Aforismi

Aforismi Aforismi Belli, Aforismi Per Tutti i Gusti, Scegli Un Aforisma Speciale, Aforismi e Aforismi Celebri, AFORISMI BELLI!



DEDICATO

settembre 4th, 2012

Dedicato a chi si sente confuso dentro, dedicato a chi ha tanta rabbia e nessuno capisce la sua anima, a te che sei sdraiato in un letto, a te che soffri e cerchi un sostegno, dedicato a te, che cerchi di sorridere davanti ad una finestra che ti mostra sempre un mondo ostile, dedicato a te che hai paura del buio, della tua strada, a te che hai paura di morire, dedicato alle persone deboli ma che con la loro forza del cuore riescono ad alzarsi, che corrono e cercano di amarsi…

Dedicato a tutti voi, che vivete nella paranoia dell’assurdo, in un mondo freddo e stupido!

(Ejay Ivan Lac)

 

TRENO DI DESIDERI

settembre 4th, 2012

Ho visto un treno carico di desideri, l’ho visto perché è sempre passato vicino a me, ma io non gli ho mai creduto, e adesso che credo ad ogni suo vagone, ho trovato posto, la mia vita è la sua destinazione.

(Ejay Ivan Lac)

Torna giovinezza

settembre 4th, 2012

Un brivido repentino, mutò i tratti del viso, riconoscendo quel fremito, ogni piccolo centimetro di pelle trasmise sconcerto, paura.  Era tornato da lontano, come un vecchio pirata vagabondo ricco di avventure, di forza, di coraggio, i suoi occhi rubavano amori nella sua spavalda gioventù. La vita gli offriva sempre una strada nuova piena di perigli  e con  cuore impavido nella mischia, ne  usciva vincitore. Era la sua impalpabile  presenza a farmi tremare, a misurare la lontana  distanza, da un fantasma, che mille, mille giorni fa si  chiamava giovinezza.  Perche bussava alla mia porta, non aveva visto che la casa era oscurata, che pesanti tende coprivano i giorni di stanchezza, che cancellati i ricordi con rassegnata pazienza, indifferenza si  viveva  la vita di altri. Gioventù, la tua bellezza illumina il passato e fino ai nostri  giorni ne fa vedere ancora i bagliori, che ci portiamo dentro. Ogni brivido, ogni tocco della tua antica presenza ci  fa fremere  in attimi di spensierata  stupidità senile.

(Mirella Narducci)

Tristezza

settembre 4th, 2012

Seduta sul letto
rimango in silenzio
abbracciata a me stessa.
Momenti che la solitudine diventa
un isola dove ritrovare la dolcezza
la serenità  dei propri pensieri
In fondo amo la vita
ma lei più passa il tempo
e più diventa  avara
cerco mentalmente di prepararmi
alla sofferenza, mi costruisco una corazza
per soffrire meno.
Come donna sono ricca di percezioni
di sensibilità, istinto attento a cogliere
il minimo aiuto.
Trasportata dai sogni
non mi accorgo di essere sola
come se una nuvola con la sua ombra
mi avvolgesse e un freddo scendesse nel  cuore.
Dissolto ormai è il sogno.
voglia di guardare le stelle e contarle
una, ad una cercando la mia.

(Mirella Narducci)

Il passato di un amore

settembre 4th, 2012

Io non voglio dar silenzio ai miei canti del passato

io non voglio soffocare quell”amore che ho nel cuore

Non c’è volto per cui io scrivo

non c’è anima che io ami

sono canti di parole

di un passato che ho nel cuore

Ed io canto il mio amore

nei suoi versi tristi e belli,

non c’è alba che non pensi all’amore mio donato

Ogni giorno apro il cuore all’amore mio vissuto

non importa se non amo

ciò che importa che ho amato

Panico

settembre 3rd, 2012

Oggi questo dolore è più forte, mi stringe in un angolo senza scampo finisce di distruggermi. Mi sento bloccata e tutto si muove, cado in una caduta senza fine, mi divora l’angoscia, devo riuscire a controllare la paura, la devo ingannare con false motivazioni  da non potermi controllare il pensiero.  Mi affido al mio carattere di  forte spessore,  ha radici  fin dentro l’anima. L’angoscia suona come un eco,  mi trattiene usando le mani dell’ansia, sono  sola sull’orlo del panico. Il telefono suona, sei tu, grazie a Dio.

(Mirella Narducci)

Che cos’è l’amore….

settembre 3rd, 2012

E’ triste oggi questa voglia di innamorarsi a tutti i costi, sembra più la soddisfazione di un piacere personale che rendere felici la persona amata.

Mi fa paura questa voglia di affetto per colmare desideri e solitudini.

Mi fa paura essere circondato da persone che si relazionano per alzare il proprio livello di autostima.

Condividere dei sentimenti non significa arricchire un bagaglio personale da poter raccontare, innamorarsi non è un lavoro da poter presentare un curriculum delle conquiste effettuate.

Mi guardo intorno e c’è amore,

c’è amore in tutto quello che vedo, che sento, ma è questo l’amore?

E sentirsi vivi? Colmare un bisogno? E sentirsi trascurati dalla persona al nostro fianco e sostituirla al primo complimento?

Se questo è il sentimento tanto atteso e voluto, credo che saremmo sempre alla ricerca di un amore che camminerà al nostro fianco.

IL SORRISO …

settembre 3rd, 2012

Il sorriso: una curva che può raddrizzare un sacco di cose.
(G. E. Keillor)

Come ci s’innamora

settembre 3rd, 2012

Come ci s’innamora, per caso non dovrai cercare  è inutile, lui si presenterà come un amico, gli parlerai, gli sorriderai, passerai ore insieme  e ti accorgerai che ti manca, lo vorrai incontrare subito, sfiorarlo appena, con una voglia di baciarlo, mentre il tuo cuore batte forte. T’innamori così………Senza un perche, lo abbracci è il tuo rifugio, ti basta più di tanti perche, è prezioso più di tanti momenti, un abbraccio basta per iniziare una storia,  è il principio d’un amore.

(Mirella Narducci)

« Prev - Next »



LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni