Il desiderio di un amore..



Noi non eravamo come quelli che c’erano sempre, quelli sul divano, che si baciano la mattina, e poi la sera. Noi ci baciavamo ogni tanto, e facevamo l’amore ogni tanto, ma ogni tanto era come farsi la scorta e vivere per quei giorni e le notti che dovevamo sopravvivere. Anime, quello eravamo noi, e quello resteremo, anime che si strappavano la pelle di baci, legati dallo stesso amore e corpi prestati a un destino che non ci apparteneva. Eravamo lo spazio tra la felicità e la nostalgia, e non importa se non saremo più quei pochi momenti di luce, noi apparteniamo alla notte, nessuno può ascoltarci, ci raccontiamo al soffitto quando sdraiati la voglia di amare ci stringe lo stomaco, e lo facciamo a volte con un sorriso e altre con lacrime che ci rigano il viso. Noi, con il buio negli occhi e sprazzi di luce, come quelle stelle che ogni tanto cadono e poi svaniscono.
Siamo stati un solo corpo, un solo respiro, un solo battito. Anche quando dovevamo salutarci non eravamo più “niente” Tutto spariva. Tutto svaniva. Rimaneva il profumo, sulla pelle, il respiro, sulle labbra. Eravamo e resteremo un sogno, un desiderio, come quelle stelle che cadono e poi svaniscono.

  • Aforismi dicembre 13th, 2016
  • Commenti(5)
    • Share



Frasi e Aforismi Celebri Correlati:

5 Commenti a “Il desiderio di un amore..”

  1. starlighton 02 Gen 2017 at 23:55

    Ciao Davide, auguroni di buon anno nuovo anche se in lieve ritardo…sai, in questi giorni ero un po’ pensierosa proprio su ciò che resta dopo un momento di trasporto. Come dici tu, anche quando dovevamo salutarci non eravamo più niente tutto spariva. In questo caso ricordo benissimo che quella storia per me non poteva avere un seguito. Forse perché in quel periodo preferivo una frequentazione e non una persona che non capisse i miei silenzi e soprattutto le mie paure, semplicemente volevo proteggermi perché ero sicura che lui non fosse la persona della mia vita per due motivi: era statico ed era incapace di provare trasporto facendo sempre paragoni con la sua ex. Con tutte queste motivazioni giunsi alla conclusione che non ci fossero i presupposti per continuare. Oggi sono innamorata di quella persona di cui ti parlai qualche mese fa’. Una persona dall’animo nobile che riesce a farmi sognare. Ma se oggi questa persona mi porta nel cuore, perché al precedente non è rimasto nulla di me, resettando ciò che è stato? Ogni amore che finisce lascia sempre qualcosa, nel bene o nel male, invece se mi capita di incontrare per caso questa persona vedo il suo sguardo perso nel vuoto e privo di espressioni. Qualcosa che per me rimane ancora un punto di riflessione.

  2. Davide Biancoon 03 Gen 2017 at 08:28

    Ciao Anna. Ti chiamerò Anna, auguri di Buon Anno a te, alle tue paure alle tue incomprensioni auguri a te che sei una roccia tenera e sbriciolabile. Anna, quando sappiamo già che una storia non può avere un seguito i primi a saperlo siamo noi. Se preferivi che non capisse le tue paure, i tuoi silenzi c’era una parte mancante che completava questo presunto amore. I paragoni poi, uccidono qualsiasi rapporto, sono come le tue paure non consegnate nella mente e nel cuore di chi stava al tuo fianco, una sorta di protezione. Sono felice che tu abbia avuto amori presunti e amori sbagliati, sono quelli che ti fanno poi capire quali sono quelli giusti, oddio, quelli giusti no, diciamo quelli che si completano anche nelle incomprensioni. Quando si è innamorati vogliamo essere confortati più che capiti, e questo che lascia l’amore, il conforto, se no anche il più passionale non lascia niente. Non capisco l’ultima parte del tuo commento, ovvero, non ho compreso. Buon Anno ancora. Ciao

  3. starlighton 03 Gen 2017 at 23:57

    Ciao Davide, grazie per le tue parole…davvero molto tenere.
    Sono felice che tu mi abbia dato un nome, avrei dovuto dirtelo tempo’ fa’, però se le mie parole hanno ispirato questo nome, sono ben lieta di averlo, anche perché adoro i nomi corti 🙂 🙂 :-).
    Nell’ultima parte dicevo che questo ragazzo con cui ho troncato la frequentazione , mi capita di incontrarlo qualche volta e in lui non noto uno sguardo di una persona che mi ha conosciuto e con cui ho condiviso dei momenti belli. Lui guarda altrove, ma non perché sia ferito, perche’ ponendo la sua ex a confronto con me era evidente che volesse altro, ma non avendo litigato e avendo chiuso in modi civili, non capisco come lui possa camminare sulla stessa strada e avere uno sguardo statico e perso nel vuoto. Solitamente ci si comporta così quando si è feriti, comportamento che avrei dovoto avere al posto suo, però se l’avessi fatto sarei stata infantile o perlomeno gli avrei dato sazio che lui ancora una volta fosse capace di ferirmi. Per cui da questo suo comportamento, correggimi se sbaglio 🙂 , ho dedotto che lui appartiene a quella categoria di persone che dimentica facilmente tutto della serie chi ti conosce con lo sguardo di chi rappresenta la superficialita’, ma soprattutto di chi non è capace di portare dei ricordi con sé . Io non conosco molto bene la psiche degli uomini, o meglio cerco di trarre conclusioni, ma cerco di farlo con cautela, pero’ ammetto anche che noi donne siamo troppo complicate e hai perfettamente ragione quando mi dici che quello che cercavo era proprio il conforto. Io credo che nelle varie storie ognuno ci lascia qualcosa. Ti capita a volte di ricordare una storia, anche se finita? Ti capita di pensare che tra tutte le persone che hai conosciuto, da ognuna di loro, hai tratto delle sfumature ? Ad esempio da questo ragazzo ricorderò sempre le effusioni vissute con irrazionalità, ad esempio quando mi faceva una sorpresa e io gli andavo incontro correndo facendomi prendere in braccio, poi la delusione perché in fondo mi ha lasciato un senso di inadeguatezza e di vuoto.
    Questo amore che sto vivendo adesso, invece è più pacato ma è imperniato da una forma di romanticismo che era proprio quello che volevo e non quello dell’ex che criticava il concetto di favola, che poi si sa, che l’amore non è il principe azzurro sul cavallo bianco, ma quei modi di fare sentire importante una persona al centro del tuo universo, non vedendo tutto il resto che ti circonda. Tra la folla ti emozioni solo a vedere la persona che ami. Però vedi, forse come dici tu, non ho voluto consegnare le mie paure, perché in cuor mio sapevo che mi mancava qualcosa, però sono certa di avergli voluto bene, forse più di quanto avrei potuto farlo, vista la situazione. Però il punto di vista dell’ex è differente: non gli ho lasciato nulla. Tu che ne pensi? Io credo che se una donna deluda un uomo, mi riferisco a certi comportamenti -da cui nel mio caso escludo il tradimento, perché non è nel mio stile-, un uomo conserva sempre dei ricordi, a volte leggendo dei tuoi post, notavo proprio questa cosa bellissima: il tuo saper trarre ogni singola emozione provata. Quindi persone nobili d’animo come te ne esistono poche. 🙂 Ti abbraccio forte.

  4. Davide Biancoon 04 Gen 2017 at 08:13

    Anna, il tuo primo messaggio era che ti eri innamorata e stavi facendo di tutto per allontanare questo tuo sentimento, per impegni, perché non potevi permettertelo. Mi sembra di ricordare il tuo stato “confusionale” Oggi mi dici che stai vivendo questo tuo sentimento forte e romantico, ciò che non avevi prima. Ti fa male il paragone con la ex ma allo stesso non ti accorgi che lo stai facendo anche tu adesso con lui. L’amore lascia sempre qualcosa, evidentemente la persona con cui tu eri stata aveva “scelto” e trovato te per sopprimere il dolore, la delusione ricevuta. Alcuni, anzi tanti, non riescono a stare soli quando il cuore non è più abitato, devono trovare la sostituzione, e noi nella vita siamo delle scelte, a volte prime, altre volte seconde scelte. Non devi meravigliarti se incrociando il suo sguardo lui non ha nemmeno il minimo ricordo. Si ama con il cuore e con la testa, in questo caso in entrambi c’era molta testa e poco cuore. Lui altrove, e tu relazionavi nella tua testolina. Anche adesso, tu paragoni il vecchio con il nuovo, questo è così per questo mi piace, ma ti piace perché non è come quell’altro? Anna, non vorrei deludere il tuo mondo, ma l’amore è pieno di imperfezioni, con il tempo ti accorgerai che le rose nascondono le spine, e se non ami il profumo ti farà male, come quell’altro.
    Anche a me capita di ricordare, certo. Ma cerco di ricordare il bello, la parte che mi ha fatto sognare, ma ho la consapevolezza che non potrà più esserci, e allora tengo tutto nei ricordi, senza condividerli con la persona che amo.

  5. starlighton 04 Gen 2017 at 13:04

    Si, proprio quell’amore che volevo allontanare è proprio quello che sto vivendo adesso. Quello romantico.:-) Il paragone che ho vissuto io su di lui era ben diverso, perché mi diceva che io non avrei potuto fare la modella come la sua ex, che rappresentavo la ragazza semplice per antonomasia e che preferiva che fossi diversa dal modo di essere e tanti altre altre critiche che ora che ci penso giungo alla tua stessa conclusione che ero una seconda scelta. È vero, forse c’era molta testa e poco cuore e probabilmente si sentiva solo. Con questo ragazzo con cui sto adesso, non ho mai sentito l’esigenza di fare dei paragoni con il passato, ma mi sono limitata a dirgli che avevo avuto qualche delusione, ma senza fare menzione di alcuna persona, perche’ dopo tanto tempo avevo trovato lui, in grado di farmi innamorare sia con il cuore che con la testa. Tra il lavoro e lo studio, quindi immagina una routine abbastanza frenetica, temevo di non essere all’altezza di poterlo vedere sempre e invece mi sbagliavo, perche’ se tieni davvero a una persona trovi sempre il modo di conciliare tutto e così è stato.
    Per quanto riguarda il mondo fatto di rose, concordo in pieno con il tuo punto di vista: non esiste la perfezione! Io devo ammettere con molta umiltà che sono caratterialmente non ti dico pignola, ma cerco sempre di fare meglio, in tutte le cose…anche quando può risultarmi difficile. Si, le spine esistono, io credo di averne qualcuna, perche’ per quanto possa essere profonda, ogni tanto riemerge la mia parte un po’ spigolosa e una delle cose più belle è che per il momento non ho avuto il bisogno di difendermi in questo modo. Sai, questa cosa del ragazzo perfetto, del mondo romantico e un po’ fantasioso me l’aveva rimproverata proprio questo ex! Giustamente vedendo le mie amiche con ragazzi che le sorprendono -non mi riferisco a cose materiali- e che le riempiono di dolcezza, lì mi sono venuti i dubbi e quando ritornavo a casa e chiudevo la porta cercavo di dimenticare sia quello che avrei voluto io, magari per cercare di allontanare questa visione perfettina, ma poi è andata come ben sai. Spero solo di aprire gli occhi per capire al meglio che ogni rosa ci siano anche quelle spine che possono punzecchiarti, ma anche quelle che possono logorarti. L’importante però è non confondere il vento con le rose. Grazie delle tue parole che mi fanno riflettere tanto.

Lascia il tuo commento







LIBRO: Ricette Vegan - Le 4 Stagioni