Frasi Bambini

Frasi Bambini ♥♥♥ Frasi di Bambini Bellissime, Frasi Sui Bambini, Frasi Bambini D’Autore Famose e Celebri, Frasi e Aforismi Bambini!



FRASI NASCITA

marzo 17th, 2014

fathers-day-etiquette

Da oggi la vostra vita sarà cambiata per sempre, siete nati una seconda volta, nati come genitori, insieme al vostro bambino che conosce oggi il mondo. Congratulazioni!

A.P.
***

La nascita di un bambino rende tutto il mondo diverso. Un esserino così piccolo è capace di attirare attenzione, affetto, senso di protezione. È un piccolo grande miracolo della natura

A.P.

***

Congratulazioni per la nascita della vostra meravigliosa creatura. Che il cielo guidi sempre i suoi passi. Che la sua vita sia meravigliosa sempre.
A.P.

***

Una nuova vita che si affaccia a questo mondo è sempre un capolavoro dell’esistenza. Godetevi ogni sorriso, ogni scguardo, ogni istante.
A.P.
***

La Nascita, quale evento c’è di più bello nella vita. Auguri Piccola vita!
A.P.

***

Che la saggezza dei tuoi genitori possa trasferirsi piano piano a te che nasci oggi, affinchè i tuoi passi in questo mondo siano sempre leggeri e sicuri. Diventerai, lo so, una persona Meravigliosa!
A.P.
***

Da oggi il mondo non sarà più lo stesso. Da oggi avrai tanti motivi in più per sorridere, tante responsabilità, tante risate e giorni da inventare, tante lezioni da imparare, da questo piccolo esserino che entra prepotentemente nella nostra famiglia come il più bel dono mai avuto. Auguri per la nascita di questa incantevole creatura!

A.P.

***

Nasco oggi insieme a te piccolo mio. Nasco oggi come mamma, in quello che resterà per sempre la giornata più importante della mia vita
AP

***

AMORE DI ZIA! quante volte ho sognato di dirla questa frase ed oggi finalmente tenendoti in braccio la potrò pronunciare. Augurissimi a te e ai tuoi genitori, di una buona vita ricca di gioia e stupore.
AP

Nessun bambino…

novembre 20th, 2013

Nessun bambino è triste,
nessun bambino piange,
nessun bambino ha fame.
Nessun bambino è maltrattato,
nessun bambino è abbandonato,
nessun bambino è sfruttato,
nessun bambino è discriminato,
nessun bambino non è amato.
E’ un sogno?
No, è una Speranza… (Alessia S. Lorenzi)

(Tutti i diritti riservati – E’ vietata la riproduzione, anche parziale, del testo o parte di esso senza la citazione dell’autrice)

107foto_20110210113157

LA BIMBOTECA

ottobre 1st, 2013

BIMBI
Ogni classe
è una bimboteca.
Se vuoi ridere
leggi un bimbo allegro.
Se vuoi piangere
leggi un bimbo triste.
Se vuoi sapere
leggi un bimbo saggio.
Se vuoi indagare
leggi un bimbo segreto.
Se vuoi sognare
leggi un bimbo poeta.
Se vuoi cantare
leggi un bimbo di musica.
E se invece
ti vuoi annoiare
non leggere i bimbi.
Lasciali chiusi e muti
seduti
in bimboteca.

Roberto Piumini

I BAMBINI E IL MISTERO DELL’INNOCENZA

settembre 21st, 2013

DSC_8854-Edit

I bambini sono senza passato ed è questo tutto il mistero dell’innocenza magica del loro sorriso.

Milan Kundera

PIANGERE COME I BAMBINI

agosto 23rd, 2013

PIANGERE
“Se devi piangere, piangi come un bambino.
Una volta sei stato un bambino, e una delle prime cose che hai imparato nella vita fu piangere, perché il pianto fa parte della vita.
Non dimenticare di essere libero, e che mostrare le tue emozioni non è vergognoso.
Urla, singhiozza forte, fai il chiasso che vuoi. Perché così è come piangono bambini, e loro conoscono il modo più veloce per confortare i loro cuori.
Hai mai notato come i bambini smettono di piangere?
Smettono perché qualcosa li distrae. Qualcosa li chiama alla prossima avventura.
I bambini smettono di piangere velocemente.
E così sarà per te. Ma solo se riesci a piangere come fanno i bambini.”

PAULO COELHO – “Maktub”

INVECE IL CENTO C’E’

giugno 28th, 2013

kids_bathing

Il bambino
è fatto di cento.
Il bambino
ha cento lingue
cento mani
cento pensieri
cento modi di pensare
di giocare e di parlare
cento sempre cento
modi di ascoltare
di stupire di amare
cento allegrie
per cantare e capire
cento mondi
da scoprire
cento mondi
da inventare
cento mondi
da sognare.
Il bambino ha
cento lingue
(e poi cento cento cento)
ma gliene rubano novantanove.
La scuola e la cultura
gli separano la testa dal corpo.
Gli dicono:
di pensare senza mani
di fare senza testa
di ascoltare e di non parlare
di capire senza allegrie
di amare e di stupirsi
solo a Pasqua e a Natale.
Gli dicono:
di scoprire il mondo che già c’è
e di cento
gliene rubano novantanove.
Gli dicono:
che il gioco e il lavoro
la realtà e la fantasia
la scienza e l’immaginazione
il cielo e la terra
la ragione e il sogno
sono cose
che non stanno insieme.
gli dicono insomma
che il cento non c’è.
Il bambino dice:
invece il cento c’è.

Loris Malaguzzi

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames

maggio 7th, 2013

HAMES-P_bambini0

Un attacco di capricci è un’esplosione emotiva straripante che avviene quando il vostro bambino sente di aver perso il controllo. È la dimostrazione pratica di ciò che vostro figlio prova in quel momento: caos, confusione e sconforto. Quasi sempre i capricci si verificano quando lui si trova con la persona che ama di più, cioè voi. Ma, dopo tutto, sapevate già che essere genitori è difficile!

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

I capricci sono qualcosa di più di una banale manifestazione di rabbia, come spesso può sembrare. In realtà la rabbia è la reazione che possono provocare. Ma considerarli semplicemente ‘attacchi di collera’ e niente altro può farvi perdere un’occasione preziosa per aiutare il vostro bambino ad accettare le emozioni forti.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

In un certo senso, i capricci sono progressi naturali, frequenti e, lo crediate o meno, positivi nella crescita di vostro figlio. Dimostrano che sta cominciando a sviluppare il senso di sé e quello del suo posto nel mondo. Sono il suo modo di gestire la frustrazione che prova quando non gli basta più la fragile percezione che ha di se stesso e delle sue interazioni.
È facendo che i bambini piccoli sperimentano i propri punti di forza e le proprie debolezze. Ed è scegliendo ciò che vuole fare (entro certi limiti) che il bambino scopre che cosa gli piace e che cosa non gli piace: in altre parole, scopre se stesso.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

I bambini tuttavia non sono in grado di porre un limite a ciò che vogliono: la loro unica preoccupazione è fare quanto desiderano e farlo subito. Perciò, quando dite ‘no’ a vostro figlio, o anche quando gli chiedete di aspettare, ricordate che lui non è capace di considerare con calma il vostro punto di vista: non riesce ancora nemmeno a rendersi conto che voi ne avete uno. Si sente solo confuso e frustrato.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

Per aiutarlo, quando dovete dirgli ‘no’, offritegli due alternative: gli daranno la possibilità di operare una scelta attiva.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

I bambini che non fanno capricci forse percepiscono il disagio dei propri genitori di fronte a grandi manifestazioni emotive. Perciò tendono ad autocontrollarsi ed evitare una crisi di capricci tramite ostinazione e testardaggine o comportamenti quali verbosità eccessiva, lentezza voluta o al contrario agitazione continua.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames
***

I bambini che non fanno capricci hanno spesso un comportamento sociale diverso da quelli che li fanno. Amano starsene per proprio conto, preferiscono tenersi lontani dal trambusto tipico della vita dei bambini piccoli e ‘lasciar andare avanti gli altri’ al posto loro.

I bambini non fanno mai i capricci * Penney Hames

*

I Bambini non Fanno Mai i Capricci I Bambini non Fanno Mai i Capricci
Malumori, pianti, impuntature sono il frutto di paure, ansie, gelosie
Penney Hames

Compralo su il Giardino dei Libri

AUGURI DI BUON COMPLEANNO Per BAMBINO

aprile 21st, 2013

baby-smile-wallpaper-1366x768

In questo giorno speciale  avrai tanti doni da scartare
tanti auguri da abbracciare
tante persone intorno per festeggiare
Il nostro regalo l’hai già visto quando sei nato :
è un dono quotidiano e costante
Ti regaliamo l’AMORE
per scaldare il respiro dei giorni,
per dipingere d’ azzurro il tuo cielo.
Buon Compleanno piccolino

ti amiamo tanto!

a.pianura

***

Che il cielo ti indichi sempre la strada giusta su cui posare i tuoi passi

che la vita t’insegni che il mondo è grigio ma la nostra fantasia può far esplodere i colori

che la nostra presenza per te sia sempre motivo di crescita, gioia, serenità

che  il tuo sorriso non possa mai mancare sul tuo volto, riempiendo di luce chi ami.

Che questo compleanno sia il primo di tanti in cui conoscere il mondo ed esprimere al massimo te stesso!

Buon COMPLEANNO piccolino!

a.pianura

***

Tutto il mio futuro non sarà altro che un cercare di spianarti la via.

La mia gioia più grande  consiste nel sapere che la tua risata riecheggerà  al lungo tra le pareti di questa casa,

e i tuoi passi ne consumeranno i pavimenti, e le pareti avranno segni e tracce del tuo passaggio

e l’ordine diventerà raro e poco duraturo. Ne sorriso e pregusto i momenti che verranno.

Vivila tutta e al meglio bambino mio,  cresci e impara, e canta, e scopri il mondo, ignorami quando sarà necessario

Afferra i tuoi sogni e vivi la tua vita come uno spettacolo in cui mai manchi la meraviglia!

a.pianura

 

IL PROBELMA E’ CHE GENITORI VERI NON SE NE TROVANO

aprile 2nd, 2013

bamboccione

il problema è che i genitori veri non se ne trovano. Quei pochi che ci sono li fanno santi.
Ma perchè siamo messi così male?
La causa di tuttociò è che ci teniamo i figli in casa fino a trentacinque anni e li facciamo sposare che sono ancora dei bambini.
E poi ci lamentiamo che i matrimoni non sono felici e non durano tutta la vita!
E’ come andare a caccia vestiti d pompieri e armati di un megafono e poi lamentarsi di non prendere neanche un uccello.
Il compito di un genitore non è soltanto di nutrire e proteggere i propri figli.
Questo è soltanto un compito iniziale.
Il suo compito definitivo e più importante è quello di portare i figli a essere capaci di nutrirsi e proteggersi da soli.
La madre che sta alzata fino all’alba ad attendere figlio che torna dalla discoteca non è  una buona madre.
il padre che va alla scuola del figlio per denunciare il compagno di classe che gli ha rubato la penna non è un buon padre.
I genitori che denunciano l’insegnante perchè ha punito il loro figlio sorpreso a tirar giù le mutande alla compagna di banco non sono buoni genitori.
Sono bambini spaventati.
Incapaci di mettere i figli nella condizione di cavaersela da soli.
Semplicemente perchè nemmeno loro sono capaci di farlo.
E solitamente se li tengono in casa fino all’età in cui non ne sono più in grado.
Bambini a vita.
Magari con due lauree.
Sembra che li amino tanto ma il loro non è amore.
GIULIO CESARE GIACOBBE , come fare un matrimonio felice che duri tutta la vita.

Come Fare un Matrimonio Felice che Dura Tutta la Vita Come Fare un Matrimonio Felice che Dura Tutta la Vita
Nuova edizione
Giulio Cesare Giacobbe

Compralo su il Giardino dei Libri

Next »