Aforismi Verità

Aforismi Verità ❤❤❤ Aforismi Sulla Verità Aforismi di Verità Bellissimi, La Verità in Aforismi, Dedica i Migliori ❤►Aforismi e Frasi Sulla Verità!



MURO

febbraio 18th, 2014

Se solo non ti fossi fermata davanti al tuo muro, ora saresti meno sola, ed io avrei qualcosa in più…

(Ejay Ivan Lac)

images

QUELLE CHE HO AVUTO

febbraio 18th, 2014

Le femmine che mi sono piaciute ultimamente, avevano tutte lo stesso errore grammaticale nel DNA, sempre lo stesso, prendevano tutte la stessa strada…

Non voglio più correggere i loro fogli, ora mi serve qualcuno che quando si guarda allo specchio sia consapevole, di cosa sta guardando, o per lo meno, tenta di farlo, qualcuno, che non si fermi ai limiti, ma che continui a correre verso l’infinito.

E non penso, anzi, sono sicuro che se una di quelle passate tenti di migliorare, possa farcela…

a farmi cambiare idea!

(Ejay Ivan Lac)

l'amicizia

CHI COMANDA

gennaio 29th, 2014

La menzogna di chi comanda è il pugnale della morte di un popolo in cerca di libertà, riuscire a buttare giù quel muro invisibile che divide la ricchezza negli occhi di chi soffre, sarebbe la vittoria di una nuova rivoluzione!

(Ejay Ivan Lac)

soldi_politici

LA DIVERSITA’ DELLE RAZZE

gennaio 29th, 2014

Il razzismo esisterà sempre, perché la natura ha deciso così, non puoi cambiare quello che la vita ha creato, puoi solo imparare ad accettare la diversità…

(Ejay Ivan Lac)

razza2

 

AMARSI

gennaio 21st, 2014

Non puoi amare se non ti ami, amarsi è una condizione imprescindibile per donare del bene a qualcuno, se non ti rispetti non raggiungerai mai la strada della felicità.

(Ejay Ivan Lac)

amarsi

 

Guardare oltre l’ apparenza….

ottobre 26th, 2013

Aforisma apparenza

Guardare oltre l’ apparenza, è come avere una lente d’ ingrandimento che ti permette di osservare la giusta prospettiva.

Tanya Bì ©

Chi non sa mentire, crede che tutti dicano il vero.

ottobre 16th, 2013

Chi non sa mentire, crede che tutti dicano il vero.
(F. Kafka)

ABBANDONARE LA BELLEZZA

settembre 5th, 2013

MIRROR
Osservò all’improvviso che la sua bellezza si era disfatta e che ora gli faceva male fisicamente come un tumore o come un cancro. Sì, bisognava abbandonare la bellezza in un luogo qualunque; all’angolo di una strada, in un cantuccio suburbano. O abbandonarla nel guardaroba di un ristorante di seconda classe come un vecchio cappotto inservibile

Gabriel García Márquez, occhi di cane azzurro

OGNI MOVIMENTO E’ VIAGGIO

maggio 8th, 2013

libri

Improvvisamente avvertii e osservai che un’altra, che però ero io, si sollevò dal mio corpo e s’incamminò verso la libreria. Io restai sul divano contemplando il mio stesso percorso. La donna controllò la parte superiore del mobile; sfiorò uno ad uno i sette libri di Franz Kafka: Contemplazione, Il processo, Il castello, America, La metamorfosi, Lettera al padre e La condanna; c’erano anche tre dischi dei Beatles, collocati l’uno sopra l’altro. La donna prese ogni disco con molta attenzione, come se non volesse lasciare tracce. L’ultimo era il famoso disco bianco dei Beatles. E sorrise, lasciò i dischi al loro posto, si accovacciò, si allontanò un poco e lesse i titoli dei tre libri che occupavano l’estremità inferiore: Danubio di Claudio Magris, La biblioteca di notte di Alberto Manguel e Dietario voluble di Enrique Vila-Matas. Tre titoli che incitano al viaggio geografico, letterario, materiale o esistenziale ma comunque sempre un viaggio; ogni movimento, immaginario o corporeo, finisce per essere un viaggio; pensò a voce molto bassa.
La Contemplazione, Edgar Borges- trad. Gianfranco Pecchinenda

 

« Prev - Next »