quello di chi vive
Che non conosce il suo tempo.

Un tempo che si chiama Vita.

Silvana Stremiz
***

Bambino che parli
la tua voce vibra
di speranze future
ed io con lei.
Piangere
sarebbe raccontarti
la mia verità.
***

L’essere umano è la somma delle esperienze passate.
L’essere un essere umano è la somma delle speranze future.

RITENETE CHE LO SPIRITO DI UN OBESO SIA PESANTE DA PORTARE COME IL SUO CORPO?

novembre 19th, 2013

obesità
Sono stato grasso un tempo, Alcatraz e’ una cura dimagrante eccezionale. L’America mi ha ingrassato, quaggiu’ quasi nessuno e’ magro, la stragrande maggioranza degli uomini assomiglia a suppli con i piedi. La cosa viene vissuta con meno tormento che in Europa. Da voi, tra bulimici ed anoressici, non si salva quasi nessuno dal problema del cibo inteso come compensazione o morte. Gratificarsi ingozzandosi e’ un vizio malinconico….ci vorrebbe una guerra per rimettere in linea il paese, forse basterebbe una televisione meno matrigna, meno bella, meno in linea, meno in tiro, una televisione un po’ deforme come noi e non questo specchio cosi’ infedele dei nostri corpi. Piu’ si mangia o si fa lo sciopero della fame, piu’ si diventa meno appetibili sessualmente e affettivamente, cosi’ crediamo ingozzandoci o digiunando, cosi’ crediamo perche’ cosi ci stanno facendo credere. Ti potro’ mai amare se non ho il giro vita della Schiffer? I maschietti poi soffrono di un problema in piu’, lo definirei il complesso di non avere il pene di Rambo… guarda che mangiando non ti si allunga mica!!! Che tenerezza, fratelloni miei, quanto tempo e quanto cibo sprecato, quante diete, quante pillole, quanto dolore inutile. Ma vuoi davvero diventare primo in un mondo che da valore solo alla giovinezza, alla bellezza fisica, al possesso? Perche’ questa e’ la competizione che ti uccide. Non ti dico accettati per quello che sei e neanche vogliti bene, siamo mostri e lo sappiamo. Siamo brutti, goffi, obesi, stanchi o lische di pesce e non ci vogliamo bene, mandala a farsi fottere la psicologia della domenica, non c’e’ la ricetta. Siamo quello che siamo e continueremo a mangiare e a bere fino a stramazzare di colesterolo e di noia. Ma se, contro tutto e tutti, ci occupassimo invece che della carne, dell’anima? Chiamatela io, o spirito, o fanciullino, angelo o demone, quella che siete riusciti a mettere a dieta, non ve la filate per niente. Ritenete che lo spirito, l’anima di un obeso sia pesante da portare come il suo corpo? No…noi tutti bulimici o anoressici dobbiamo spezzare un diabolico circolo vizioso, quello infarcito di cibo, diete, senso di colpa, dito in gola, ossessione di essere bello. Conosco un solo modo per uscirne: pensare ad altro e il piu’ prossimo altro che conosco e’ la mia anima, la tua: Spalancale il frigo di notte, dalle musica, arte, poesia, tolleranza, solidarieta’, amore. Ingrassa l’anima, fratello. Il corpo fara’ esattamente il contrario, hanno punti di vista differenti.
Jack Folla

Il fallimento è solo una parola emotiva

novembre 6th, 2013

Il fallimento è solo una parola emotiva…ed è un giudizio errato che dai di te stesso. Il rifiuto di un esito. Sta a noi accettare quell’esito ed andare avanti. La vita comincia adesso.

(Sergio Davanzo – EDA personal coaching)

fallimento

 

Bisogna saper mettere in discussione i propri ragionamenti e le proprie convinzioni

ottobre 23rd, 2013

Bisogna saper mettere i propri ragionamenti e le proprie convinzioni in discussione, soprattutto quando si sta male. Questo perchè evidentemente il modo di ragionare che si sta usando non va bene…..e sarebbe auspicabile capire il perchè. Per dare un esempio concreto, ogni persona perseguitata da pensieri deprimenti o negativi, dovrebbe arrivare a rendersi conto che nella sua convinzione di “non poterne uscire” oppure di “non c’è più niente da fare” c’è la causa stessa del problema. Se per assurdo mi ipnotizzassero e sotto ipnosi mi dicessero che “la tua vita è finita” e che “non guarirai mai più”, io al risveglio mi troverei con alta probabilità depresso, perchè questi “pensieri” opererebbero costantemente sotto la mia coscienza. Eppure “fattualmente” nella mia vita non sarebbe cambiato nulla. Bisogna diffidare delle conclusioni a cui la mente sembra giungere. La mente, mente.
(Sergio Davanzo – EDA personal coaching)

blog_acceptance

 

Se tu puoi osservare i tuoi pensieri,

ottobre 22nd, 2013

Se tu puoi osservare i tuoi pensieri, e lo puoi fare facilmente, significa che essi non sono TE. Perchè l’osservatore è esterno all’osservato. Se puoi osservare i tuoi pensieri, significa che puoi anche cambiarli, anzi lo fai continuamente.
(Elitheo Carrani – DSE personal coaching)

Guardarsi_allo_specchio_new

Il Buddha disse “tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato”.

ottobre 22nd, 2013

Il Buddha disse “tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato”. Vero! Ma non solo, anche ciò che “continuiamo” a pensare contribuisce a ciò che siamo. Spesso questo è sottovalutato, ma ciò che pensiamo ora, in questo momento, possiamo cambiarlo, e se lo cambiamo, cambiamo la nostra vita.
(Sergio Davanzo – EDA personal coaching)

cambiovita

 

 

rimetterci costantemente in gioco

ottobre 9th, 2013

Se avremo l’umiltà di capire che dobbiamo rimetterci costantemente in gioco, che non siamo ancora “arrivati”, allora il cambiamento diventa possibile. In tutti i percorsi spirituali e psicologici c’è sempre un esodo, un nuovo inizio, una rinascita. Rimettere in discussione le proprie certezze è condizione necessaria per cambiare. Se facciamo quello che abbiamo sempre fatto, otterremo quello che abbiamo sempre ottenuto.
(Sergio Davanzo – EDA personal coaching)

TRASFORMATI IN CHI SEI

settembre 26th, 2013

Maledetta-primavera-party-630x330

Per questo è importante lasciare che certe cose se ne vadano. Si distacchino.
Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate:
a volte, si vince; a volte, si perde.
Non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore.
Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o superbia.
Semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita.
Chiudi la porta, cambia musica, rimuovi la polvere.
Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.

Paulo Coelho -  Lo Zahir

Ma..

giugno 21st, 2013

“Ma.. in fondo, nella vita, chi sano di mente non rischierebbe per qualcosa che potrebbe renderlo libero e felice?”

-Lucy

Next »