Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



FRASI CELEBRI DI FREDDIE MERCURY – QUEEN

settembre 5th, 2012

Sono me stesso, sai, solo me stesso. Sono molto disorganizzato a volte, sono organizzato altre volte e… sono me stesso. (dal DVD Greatest Video Hits 2)
FREDDIE MERCURY

Non voglio cambiare il mio modo di fare musica, non voglio dare dei messaggi con le mie canzoni. Parlare di pace, di problemi sociali. No. Voglio divertirmi e far divertire. E se quando faccio musica qualcuno si diverte, è una cosa meravigliosa.
FREDDIE MERCURY

Se avessimo scritto tutti lo stesso genere di canzoni ci saremmo stufati prima e avremmo voluto lavorare da solisti prima, ma scriviamo tutti pezzi diversi e questo mantiene alto l’interesse.
FREDDIE MERCURY  

Non mi piacciono i miei denti sporgenti. Me li sarei fatti sistemare, ma porprio non ne ho avuto il tempo. A eccezione di questo sono perfetto.
FREDDIE MERCURY

Quello che vedete sul palco è molto lontano dal mio modo di essere. Sono una persona diversa ovviamente. Diciamo che ho creato un alter ego, una sorta di “mostro”. Ho costruito un’altra parte di me. Chi deve intrattenere il pubblico deve comportarsidi conseguenza. Certo, è difficile trovare qualcuno che accetti questa doppia personalità. Puoi essere la persona più amata del mondo e allo stesso tempo anche la persona più sola del mondo. E spesso è una grande frustrazione. Specialmente quando le persone ti dicono. “Ma come può essere infelice Freddie Mercury che ha i soldi,macchine, il successo, tutto?”. Io invece sono una persona normale con momenti di tristezza come tutti gli altri.
A volte trovo difficile trovare qualcuno a cui dare fiducia. Vorrei stare in silenzio,non parlare con nessuno.
FREDDIE MERCURY

La mia droga è il rock and roll, una droga che puoi governare.

FREDDIE MERCURY

Desidero confermare che sono sieropositivo: ho l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere riservata questa informazione fino a questo momento allo scopo di proteggere la privacy di quanti mi stanno intorno. Tuttavia, è arrivato il momento che i miei amici e i miei fans di tutto il mondo conoscano la verità. Spero che tutti si uniranno a me, ai miei dottori e a quelli del mondo intero nella lotta contro questa tremenda malattia. (dal comunicato stampa con cui, il 23 novembre 1991, annunciò di avere l’AIDS)
FREDDIE MERCURY

La vita e’ dura

settembre 5th, 2012

La vita e’ dura da combattere.. oltre la forza bisogna avere anche la pazienza… vinci o perdi..

Alex Seto

Buona notte

settembre 5th, 2012

Quando ieri ti ho lasciato sulla porta, ormai tardi, sei scappata  hai chiuso l’uscio, ma oltre la porta un sussulto mi ha fermato, sono rimasto lì  con la fronte su quel legno. Qualche minuto indietro mi bastava, per capire che un semplice saluto era da fare, delusa ti ho negato quel bacio tanto atteso. Egoista ho lasciato il sapore delle tue labbra sulla mia bocca, negli occhi ho imprigionato il tuo volto, ma il pensiero ti corre dietro oltrepassa la porta e sarai costretta a sognarmi perche questa notte, ti farò mia prigioniera. Buona notte amore.

(Mirella Narducci)

MEGLIO STA SEMPRE NELL’ORA E NEL POI

settembre 4th, 2012

Le persone spesso si lamentano della vita moderna, affermando che manca di qualcosa di cui ricordano di aver goduto in tempi passati, e si struggono di poter tornare a quei momenti o situazioni. Ma noi non guardiamo mai al passato quando cerchiamo momenti migliori, perchè sappiamo che ciò che sta accadendo ora e quello che verrà poi, rappresenta sempre il meglio che la vita ha da darci.

IL POTERE DI FAR ACCADERE LE COSE, Esther & Jerry Hiks

***

Il Potere di Far Accadere le Cose Il Potere di Far Accadere le Cose

L’arte del permettere

Esther e Jerry Hicks

Compralo su il Giardino dei Libri

**

GRIDAVANO FORTE

settembre 4th, 2012

La rabbia comprimeva il loro cuore, le parole viaggiavano tristi nell’aria, si urlavano contro, talmente forte che avevano paura di non sentirsi, i loro cuori si allontanavano sempre di più, e la loro voce si alzava, si sentivano scivolare via, e le lacrime dai loro occhi scendevano come un bicchiere di plastica, bucato, volevano arrivare ad una conclusione, perché nonostante tutto si volevano, si desideravano, ma la vita li ha messi in gioco, e nonostante la rabbia li faceva impazzire, tremavano dall’idea di dirsi addio.

(Ejay Ivan Lac)

 

 

DEDICATO

settembre 4th, 2012

Dedicato a chi si sente confuso dentro, dedicato a chi ha tanta rabbia e nessuno capisce la sua anima, a te che sei sdraiato in un letto, a te che soffri e cerchi un sostegno, dedicato a te, che cerchi di sorridere davanti ad una finestra che ti mostra sempre un mondo ostile, dedicato a te che hai paura del buio, della tua strada, a te che hai paura di morire, dedicato alle persone deboli ma che con la loro forza del cuore riescono ad alzarsi, che corrono e cercano di amarsi…

Dedicato a tutti voi, che vivete nella paranoia dell’assurdo, in un mondo freddo e stupido!

(Ejay Ivan Lac)

 

TRENO DI DESIDERI

settembre 4th, 2012

Ho visto un treno carico di desideri, l’ho visto perché è sempre passato vicino a me, ma io non gli ho mai creduto, e adesso che credo ad ogni suo vagone, ho trovato posto, la mia vita è la sua destinazione.

(Ejay Ivan Lac)

Torna giovinezza

settembre 4th, 2012

Un brivido repentino, mutò i tratti del viso, riconoscendo quel fremito, ogni piccolo centimetro di pelle trasmise sconcerto, paura.  Era tornato da lontano, come un vecchio pirata vagabondo ricco di avventure, di forza, di coraggio, i suoi occhi rubavano amori nella sua spavalda gioventù. La vita gli offriva sempre una strada nuova piena di perigli  e con  cuore impavido nella mischia, ne  usciva vincitore. Era la sua impalpabile  presenza a farmi tremare, a misurare la lontana  distanza, da un fantasma, che mille, mille giorni fa si  chiamava giovinezza.  Perche bussava alla mia porta, non aveva visto che la casa era oscurata, che pesanti tende coprivano i giorni di stanchezza, che cancellati i ricordi con rassegnata pazienza, indifferenza si  viveva  la vita di altri. Gioventù, la tua bellezza illumina il passato e fino ai nostri  giorni ne fa vedere ancora i bagliori, che ci portiamo dentro. Ogni brivido, ogni tocco della tua antica presenza ci  fa fremere  in attimi di spensierata  stupidità senile.

(Mirella Narducci)

Tristezza

settembre 4th, 2012

Seduta sul letto
rimango in silenzio
abbracciata a me stessa.
Momenti che la solitudine diventa
un isola dove ritrovare la dolcezza
la serenità  dei propri pensieri
In fondo amo la vita
ma lei più passa il tempo
e più diventa  avara
cerco mentalmente di prepararmi
alla sofferenza, mi costruisco una corazza
per soffrire meno.
Come donna sono ricca di percezioni
di sensibilità, istinto attento a cogliere
il minimo aiuto.
Trasportata dai sogni
non mi accorgo di essere sola
come se una nuvola con la sua ombra
mi avvolgesse e un freddo scendesse nel  cuore.
Dissolto ormai è il sogno.
voglia di guardare le stelle e contarle
una, ad una cercando la mia.

(Mirella Narducci)

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni