Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



Strade diverse..

marzo 29th, 2016

Se ne stanno a odiarsi per tutti i giorni che si sono amati.
Se si sono amati per anni per altrettanti si odiano. Percorsi all’incontrario. Un’altra volta la strada, da ri-percorrere.
Diversa. Nelle parole e nei sentimenti.
Giorni, momenti, ricordi, e L’amore che diventa penitenza.
Io non le capisco quelle persone che trasformano l’amore in odio, non le capisco, ho sempre pensato che fosse all’incontrario..

Frasi Per Ricordare un Defunto Caro

marzo 29th, 2016

Lo sguardo verso l’alto e il cuore pieno di tenerezza perchè tu che non ci sei più fisicamente qui con noi non lasci la mente nemmeno per un giorno. Oggi un pò di più una lacrima e un sorriso per te.

frasi-caro-defunto

Messaggi…

marzo 26th, 2016

Un uomo che se ne va, una donna che piange in silenzio. L’orgoglio che si fa spazio in un amore ancora vivo con le sue tante strade con le sue tante buche. Una figlia che guarda la madre piangere, un padre che rivuole la figlia nel tempo insieme. Anni di amori insieme e mesi lontani a sopportare a rimpiagersi.
Questa è la storia di una figlia, di una figlia che assiste alla “fine” di un amore tra un padre e una madre, una figlia che non trova rassegnazione fino a quando un bel giorno, comincia a mandare messaggi al padre.
Mi manchi.
Perché non torni?
Io sono qui.
Buonanotte.
Questi è tanti altri, erano i brevi messaggi al telefono di un uomo che se ne era andato.
Risposte?
Nessuna risposta.
Anche quando un messaggio recitava:
Io ti amo. Ti amerò sempre, e se non vuoi tornare per me fallo per tua figlia fallo per lei, fallo per noi perché dall’amore che nascono i figli, ed io senza di te faccio fatica ad amare ancora…
L’orgoglio in amore è un muro trasparente che fa a gomitate con la voglia di dimenticare e quella di amare ancora..
E allora un bel giorno, lui si presenta davanti alla porta, abbraccia la moglie con la gioia nel cuore, e in lacrime gli risponde a tutti quei messaggi ricevuti, che la amava ancora, che gli mancava anche lei, e si scusa per la rabbia e l’orgoglio che non aveva messo da parte.
Questa è la storia di una figlia che per mesi ha mandato di nascosto messaggi al padre con il telefono della madre..
Ricordatevi sempre, è l’amore che fa la differenza. Che tutto quello che senti e non dici è destinato a morire, con te…

Siamo come siamo…

marzo 25th, 2016

Ci hanno assegnato un anima già nel l’utero, e con quella ci dobbiamo vivere.
E la combinazione di spirito e corpo, vita transitoria, localizzata nel sangue, la parte che sente, pensa, ama, la sede degli istinti naturali, delle emozioni e delle passioni. Come si fa a pensare che la gente possa cambiare. Nessuno mai può cambiare. La gente può migliorare il suo livello peggiore. Può correggere il suo livello migliore. Ma non può cambiare.
Prendete per esempio quello che si organizza l’addio al celibato, che si scopa “l’ultima” puttana di turno e il giorno dopo pronuncia, che sarà fedele sempre, nella gioia e nel dolore. Ma voi pensate veramente che quella del giorno prima sia stata l’ultima puttana?
Non so se mi spiego..

Troppo facile..

marzo 24th, 2016

Vorrei dirglielo nel mentre le bacio i capelli. Le labbra.
Basta. E finita.
Vorrei odiarla nel mentre la amo. E desiderare che lo facesse anche lei. Troppo facile mandarsi al diavolo. La rabbia ti dà il vantaggio di smettere.
Bisogna sforzarsi di amarsi.
L’ultima volta.
L’ultima volta.

IL GUSTO DI ASSAPORARE UN RICORDO

marzo 22nd, 2016

Nell’afa uggiosa del giorno
lei guarda da un vetro svogliata.
Vuole fuggire dalle antiche
sordide sottomissioni.
Vuole vivere la sua sessualità
senza pregiudizi
che fin dalla culla
son cresciuti con lei.
Vuole cedere ad un uomo
senza darsi in suo potere.
Vuole sentirsi libera
senza essere schiacciata
dai sensi di colpa.
Forse troppo fredda
un po Medea, pronta
ad abbattere quella moralità
da medioevo.
Follemente inquieta chiusa
nei silenzi opachi come l’afa
di questo triste giorno.
E’ pronta ad amare cercando
nella memoria i momenti rubati
i sospiri ansimanti i fremiti
di molli lingue di fiamma
che la divorano ardenti.
Sono i ricordi di quando
le sue curve morbide e fiere
facevano girare la testa al mondo intero….

Mirella Narducci

 

IL  GUSTO  DI  ASSAPORARE   UN  RICORDO

Auguri alle mamme papà..

marzo 19th, 2016

Auguri alle mamme papà, quelle che hanno dovuto indossare i coglioni perché in casa mancavano, auguri a loro, a quelle che non si sono accontentate, e hanno deciso di essere e non di esistere. Non sono tutte uguali le donne, ci sono quelle con gli attributi, quelle che devono indossare l’anima dura quando serve, quelle che vengono ringraziate dopo, dopo, quando i figli sono diventati grandi, ma nel mentre che vivono. L’amore hanno imparato a tenerlo dentro, a sprazzi si dimenticano di essere papà e si vede la luce, come se fosse oro da custodire, usano il cervello prima di quel taglio in mezzo alle gambe che le rende “belle e apprezzabili “ agli occhi del mondo…Loro sono L’altra faccia delle donne, Le vedi lì, che non sanno se piangere o ridere, se usare il sarcasmo oppure spaccare tutto. Le riconosci subito le mamme papà, non le vedi mai in fila aspettando il loro turno. Non si fanno mai strumentalizzare. Loro il “toro” l’hanno preso per le corna e l’hanno sbattuto fuori, e oltre ai coglioni, si sono indossati anche i pantaloni. Incazzate, non piangono mai, per vederle piangere le devi andare a trovare la notte, quando la loro anima posa le spade sul comodino. Quando tirano fuori il cuore nella penombra, e si fanno spazio in un letto di ricordi. Mamme che non sono forti, ma hanno deciso di esserlo. Con la paura addosso, e le sfide ogni giorno da affrontare. Mamme e anche papà. Donne. Che hanno capito, che si può essere amate in questo mondo, senza compromessi…

Quello che non apprezziamo..

marzo 17th, 2016

Bisognerebbe andare negli ospedali una volta la settimana, come si fa con la messa la domenica mattina. Bisognerebbe andarci per apprezzare quel poco, quel tanto che non sappiamo mai apprezzare. Bisognerebbe farsi un giro in quei reparti dove la speranza è sempre appesa a un filo.
Fermarsi, e guardare le differenze, tra la tua infelicità e di chi è sdraiato su un letto. Ho visto persone incazzarsi per un lunedì piovoso, altri perché le Maldive sono solo un sogno. Poi ne ho visti altri fissare i giorni che passano attraverso una finestra desiderando di correrci sotto quella pioggia.
Ci sono persone che sognano di vivere e persone che la vita la disprezzano.
Senza mai pensare che in ogni cosa che odiamo e non apprezziamo, c’è ne sono altri che con le stesse sarebbero felici. E allora. Che cos’è la felicità?

_”CREDO IN TE”_ by dfgerry

marzo 16th, 2016

_”Credo in Te”_

_Io Credo…!!!
In quella lacrima di dolore
Che solca in volto mentre
Nella sua discesa va a
Morire sulle labbra
Della smorfia di
Un sorriso.
_Io Credo…!!!
Nell’emozione di un Amico
Che scorgo attraverso la
Il riflesso di una vita
A difesa che non
La Cambi per
Difesa.
_Io Credo…!!!
Nelle Tue Paure mascherate
Con rinunce ad emozioni
Sconosciute a chi
Ostenta ancora
La sua vera
Identità.
_Io Credo…!!!
In te perché da te la conferma
Del mio Essere ostile ad
Un credo alla realtà
Incondizionata
Del suo vero
“Amare”.
_Credo in Te…!!!

_by dfgerry_ (G. Di Flumeri) bellezza

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni