Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



Non fare del cuore un bersaglio

giugno 26th, 2014

Quando parli sta attento…

le parole improprie fanno male

una volta dette non si cancellano

rimangono come macigni per la vita.

Inutile porvi rimedio, un graffio

si rimargina, una ferita sul cuore

non sempre guarisce.

La porti dentro di te fino ad impazzire.

Guardi questa cicatrice con ossessione

sperando di non vederla più, ma ogni giorno

che passa ti sembra sempre più grande.

Agli sbagli si può porre rimedio, ma alle parole

no, loro ti sembrano leggere, ma possono

uccidere….

Intaccano l’anima, vanno oltre il tuo io

il tuo equilibrio, sta attento a non ferire

mancando di rispetto….

Senza la comprensione degli altri

si può sopravvivere, ma senza la stima

e l’amore per se stessi, si può anche morire…..

 

 

(Mirella Narducci)

Non fare del cuore un bersaglio

Aiutami…

giugno 26th, 2014

Aiutami a sentirti ancora. Ancora una volta sulla pelle.

Ad innamorarmi di nuovo. Di te. Di me.

Ad amarti, a dimenticarti, nei giorni passati che non ci sei stata.

Aiutami a farmi sentire il dolore, non il rancore.

A perderti nei pensieri. E ritrovarti lì, nei sogni. Aiutami…

A tremare, di nuovo. Senza il freddo. Senza te….

Aiutami a cullarti ancora, in un cielo pieno di stelle.

A tenerti dentro, a pensarti.

Diversa. Unica.

A capire il tuo ti amo. Il tuo amore, e il mio, che scappa via, che scappa ancora.

Aiutami ad essere bambino, che scopre i gesti, le parole, che scopre l’amore.

Aiutami ad essere uomo, che dall’amore deve ancora capire. Deve ancora gioire.

Aiutami ad essere come il primo giorno…

Quando il mio respiro aveva un senso.

Quando tutto aveva un senso.

Aiutami a morire…

Aiutami ti prego…

Dico a te.

A te che non esisti…

Aiutami ad amare. Ancora. Ancora…

 

 

 

LE GRANDI ALTEZZE

giugno 25th, 2014

Le grandi altezze non mi hanno mai spaventato, rimango a guardare i grattaceli e fremo, per entrarci dentro e guardare dall’ultimo piano…
Più tutto diventa alto, più mi sento di scalarlo, l’enormità delle cose mi cattura, scalo ogni cosa, per me la vita è tutta una salita…

Mi arrampico sui miei obbiettivo, e più sono alti e più cerco di raggiungerli, non guardo mai in basso, guardo sempre verso l’alto, arrivo dove altri mollano, raggiungo quel che gli altri sognano, non tremo, non freno, accelero il passo per guardare sempre dal posto più alto, e tento, di arrivare prima di tutti…

Perché voglio respirare da solo la prima aria più alta, che nessuno ha mai respirato, sentire che effetto fa nel sangue e sotto ogni organo, la forza dell’altezza, il potere di gridare sul mondo…

E poi addormentarsi in cima, mentre l’umanità cerca ancora di scalare questa salita!

(Ejay Ivan Lac)

scalata_big

LA PELLE

giugno 25th, 2014

È così affascinante pensare che la mia pelle, non è altro che un mucchio di filamenti che si uniscono e diventano così vicini, cosi compatti da creare un manto, che ci avvolge e tiene al sicuro quel che abbiamo dentro…

La pelle, se vai in profondità troverai solo tante piccole spaccature a settori, ravvicinati come fossero dei puzzle, tra cui tra un filamento e l’altro ci entra di tutto, se butti su una goccia, essa cadrà all’interno, passando dalla pelle, se ti esponi al sole, la luce e le sue particelle, penetrano da ogni suo piccolo settore, se baci la superficie il calore delle labbra verrà assorbito, così come il calore di una carezza o quello di un abbraccio!

La pelle, come una coperta, ti tiene al sicuro anche se respira e rimane aperta!

(Ejay Ivan Lac)

pelle

PAZZIA PROFONDA

giugno 25th, 2014

Se vuoi prendere per mano la mia arte e il mio essere, ti conviene portare la tua mente nella pazzia più profonda!

Allora forse, potrai cominciare a capirmi…

(Ejay Ivan Lac)

thumbbig-7112_24-20110414_142816-14_003

Il tempo di un minuto….

giugno 23rd, 2014

Ce l’hai presente un minuto?

Ce l’hai presente quei sessanta secondi in una stazione, e due innamorati che si baciano l’ultimo minuto, e quel minuto se lo fanno bastare, e in quel minuto c’è tutto, c’è una giornata intera….

Ce l’hai presente quando il treno parte e le mani che si stringono mollano la presa, fino a strapparsi le ossa…Ce l’hai presente quel minuto  che la vedi allontanarsi, e non sai quando la amerai ancora…E ti rimane un nodo in gola, e ti rimane già il rancore che in quel minuto passato,  potevi amarla di più…

Io ti amavo cosi…

 

Lo sapevo già…

giugno 23rd, 2014

E io lo so quanto ti è costato l’amore a te. E quanto ti è costato… Amarmi.

E lo so che dovevi tornare a casa. Che dovevi far finta di niente quando il cuore era ancora pieno di emozioni. Quando la pelle aveva ancora il mio odore, le mie mani addosso. Io lo so che dovevi guardare negli occhi l’amore tuo passato, lo so che non potevi scappare, neanche di notte, e lo  so che mi venivi a trovare con la mente.  E lo sai che ti sentivo, che ti avvertivo. Io lo so di quanto sei stata diversa, da tutti, dal tuo mondo. Lo so. Lo so…Il tuo Dio è diverso dal mio. Il mio è peccatore. Il tuo cerca il perdono. Cerca la strada, la soluzione, la pietà. Io lo so che ti sentivi sbagliata, ma l’amore era più forte del tuo Dio. Io lo so….Lo sapevo che ti avrei lasciata andare, lo sapevo che non era per sempre. Io lo sapevo che l’amore ha un prezzo, e lo sapevi anche tu che il nostro amore  era come il vento, che non potevamo imprigionare…Io lo sapevo che un giorno dovevamo chiuderci gli occhi  e respirarci, quei momenti, che il tuo Dio e il mio, ci hanno concesso….

 

 

 

 

 

Sarai dentro di me…

giugno 21st, 2014

Fino a quando un ricordo sarà emozione…

sensazione

brivido

Fino a quando guarderò una stella nell’infinito cielo

e la speranza abbandonerà il mio cuore

Fino a quando la tua voce abiterà i miei silenzi

e il tuo viso non avrà più un senso..

Fino a quando ci sarà un alba da respirare…

Fino ad allora

..ti porterò con me.

 

 

Dove si nasconde la felicità

giugno 19th, 2014

Quanto è breve la felicità
un battito di ciglia
non fai a tempo ad assaporarla
che già l’hai persa.
Quell’attimo in cui il cuore e l’anima
sono in sintonia e s’innalzano verso
il cielo.
Non hanno bisogno di nulla
l’amore quando è forte resiste
al di là di ogni limite.
Riesci a disegnarlo sulla tua pagina
di vita e lui ti parla al cuore
con semplici parole decifrabili solo
per chi ama.
Ti chiede: fedeltà, sincerità, comprensione.
La felicità arriva come un sole all’improvviso
e ti scalda il cuore.
Ha percorso strade non sempre dritte
s’è fermata, smarrita, ritrovata, infine
nel momento giusto quando non ci speravi
è arrivata.
Vivi la tua felicità, più di come vivi te stessa.
Io la mia felicità l’ho chiamata per nome:
AMORE

(Mirella Narducci)

 

Dove si nasconde la felicità

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni