Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri ► AFORISMI BELLI!



Far finta di niente

ottobre 5th, 2012

e il tuo non far niente, ignorare

far finta che niente fosse,

come se niente, fosse rimasto.

Ma infondo lo sai che non possiamo mentirci

non puoi nascondermelo,

nelle tue espressioni

nel tuo fare,

come io non posso a te.

tutto sembra, niente appare

molte domande, nessuna risposta

una soluzione, nessun risultato.

Il cuore una fortezza

ottobre 5th, 2012

Tu non sei forte quanto  credi, a volte  la voce trema, lasci una porta aperta  al tuo cuore  e il  dolore degli  altri ti  sommerge, portano  i loro sospiri  che  ti soffocano, con mani di brina ne smorzano il  battito, ti  tocchi  la pelle  per sentirti viva. Quei pianti serrati  si  aggrappano  al tuo coraggio  con brividi  senza nome,  ti lacerano l’anima.  Io non starò  a guardare  riempirò  il  vuoto che ti circonda, rammenderò gli strappi dell’anima  e  sarà di  nuovo  amore.

(Mirella Narducci)

Ridisegnare il tempo

ottobre 5th, 2012

Vorrei  disegnare  il  tempo, riempirlo di fantasie che volano  e  aspettare di essere raggiunta  dalle emozioni. Ricamerei  per  te  un sogno, vestendolo di stelle  e tu  ti  proverai  ad  accenderle  tutte  per illuminare le mie notti .Ruberò il tuo cuore, sorpreso mi donerà il suo amore. Lasciami fermare  il mondo e il  tempo nuovo, mentre  il sipario delle  mie ciglia, si  spegnerà  nell’ombra, del tuo silenzioso  amore.

(Mirella Narducci)

AMORE ANTICO

ottobre 5th, 2012

 

Ma cosa spinge l’uomo a questa incessante ricerca della propria metà?

Ricordo,come fosse oggi il sorriso sulle labbra di mio nonno quando mi poneva questa domanda, i miei occhi si accendevano ,sapevo che sarebbe cominciata una delle mie storie preferite….

L’ uomo è alla ricerca costante di un obbiettivo: il raggiungimento della felicità della serenità e della completezza in amore. Un viaggio diretto dunque, verso ciò che viene definita l’anima gemella.

Platone nel simposio narra di tre generi : la donna  che discende dalla terra, l’uomo dal sole e l’androgino dalla luna.

Gli androgini erano individui particolari composti da uomo e donna uniti in un unico corpo, pertanto esseri perfetti. Avevano  una forma rotonda, quattro gambe e quattro braccia e due teste.

Finchè accanto avevano la propria metà, la vita degli androdini  trascorreva in tutta serenità, essi non avevano bisogno di altro se non di quell’amore che solo la loro metà era in grado di dargli .

Ma… la loro felicità non era destinata  a durare in eterno.

Zeus e gli altri Dei,sopraffatti dall’invidia del loro benessere  e della loro perfezione , decisero di dividerli  in due parti distinte, per sempre.

Le due parti ormai divise,cominciarono a cercarsi ininterrottamente per colmare quel vuoto,con la speranza di potersi ricongiungere a quell’antica perfezione.

Sin dai tempi lontani ,ognuno di noi compie quell’incessante viaggio verso ciò che prende il nome di  amore ,ovvero quella metà perfetta che ci rende completi che in origine ci è stata tolta ingiustamente.  Per ciascuna persona ne esiste dunque un’altra che le è complementare.

Mio nonno mi spiegava che quando una metà incontra l’altra, si prova  una straordinaria emozione,un’intesa perfetta, una sensazione di benessere assoluto,una felicità ineguagliabile, un amore puro ,non si può più vivere senza la propria metà, nemmeno un istante. Queste persone vivono fianco a fianco tutta la vita e si appartengono gli uni agli altri.

È’ per questo nonna che quando il nonno è diventato un angelo hai smesso di vivere?

 

Elisa M.

L’AMORE NON SI SPIEGA

ottobre 5th, 2012

L’amore non è qualcosa che puoi spiegare in due parole… È uno stato di grazia, è gioia ma anche lacrime e difficoltà… È qualcosa che devi provare per poter capire… E non esistono amori migliori di altri: che sia vissuto, non vissuto, corrisposto o meno, non conta…

Esiste l’amore, punto.

Se l’amore finisce, allora non era amore, ma qualcos’altro. ♥ ℐℬ

Imma Brigante

 

 

 

Mi piace parlarne delle cose

ottobre 5th, 2012

 

Mi piace parlarne delle cose, e non chiuderle sul nascere. Isac Randazzo

ma quali mazzi? …

ottobre 4th, 2012

Ma quali rose rosse, ma quali bouquet di mammole?! Date retta a me: mazzi di scarpe. Questo è il desiderio inconfessabile di ogni femmina.

(Luciana Littizzetto)

Incertezze

ottobre 4th, 2012

“Temo più di ogni altra cosa…lo spettro dell’abbandono!

Eppure non posso fare a meno di inciampare in nuovi legami, amori, cuori.

La solitudine potrebbe essere un triste rimedio a questa mia paura: non ci sarebbe assenza ne dolore senza aver prima goduto di presenza e passione!

Tuttavia continuo a dare tempo, sangue e vita a chi mi sta intorno! Consapevole che oggi c’è ma domani potrebbe essere distante anni luce, potrebbe essere esistito solo nella mia anima… laddove lascerà un grigio vuoto, un segno del suo passaggio, una cicatrice di dolore.

Temevo più di ogni altra cosa lo spettro dell’abbandono …ora cerco di convivere con questa mia frustrante paura.”

Il segreto della felicità?

ottobre 4th, 2012

“Ogni bambino nasce felice, innocente, colmo di meraviglia. Poi accade qualcosa, e tutti quei bambini meravigliosi si perdono: la loro innocenza viene distrutta. E tutta la loro felicità si trasforma in disperazione. Osserva un bambino che raccoglie conchiglie e pietre colorate sulla spiaggia: è più felice dell’uomo più ricco del mondo. Qual è il suo segreto? Quel segreto è anche il mio.

Il bambino vive nel momento presente, gode il sole, l’aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia. Egli è qui, ora. Non pensa al passato, non pensa al futuro. E qualsiasi cosa faccia, la fa con totalità, intensamente; ne è così assorbito da scordare tutto il resto.

Il segreto della felicità è tutto qui: qualsiasi cosa fai non permettere al passato di distrarre la tua mente, e non permettere al futuro di disturbarti, il passato non esiste più e il futuro non esiste ancora. La realtà è estatica; e il solo modo per collegarsi a ciò che è reale, è non lasciarsi sfuggire il momento presente. E se anche una sola volta hai assaporato cosa si provi a essere nel presente – a volte, mentre guardi un’alba o un tramonto, sii semplicemente presente, così potrai assaporarne il gusto – ti stupirai, ma arriverai a possedere per sempre la chiave che ti introduce nel reale.

Una chiave che può aprire tutte le porte dei misteri della vita, delle sue estasi e delle sue bellezze. Ecco dov’è la tragedia dell’uomo: a ogni istante ti sfugge il treno, e continuerai a perderlo per tutta la vita. Il segreto della felicità è tutto qui: sii qui e ora!”

OSHO, I Figli una Nuova Visione

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni