febbraio, 2009

Ho Dipinto La Pace, T. Sorek

febbraio 28th, 2009

di T. Sorek

Avevo una scatola di colori
brillanti, decisi, vivi.
Avevo una scatola di colori,
alcuni caldi, altri molto freddi.
Non avevo il rosso
per il sangue dei feriti.
Non avevo il nero
per il pianto degli orfani.
Non avevo il bianco
per le mani e il volto dei morti.
Non avevo il giallo
per la sabbia ardente,
ma avevo l’arancio
per la gioia della vita,
e il verde per i germogli e i nidi,
e il celeste dei chiari cieli splendenti,
e il rosa per i sogni e il riposo.
Mi sono seduta e ho dipinto la pace.

La felicità è fatta di un niente, J. Morrison

febbraio 28th, 2009

felicità

La felicità
è fatta d’un niente
che al momento in cui lo viviamo
ci sembra tutto.

J. Morrison

ognuno sta in mezzo agli altri, L’amuleto dell’essere

febbraio 27th, 2009

“A quel punto invece, compresi
che ognuno sta in mezzo agli altri.
Ognuno deve capire, curare e definire il proprio
mondo interiore e deve però ricordare anche
che quello degli altri è in fondo un mondo simile,
in quanto tutti provano allo stesso modo
la gioia ed il sorriso, il dolore e il pianto. Anche
se ognuno vede e vive le situazioni della sua
vita e le sue aspettative in maniere e intensità
diverse, anche se ognuno mostra e intercambia
facciate diverse”.

“L’amuleto dell’essere” di Gaetano Barreca

Come l’Uomo fisicamente debole può diventare forte, James Allen

febbraio 26th, 2009

uomo

Come l’Uomo fisicamente debole può diventare forte
con un attento e paziente allenamento,
così l’Uomo che ha pensieri deboli
può renderli forti
esercitandosi nei pensieri potenzianti.

James Allen

La Dipendenza, Fa ciò che vuoi, ma non abbandonarmi mai

febbraio 26th, 2009

Fa ciò che vuoi, ma non abbandonarmi mai,
come altri hanno fatto,
poichè tu mantieni l’equilibrio della mia anima
e fai sì che ogni corpo cambi la sua forma e colore.

La tua consapevolezza è in fiamme,
la mia stabilità è seppellita nel profondo.

Mostrami una stella, una stella già caduta e spezzata;
Se non vorrai, qualcun’altro verrà a salvarmi da me stessa.

Non è tanto importante che la felicità sia eterna, Grey’s Anatomy

febbraio 25th, 2009

Non è tanto importante che la felicità sia eterna,
ma che si possa essere felici al momento.
Perchè una volta ogni tanto, può capitare
che le persone ti sorprendano.
Una volta ogni tanto,
le persone possono anche toglierti il fiato…

Grey’s Anatomy

La Vita è…

febbraio 24th, 2009

Se consideriamo la felicità come il sole
e la tristezza come la luna
allora possiamo dire che la vita
è un lungo ed eterno inverno
dove il giorno dura poco
e la notte non passa mai.

Vorrei svegliarmi il mattino e dirmi…

febbraio 23rd, 2009

Vorrei svegliarmi il mattino e dirmi…

Si Va tutto bene…va tutto come dovrebbe andare….

Non so più il mio subconscio cosa stia facendo…

E’ stato tutto veloce.. assurdo e orribile!!

Cercarti nel sogno.. Rivederti solo nelle mie immaggini Irreali!!

Essere SINCERI è questo che cambia tutto il tuo percorso ..

Sono triste ..Sono triste dentro e non riesco a opprimere …

Questa tristezza perchè non riesco ad opprimere l’unica cosa che avrei dovuto

Tenere STRETTA!!

MILLE SPLENDIDI SOLI* Hosseini Khaled, Frasi Mille splendidi soli

febbraio 22nd, 2009

Non si possono contare le lune che brillano sui suoi tetti,
né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i suoi muri.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

Ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

Vedete, ci sono cose che vi posso insegnare, altre che potete imparare dai libri.
Ma ci sono cose che, beh, bisogna vedere e sentire.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

So che, quando questa guerra sarà finita, l’Afghanistan avrà forse più bisogno di donne che di uomini. Perché una società non ha nessuna possibilità di progredire se le sue donne sono ignoranti, nessuna possibilità.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
” A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto. “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

“Come l’ago della bussola segna il nord, così il dito accusatore dell’uomo trova sempre una donna cui dare la colpa. Sempre…”

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

“Il pensiero la uccide.Il pensiero che abbiano permesso ai signori della guerra di tornare a Kabul: Che gli assassini dei suoi genitori vivano in case lussuose con giardini recintati, che impunemente viaggino su costosi fuoristrada…il pensiero la uccide.”
Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

*

Aveva trascorso tutti quegli anni lontana da se stessa. Un campo arido, riarso, al di là di ogni lamento o desiderio, al di là del sogno, della delusione. Il futuro non aveva importanza. E dal passato aveva appreso solo questa lezione di saggezza: l’amore era un errore pericoloso e la sua complice, la speranza, un’illusione insidiosa. E ogni qualvolta quei due fiori velenosi incominciavano a sbocciare nella terra assetata di quel campo, Mariam li sradicava. Li sradicava e li gettava via, prima che potessero attecchire.

Hosseini Khaled, “Mille splendidi soli

Queste sono Frasi Tratte da Mille Splendidi Soli e….
> Se Cerchi il libro lo trovi qui! <

*

Mille Splendidi Soli Mille Splendidi Soli
Nuova edizione
Khaled Hosseini

Compralo su il Giardino dei Libri

Next »