Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri ► AFORISMI BELLI!



TI AMO

settembre 7th, 2012

Ti amo:
non ho molto da offrirti,
se non questo cuore
inabissato
da ferite profonde,
inguaribili,
incancellabili.
Non ho altro da offrirti
se non questo mare,
colmo di ricordi,
che solca i lineamenti
del mio essere donna
e li rende perfetti.

Non ho altro da offrirti
Se non queste parole,
che sento mie
e che tu,
medesimo,
sentirai tue.

Non ho altro da offrirti,
se non tanto amore,
sottomesso eternamente
alle regole del cuore
valicando sogni,
sprofondando sugli scogli
di fondali agitati
che parlano di noi.

NOstalgia

settembre 7th, 2012

Scrivo per nostalgia,
non ho mai scritto per allegria.
Lampi,
tuoni,
fulmini
all’orizzonte.
Piove:
il cielo squarciato a metà,
ed io non so da che parte stare,
è troppo tardi per pensare.

AGONIA

settembre 7th, 2012

Agonia,
di un mondo che cade,
afflitto da caparbietà,
voglia di sentirsi superiore.
Morendo lentamente
la gente poi si pente,
resta in silenzio
uccide,
e dopo prega
espìa,
sorride.

GOCCE DI PIOGGIA

settembre 7th, 2012

Gocce di pioggia
sottili,
come fili taglienti.
Gocce fuggenti
toccano i pensieri struggenti.
Il mare all’orizzonte
è una tavola piatta:
subisce e non agisce.
Gocce di pioggia
sull’asfalto vaporoso,
le piante si nutrono
così come,
immobile,
mi nutro io,
di frasi elementari
per narrar di sentimenti
nascosti,
odi rimossi
e speranze soppresse.
Gocce di pioggia,
noncuranti,
incessanti,
cadono infinite,
rincorrono persone,
bagnano vite.

Il bambino che è in noi

settembre 7th, 2012

Ritrovarmi con i vecchi amici che non vedevo da tanto tempo è sempre
un’emozione unica, un tuffo nel passato e nei luoghi che ci hanno
visto ragazzi. Un viaggio nel tempo dei ricordi… ai quali si dà vita
con racconti, aneddoti, battute, che diventano sempre più spiritose.
L’allegria e le risate s’impadroniscono di noi, si cercano episodi
sempre più reconditi, sino a regredire a quando si era piccoli.
Nonostante molte rughe scolpiscano il nostro volto e il nostro animo,
si scherza e si ride senza ritegno facendo venire fuori il bambino
che è in noi, quel bambino che ci ha visto crescere standosene in
disparte, osservandoci e aspettando questi momenti per regalarci istanti
di gioia che avevamo dimenticato, lasciandoci dentro una sensazione di
sollievo e serenità, dove i problemi della vita sono sconosciuti e
banditi. Ho imparato a prenderlo per mano e a portarlo con me in ogni
occasione che si presenta, a lui…non importa l’età che ho…

Questa è la vita

settembre 7th, 2012

Quando sei piccolo ti insegnano che il semplice sognare comporta la realizzazione di taluni , ti insegnano che sei protetto ed intoccabile e che il cattivo più grande che si possa incontrare nella vita sia un vecchio che ti offre le caramelle all’uscita da scuola ; ti promettono che un giorno avrete i soldi necessari per comprare quella bella automobile fuori dal market in centro e poi , che i soldi non fanno la felicità . Poi ti svegli , sei ormai grande e gli unici sogni che riesci a fare sono incubi di delirante mancanza , lavori come impiegato in un call center con 600 euro al mese e ti chiedi come pagherai l’affitto di quella bettola in cui vivi . Arrivi a sera , maledetta sera in cui ti mancano troppe cose tutte assieme . Ti accendi una sigaretta , veleno che odiavi , apri il frigo e la pietanza più prelibata è la carne in scatola di 2 giorni prima , ti stappi una birra , assapori il luppolo… No , è così scadente che ti chiedi se forse è più utile per pulire i fornelli dal grasso bruciato di non so quale trancio di carne , ma era in offerta a 44 cent al bancone del discount . In questo caos , in questa fogna di spumeggiante letame comprendi che sognare ormai non serve più , che il cattivo più grande sono le multinazionali cui offrono un servizio insostenibile da pagare e quei soldi destinati alla bella automobile sono riservati alla tessera mensile della rimessa degli autobus .

“Nulla è sprecato, se fatto con Amore.” Eduard Leon Word

settembre 7th, 2012

“Nulla è sprecato, se fatto con Amore.”
Eduard Leon Word

GOCCE SULLA PELLE

settembre 6th, 2012

Gocce, che cadono sulla mia pelle, acqua fresca che penetra dentro di me, gocce, che volano nell’aria e mi fanno star bene, e tra tutte tu sei la goccia più bella, tu che sei diversa dalle altre, la tua differenza stà nella temperatura, le altre sono fredde, tu invece riscaldi la mia pelle, e ti sento penetrare lentamente nel mio sangue, scorri delicata nelle mie vene, ti sento perchè il tuo corpo scotta, riscaldi ogni parte fredda di me, sei meravigliosa è lucente, ti vedo sotto la mia pelle, ti illumini di immenso e vedo dove vai, dritta al mio cuore, e non mi resta che sdraiarmi a terra e sentirti viva dentro di me, vicina al mio petto, mi fai respirare emozioni, e quando entri nel mio cuore, il mio corpo diventa fuoco, il ghiaccio della vita sparisce, e più scivoli dentro me, e più io mi sento bene, goccia che invade la mia anima, goccia che riscalda il pavimento e tutta la mia stanza, non voglio uscire da qui, perchè fuori nulla mi riscalda come te, resto fermo e mi godo il momento, con gli occhi aperti vedo, le altre gocce che si dissolvono ancora prima di toccare il mio corpo, ormai caldo, ormai cotto, bruciato da te, bruciato dal tuo scorrere dentro me, e se mi addormento il mio cuore rimane sereno, perchè ora non ha più freddo, resta caldo fino al tuo prossimo ingresso.

(Ejay Ivan Lac)

PRIMA DI ADDORMENTARTI

settembre 6th, 2012

Non chiudere gli occhi, non ancora, anche se in questo momento siamo distanti io ho bisogno d’abbracciarti, sento dentro di me quella sensazione di stringerti durante la notte, ma questo ora non è possibile, quindi ti chiedo di aspettare qualche minuto ancora, se il tuo cuore batte per me aspetta la vibrazione del mio pensiero, vola su nel cielo, sfiora le stelle e ne assorbe la luce, per essere più caldo, vola nell’aria e ne assorbe la legerezza, per non farti mai del male, vola su la città e ne assorbe il silenzio, per calmare il tuo cuore, e ora che è entrato nella tua finestra potrà sdraiarsi al tuo fianco, e ti abbraccerà fortissimo, ecco, ora puoi chiudere gli occhi, ed io posso finalmente dormire tranquillo.

(Ejay Ivan Lac)

« Prev - Next »