Frasi Buone Feste

Vuoi Augurare Buone Feste in maniera sorprendente? Trovi qui Frasi Buone Feste Frasi Auguri Buone Feste, Frasi per Biglietti Buone Feste Aforismi Buone Feste Per Auguri.



Auguri di Capodanno alle Donne e Amiche

gennaio 1st, 2017

auguri-capodanno-donne

Lo dedico a voi donne, siate forti, caparbie,
fragili, sognatrici, guerriere silenziose.
Così incredibilmente potenti da credere
che il destino del mondo sia nelle vostre mani,
perchè lo è davvero.
Credete nella vostra fede, nel vostro destino nel mondo.
Disegnate la vostra via e percorretela con chi amate,
non accettate zavorre.
I sogni costano fatica e i vostri sogni solo voi potete sognarli quel tanto che basta per trasformarli in realtà.
Siate camminatrici instancabili, tessitrici laboriose,
artigiane d’amore.
Voi siete la culla del mondo, la speranza
perchè ogni anno sia un anno ricco di meraviglia!
Ballate la vostra danza e abbiate il coraggio
di essere felici!

Buon 2017!

Stefania Parolin

Share

Auguri Di Natale 2017

dicembre 24th, 2015

1277402_1083582691692341_1194081852800957644_o

Cosa augurarci per questo Natale oltre alla pace, all’armonia e alla gioia?
Mi auguro e vi auguro la capacità di tornare a cucire la trama della vita apprezzandone anche i piccoli punti. Mi auguro e vi auguro di tornare a dare importanza alle parole, alle parole “buone”, a quelle che vorremo tacere per vergogna, a quelle che soffochiamo in gola per paura di pronunciarle, a quelle che rinvigoriscono i rapporti, a un “grazie”, a un “scusa”, a un “permetti”, a un “buongiorno”…Mi auguro e vi auguro di capire quando è il momento di tacerle per restare ad ascoltare, lo facciamo tutti così poco presi dalla smania di raccontarci e sordi al richiamo di chi vuol essere ascoltato. Mi auguro e vi auguro la capacità di leggerle tra le righe quando qualcuno le pronuncia con lo sguardo, di non fermarci all’apparenza e captare nei silenzi anche le urla, di regalarne di conforto a chi ne ha bisogno, di pesarle prima di pronunciarle. Mi auguro e vi auguro di trovare sempre quella giusta per non ferire gli altri, di cercarle nelle tasche vuote e farle tintinnare come monete affinché le nostre vite non si riempiano di silenzi. Io ne spreco sempre tante, a volte troppe, spesso dirette e taglienti e altrettanto spesso tenere e ponderate. Mi auguro e vi auguro che non ne abbiate mai abbastanza di parole “buone”, che possiate cucirvele addosso come una seconda pelle permettendo agli altri di leggervi come siete.
Buon Natale
D. Rossi

Share

LA NOTTE DI HALLOWEEN

ottobre 31st, 2014

halloween

In ogni casa una zucca pelata
per questa notte un poco stregata
e una candela la illumini dentro
bella dritta e proprio nel centro.
tanti fantasmi verranno alla porta
con gli occhi tondi e la bocca storta
e di sicuro vorranno un dolcetto
con la minaccia di uno …
scherzetto!

dolcettoscherzetto

Share

FRASI SUL CARNEVALE

febbraio 28th, 2014

CARNEVALE
Le feste, pubbliche o familiari, hanno una storia antica, tramandata da versi, racconti, rappresentazioni pittoriche e fotografiche. Non mancano mai negli album di famiglia fotografie di battesimi o matrimoni, cosí come non mancano nelle raccolte pubbliche o private immagini di fiere di paese, di feste pubbliche laiche o religiose. Sono immagini, queste ultime, che testimoniano il ripetersi nel tempo di balli in piazza, di baracconi delle meraviglie o di giostre per bambini, di funamboli e di fuochi d’artificio. Un esempio di tempo di festa che si è perpetuato dall’antichità a oggi è quello del carnevale. Il carnevale è una perfetta coincidenza di azione e di tempo festivo: si svolge in un periodo ben preciso dell’anno, compreso tra la fine delle feste natalizie e la Quaresima, e significa balli, mascherate, sfilate allegoriche a cui tutti sono chiamati a partecipare liberamente. Si può dire che quasi ogni paese d’Italia abbia le sue sfilate, da quelle di Viareggio a quelle di Cento e Fano, ad altre meno rinomate, ma non per questo meno frequentate e meno coinvolgenti. Di tutte rimangono preziose tracce di memoria collettiva nelle raccolte di fotografi professionisti e dilettanti, che ne hanno fissato con dovizia di particolari le caratteristiche e le evoluzioni nel tempo.
Paolo Sorcinelli , IL TEMPO LIBERO

***

Adesso è tempo di carnevale: Roma fa baldoria senza ritegno. Il carnevale è un fenomeno straordinario in Italia, e soprattutto a Roma: tutti senza eccezione scendono in strada, tutti senza eccezione sono in maschera. Chi poi non ha la possibilità di travestirsi rivolta il pellicciotto o si impiastriccia il muso di fuliggine. Per le strade viaggiano alberi e intere aiuole, spesso si fa largo un carro tutto foglie e ghirlande, con le ruote decorate di foglie e rami che, girando, fanno un effetto straordinario, e nel carro è seduto un gruppo nello stile delle antiche festività di Cerere o di un quadro dipinto da Roberti. Sul Corso per la farina sembra nevicato. Avevo sentito parlare dei confetti, ma non credevo proprio che fosse cosi bello. Figurati che puoi gettare in faccia alla piú carina, foss’anche una Borghese, un intero sacchetto di farina e lei non si arrabbierà, ma ti ripagherà della stessa moneta. Bellimbusti e gentiluomini spendono diverse centinaia di scudi solo per la farina. Le carrozze sono tutte, dalla prima all’ultima, mascherate. Servitori, vetturini, tutti sono in maschera. Dalle altre parti solo il popolo gozzoviglia e si traveste. Qui tutto si rimescola. Una libertà straordinaria, della quale tu saresti senza dubbio entusiasta. Puoi parlare e offrire fiori assolutamente a qualsiasi donna. Puoi addirittura salire in carrozza e sederti fra loro. Le carrozze vanno tutte al passo. E per questo spesso delle birbe, arrampicati sui balconi, possono gettare per interi quarti d’ora palline di farina a manciate e a secchi a chi è seduto in carrozza, il piú delle volte sulle signore, che si fanno male ma ridono, e si limitano a coprirsi molto graziosamente gli occhi con la mano e a pulirsi il viso. Per gli intrighi amorosi è un periodo straordinariamente felice. In mia presenza sono state allacciate innumerevoli relazioni delle piú romantiche con alcuni miei conoscenti e persino con alcuni nostri pittori fatta eccezione, ovviamente, per Durnov. Tutte le belle donne di Roma sono venute allo scoperto, adesso ce n’è una tal quantità che da dove siano spuntate fuori lo sa solo Dio. Sino ad ora non le avevo mai incontrate: non ne conoscevo neanche una. A proposito, hai consigliato Durnov di fare meno il cascamorto. No, il suo è un difetto incorreggibile. La sua finanziera accademica marrone, che credo ti sia ben nota, è stata rifatta: vi ha aggiunto non so che mostre, o risvolti, tipo velluto. Sono arrivati alcuni nuovi pittori, tutte persone dall’aria imponente, robusti, piú eleganti dei vecchi, ma l’unico ad avere del talento è Loganovskij, che conosci per i versi scritti da Puskin sul suo giocatore di svajka. (…) Mammetta scrive che anche da noi ci sono le maschere, per il suo onomastico sono venute molte persone mascherate che hanno interpretato benissimo i loro ruoli. Poi, come al solito, aggiunge un invito a tornare a Vasil’evka, e dice che il clima ucraino è lo stesso dell’Italia e che Kricevskij guarisce tutte le malattie senza eccezione. Tormenta terribilmente mia sorella perché si sposi, o almeno dalle parole quanto mai enigmatiche e confuse della lettera traggo questa conclusione. Sono quasi pronto a scommettere che proprio mentre ti scrivo questa lettera lei è già in chiesa sotto la corona. Ma basta annoiarti. Non ho piú niente da scriverti o meglio, tutto quello che resta bisogna o annusarlo, o guardarlo, e inebriarsene. Lo sai da te. Addio! Sii saggio e scrivimi. Addio. Dimentica quanto ti ho annoiato e ricorda solo quanto ti voglio bene, a te, al mio compagno di viaggio, che cammina spalla a spalla con me lungo tutta la strada della vita, da quella volta che hai mangiato per la prima volta il ribes a casa mia. Non esser pigro e scrivi, indirizza non alla poste restante, ma al mio appartamento (tutto al sole): Strada Felice n. 126. Ultimo piano.

Nikolaj Gogol’ , dall’Italia
***

Cosa posso dirvi ora del popolo romano? Adesso sono preso dal desiderio di conoscerlo a fondo, di penetrarne il carattere, li osservo in tutto, leggo tutte le opere popolari che lo ritraggono e vi dirò che, forse, è il primo popolo del mondo dotato in cosi gran misura di senso estetico, dell’innata capacità di comprendere quel che viene compreso soltanto da una natura ardente, alla quale il freddo, calcolatore, mercantile intelletto europeo non ha potuto imporre le briglie. Come mi sono sembrati rivoltanti dopo gli italiani i tedeschi, con tutta la loro meschina onestà e il loro egoismo! Ma di questo credo di avervi già scritto. Penso che anche voi abbiate già sentito molti tratti di spirito del popolo romano, quell’arguzia per cui un tempo erano celebri gli antichi romani e ancor piú il gusto attico dei greci. Qui non accade niente senza che nel popolo nasca una qualche facezia o un epigramma. Durante le celebrazioni e le feste per la nomina dei cardinali, quando la città è stata illuminata per tre giorni – e a questo proposito voglio dirvi che il nostro amico Mezzofanti è stato fatto anche lui cardinale e va a spasso con le calzette rosse – durante queste feste è stato quasi sempre brutto tempo. Nei primi giorni di carnevale, invece, le giornate sono state perfettamente italiane, quelle giornate chiare, senza la piú piccola nuvoletta, che conoscete cosi bene, quando sullo sfondo azzurro del cielo splendono i muri delle case, tutti illuminati dal sole, con un bagliore che l’occhio nordico non riesce a sopportare, e il popolo immediatamente ha coniato una battuta: “I dio vuol carnavale e non vuol cardinale”. Questo mi fa tornare alla mente una facezia che circolava l’anno scorso, quando il Papa vietò il carnevale. Sapete che l’attuale Papa, a causa del suo gran naso, è stato ribattezzato pulcinella; ed ecco la battuta:

“Oh! questa si ch’è bella!
proibisce il carnavale pulcinella!”

Nikolaj Gogol’ , dall’Italia
***

L’uomo è uno e nessuno.

Porta da anni la sua faccia appiccicata alla testa e la sua ombra cucita ai piedi e ancora non è riuscito a capire quale delle due pesa di più. Qualche volta prova l’impulso irrefrenabile di staccarle e appenderle a un chiodo e restare lì, seduto a terra, come un burattino al quale una mano pietosa ha tagliato i fili.
Giorgio Faletti, Io uccido
***

Avete fatto caso che l’ultima domenica di Carnevale i cimiteri sono un mortorio?
Antonio De Curtis, in arte Totò
***

Festa di contestazione, di rottura, di rigenerazione sociale vissuta in un tempo ciclico di morte e di resurrezione, d’annientamento e di rinascita, il Carnevale esprime anche la voce dei gruppi sociali inferiori e l’opposizione della cultura popolare alle forme e alle immagini della cultura ufficiale.
Piero Camporesi, La maschera di Bertoldo
***

Carnevale, giorno sempre triste per me che amo la quiete ed il silenzio
Edmondo De Amicis, Il soldato Poggio
***

Siamo tanto abituati a mascherarci di fronte agli altri, che finiamo per mascherarci anche di fronte a noi stessi
François De Larochefoucauld
***

Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero
Oscar Wilde
***

Durante il Carnevale, l’uomo mette sulla propria maschera un volto di cartone
Xavier Forneret, Senza titolo
***

Durante il Carnevale, gli uomini indossano una maschera in più
Xavier Forneret
***

Datemi, o Signore, il senso del ridicolo. Concedetemi la grazia di comprendere uno scherzo, affinché conosca nella vita un po’ di gioia e possa farne parte anche ad altri
Tommaso Moro

***

È Carnevale e molta brava gente prova gusto a mascherarsi, nelle fogge più strane: invece, io provo una voluttà indicibile nel buttar via ogni maschera d’ipocrisia sociale: e spalancare il cuore, come uno sportello
Luigi Arnaldo Vassallo, Gli invisibili
***

Una maschera ci dice di più di una faccia
Oscar Wilde
***

L’intelligenza e la bontà preferiscono entrare in scena senza maschera.
A. Schnitzler

***

Devo fabbricarmi un sorriso, munirmene, mettermi sotto la sua protezione, frapporre qualcosa tra il mondo e me, camuffare le mie ferite, imparare, insomma, a usare la maschera.
Emil Cioran

Share

Frasi Per San Silvestro

dicembre 30th, 2013

brindisi-capodanno

Con quale desiderio Lei entra nell’anno nuovo?” Con il desiderio di essere risparmiato da domande del genere.
Karl Kraus
***

Voglio che ogni mattino sia per me un capodanno. Ogni giorno voglio fare i conti con me stesso, e rinnovarmi ogni giorno.”
ANTONIO GRAMSCI
***
L’unico modo per trascorrere la vigilia di Capodanno è o tranquillamente con gli amici o in un bordello. In caso contrario, quando finisce la serata e la gente se ne va a coppie, qualcuno è destinato a rimanere in lacrime.

W.H. AUDEN
***

Quanto odio i festeggiamenti di Capodanno. Tutti vogliono disperatamente divertirsi, cercando di festeggiare in qualche misera, patetica maniera. Festeggiare che cosa? Un altro passo verso la tomba? Ecco perché non lo dirò mai abbastanza: qualunque amore riusciate a dare o a ricevere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia: basta che funzioni. E non vi illudete: non dipende per niente dal vostro ingegno umano, più di quanto non vogliate accettare è la Fortuna a governarvi. Quante erano le probabilità che uno spermatozoo di vostro padre, tra miliardi trovasse il singolo uovo che vi ha fatto? Non ci pensate sennò vi viene un attacco di panico.
Boris Yellnikoff, dal film Whatever Works – Basta che funzioni
***

Silenzio
Cotonato,
plumbeo cielo,
ultimo
giorno
di san silvestro,
ultimo giorno
per tutto;
vorresti
un po’ di pace,
di calma,
e mandare a
quel paese tutti
quelli
a cui non vai,
che non te ne frega
niente,
non pensare,
e cacciare i guai,
fuori di casa;
tutti dormicchiano,
poi si vedrà,
l’importante è
stare non male,
l’importante è
vederti,
sentirti;
dov’è la
speranza,
tranquillità.

STEFANO MEDEL
***
Oh amore! Tu per me sei come il pranzo di Natale, come il rutto di Capodanno, come le pulizie di Pasqua!
LUCIANA LITTIZZETTO
***

Un ottimista sta alzato fino a mezzanotte per vedere il Nuovo Anno. Un pessimista sta alzato per accertarsi che il vecchio anno se ne vada via.

BILL VAUGHAN
***

 

Share

BUON ANNO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO!!!

dicembre 29th, 2013

buon-anno-tutte-lingue

AFRIKAANS        gelukkige nuwejaar / voorspoedige nuwejaar
AKPOSSO           ilufio ètussé
ALBANIAN    Gëzuar vitin e ri
ALSATIAN   e glëckliches nëies / güets nëies johr
ARABIC       عام سعيد (aam saiid) / sana saiida
ARMENIAN             shnorhavor nor tari
ATIKAMEKW         amokitanone
AZERI       yeni iliniz mübarək
BAMBARA     aw ni san’kura / bonne année
BASAA     mbuee
BASQUE       urte berri on
BELARUSIAN     новым годам (Z novym hodam)
BENGALI        subho nababarsho
BERBER    asgwas amegas
BETI       mbembe mbu
BHOJPURI        nauka sal mubarak hoe
BOBO        bonne année
BOSNIAN    sretna nova godina
BRETON       bloavezh mat / bloavez mad
BULGARIAN     честита нова година (chestita nova godina)
BURMESE     hnit thit ku mingalar pa
CANTONESE   sun lin fi lok / kung hé fat tsoi
CATALAN bon any nou
CHINESE (MANDARIN) 新年快乐 (xin nian kuai le) / 新年好 (xin nian hao)
CORNISH bledhen nowedh da
CORSICAN pace è salute
CROATIAN sretna nova godina
CZECH šťastný nový rok
DANISH godt nytår
DARI sale naw tabrik
DUALA mbu mwa bwam
DUTCH gelukkig nieuwjaar
ENGLISH happy new year
ESPERANTO feliĉan novan jaron
ESTONIAN head uut aastat
EWE eƒé bé dzogbenyui nami
EWONDO mbembe mbu
FANG bamba mbou
FAROESE gott nýggjár
FINNISH onnellista uutta vuotta
FLEMISH gelukkig nieuwjaar
FON coudo we yoyo
FRENCH bonne année
FRISIAN lokkich neijier
FRIULAN bon an
FULA dioul mo wouri
GALICIAN feliz ano novo
GEORGIAN გილოცავთ ახალ წელს (gilocavt akhal tsels)
GERMAN Frohes neues Jahr / prosit Neujahr
GREEK Καλή Χρονιά (kali chronia / kali xronia) / Ευτυχισμένος ο Καινούριος Χρόνος (eutichismenos o kainourgios chronos)
GUJARATI sal mubarak / nootan varshabhinandan
GUARANÍ rogüerohory año nuévo-re
HAITIAN CREOLE bònn ané
HAOUSSA barka da sabuwar shekara
HAWAIIAN hauoli makahiki hou
HEBREW שנה טובה (shana tova)
HERERO ombura ombe ombua
HINDI nav varsh ki subhkamna
HMONG nyob zoo xyoo tshiab
HUNGARIAN boldog új évet
ICELANDIC gleðilegt nýtt ár
IGBO obi anuri nke afor ohuru
INDONESIAN selamat tahun baru
IRISH GAELIC ath bhliain faoi mhaise
ITALIAN felice anno nuovo / buon anno
JAVANESE sugeng warsa enggal
JAPANESE あけまして おめでとう ございます (akemashite omedetô gozaimasu)
KABYLIAN aseggas ameggaz
KANNADA hosa varshada shubhaashayagalu
KASHMIRI nav reh mubarakh
KAZAKH zhana zhiliniz kutti bolsin
KHMER sur sdei chhnam thmei
KIEMBU ngethi cya mwaka mweru
KINYARWANDA umwaka mwiza
KIRUNDI umwaka mwiza
KOREAN 새해 복 많이 받으세요 (seh heh bok mani bat uh seyo)
KURDE sala we ya nû pîroz be
KWANGALI mvhura zompe zongwa
LAO sabai di pi mai
LATIN felix sit annus novus
LATVIAN laimīgu Jauno gadu
LIGURIAN bón ànno nêuvo
LINGALA bonana / mbúla ya sika elámu na tombelí yɔ̌
LITHUANIAN laimingų Naujųjų Metų
LOW SAXON gelükkig nyjaar
LUGANDA omwaka omulungi
LUXEMBOURGEOIS e gudd neit Joër
MACEDONIAN Среќна Нова Година (srekna nova godina)
MALAGASY arahaba tratry ny taona
MALAY selamat tahun baru
MALAYALAM nava varsha ashamshagal
MALTESE is-sena t-tajba
MANGAREVAN kia porotu te ano ou
MAORI kia hari te tau hou
MARATHI navin varshaachya hardik shubbheccha
MARQUISIAN kaoha nui tenei ehua hou
MOHAWK ose:rase
MONGOLIAN Шинэ жилийн баярын мэнд хvргэе (shine jiliin bayariin mend hurgeye)
MORÉ wênd na kô-d yuum-songo
NDEBELE umyaka omucha omuhle
NGOMBALE ngeu’ shwi pong mbeo paghe
NORMAN boune anna / jostouse anna
NORWEGIAN godt nyttår
OCCITAN bon annada
ORIYA subha nababarsa / naba barsara hardika abhinandan
OURDOU naya sar Mubarak
PALAUAN ungil beches er rak
PAPIAMENTU bon anja / felis anja nobo
PASHTO nawe kaalmo mobarak sha
PERSIAN سال نو مبارک (sâle no mobârak)
POLISH szczęśliwego nowego roku
PORTUGUESE feliz ano novo
PUNJABI ਨਵੇਂ ਸਾਲ ਦੀਆਂ ਵਧਾਈਆਂ (nave saal deeyan vadhaiyaan)
ROMANCHE bun di bun onn
ROMANI baxtalo nevo bersh
ROMANIAN un an nou fericit / la mulţi ani
RUSSIAN С Новым Годом (S novim godom)
SAMOAN ia manuia le tausaga fou
SAMI buorre ådåjahke
SANGO nzoni fini ngou
SARDINIAN bonu annu nou
SCOTTISH GAELIC bliadhna mhath ur
SERBIAN Срећна Нова година (Srećna Nova godina)
SHIMAORE mwaha mwema
SHONA goredzva rakanaka
SINDHI nain saal joon wadhayoon
SINHALESE ශුභ අළුත් අවුරුද්දක් වේවා (shubha aluth awuruddak weiwa)
SLOVAK šťastný nový rok
SLOVENIAN srečno novo leto
SOBOTA dobir leto
SOMALI sanad wanagsan
SPANISH feliz año nuevo
SRANAN wan bun nyun yari
SWAHILI mwaka mzuri / heri ya mwaka mpya
SWEDISH gott nytt år
SWISS-GERMAN es guets Nöis
TAGALOG manigong bagong taon
TAHITIAN ia orana i te matahiti api
TAMAZIGHT assugas amegaz
TAMIL இனிய புத்தாண்டு நல்வாழ்த்துக்கள் (iniya puthandu nal Vazhthukkal)
TATAR yaña yıl belän
TELUGU నూతన సంవత్శర శుభాకాంక్షలు (nuthana samvathsara subhakankshalu)
THAI สวัสดีปีใหม่ (sawatdii pimaï)
TIBETAN tashi delek / losar tashi delek
TIGRE sanat farah wa khare
TSHILUBA tshidimu tshilenga
TSWANA itumelele ngwaga o mosha
TULU posa varshada shubashaya
TURKISH yeni yılınız kutlu olsun
TWENTS gluk in’n tuk
UDMURT Vyľ Aren
UKRAINIAN Щасливого Нового Року / З Новим роком (z novym rokom)
URDU naya sal mubarak
UZBEK yangi yilingiz qutlug’ bo’lsin
VIETNAMESE Chúc Mừng Nǎm Mới / Cung Chúc Tân Niên / Cung Chúc Tân Xuân
WALOON ene boune anéye, ene boune sintéye
WALOON (“betchfessîs” spelling) bone annéye / bone annéye èt bone santéye
WELSH blwyddyn newydd dda
WEST INDIAN CREOLE bon lanné
WOLOF dewenati
XHOSA nyak’omtsha
YIDDISH a gut yohr
YORUBA eku odun / eku odun tun tun / eku iyedun
ZERMA barka’n da djiri tagio
ZULU unyaka omusha omuhle

Share

RIFLESSIONI SUL NATALE

dicembre 25th, 2013

natale

A Natale non si fanno cattivi
pensieri ma chi è solo
lo vorrebbe saltare
questo giorno.
A tutti loro auguro di
vivere un Natale
in compagnia.
Un pensiero lo rivolgo a
tutti quelli che soffrono
per una malattia.
A coloro auguro un
Natale di speranza e di letizia.
Ma quelli che in questo giorno
hanno un posto privilegiato
nel mio cuore
sono i piccoli mocciosi
che vedono il Natale
attraverso le confezioni dei regali.
Agli adulti auguro di esaudire
tutte le loro aspettative.
Per i bambini poveri
che non vivono nel paese dei balocchi
auguro che il Natale
porti una famiglia che li adotti
per farli uscire dalla loro condizione
fatta di miseria e disperazione.
A tutti voi
auguro un Natale con pochi regali
ma con tutti gli ideali realizzati.
Alda Merini, Natale
***

I due mondi da sempre separati, il divino e l’umano, sono entrati in collisione in Cristo. Una collisione non per un’esplosione ma per un abbraccio.
Soren Kierkegaard
***

Un predicatore diceva sempre: “Noi dobbiamo mettere Dio nelle nostre vite!”. Rispondendogli, così disse il maestro: “Il Signore Dio è già presente nelle nostre vite: il nostro compito è solo riconoscerlo! ».
Anthony de Mello
***

Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento.
Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono.
L’unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi.
Charles Dickens, Canto di Natale

***
Sono sempre di più le persone che non riescono a digerire il Natale. Questo Natale. Il Natale melenso e preda dei pubblicitari, che tenta disperatamente di suscitare emozioni. Il Natale fasullo che dimentica l’essenziale
Paolo Curtaz
***

A volte penso che pretendiamo troppo dal giorno di Natale. Cerchiamo di farci stare il troppo arretrato di gentilezza e umanità di tutto l’anno. A me piace prendere il Natale un po’ alla volta, per tutto l’anno. E perciò mi lascio trasportare fino ad arrivare alle vacanze – lascio che mi colgano di sorpresa – svegliandomi un bel giorno e dicendo improvvisamente a me stesso: “Caspita, questo è il giorno di Natale!”
Ray Stannard Baker
***

Il Natale non è un periodo o una stagionalità, ma uno stato della mente. Deve portare tra la gente pace e buoni propositi, essere pieni di misericordia significa avere il vero spirito natalizio. Se pensiamo a queste cose, dentro di noi rinascerà il Salvatore e su di noi brillerà il raggio di una stella che porterà un barlume di speranza per il mondo.
Calvin Coolidge

Share

Frasi Per Brindare

dicembre 11th, 2013

brindare

Brindo agli amici e ai nemici.
Aller persone che mi hanno fatto del male rendendomi più forte, foriando il mio carattere.
Brindo agli amici che hanno riso con me, ma che hanno anche condiviso le lacrime, mi hanno teso la mano quando ne ho avuto bisogno, e non sono scomparsi come molti fanno, nel momento del buio. Brindo ai miei genitori che mi hanno dato la vita, e alle mie sorelle che l’hanno arricchita costruendo con me quelle basi solide di un rispetto familiare che a nulla si può paragonare.
Brindo alla scrittura, che da sempre è stata la mia via di fuga quando la vita diventava insopportabilmente pesante. Brindo a un nuovo anno che si appresta ad arrivare, alle speranze risposte in esso, e al ricordo di tutti gli anni trascorsi fino ad oggi. Brindo allo specchio, questo sconosciuto da cui fuggo, impaurito dal suo saper parlare senza voce, dal suo dir tutto senza impiegare le parole. Brindo a questa meravigliosa vita, a questo viaggio bellissimo che ci è stato concesso d’iniziare. E alla mia valigia d’esperienza, che mai smetterò d’aver voglia di riempire!
Anton Vanligt
***

faccio un brindisi, e me ne vado subito. Un brindisi che m’ha insegnato mia nonna.
Viva Bacco, e viva Amore:
L’uno e l’altro ci consola;
Uno passa per la gola,
L’altro va dagli occhi al cuore.
Bevo il vin, cogli occhi poi…
Faccio quel che fate voi.

Carlo Goldoni, La Locandiera
***

Per brindare alla tua salute ho rovinato la mia…

***

Nel vino voglio soffocare i dolori,
al vino chiedo che faccia scendere
negli occhi stanchi, consolatore, il sonno

Albio Tibullo
***

Lo splendore della luna, colla sua luce,
ha dilacerata la veste della notte; bevi vino,
ché un momento simile non è possibile trovare;
sii lieto e pensa che molti splendori di luna
verranno l’un dopo l’altro sulla faccia della terra.

ʿOmar Ḫayyām
***

Sia benedetto chi per
primo inventò il vino
che tutto il giorno mi fa stare allegro.

Cecco Angiolieri
***

Brindo à casa
Brindo à vida
Meus amores
Minha família

[Un brindisi alla casa
Un brindisi alla vita
I miei amori
la mia famiglia]

O Rappa, Mar de Gente,

***

IO BRINDO A ME…. a ciò che sono.. a ciò che non diventerò mai..
brindo alla mia lealtà, al mio essere generosa…BRINDO al mio coraggio che teme anche la paura, brindo alla mia coerenza…al mio essere disponibile. Brindo ai mie pregi…ma anche ai miei difetti…non rinnego nulla del mio essere, nemmeno ciò che di me non amo. IO BRINDO A ME…una donna come tante, nulla di eccezionale, una donna più che normale. Brindo alla mia vita…che comunque vada…è stata mia e solo mia.
daichemiriconosi, dal blog ci sono giorni
***

Stanotte brindo
A chi mi manca tanto
A chi rende la mia vita più allegra
A chi sta vivendo una tragedia con coraggio
A chi sa ridere di tutto
A chi c’è sempre quando ne ho bisogno
A chi non c’è mai
A chi amo
A chi odio
A chi sopporto a malapena
A chi mi fa ridere
A chi mi ha fatto arrabbiare

Brindo
A chi aspetto
A chi mi ha tradito
A chi mi ha amato
A chi ha creduto in me
A chi ho ignorato
A  chi mi ha ignorata

Brindo a te amica e sorella lontana, a te che hai sempre fatto parte della mia vita, a te che mi sei sempre stata vicina nei momenti più belli, in quelli più brutti, a te che a milletrecento chilometri di distanza senti la mia angoscia e mi telefoni.
Brindo a te amico che non ci sei più, al tuo viso eternamente giovane, al tuo sorriso su vecchie foto conservate gelosamente, ai ricordi indimenticabili che fanno sempre così male
Brindo a te figlia ribelle, alla tua intelligenza sprecata ma nella quale continuo a credere, al tuo sorriso triste, alla tua solitudine.
Brindo ai miei nanini, che ogni tanto si affacciano alla balaustra della mia mente a ricordarmi che ci sono sempre, zitti voi, sparite!!!
Brindo alla mia tristezza, che mi porto addosso come un vestito scomodo, e che vorrei togliermi ed eliminare senza che mi venga concesso
E brindo a te mia principessa, dolcissima ed insicura, tenera come la figlia che ho sempre voluto.
Brindo al mio ottimismo, ammaccato dalla vita e dagli eventi, e tuttavia instancabile, eterno, indistruttibile.
Brindo a te luna, bianca, eterna ed indifferente, e a questo cielo stellato che mi toglie il respiro.
Brindo ai miei cinquantadue anni, arrivati in punta dei piedi, silenziosi come la neve, inesorabili come il tempo.
Brindo a me, alla mia vita che continuo ad amare malgrado tutto, malgrado gli schiaffi ricevuti, malgrado il dolore che mi porto addosso.

E brindo con la coca cola…. che sono astemia 🙂

Anna, dal blog pensieridiognigiorno.
***

Brindo a voi e a questa vita:
Pace Amore e Gioia Infinita!
Negrita
***

Bevo a una casa distrutta,
alla mia vita sciagurata,
a solitudini vissute in due
e bevo anche a te:
all’inganno di labbra che tradirono,
al morto gelo dei tuoi occhi,
ad un mondo crudele e rozzo,
ad un Dio che non ci ha salvato.
Ultimo Brindisi, Anna Achmatova

***

Oggi voglio brindare a coloro che hanno tentato di togliermi il sorriso, a coloro che hanno cercato di piegare la mia testa, a coloro che hanno tentato di impedirmi di vivere la vita serenamente, faccio un applauso e un brindisi a voi persone convinte capaci solo di fare il male. Grazie per avermi insegnato a lottare brindo alla faccia vostra, ma il brindisi più grande va a me che ho avuto la forza di lottare. Cin-Cin!
Antonia Gravina
***

Share

BUONE FESTE NATALIZIE* Auguri Buone Feste Natalizie

dicembre 9th, 2013

Le feste natalizie ti inondano di cose da fare, persone da incontrare ed abbracciare, e solo se riempi le feste di tutto il tuo amore saprai trasformare la frenesia di questi giorni in energia e sorrisi. Ti auguro tutto l’amore, l’unica linfa di vita. Buone feste natalizie!
Anonimo

*

Che questo Natale faccia splendere nella vostra casa armonia, pace e serenità.

*

Che tu possa vivere quanti più sorrisi, brividi, sospiri possibili e aggiungendo, perché no, anche qualche lacrima di intensa gioia per rendere così magico il tuo tempo. Così ovunque tu sia, con chiunque tu sia, mentre continui con la tua danza di silenzi vi auguro di trascorrere in felicità oggi e tutti i giorni che verranno. Vivi il tuo presente, sogna il tuo futuro, ma abbi cura di ripescare nel tuo passato quei tasselli che ti aiuteranno a costruire ciò che vuoi essere.
Buone Feste!

*

Il Natale, è una festa per tutti: grandi e piccini. E’ fatta per stare insieme, per aspettare l’arrivo di un bimbo speciale! Il Natale è per chi è ricco e chi è povero; lui, che è lassù e sta per nascere, non vuole distinzioni, non vuole litigi e non vuole ne la guerra e tanto meno l’odio. Quel piccolino vorrebbe che si facesse di più per la sua nascita, vorrebbe tante cose belle. Da lassù lui ci sta mandando un messaggio importante che deve compiersi prima del 24 quindi non arrendiamoci all’idea del Natale, ma dobbiamo rendere felici noi e le persone che amiamo. Auguri di Buone Feste Natalizie!

*

Nella speranza che la nascita di Gesù Bambino porti gioia e serenità a tutti, donando pace a tutta l’umanità, offrendoci la volontà di perdonare, riempiendo i nostri cuori di amore. Auguri di Buone Feste!

*

Il regalo più bello che ti posso donare sta confezionato nel mio cuore, costa poco ed è l’amore. Te lo offrò augurandoti buon Natale! Che in queste feste natalizie tu possa sentire forte avvolgerti il mio amore!

*

E’ Natale ogni volta che facciamo nascere l’amore nei nostri cuori! Auguri di Buone Feste!

*

Come un fiocco di neve, possa questo periodo adagiarsi sulla vostra vita, sciogliersi tra i vostri desideri, rinfrescare il vostro futuro, idratare il vostro amore. Buone feste.

*

█▀▄ █░█ ▄▀▄ █▄░█░░█▄░█ ▄▀▄ ▀█▀ ▄▀▄ █░░ █▀▀
█▀█ █░█ █░█ █░▀█░░█░▀█ █▀█ ░█░ █▀█ █░▄ █▀▀
▀▀░ ░▀░ ░▀░ ▀░░▀░░▀░░▀ ▀░▀ ░▀░ ▀░▀ ▀▀▀ ▀▀▀
★     ☆  AUGURI      ★ ★  ★  *★  *  ★   *   ★   ☆ ┊   ♥ ┊ ☆ ┊  ♥┊┊  ┊ ♥     ♥┊ ♥   ♥┊ AUGURI   ┊┊ ┊ ☆ ┊  ♥┊ ☆  ♥┊ ┊   AUGURI ♥ ┊ ♥ ┊  ♥┊┊♥┊    *      *   ★   ★  ★  *
   ★      ☆AUGURI      ★  AUGURI *★  ☆ ★  ★*  ★  AUGURI BUONE FESTE

*

╔═══╦╗╔═╦═══╦═╗░╔╗____________ ☆
║╔╗╔╣║║░║╔╗░║░╚╗║║___________ ტ*ტ
║╔╗╚╣╚╝░║╚╝░║╔╗╚╝║__________ ტ*ტ*ტ
╠═╦═╬╦══╩╦══╬╩╩═╦╣╔═══╗___ტ*ტ*ტ*ტ
║░╚╗║║╔╗░╠╗╔╣╔╗░║║║░═╦╝__ტ*ტ*ტ*ტ*ტ
║╔╗╚╝║╔╗░║║║║╔╗░║╚╣░═╩╗_ტ*ტ*ტ*ტ*ტ*ტ
╚╝╚══╩╝╚═╝╚╝╚╝╚═╩═╩═══╝____ ▄██▄

*

Che la magia delle feste possa accompagnarvi in questi giorni e tutto l’anno, riempiendo la vostra vita di speranze e sogni! BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO!

Share

Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni