Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



DOLCE E’ ASPETTARE

marzo 27th, 2015

 

Amore son qui che aspetto…..

nulla mi è più dolce dell’attesa

di ciò che è passato e sentirne

il ritorno.

Intuirne i brividi delle emozioni

vissute.

Aspetto di vedere oltre il buio

dell’oggi, il bacio oltre le labbra

oltre i ricordi aspettando sfioro

ciò che non posso vedere, non

posso sentire…….

Aspetto amore, con lacrime di perla

che misurano il tempo che passa.

Ti aspetto senza futuro,senza passato

mi cullo nel vento, nei mari di ciò che fu.

Nel presente mi accorgo che non sono

io che aspetto, ma è il mio amore

che aspetta me.

 

DOLCE  E'  ASPETTARE

 

 

 

(Mirella Narducci)

Share

CREDIAMO DI ESSERE LIBERI

marzo 24th, 2015

Crediamo di essere liberi?

La vita ti fa sentire il peso assordante di una quercia, che cade d’inverno sopra il tuo corpo sdraiato sopra un manto di foglie, secche, l’umanità e trasportata dagli eventi, siamo come un palloncino che naviga, trasportato dall’aria, sorvolando le nuvole, che si spostano nelle direzioni che non possiamo scegliere.

La finta libertà che credi di avere, non arriverà mai se non tenti di preservare la mente, devi restare lucido, e impassibile davanti a questa società che tenta, e studia, ogni giorno di frantumarti la mente.

È così che il mondo, non sarà mai un posto migliore, fino a quando ti guardi allo specchio e cerchi, di diventare come tutti gli altri, io guardo, io, studio, ciò che mi sta intorno, puoi farlo anche tu…

Capirai…

Che una persona, si guarderà allo specchio ogni giorno, a guardare le sue imperfezioni perché non si sente all’altezza delle altre persone, che una donna, ha paura di camminare in strada, in questa epoca dove lei, è oggetto di business, di violenza, di sesso.

Che ogni essere, la notte, fatica a dormire, perché è solo, vengono emarginati dall’ignoranza delle persone, capirai, che nessuno guarda il mondo reale, tengono gli occhi puntati in quello virtuale, per paura, diventa più facile guardare uno schermo, che affrontare gli occhi di un essere umano.

Tutti vogliono apparire, tutti vogliono essere, tutti, vogliono la bellezza, il denaro, quel successo, che non arriverà mai se rimani nell’ombra di quelle mura, sporche di avidità e colorate di convenienza.

Ma se vuoi respirare, devi lottare con tutte le tue forze, cercando di guardare negli occhi, le persone che hai davanti, sai, anche loro hanno paura come te, ma non esisteranno sguardi reali, fino a quando non ci sarà il primo…

È quel palloncino che si fa trascinare dall’aria, non sarà più solo, volerà insieme a tutti gli altri, riuscendo a capire, che ogni colore e forma, anche se diversa, risulterà uguale, la mente…

Preservare la mente…

Da ogni messaggio sbagliato, lasciando la libertà agli altri, di esistere, di essere, e di accettare ogni sua forma di pensiero, ogni sua bellissima diversità, senza l’ignoranza…

Che distrugge il mondo…

Rendendolo il posto peggiore!

(Ejay Ivan Lac)

LIBER

Share

UN SOLO UOMO

marzo 23rd, 2015

padre

Perché tuo padre è quell’uomo che ti ha insegnato ad andare in bicicletta tenendoti il sellino da dietro per non farti cadere. E’ quell’uomo del quale ti ricordi solo all’ultimo momento di farti una foto con lui ai tuoi compleanni e se invece al suo ti scordi di farti gli auguri non ci rimarrà male perché lui lo sa che non l’hai fatto apposta. Sappi che quell’uomo, quando uscirai per la prima volta con un ragazzo, non dormirà tutta la notte aspettando il tuo ritorno, e il giorno dopo non ti chiederà com’è andata non perché non gli interessa ma perché ha paura che tu ti sia trovata bene con un ragazzo che con te non c’entra niente. E’ quell’uomo che quando trovi una sua foto da giovane, ti sembra sempre fichissimo e ti dispiace di non averlo potuto conoscere allora quando faceva lo scemo con tua madre. E’ un uomo che ogni volta che esce con la macchina spera che piova per incontrarti e darti un passaggio. Tuo padre è quell’uomo che quando tornavi troppo tardi ti sgridava ma dentro ti voleva solo abbracciare. Può litigare con chiunque per tutta la vita ma con te vorrà sempre fare pace in un attimo perché è quell’uomo che ti amerà come non ha mai amato niente nella sua vita. E ricordati, che se una volta quando sarai una donna, dovessi attraversare un momento difficile in cui ti sentirai sola come mai ti è successo e non troverai nessuno accanto, dovrai girare la testa per guardare dietro di te. E troverai un solo uomo.

Tuo padre.

Share

QUANTI REGNI CI IGNORANO

marzo 20th, 2015

5411_3d_space_scene_hd_wallpapers
Che cosa è il desiderio di gloria negli uomini, a bordo di questa terra che naviga nello spazio infinito dove un giorno farà naufragio? Mi sembra di vedere, su una grossa nave destinata al naufragio, o piuttosto il cui naufragio è continuo e già iniziato, numerosi passeggeri, non uno dei quali arriverà a destinazione: i primi morti nutrono il folle desiderio di occupare la memoria dei superstiti, di coloro cioè che a loro volta scompariranno quanto prima negli abissi. È vero che, a vederlo da vicino, il vascello è immenso, i passeggeri di un ponte non conoscono quelli dell’altro, la poppa ignora la prua: per questo nasce l’illusione. È vero anche che, mentre in un angolo della nave si muore, non molto lontano si danza, si celebrano matrimoni, si festeggiano nascite. E’ vero che l’equipaggio si riproduce e non diminuisce di numero. Ma che importa? Nonostante questo, il tutto è votato a una sola e medesima fine. Nessuno uscirà da questa massa galleggiante per andare a depositare il suo nome, o quello dei suoi simili, sulle costiere sconosciute, sui continenti e le isole senza numero che punteggiano il meraviglioso azzurro. Tutto accade qui dentro e a porte chiuse. Vale la pena? – La mia è una lunga parafrasi, ma Pascal ha reso questi pensieri con una sola frase: “Quanti regni ci ignorano!”.

Charles Augustin de Sainte-Beuve

Share

IL MONDO SAREBBE….

marzo 20th, 2015

Il mondo sarebbe migliore, se tutti riuscissero ad amare le anime, e non i corpi!

(Ejay Ivan Lac)

amore al tramonto

Share

QUALSIASI FORMA D’AMORE

marzo 11th, 2015

Ogni essere umano deve essere libero in amore, bisogna smettere di guardare la diversità delle altre persone…

risultate stupidi…

Ogni essere umano, in amore, ha il diritto di essere felice, un uomo con un uomo, una donna, con una donna, un ragazzo brutto con una ragazza bellissima, una ragazza brutta, con un ragazzo bellissimo…

Un uomo di colore, con una donna bianca, un uomo bianco, con una donna di colore…

Qualsiasi forma abbia la diversità, rende ogni giorno, diverso da un altro, la bellezza della vita…

è fatta di questa sostanza.

Che poi, parliamoci chiaro, nessuno è bello e nessuno è brutto, siamo fatti tutti, con la stessa forma!

(Ejay Ivan Lac)

koala

Share

Oltre la paura…

marzo 10th, 2015

donna alla finetsra

Alla fine tutti approdano in porti sicuri, nessuno rischia di naufragare nei mari in tempesta, tutti aprono le vele e solcano le onde nella direzione più favorevole, nessuno osa guardare oltre quello scuro orizzonte ma tutti sognano da lontano, immaginano e nostalgici vanno via. Via dal piacere, via dalla bellezza e via dalla felicità; perché quello che si vuole realmente è oltre quel muro, quello della paura. E, siate prudenti,non fate scavalcare il muro del vostro cuore, a chi, incapace, non riesce nemmeno a intravedere quello della paura.

Share

LE COSE CHE VALGONO

marzo 8th, 2015

Dimentichiamo spesso le cose che valgono, e ci si dedica spesso, a ciò che non serve.

Poi ci ritroviamo a dover far finta che tutto è giusto, e che altro non ci serve, ma nel silenzio del buio, lontano da occhi che guardano e orecchie che sentono, pensiamo, a quanto vorremmo una vita diversa…

Da quella che abbiamo ora.

(Ejay Ivan Lac)

trape

 

Share

LEI AMA SOGNARE

marzo 8th, 2015

La donna, viene giudicata spesso dagli uomini, con ogni sfumatura offensiva possibile, e lei, disperata, cerca di adeguarsi, e nella confusione diventa più insicura e indecisa nel da farsi!

Lei spera, lei cerca, aspettando davanti alla porta della vita, l’uomo che possa finalmente ammettere di essere una creatura nelle grinfie della bellezza femminile.

Spera, di incontrare quell’essere, che possa finalmente ammettere, che non è la donna ad essere complessa, ma che l’uomo non si impegna con l’anima, ad ascoltare i suoi sguardi e pensieri.

E quindi lei, rimarrà sempre lì, davanti a quella porta, dove probabilmente nessuno verrà a prenderla…

Ma ama sognare…

E quindi ci spera!

(Ejay Ivan Lac)

donna alla finetsra

Share

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni