Citazioni

Citazioni. Le più belle Citazioni di tutti i tempi, Citazioni d’Autore, Citazioni d’Amore, Condividi le tue Citazioni che più Ami. Citazioni Straordinarie!



CODICI DI COPPIA

febbraio 26th, 2015

cervello-uomo-donna
Le coppie che vivono insieme da tanti anni un po’ questo problema ce l’hanno. La vita è frenetica, la famiglia è un concentrato di guai, il lavoro una babele di rogne, fisicamente ci si tiene insieme con la sparapunti, la passione col tempo si è diluita e non è che tutte le sere quando si va a letto ci si salta sulle piume come si faceva un tempo. Anzi. Si preferisce sprofondare nel permaflex in uno stato pericolosamente vicino al coma.
Però nonostante l’intontimento sentimentale talvolta gli ormoni gridano vendetta al cospetto del cielo. E allora come si fa a trovare un modo chiaro e nello stesso tempo delicato per dire: «Cara moglie o caro marito stasera ho voglia di fare l’amore con te?». Non è che si può essere così espliciti.
Scriverlo sulla testiera del letto come un titolo di una puntata di Vespa… E allora si elaborano codici, segnali diversi per ogni coppia. Escludiamosubito quelli che fanno l’amore solo in giorni prestabiliti. Ho fatto una piccola inchiesta. I calciatori amoreggiano il lunedì. Perché giocano la domenica. I parrucchieri la domenica perché chiudono il negozio il lunedì.
I bancari il sabato. I panettieri il mercoledì pomeriggio. Dalle tre alle cinque. Non un minuto di più. Devo dire che quanto a segnali, comunque, i maschi son più chiari. Alcuni te lo fanno capire spegnendo la televisione.
Semplice ed efficace: non guardo Costanzo quindi vuol dire che ho in mente qualcosa. Il mio amico Sandro, invece, siccome non ce la fa proprio a spegnere la tv, sintonizza i canali sulle aste. L’asta è un programma che
non richiede coinvolgimento, annoia e quindi porta alla ricerca di passatempi più gratificanti. E rimane comunque un piacevole sottofondo.
Ettore invece ha escogitato un altro segnale. Quando si sente un torero in cerca di compagnia, sposta il posacenere sul comodi no, come dire: ho intenzione di fumarmi una bella sigaretta e tu, mia cara, sai quando. Molly mi ha confessato che al suo gorilla quando partono gli ormoni gli si abbassa la voce. Almeno di un’ottava. Gli viene la parlata di Sandro Ciotti.
E a lei fa più paura che sesso. Al marito di Miranda si modifica lo sguardo.
Smette di guardarti negli occhi e vede solo a 45 gradi, ad angolo acuto.
Boris, che non è certo Mister Preliminari, quando vuol far l’amore con la sua bella abbassa il ribaltabile a scatto dell’auto e lei, effettivamente, non   può non capire. Anche noi tortorelle un segnale prediletto ce l’abbiamo.
Quando ci viene voglia di un lieto fine, mostriamo il retrotreno. Come? Peresempio chinandoci continuamente a raccogliere. Nella vita c’è sempre qualcosa che cade… Una volta si raccoglieva con la minigonna, adesso col jeans a vita bassa e il tanga che sbuca.
LUCIANA LITTIZZETTO * COL CAVOLO

FRASI SUL CERCARSI

febbraio 23rd, 2015

supongo

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo
ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo,
ci dev’essere qualcuna proprio come me,
che si sente bizzarra e difettosa
nello stesso modo in cui mi sento io.
Vorrei immaginarla,
e immaginare che lei debba essere là fuori
e che anche lei stia pensando a me.
Beh, spero che, se tu sei lì fuori
e dovessi leggere ciò,
tu sappia che sì, è vero,
sono qui
e sono strana proprio come te.
Frida Kahlo

***

Continueranno a cercarsi? Probabilmente sì, come fanno da secoli. Lo faranno finché non riusciranno a smettere di perdersi, anche se adesso hanno promesso a loro stessi di aver per sempre chiuso l’uno con l’altro. Continueranno a incontrarsi, a cercarsi senza saperlo. Ma perché non smettono di scappare l’uno dall’altro? Perché un amore del genere è difficile da gestire e fa paura. Ma loro continueranno a cercarsi. È scritto nel loro destino.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei
***

Assurdo volersi ma non cercarsi, cercarsi ma non trovarsi, trovarsi ma non capirsi.
Massimo Bisotti
***

Se non ti cerco non vuol dire che ti ho perso
Zero Assoluto
***

Gli uomini cercano sempre Iddio e trovano sempre un idolo.
Richard Hugo, Beobachtungen
***

Trovarsi è una fortuna
Non perdersi è un miracolo
Non smettere mai di cercarsi è amore.
***

 

 

 

SII DOLCE CON ME. SII GENTILE

febbraio 15th, 2015

menopausa-cuore

Sii dolce con me. Sii gentile.
E’ breve il tempo che resta. Poi
saremo scie luminosissime.
E quanta nostalgia avremo
dell’umano. Come ora ne
abbiamo dell’infinità.
Ma non avremo le mani. Non potremo
fare carezze con le mani.
E nemmeno guance da sfiorare
leggere.
Una nostalgia d’imperfetto
ci gonfierà i fotoni lucenti.
Sii dolce con me.
Maneggiami con cura.
Abbi la cautela dei cristalli
con me e anche con te.
Quello che siamo
è prezioso più dell’opera blindata nei sotterranei
e affettivo e fragile. La vita ha bisogno
di un corpo per essere e tu sii dolce
con ogni corpo. Tocca leggermente
leggermente poggia il tuo piede
e abbi cura
di ogni meccanismo di volo
di ogni guizzo e volteggio
e maturazione e radice
e scorrere d’acqua e scatto
e becchettio e schiudersi o
svanire di foglie
fino al fenomeno
della fioritura,
fino al pezzo di carne sulla tavola
che è corpo mangiabile
per il mio ardore d’essere qui.
Ringraziamo. Ogni tanto.
Sia placido questo nostro esserci -
questo essere corpi scelti
per l’incastro dei compagni
d’amore.

Mariangela Gualtieri

FRASI E POESIE SUI CORIANDOLI

febbraio 12th, 2015

CORIANDOLI

Le parole come coriandoli di carta colorata: ameni, festosi, impertinenti. Poi, il vento…
Jim Morrison

***

Io prendo manciate di parole e le lancio in aria; sembrano coriandoli, ma alla fine vanno a posto come le tessere di un mosaico.

CIT.

***

Viva i coriandoli di Carnevale,
bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate
scacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
Non servono infermieri
perchè i feriti guariscono
con una caramella.
Guida l’assalto, a passo di tarantella,
il generale in capo Pulcinella.
Cessata la battaglia, tutti a nanna.
Sul guanciale
spicca come una medaglia
un coriandolo di Carnevale.
Gianni Rodari
***

Esistono soli,
esistono piogge
che per quanto puoi celare
tra le mani chiuse
dovrai liberare
come coriandoli in un carnevale.
Esistono amori, dolori,
stanze in penombra
dove il mio volto e il tuo
-ombre cinesi-
stanno appese aspettando
un ennesimo ritorno;
ed ogni volta,
con una nave suadente
prendono i loro contorni;
e benchè strette in una parete
non possiamo far niente.
Siamo coriandoli, coriandoli,
frammenti d’amore
che ogni volta
si attaccano l’un l’altro;
e se incolta è la mia barba
e i capelli tuoi
d’una diversa tinta,
un’altra spinta ancora
e ci riconosceranno.

Antonia Sammaritano
***

Io uso parole come coriandoli di spine
Litfiba

***

La vita di paese è fatta così. Non ci son segreti. Le notizie volano come i coriandoli. Si sa tutto di tutti. E comunque, il giorno dopo è finito il carnevale, e ‘un gliene frega più nulla a nessuno. Il Ciclone, film
***

Cara Signora, mi tolgo il cappello
il suo nome è una stella nella curva del cielo
il suo nome rimbomba della terra alla luna.
Mi vesto a festa, lancio i coriandoli
il suo nome è un nome
che si legge anche Torino.
Il suo nome è una montagna
di tanti scudetti,
agli altri la manfrina, una lacrima, un peto.
Il suo nome è il migliore, il suo nome è il più forte.
Tu dici: sono gob. E gli altri: sono morto.
Il suo nome si allunga,
si contorce in un lamento
ma resta l’idea in tutte le genti.
Si restringe, si allunga, fa eco rotondo
che perda che vinca tra i primi del mondo.
Juventus, gridano,
o Goba o Madama,
sei forte, sei cattiva, fai girare le scatole.
Ma un’altra non c’è
e nessuno è stanco
di soffrire e cantare il tuo nero e il tuo bianco.
Giovanni Arpino, dedicata alla Juventus
***

FRASI SULLE SCIMMIE

febbraio 11th, 2015

scimmia

Proprio in questo modo, seguendo i miei studi sugli scimpanzé, quasi per capriccio, ero giunto a scrivere La scimmia nuda. Era nato come uno scherzo a una festa e finì con il diventare un progetto serio. All’epoca il libro rappresentò un duro colpo per molte persone, perché era come se si dicesse loro, in modo brusco: “Tu, lettore, sei un animale”.

Nei miei studi sugli scimpanzé ero rimasto affascinato da alcuni aspetti che mi facevano pensare al comportamento umano e la mia vera intenzione era quella di esaminare a fondo come ci rapportiamo con gli altri animali e che cosa ci rende speciali. Personalmente, come zoologo, non riuscivo a capire come potesse essere altrimenti, ma erano in molti a credersi speciali, una sorta di creature sacre. Io sapevo, con il cuore e con il cervello, forte di certezza assoluta, che noi esseri umani siamo solo un particolare tipo di scimmia. Tutto qui. Siamo gli animali più interessanti, più meravigliosi che esistano, ma pur sempre animali. Riassunsi questo concetto coniando una frase: “Non siamo angeli caduti, ma scimmie elevate”.
Desmond Morris *     Linguaggio muto
***

Le scimmie sono una satira vivente della razza umana, con innumerevoli variazioni.

Henry Ward Beecher *  Occhi e orecchie, 1862
***

Oggi non è più vero, ormai, che le scimmie siano vicine all’uomo più di altri animali. Può darsi che per lungo tempo non ci siamo molto differenziati da loro; allora erano nostre parenti strette; oggi, attraverso innumerevoli metamorfosi, ce ne siamo così allontanati da aver qualcosa in comune con gli uccelli non meno che con le scimmie.

Elias Canetti, La provincia dell’uomo, 1973

***

“La natura ha lavorato per secoli per fare della scimmia un uomo… e poi basta che passi una donna per demolire tutto questo.”

Jeanne Moreau

***

Ritengo che sia un limite della nostra cultura il fatto di avere un’opinione così elevata di noi stessi. Ci riteniamo infatti a torto più simili agli dèi anziché alle scimmie.
Angela Carter
***

Esperimenti di tortura: tutti quanti siamo scimmie.
Twelve Monkeys, film
***

Alla fine comparve la scimmia, e tutti compresero che l’uomo era ormai vicino. E fu proprio così. La scimmia continuò a svilupparsi per cinque milioni di anni, e quindi si trasformò in uomo, almeno in apparenza.
Mark Twain
***

In quanto orangutan propriamente detto, l’uomo è antico; in quanto orangutan storico, è relativamente recente: un parvenu che non ha avuto il tempo d’imparare come comportarsi nella vita.
Emil Cioran, L’inconveniente di essere nati, 1973
***

Alla zoo − Tutte queste bestie hanno un contegno decente, all’infuori delle scimmie. Si sente che l’uomo non è lontano.

Emil Cioran, Squartamento
***

Il riso squassa il corpo, deforma i lineamenti del viso, rende l’uomo simile alla scimmia.

Umberto Eco, Il nome della rosa
***

La scimmia più bella è turpe al confronto della stirpe umana.
Eraclito
***

Il conformismo è la scimmia dell’armonia.

Ralph Waldo Emerson, Diari
***

Non è necessario vestire una scimmia per vedere una scimmia vestita.

Massimo Fini, Dizionario erotico
***

Se tutti gli uomini fossero uguali, vorrei essere una scimmia.
Roberto Gervaso, La volpe e l’uva, 1989

***

Se le scimmie sapessero annoiarsi, potrebbero diventare uomini.

Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni
***

Le scimmie si astengono saggiamente dal parlare, nel caso che qualcuno chiedesse loro di guadagnarsi da vivere.

Kenneth Grahame

***

Studiosi cinesi, mettendo a confronto reperti di ominidi dissimili traloro tanto da far pensare che l’uomo discenda anche da animali diversi dalla scimmia, sono arrivati alla conclusione che i nostri progenitori erano comunque scimmie, ancorché di specie differenti. Ci pare logico. Quale altro animale avrebbe potuto imitare la scimmia che ha dato l’avvio alla razza umana se non un’altra scimmia priva di senso critico?
Indro Montanelli
***

Non si manda mai una scimmia a fare il lavoro di un uomo.
Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie

NON CERCATE DI IMPORVI AGLI ALTRI

febbraio 7th, 2015

gentilezza

« Quali che siano le vostre qualità e le vostre competenze, non cercate di imporvi agli altri. Perché? Perché suscitereste in loro il desiderio di sfidarvi. All’inizio, forse, gli altri saranno ammirati e vi rispetteranno, vi temeranno perfino… Ma mentre crederete di avere affermato la vostra autorità, loro, in segreto, faranno tutto quel che possono per armarsi contro di voi. E sarete stati voi a provocarli. Chi ostenta il suo potere risveglia negli altri l’istinto di aggressività. Non si contano tutti i mezzi che le persone sono capaci di mettere in atto quando un superiore – o un sedicente tale – le ha umiliate con un atteggiamento sprezzante, un tono brusco e parole taglienti.

Otterrete la vera autorità coltivando la bontà, la dolcezza e la pazienza. Può darsi che gli altri cominceranno con l’interpretare male il vostro atteggiamento: penseranno che siate deboli, incapaci, e cercheranno di abusare della situazione. Ma perseverate, e ben presto saranno costretti a riconoscere le vostre competenze come pure la vostra forza interiore, e allora vi guadagnerete non solo il loro rispetto, ma anche la loro amicizia. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

FRASI SULLA COLAZIONE

febbraio 1st, 2015

colazione1
Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè.
Perché la colazione deve essere abbondante.
Charles M. Schulz
***

Se una donna perdona il suo uomo, non gli riscaldi poi le corna per colazione.
Marlene Dietrich
***

Benvenuti nell’era dell’anti-innocenza: nessuno fa colazione da Tiffany e nessuno ha storie da ricordare; facciamo colazione alle sette e abbiamo storie che cerchiamo di dimenticare il più in fretta possibile.

Carrie Bradshaw, in Sex and the City
***

Il signor Mack stava andando alla stazione. Era una bella giornata di sole. Gli uccellini sui rami degli alberi cantavano la loro canzone preferita, e spirava un’arietta piena dei profumi della prima colazione: pancetta, uova, zampe di rana e cavolo verzo.

«Mmm» disse tra sé il signor Mack.

Il signor Mack era felice. Davvero felice. Portava con sé un bel pranzetto nella sua cartella e una sorpresa nel thermos; e i baci dei suoi figli gli facevano ancora il solletico sulle guance. Stava andando al lavoro. Gli piaceva molto il suo lavoro, anzi, a dire la verità, il signor Mack adorava il suo lavoro. Faceva l’assaggiatore di biscotti in una fabbrica di biscotti.

Roddy Doyle: Il trattamento Ridarelli
***

La più buona colazione è un bel sorriso regalato di prima mattina. Se ci aggiungi una bella dose di entusiasmo e di energia la ricetta del buon umore è perfetta!

Franxy Sant

***

Alla tua età io mi esercitavo mezz’ora al giorno. Certe volte arrivavo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione
Attraverso lo Specchio, L. Carroll
***

Se vuoi la colazione a letto, dormi in cucina.
***

Il periodo critico del matrimonio è il momento della prima colazione.

Alan Patrick Herbert
***

Dopo una notte di riposo, le notizie sono indispensabili come la colazione.
H.D.Thoreau
***

Una raccomandazione per gli adolescenti è di non trascurare una leggera prima colazione: dà energia e nutrienti dopo il digiuno notturno e aiuta la concentrazione e il rendimento in tutte le attività della mattina. Non serve mangiare tanto, ma mangiare bene sì. Poco e giusto. Anche gli spuntini sono parte integrante.
Umberto Veronesi
***

In un sistema talmente perfezionato, è sufficiente essere privati della colazione per diventare imprevedibili.

Jean Baudrillard, Cool memories
***

Non ricordo di aver mai bevuto champagne di prima mattina. Con la prima colazione in molte occasioni. Ma mai prima della prima.
Colazione da Tiffany
***

Era tutto un complotto: mio padre, la colazione, la scuola, quelli sul tram, quelli a piedi. I marciapiedi. Tutti con lo stesso obiettivo: rovinarmi l’esistenza. Fregarmi. E io cercavo di fregarli a modo mio. Come? Ero libero. Libero! Libero nel senso che non avevo un cazzo da fare, ecco.

Tutti giù per terra, film
***

Quando sei venuto a fare colazione la prima volta che ti ho visto, ho pensato che eri un bell’uomo. Poi, certo, hai parlato.
Qualcosa è cambiato, film
***

Chi mi fa pressione, me lo mangio a colazione!
The Rock, film
***

Eliot: Solo caffè nero per me. Tanto caffè. Greg: Ecco, caffè nero anche per me, però ci inzuppo pure un paio di salcicce. Sbrigati!
Non c’è due senza quattro, film
***

FRASI SULL’ALLATTAMENTO

gennaio 28th, 2015

allattamento-1

Sapevi che l’allattamento al seno non è semplicemente una fonte naturale di nutrimento, ma è anche calore e sicurezza? Si tratta di un gesto d’amore unico, vantaggioso, economico e salutare.
“Nel seno, oltre al cibo, il bimbo cerca e trova affetto, consolazione, calore, sicurezza e attenzione. Non è solo una questione di alimento. Il bimbo reclama il seno perché vuole il calore di sua madre, la persona che conosce di più. Per questo motivo la cosa importante non è contare le ore e i minuti o calcolare i millilitri di latte, ma il vincolo che si stabilisce tra i due che è una sorta di “continuazione” del cordone ombelicale”
Gonzàlez C. Un dono per tutta la vita.
***

L’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, è l’evento centrale dell’esistenza infantile, il mattone fondamentale su cui, se tutto va bene, il bambino costruirà la sua fiducia in se stesso, nelle persone significative della sua vita e per estensione nel mondo.

Dalai Lama
***

Noi non veniamo dalle stelle o dai fiori, ma dal latte materno. Siamo sopravvissuti per l’umana compassione e per le cure di nostra madre. Questa è la nostra principale natura.
Shakespeare
***

“Il dolore di chi ci ha allattati viene subito dopo quello della madre.”
Publilio Sirio
***

L’allattamento al seno ha effetti che trascendono la sua funzione di assicurare al neonato il nutrimento di cui ha bisogno: l’esperienza dell’allattamento è l’esperienza centrale della vita del bambino, che irradia la sua luce su tutte le altre esperienze, le quali traggono da lì gran parte del loro significato

Bruno Bettelheim, Un genitore quasi perfetto
***

n tutti i sostenitori dell’allattamento materno, dall’Antichità fino ai giorni nostri, si ritrova una professione di fede naturalista. È la natura, si dice, che ordina alla madre di allattare e disobbedire è male dal punto di vista fisico. Poi è subentrata una condanna morale e religiosa. Ma io non credo che gli ormoni del maternage, l’ossitocina e la prolattina, siano sufficienti a realizzare il miracolo di una fusione totale con il proprio figlio. È successo invece il contrario. Già in passato, ogni volta che le donne hanno avuto la possibilità di sfuggire a un destino obbligato, lo hanno fatto. Élisabeth Badinter
***

Bisogna nutrire i piccoli. Non vi sono dubbi.
Non solo il loro ventre, ma anche la loro pelle.
In questo oceano di novità, d’ignoto, bisogna fargli riprovare sensazioni passate che inducano pace e sicurezza.
Questa pelle, questo dorso non hanno dimenticato.
Essere portati, cullati, carezzati, massaggiati, sono tutti nutrimenti per i bambini piccoli, indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine, se non di più.
Se viene privato di tutto questo e dell’odore, del calore e della voce che conosce bene, il bambino, anche se gonfio di latte, si lascerà morire di fame».
F. Leboyer

Julio Cortázar – Ti amo

gennaio 27th, 2015

824597_1

Ti amo per le ciglia, per i capelli, ti dibatto nei corridoi bianchissimi dove si giocano le fonti delle luci,
ti discuto a ogni nome, ti svelo con delicatezza di cicatrice,
ti vado mettendo sulla testa ceneri di lampo e nastri che nella pioggia dormivano.
Non voglio che tu abbia una forma, che tu sia precisamente ciò che viene dietro la tua mano,
perché l’acqua, considera l’acqua, e i leoni quando si dissolvono nello zucchero della favola,
e i gesti, questa architettura del nulla,
che accendono le loro lampade a metà dell’incontro.
Tutta mattina è la lavagna dove ti invento e ti disegno,
pronto a cancellarti, così non sei, neppure con questi capelli lisciati, questo sorriso.
Cerco la tua somma, il bordo della coppa
dove il vino è anche la luna e lo specchio,
cerco questa linea che fa tremare un uomo in una galleria di museo.
Per di più ti amo, e fa tempo e freddo.

Julio Cortázar – Ti amo

Next »