A mio padre



Ricordo le tue mani rese ruvide dal lavoro ,che sapevano essere così delicate quando mi facevi una carezza,con te mi sentivo al sicuro ,quando ormai vecchio e malato mi parlavi delle tue paure ,quanta tenerezza provavo ,sembravi tu un bambino ,eri così indifeso ,ed io ti abbracciavo ,come una volta facevi tu.Ti porto con me sempre.

  • Aforismi novembre 23rd, 2010
  • Commenti(0)
    • Share



Frasi e Aforismi Celebri Correlati:

Lascia il tuo commento





Macrolibrarsi.it presenta il Cofanetto: Giocando con gli Angeli di Hania Czajkowski