Aforismi Mare

Aforismi Mare ♥♥♥ Aforismi Sul Mare, i Più Belli Aforismi Di Mare. Scopri Aforismi e Frasi Sul Mare Fantastici! ► Citazioni Aforismi Respiro Del Mare



Viaggiare

aprile 6th, 2013

tanya bì frase breve

Il viaggio è senza limiti e i confini sono solo di chi teme.
L’ importante è sapere che da qualche parte all’ orizzonte
c’ è un’ altra “sponda” che ci attende.

Tanya Bì ©

A volte basta il mare

ottobre 2nd, 2012

a volte basta il mare per ricordarci che siamo parte di un disegno molto più grande!

Io e il mare

agosto 6th, 2012

Non è mai tardi per capire la voce del mare,

in solitudine camminando sulla riva, affondando

i piedi nudi nella rena morbida,

dove  spume bianche fanno contorno,

ascoltavo il mormorio continuo dell’onde.

Dall’orizzonte lontano arrivavano parole

decifrabili solo con la forza dell’amore,

che toccano il cuore.

Non c’è pensiero  il  mio, che non  possa

attraversare quest’oceano e giungere

a te, mentre lui accarezza le caviglie dolcemente

in continua preghiera, d’iniziare il viaggio  che

mi conduce  tra le tue braccia.

Tu unica barriera a volte minacciosa, non hai

capito che l’anima mia ha già passato il tuo

confine e  insegue  l’amore!

(Mirella Narducci)

Mare di notte

giugno 25th, 2012

Serata di luna, in questa notte in riva al mare, ci sono momenti in cui ti senti chiamare, come se quei mormorii ondosi ti volessero confidare segreti.  Sei in attesa c’è silenzio e tu ti assorbi in esso per capire i messaggi che questa natura amica t’invia, speri che siano di conforto che ti aiutino a decifrare le alchimie della tua mente che si divide tra la paura e il vivere.  Devi trovare la combinazione giusta senza sbandare, in quell’andare  legittimo  come un  funambolo con i tuoi tentennamenti, le tue indecisioni. Sono quì sotto un cielo di stelle  e tu mare non hai smesso di chiamarmi, eccomi m’immergo, lavo la mia anima sotto questo fascio di luce e purifico il corpo come in antichi riti primordiali, figlia naturale dei tuoi atavici albori, mi unisco al tuo grembo  in questa notte di luna.

(Mirella Narducci)

A VOLTE BASTA IL MARE… – Riflessi d’acqua

giugno 22nd, 2012

”A volte basta il mare, o anche soltanto il suo profumo di onde e di salsedine, per sentirsi vivi e percepirsi come parte pulsante dell’universo, per provare l’armonia dei mattini appena nati camminando lungo la spiaggia umida a piedi nudi, per godere la magia delle sere in cui l’unica voce è quella della risacca, per respirare un volo di gabbiano, o quei bagliori mobili che dal mare filtrano fra le ciglia di palpebre socchiuse.

A volte basta il mare e tutti quegli odori che si compongono e si mescolano, frammento su frammento, granello a granello, goccia a goccia, come in un olfattivo quadro pointilliste, per ritrovare tutte le estati della propria vita, quelle passate, quelle da venire.

Percezioni. Impressioni. Istanti.

Fragili e fuggevoli, si susseguono proprio come onde di mare o come il ritmo mutevole di una scia di sole sull’acqua, che si perde al confine del giorno.

Percezioni. Impressioni. Istanti…

Frammenti…
Dettagli di un giorno qualunque…”

- ©Riflessi d’acqua –
Copyright©2012
Blog Riflessi d’acqua


Mare

maggio 16th, 2012

Mare di nuovo sulle tue rive, prezioso ricco dell’estasi che pervade  l’anima con  occhi pieni del tuo  azzurro, lascio al pensiero di cavalcare  le onde e mi perdo nella tua immensità. I  miei sensi sono pieni di te, il sole caldo brucia la pelle, le nari  aspirano il tuo profumo e il vento porta la tua essenza fin nei canali  e riempie il respiro.  Gli occhi assorbono i tuoi colori, seguono  le spume che affiorano e scompaiono tra i marosi. In questi giorni  le tue sponde brulicano di gente chiassosa, ammassi di carne che si diverte, il  loro vocio si confonde  con l’infrangersi delle onde, egoista  vorrei  deserto intorno  a me, ma ecco  il tramonto  con l’ultimo ombrellone che si chiude sei di nuovo mio e  mi  regali  poesia.

(Mirella Narducci)

IL MARE NEI TUOI OCCHI

marzo 30th, 2012

Forse non ti sei ancora accorta di come guardo i tuoi occhi quando parliamo, non ti sei accorta di quanto mi affascina il tuo sbattere su gli scogli del mio cuore, la tua acqua pulisce le mie arterie, e pizzica legermente con il suo sale il mio sangue, dandomi quella sensazione stupenda di fresco e serenita, il mare dentro di te, che guardo attraverso i tuoi occhi, quel mare ricco di pensieri affascinanti che sguazzano da una parte all’altra, ed io sono sempre più attratto, vorrei navigarti giorno e notte, e seguire il luminare dei tuoi occhi, come due stelle che mi indicano la via, quella destinazione favolosa che mi accarezza la vita rendendola felice e pulita, quel mare azzurro, così trasparente e immenso, posso vedere dentro di te, posso ammirare le meraviglie che nascondi al mondo, quelle meraviglie fatte di scogli ricchi di fascino e armonia, quelle profondità ricche di dolcezza contornata da un’inteligenza sopraffina, sei tu il mare che vorrei percorrere e navigare con la nave del mio amore, e accarezzarti per tutta la vita.

(Ejay Ivan Lac)

PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012

settembre 16th, 2011

gennaio IMPULSO
Ciò che chiamiamo “vita” è un treno con tanti vagoni.
A volte ci troviamo in uno, a volte in un altro.
In alcune occasioni passiamo dall’uno all’altro:
accade quando sogniamo  o quando
ci lasciamo trasportare dallo straordinario.
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***


febbraio CAMMINO

la nostra vita è un viaggio ininterrotto
dalla nascita fino alla morte.
Il paesaggio muta, le persone cambiano,
i bisogni si trasformano, ma il treno prosegue.
La vita è il treno – non la stazione ferroviaria.
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

marzo DECISIONE
c’è sempre un momento giusto per agire
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***


aprile DISCERNIMENTO

Smettila di ripetere la medesima lezione:
non è questo che ti farà apprendere qualcosa di nuovo
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

maggio RINNOVAMENTO
Spesso l’insoddisfazione invincibile è un dono che Dio ci fa per un unico motivo:
spronarci a cambiare tutto per andare avanti
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***


giugno IMPEGNO

Chi è realmente impegnato con la vita non cessa mai di camminare
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

luglio DISTACCO
Quando dobbiamo affrontare una perdita , non serve sfprzarsi di recuperare ciò che ormai è svanito: è meglio approfittare del grande spazio vuoto per colmarlo con qualcosa di nuovo.
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

agosto GIOIA
Il paradiso è poter dire: “Ho commesso alcuni errori, ma non sono stato vigliacco.
Ho vissuto la mia vita e ho fatto ciò che dovevo fare”
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

settembre DETERMINAZIONE
Una dote del guerriero è saper capire che la forza di volontà e i coraggio non sono la stessa cosa. Il coraggio può attirare paura e adulazione, mentre la forza di volontà richiede pazienza e impegno
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

ottobre CORAGGIO
Viaggiare non è mai una questione di denaro, bensì coraggio.
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

novembre SENSO
So soltanto che una vita senza causa è una vita senza effetto.
E non posso permettere che ciò mi accada.
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012
***

dicembre PACE
Il Cammino della Pace sembra una lotta, ma non lo è.
E’ l’arte di aggiungere ciò che manca e togliere quello che è di troppo
L’ALEPH * PAULO COELHO – ISTANTI – Agenda 2012

*

Istanti - Agenda 2012 di Paulo Coelho Istanti – Agenda 2012 di Paulo Coelho

Paulo Coelho

Compralo su il Giardino dei Libri

Onde bianche corrono veloci verso la battigia

settembre 13th, 2011

Onde bianche corrono veloci verso la battigia,
l’una dietro l’altra, in un composto disordine e
quasi anelanti di incontrare il loro destino.
Infrante e dimentiche.

Le altre, impetuose, si abbattono sugli scogli,
spruzzando freddi lapilli impazziti.

Ed io chi sono o chi diverrò?
L’acqua silente che, con veemenza, muore distesa sopra i granelli umidi di sabbia oppure
quell’onda che si dibatte animosamente al di là dell’aspra roccia?

Non so.

Ma che importa? Non è forse vero che tutte e due ritonano ad essere mare?

Next »